Oggi è giovedì 18 aprile 2019, 16:32

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 186 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: venerdì 8 febbraio 2019, 10:02 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 luglio 2013, 9:11
Messaggi: 4924
Località: Savona
Il prossimo tagliando alla Delta lo faccio fare a te invece che a Massimo (il mio meccanico)! :shock: :shock: :shock:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: venerdì 8 febbraio 2019, 11:50 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 184
marconolasco ha scritto:
Il prossimo tagliando alla Delta lo faccio fare a te invece che a Massimo (il mio meccanico)! :shock: :shock: :shock:


:lol: :lol: .....magari, credo che ci sarebbe da impazzire di meno sulla 1/1....anzi strabeato te che la possiedi.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: venerdì 8 febbraio 2019, 19:41 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 3 febbraio 2011, 17:24
Messaggi: 1127
Ma bene! Lavori sulle Vespe? Mitico il passaggio delle guaine e dell'impianto elettrico nel telaio :lol: :lol: :lol: :lol: io ci lavoro spesso,prossimamente mi tocca una PK prima serie che hanno tamponato :cry: :cry: :cry: :cry: :cry: al momento ho in cura una Alfa Junior Zagato....grandissimo lavoro sul Deltone.....sapete della scommessa della 100.000 Lire che si faceva con la Delta??


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: sabato 9 febbraio 2019, 11:38 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 184
Dopo la giornata di mezzo terrore di ieri, oggi ho continuato con l’aggiunta di extra in precedenza autocostruiti quale il tubo di carico olio cambio con relativo sfiato vapori olio che va cassoncino del recupero vapori. In alcune foto il tubo è nero, in altre è verde marrone, qui mi sono preso la licenza di farlo trasparente marrone che richiama il colore dell’olio.

Ho montato il cilindro spingidisco frizione e collegato il raccordo idraulico, montato anche da me il tubo recupero vapori olio dalla testa e ho iniziato il lavoro sulla torretta del cambio.

La torretta reale presenta un foro (credo di ispezione/montaggio o allegerimento) che ho replicato.
Sempre la torretta presenta 2 bulloni sui sostegni anteriori che hachette ha omesso.
Seguendo wip di altri amici modellisti in 1/8 ho utilizzato i brllantini da unghi per simulare i nuovi bulloncini

Ho ricolorato la leva del cambio che era estremamente piatta; ho verniciato l’asta in gun metal, la cuffia in rubber black e il disinnesto in silver crome. All’asta ho asportato quasi tutto il finto cavo di disinnesto al quale applicherò quello che ho steso.

L’asta del cambio è poi erroneamente fissata da hachette al pianale, in realtà è collegata alla leva del cambio e quindi di vede “appesa” . Con un perno di stagno mi creerò il nuovo collegamento
Oggi pomeriggio se riesco vado su con entrambe le aste del cambio che avevo precedentemente autocostruite.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: lunedì 11 febbraio 2019, 11:30 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 184
Sabato pomeriggio mentre attendevo che asciugasse un ritocco sul cambio ho preso a mano i cerchi test asfalto di Massimo e ho iniziato il lavoro di wheatering.

Una volta terminato ho portato a termine il reparto cambio.
Ho montato il rinvio dell'asta sul cambio e (sudando freddissimo) ho inserito l'asta modificata in mezzo a tutto il cespuglio di tubazioni idrauliche. Operazione riuscita senza far danni.
Rispetto ad Hachette ora il cambio e l'asta almeno hanno una visione un pò più reale.

L'asta passa nello scatolato e sulla reale vi è presente una cuffia di gomma passacavo; non ho voluto complicarmi la vita ulteriormente (perché sarebbe stato veramente aduo) e come passacavo ho messo della termorestringente sulla giunzione della prolunga dell'asta.

L'asta ora è "appesa al cambio" e non più appoggiata irrealmente al pianale, il cavo verde del disinnesto portato dentro in abitacolo è ora collegato al comando posizionato sulla leva, colpo finale di leggero di lavaggio e leggerissimo wheatering... il lavoro è già stato fatto per entrambe le delta, e anche questa direi che la posso archiviare.

Nel mentre che terminavo il tubo di scarico olio cambio, ne ho prodotti 2 in più extra per il mio amico Max.

Ho iniziato il lavoro di rivestimento del convogliatore intercooler che sarà lungo e delicato.

le dime sono doppie, una lato esterno e una lato interno. Ho iniziato dall'interno per maneggiare il meno possibile il pezzo.
Una volta terminato il lato interno lo lascio in asciugatura a 30 gradi più o meno costanti per una notte, poi procederò con il lato esterno. Tutto ciò andrà fatto anche per Roberto.
Infine vi sarà l'ultima fase di rattoppamento del kevlar e la lunghissima (e odiatissima) fase del trasparente.
Inoltre con questo lavoro devo andarci molto cauto anche col phon, in un punto mi ha imbarcato una paratia laterale del convogliatore, poi vedrò come sistemarla.

Montate entrambe le coppe con wheatering "oil stain" e infine posizionate le decal sui filtri olio riprodotte sempre da Massimo.
Ho iniziato il primo lavoro sul turbo lato intercooler.
Guardando le references ho riprodotto con della termorestringente blu, manicotti siliconici che raccordano il turbo all'intercooler e infine con la termorestirngente rossa ho ricreato il manicotto rosso sul tubo lato aspirazione aria.

Prossimi passi: whatering e il posizionamento del condotto di lubrificazione della turbina e poi forse andrò su col tutto.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: lunedì 11 febbraio 2019, 14:07 
Non connesso

Iscritto il: domenica 31 dicembre 2006, 19:04
Messaggi: 5007
Località: pistoia
La penultima foto sembra l'auto vera.
alberto


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: lunedì 11 febbraio 2019, 22:09 
Non connesso

Iscritto il: sabato 27 febbraio 2010, 1:23
Messaggi: 2954
arlecchino ha scritto:
La penultima foto sembra l'auto vera.
alberto


Vero. Sembra di essere in officina. Questo realismo lo vediamo qui e nella TZ1 di Badal.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: martedì 12 febbraio 2019, 9:01 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 184
arlecchino ha scritto:
La penultima foto sembra l'auto vera.
alberto



armchair ha scritto:
arlecchino ha scritto:
La penultima foto sembra l'auto vera.
alberto


Vero. Sembra di essere in officina. Questo realismo lo vediamo qui e nella TZ1 di Badal.


Grazie Ragazzi siete troppo buoni. :oops:

Ieri sera ho messo un'altro tassello al puzzle del motore.

Ho montato la barra a duomi con tutti i relativi accessori, ma prima di andare su ho replicato 3 serie di cavi candele (una per Roberto e due per Massimo)

Il montaggio,che sulla carta pareva facile, in realtà ha avuto qualche insidia.
Il serbatoio dell'idroguida ha due tubazioni :una precedentemente stesa e una da infilare nella paratia motore. Fortunatamente con delle pinze extra lunghe e con auto coricata su di un lato sono riuscito a raccordarla al suo posto.

Sempre il serbatoio idroguida: ho tagliato il tubicino di sfiato del tappo e l'ho rifatto nuovo raccordandolo alla vaschetta recupero vapori olio.

Prima di fissare il tutto ho collegato la centralina/bobina di accensione ai cavi candela e infine posizionata definitivamente la barra (che mi ha fatto scancherare un pò anche lei....ho dovuto limare gli attacchi lateralamente in quanto con la vernicia si era formata un pò di ciccia extra)

Rimontata la presa d'aria in kevlar dell'abitacolo , montata anche l'asta del livello olio e infine posizionato l'intercooler (con quest'ultimo avevo riserve di spazio con il cabalaggio idraulico della pompa frizione....e invece per fortuna tutto ok)

Direi (sempre timidamente) che dal coperchio punterie in su il motore dovrebbe essere concluso per quello che avevo in mente di fare.

Colpo di lavaggi e di wheatering a spolvero e per il momento tutto abbastanza ok.

Ho voluto montare anche il cofano per vedere che non vi sono sorprese con gli extra aggiunti e pare tutto al suo posto.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: giovedì 14 febbraio 2019, 8:53 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 184
Con ieri sera ho completato il lavoro della barra a duomi con Roberto.

Altro tassello importante per il motore: finalmente il montaggio dei collettori di scarico, gruppo turbo-aspirazione e scatola filtro

Per poter andar su con tutto ho dovuto staccar l’intercooler per poi poter andar su in una mossa unica assieme pure al filtro aria (la prova era stata fatta già prima a motore grezzo....ma la sudata fredda c’è stata comunque )

Una volta montati ho riprodotto con del filo di stagno da 1 mm e del tubo in treccia il condotto di lubrificazione del turbo.
La costruzione e la colorazione è stata fatta “live” sul motore in quanto data la moribidezza dello stagno era difficile poterlo lasciarlo con la sua forma.
Per ricreare i raccordi del pezzo di flessibile su questa tubazione, ho usato goccia si ciano e bicarbonato.
Usare del fil di ferro era troppo rischioso in quanto lo sforzo prodotto avrebbe potuto creare tensioni tra il turbo, il collettore e il supporto filtro....e la tolleranza di tutti i componenti è prossima allo zero.

Verniciato in oro, poi una volta asciutto daró una mani di smoke e wheatering finale.

Ho terminato con il wheatering anche i collettori con il passaggio di 5 polveri per arrivare a ottenere la tonalità metallica misto a scottatura e ossidatura.

Una volta posizionato il tutto ho appoggiato a secco i radiatori e ho provato a montare i convogliatori; altra modifica in corso: ho riprofilato la calandra portafari per permettere un passaggio più agevole al convogliatore.

Domani lavoro sui radiatori e continuo il lavoro di decal sui convogliatori.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: sabato 16 febbraio 2019, 8:44 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 184
Col Primo motore sono quasi alla fine del tunnel.

L’ultimo grande dubbio era come poter cercare di rendere un pochino più realistici i radiatori.
La prima versione non mi soddisfava del tutto quindi ho aggiunto una cornice con dei listelli di plasticard e ho rifatto tutto il contorno della griglia che ho precedentemente aggiunto. Ho ripulito con una punta 0,5 tutto l'eccesso di ciano in mezzo alla griglia e ho verniciato entrambe i radiatori in flat alluminium

Purtroppo cercare di replicare la trama di un radiatore è veramente una cosa parecchio difficile.....però tra lavaggi e wheatwring alla fine sono riuscito a ottenere una visione d’insieme un pochino più soddisfacente del pezzo originale proposto da hachette

Altro dettaglio che avevo notato studiando la delta reale è che i tubi di andata e ritorno del radiatore dell’olio motore avevano ,sotto la calandra del faro destro, dei raccordi idraulici per far si di evitare di avere una curva troppo secca la tubazione idraulica e credo anche per un discorso di facilità di smontaggio dei dei vari radiatori in caso di sostituzione e ho rottura nei vari stages
Con i raccordi top studio ho cercato di ricrearmi le nuove giunture.

Infine con termo restringente da 6 mm mi sono costruito il manicotto del radiatore del tubo di ritorno. Gli ho fatto con il nastro di alluminio due fascette e alla fine sono andato su con il tutto.

Per ultimo ho collegato il bulbo sensore acqua acqua dell’elettriventola.

Lavaggio finale e anche fin qui ci siamo arrivati.

Manca il convogliatore, un ultimo tubo idraulico e l’impianto di estinzione forse posso dire fine ai motori.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: martedì 26 febbraio 2019, 8:25 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 184
La scorsa settimana sono stato a casa a curare la mia piccola che era influenzata......ho sfruttato le giornate a casa e ci ho dato dentro.

Divido i progressi in vari post

E il e buon Roberto siamo pronti con i convogliatori (il pezzo più difficile che abbia mai decalizzato fino ad ora )

Una volta finito il motore sono passato a voler capire come fare a stendere i cablaggi elettrici dei fari.

Quando ho iniziato questa delta gli effetti sonori e visivi mi interessavano molto poco , anzi ero già partito con l’idea di eliminare tutto.

Alla fine, strada facendo, ho deciso di tentare di montare soltanto le luci ma in maniera che i cavi fossero completamente occultati e senza alcun interruttore in mezzo al pianale.
Il sistema di hachette l’ho scartato a priori; il cavo che passa all’esterno del parafango posteriore dire che sia inguardabile, è un eufemismo.

Il primo serio problema è stato l’ingombro delle parabole dei fanali.
Dal lato destro dove vi è radiatore dell’olio nessun problema.
Un grosso problema si è presentato dove vi è il filtro dell’aria: le parabole andavano oltre la sagoma del filtro stesso e non permettono il montaggio dei fari/paraurti.

Nei mesi scorsi mentre faceva le prove di accoppiamento con il parafango ho notato altre incongruenze molto antiestetiche e non corrette.

I fanali sono troppo in dentro rispetto le due mascherine che invece sporgono molto in fuori.
Le mascherine laterali sulla delta reale rientrano di poco e si intravede il bordino del parafango nel lato interno.

Per fare ciò ho cominciato a modificare la mascherina segando il piolo centrale e abbassando quello esterno di 3 mm.
Ho poi anche abbassato la tacca di appoggio della mascherina esterna che sul lato interno della calandra (cerchiata in rosso)
Per spostare in avanti i fanali ho creato un distanziale di 3 mm in modo che i fanali avanzassero.
Facendo così inoltre ho allontanato le parabole dal filtro aria....però non bastava ancora.
Ho segato via l’innesto dei led (i led verranno poi inseriti in un foro che ho già praticato).

Dei quattro fanali anteriori lascerò comunque accendersi soltanto i due esterni e elimineró i led dei fari interni.

Inoltre vedrò come fare a modificare la tonalità del led per farlo diventare bianco giallo come la lampadina alogena.....dalle foto che ho visto, quando è acceso sembra realtà un Xenon.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: martedì 26 febbraio 2019, 8:26 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 184
Prima di andare avanti con la stesura dei cablaggi dei fari anteriori dovevo però comunque avere un punto di partenza: è la partenza è nel baule posteriore così finalmente ho cominciato dalla parte opposta dell’autovettura.

Ho riposizionato l’interruttore delle luci all’interno della batteria nell’abitacolo.
Per fare ciò mi sono creato una basetta porta interruttore con un brick lego che ho modificato per permettere il passaggio del cavo.
Il cavo che passa attraverso i fori che ho creato tra la paratia abitacolo e il baule stesso.
Il porta batteria (con le future pile a bottone LR 44) ha trovato nuova posizione all’interno del serbatoio dell’acqua che è completamente vuoto.

Prima di poter cominciare a collegare ho dovuto rifare da zero la vasca del serbatoio.
La vasca reale è completamente liscia.
Le ho completamente spianate eliminando il bordino e le due unghiate che simulano le cinghie.
Una volta che tutto era pronto hopoi rivestito il bordo esterno con il Kevlar.

Una volta fatto ciò sono passato al serbatoio della benzina che sulla vettura reale è in alluminio (credo avional) completamente rivestito di una guaina ignifuga di gomma.
La guaina ho visto che è formata da tanti pezzi termosaldati tra di loro.
Ho dedotto che lo strumento migliore per poterla replicare sia proprio un qualcosa che “sappia di gomma” e cioè ricaduto su del nastro isolante: tagliato e sagomato e rivestito rispettando le sagome delle cinghie, la piastra di collegamento pompa benzina e tubazioni e la scritta di onologazione del serbatoio.
La prima parte del bocchettone è stata rivestito con la guaina termorestringente.

Le cinghie di ritenuta del serbatoio sono state rifatte con il nastro medico adesivo e sono state verniciate in giallo.
La parte inferiore delle cinghie la faró quando andrò su con le vasche, e riceveranno i nuovi ancoraggi al pianale del baule.

Ho poi evidenziati i bulloncini della flangia superiore e infine colpo di wheatering finale.
Direi che il serbatoio adesso si presenta già meglio rispetto al blocco di plastica originale.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: martedì 26 febbraio 2019, 9:01 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 184
Continuiamo con il baule.

Sto ricostruendo il vano portabatterie ma dato che ho bisogno dello stagnatore, sono andato avanti con tutti e 4 i serbatoi (2 acqua e 2 benzina)

Altra curiosa intepretazione di Hachette: la pompa elettrica dell’acqua ha solo un uscita (o entrata) da cui parte un unico tubo che si dirama: uno al serbatoio e uno al bocchettone di carico. Forse volevano l’acqua frizzante o effervescente.....mah....

Segato via tutto, eliminanto il cablaggio dalla pompa acqua, tolta l’altra estremitá dal bocchettone di carico.
Ho segato i piolo dal bocchettone e l’ho girato di 90 gradi per nascondere il vecchio innesto del tubo errato.

Ho modificato il tubo esterno di controllo livello acqua. Ho eliminato il tubo stampato e usato un tubicino trasparente verde.

Guardando le foto ho visto che la pompa elettrica non è ancora al telaio ma al serbatoio stesso, mi sono ricreato la staffa con una striscia di alluminio.
Forata la pompa e creato l’innesto di entrata e di uscita per la nuova tubazione acqua e pompa riverniciata in flat alluminium.
E inserito il cavo nero dell’alimentazione elettrica.

Nastro medico verniciato poi di giallo, ho tralasciato solo l’ultimo pezzo che dovrò ancorare al telaio.

Montato il tutto e poi wheatering finale.

Ho iniziato a dare anche il lato pompa benzina dove vi è il curioso terminale ad occhiello che sulla hachette originale si infila in un piolo. Anche qui, o hanno creato un circuito chiuso perpetuo della benzina o l’hanno dotata di guinzaglio per paura che scappasse

Tagliato tutto e reiniziato a cablare tutti i nuovi cavi con il tubo in treccia e inoltre eliminato il tubo nero sul lato esterno sinistro per aggiungere il tubo azzurro che per intuito credo che sia il tubo di sfiato aria del serbatoio benzina.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: martedì 26 febbraio 2019, 9:03 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 184
Il baule di Roberto è quasi terminato.
Manca la barra a duomi, ma dovró prima fare una modifica alle cinture in quanto hachette le fissa alla paratia, in realtà sono infilate dentro la barra stessa.

Ho deciso di eliminare l’impianto elettrico, ho provato entrambe gli impianti, in entrambe c’erano led che non andavano e gli innesti delle spine sulla centralina erano molto ballerini....insomma una vera m.....
Mi sono tolto un peso, tropoo fili da far passare e troppe incognite sul montaggio finale, fosse stata stock avrei anche potuto montarlo, ma le modifiche strutturali non proprio “light” ho preferito mollare il colpo e non andare ad impelagarmi in un buco nero.

Ho finito di montare au serbatoi le ultime cinghie andando a riprodurre con fil di ferro gli anelli di ancoraggio al telaio.
Ho cambiato tutta la tubazione idraulica e sostituito i banjo con i soliti top studio e finito di fare gli ultimi collegamenti e ho riposizionato la pompa benzina che era troppo arretrata.

Ora sto studiando le foto per capire se vi era un ugello per l’impianto di estinzione e se i duomi fossero ricoperti dell’alluminio ignifugo.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: martedì 26 febbraio 2019, 9:22 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 184
Ho terminato anche il mio baule e ho aggiunto sia a me che a Roby i pannelli ignifughi sui passaruota interni posteriori che avevo dimenticato.

Con righello e carta mi sono creato la dima per la sacca, in alcune foto di vede la sacca unica, in altra sacca e tasche. Per tagliar la testa al tori ho fatto 3/4 di sacca e una tasca.

Ho rivestito le dime con il nasteo telato d’alluminio (che riprende la trama della sacca).
Con del filo di stagno avvolto sempre nell’alluminio mi sono creato il cordone della sacca.
Con i miei amici lego segati ed adattati mi sono fatto la tasca, rivestita e fatto il coperchio.

Ora mi manca quella di Roby e poi un poi una leggera passata di polvere per opacizzarla un pó.

Aspetto di andare su con la prima parte di cinture per vedere che torni tutto e poi fisserò entrambe le tasche.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 186 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice