Oggi è domenica 7 giugno 2020, 6:09

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 88 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: martedì 8 ottobre 2019, 7:36 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 409
Vado avanti con la modifica del tunnel gambe e in particolar modo della pedaliera.

Kyosho fa assemblare la pedaliera sulla porzione frontale del monoscocca a forma di trapezio; Poi fa chiudere il tutto con il monoscocca e fine dei giochi.
Guardando le reference però mancano un sacco di dettagli e il montaggio da kit impedirebbe qualsiasi modifica o sistema per poterla attuare/montare.

Ho costruito con dello stirene un nuovo supporto per i pedali. Il supporto è divenuto solidale con la struttura interna del tunnel gambe.

Prima add on è stato il cavo di comando del gas: mi sono costruito con una staffa di alluminio il registro della fune al quale ho applicato un bulloncino e infine ho fatto passare all'interno il futuro cablaggio.
Dal supporto al pedale (che è dotato di un perno) al registoro il collegamente avviene con un tirante in alluminio.
Con un tubetto di plasticard mi sono ricreato il tirante. L'ho forato in modo da permetterne il collegamento al pedale e infine l'ho collegato al supporto di alluminio precedentemente costruito.

Altra mancanza che si nota è la barra forata presente alla base dei pedali (o anche il footrest). Tale barra (che veniva spostata a seconda delle specifiche del pilota) serve (credo) da appoggio per il tallone per permettere il in maniera piu' precisa il perno sul pedale del gas.
Ho preso uno spezzone di profilo quadrato, l'ho forato e infine ho asportato un lato einfine verniciato in metallic gray.

Altro collegamento inesistente: il tirante del registro del ripartitore di frenata. Ho creato il collegamento per il tirante che parte dal "brake bias" fissato al pedale del freno e che andrà a collgarsi al manettino subito sotto il dashboard.

Con l'arrivo del Punch & Die esagonale (grande Assist del buon e bravo DinoC) ho potuto iniziare a dare una manggiore dignità alle brutte viti a croce sparse per tutto il modello.
Mi fustellerò tutte le teste di bulloni e con il dadino creato andrò a coprire le viti a croce.


Infine due foto del prima e del dopo dell'interno del tunnel.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: venerdì 11 ottobre 2019, 8:08 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 409
Terminato (o quasi) il delirio del monoscocca riprendo il lavoro sul nose -cone.
Mi taglio la dima delle MC e inizio a studiare piu' accuratamente le reference.

Dopo averle visionate mi sono già fermato.................Anche questo pezzo è un "multicarbonio"

Presenta sulla parte alta un trama super fine come sulle pance dei radiatori e lateralemente ha una trama a scacchi molto piu' definita.

La combo migliore che credo possa rendere l'idea è la 1/32 per la parte alta e il mio solito carbonio per i laterali.

Inoltre il carbonio a trama grande è presente anche sulle mandibole anteriori e penso anche inferiormente.

Ho posizionato la dima e suddiviso area superiore e laterali.
Lavorerò sul colore di base che sarà sul grigio chiaro e poi.....speriam bene.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: martedì 22 ottobre 2019, 6:56 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 409
Prima di aver messo via tutto il cantiere (causa terza delta) posto gli ultimi progressi sulla Mclaren.

Appurato che la decal MC era uno obbrobrio mi sono rivolto alle decal 1/32. Parlando con Sandro e Booch (alla mostra) questa trama oltre che super ruvida ha una particolare tonalità "cemento" o anche gessata

Mi sono creato le dime con le copie della decal della MC, e poi ho usato come base del primer grigio.

A contrasto con le parti laterali dove il carbonio è più grosso come trama ho usato la Matilde 1/12.
Molteplici mano di opaco e infine 2 a nebbia per ridare l'effetto di ruvido (a al tatto si sente parecchio)

Sono poi tornato sui convogliatori dei radiatori....anche qui non lineari come sembrano. nella zone delle centraline dove vi sono i coperchi ellittici vi è la presenza di una trama di carbonio più grande rispetto a quella extra fine....anche qui dima e Matilde.

Nel mentre che aspetto e compio la solita infinita procedura del trasparente sono andato dietro ai radiatori.
Avendo creato la retina all'ingresso dei convogliatori, il radiatore diventa più visibile.

Il radiatore internamente è "blank" ovvero nudo e crudo. Tra stirene , rete metallica e profili ho cercato di dargli una diginità qualora si intraveda.

Ho poi aggiunto su entrambi il raccordo del tubo che andrà molto probabilmente per logica al vaso di espansione.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: martedì 22 ottobre 2019, 6:57 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 409
Dopo varie (tante) mani di opaco sul monoscocca per spegnere il lucido delle decal ho iniziato il lavoro dei rivetti.
Semisfere da nail art da 1.5 mm e poi xf 56 e infine un lavaggio con panel line nero

Altra zona che necessitava un lavoro di rivettatura è lo scomparto o "mensola del cambio"
nella parte inferiore e anteriore (dove si raccorda col cockpi) sono presenti gli stessi rivetti (che in realtà sono brugole a testa sferica) che sono sul mono. Nella cornice invece vi sono delle viti a taglia svasate....ho torvato nelle fotoincisioni da moto gp le teste delle viti a taglio.

Altro piccolo lavoro di modifica: il manettino per regolare la ripartizione della frenata. Da una foto ho notato il dado di fissaggio del manettino sul bathtube....dado da m 1,4 e fil di ferro da 1,mm che andrà a collegarsi alla fune precedentemente creata.
Infine (dietro buon occhio di Sandro) ho sostituito il filo del gas che era abnorme.

Ho terminato il lavoro del lucido sul sedile....nelle zone spoglie dal carbonio andrà il nastro che Ayrton usava come imbottitura minimale.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: martedì 22 ottobre 2019, 6:58 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 409
Ho fatto qualche della monoscocca in accoppiata col musetto, ma non ero convinto (anche dietro consiglio di amici) del colore del monoscocca: ancora troppo visibile la pase di oro pallido

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Come già detto nelle ultime foto fatte sparava un pó troppo l’oro pallido, ho mano smozata di smoke TS71. Leggero wheatering marrone metallico misto anche a a rust a spegnere la brillantezza e stesso procedimento al nose cone. Ora direi che si avvicina abbastanza...

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: martedì 22 ottobre 2019, 6:59 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 409
Terminato la sequenza di opachi dati a bagnare e spolverati sui radiator pods....e posso dire che sono soddisfatto per quella malefica trama, si vede e non si vede come su sua sorella maggiore.

Infine accoppiato tutto il carbonio che c'è in giro (in realtà manca il fondo piatto.....e anche li sono in viaggio le decal della MC, sperando che non abbiano cannato come col nose cone)

Ogni foto che fai cambia tonalità e non è mai uguale, in alcune è bronzo, in altre è marrone chiara, in altre ha una tendenza al verde-giallo.....insomma ti percula come la vera. quindi credo di avere preso la strada giusta....e si rispetto a prima ora assomiglia al monoscocca in 1:1

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: martedì 22 ottobre 2019, 7:20 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 3 febbraio 2011, 17:24
Messaggi: 1209
Un lavoraccio tosto ma dei gran risultati, bravissimo! :D :D Credo che anche Ayrton apprezzerebbe molto, da meticoloso qual'era.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: sabato 26 ottobre 2019, 7:00 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 409
giuseppe 65 ha scritto:
Un lavoraccio tosto ma dei gran risultati, bravissimo! :D :D Credo che anche Ayrton apprezzerebbe molto, da meticoloso qual'era.


Grazie Giuseppe....cerco di far del mio meglio per rendere giustizia a questa monoposto e a "Magic"

Sempre approfittando di una "pausa Delta" è arrivato un'altro "tassello di carbonio" dell'ultima parte molto importante della monoposto.

Ho acquistato il penultimo kit delle decal relative al fondo piatto.

Kyosho evidenzia (nel lato rivolto al fondo stradale) varie aree di vario colore.....che all'inizio ritenevo improbabili.
Tra foto di references, consultazioni con il buon Sandro invece quelle aeree sono proprio di quella tonalità ed è la somma e l'applicazione di vari strati e diversi compositi.
Oltre al solito carbonio vi è la presenza di vari kevlar, carbon kevlar e un materiale (non ancora definito) presente nei "tunnel di scarico".
Questo materiale coibenta la parte centrale dell'estrattore e serve a proteggere lo stesso durante l'epulsione dei roventi gas di scarico provenienti sia dallo scarico stesso che dalla wastegate.

Il fondo della kyosho è ben fatto e la base dei colori credo sia già perfetta cosi senza bisogno di impazzire con i colori.

Una nota particolare va fatta al parte anteriore del monoscocca e in particolar modo sulla parte inferiore a forma di trapezio.

Questa porzione di monoscocca (perchè il trapezio è la chiusura del parte anteriore di esso) è costruito nella relatà in vari strati di composito.
Il primo è come il resto del monoscocca, ma è sicuro che vi fosse un ulteriore strato di kevlar che andasse poi a collegarsi con la "U" giallina del fondopiatto.

MC oltre alle decal esterne (e anche interne del fondo piatto) fornisce una dima per replicare con un foglio di plasticard da 0,2 il secondo strato di composito da applicare dopo aver messo il carbonio.
Questo strato va quindi ricoperto in kevlar.

Le foto d'esempio sul sito Autograph mostrano il trapezio previamente rivestito in carbonio e poi il secondo strato in kevlar.....e mostrano degli improbabili squarci (più che un contatto col terreno pare che Ayrton si passato su una mina antiuomo)

Le foto di references del fondo mostrano i segni delle classiche spanciate ma che sono dell grattate e non dei solchi provocati da un panzerfaust

Mi manca l'ultimo decal set per la parte posteriore del fondo e potrò poi iniziare a rivestire l'ultimo pezzo di questo mostro di carbonio.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: lunedì 13 gennaio 2020, 9:43 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 409
Archiviata la Delta posso ritornare sulla mia mp4/4.....anzi sono ritornato subito a lavorarci dietro tanta era la voglia di disintossicarmi dal solito modello (di cui non ho ancora finito...anzi probabilmente altre 2)

Devo ammettere che ho avuto una buona ora di black out per cercare di riprendere il filo del discorso.

Sono ripartito dal discorso carbonio: avendo preso gli ultimi set di decal Museum Collection ho continuato il lavoro sul fondo piatto.

Ho iniziato il rivestimento della parte inferiore della sezione anteriore del monoscocca.

Ho iniziato il fondo piatto....fondo piatto che presenta come al solito una varietà di compositi e colori diversi: la parte nera che è carbonio normale, la parte senape che è kevlar e la parte marrone che è un altro composito o forse legno.....ma credo vedendo le foto si trattasse di un altro composito in quanto in quegli anni non vi era ancora la regola del "T-tray"...ovvero la tavola di legno che serviva a controllare lo sfregamento del fondo sul suolo e quindi per verificare che non vi fossero "Barate" con altezze delle vetture.

Ho iniziato il lavoro sulla parte anteriore chiudendo i soliti punti di iniezione tralasciando quelli che verranno poi coperti dal monoscocca.

Da kit vengono forniti due cornici posizionate nella parte inferiore dell'ingresso aria nella pance dei radiatori.
Vengono fornite separate......ovviamente non lo sono rimaste: ciano + bicarbonato e rese monolitiche al fondo piatto e controllo finale per quanto riguarda sagome e alloggiamento dei radiator pods.

Sono poi passato alla parte posteriore del fondo che comprende anche l'estrattore.

L'estrattore è ben fatto ma la parte finale ha degli spessori che sembravano dei marciapiedi: ho iniziato e finito il lavoro di assottigliamento delle parti finali sia delle paratie verticali che dell'estrattore stesso (sia lateralmente che nel tunnel centrale dove vi è la parte posteriore del cambio)
Anche qui solito lavoro di stuccatura e lisciatura dei punti di iniezione.

Una volta finito il "stucca, leviga, lima" ho poi mascherato le zone inferiori color senape e marrone per dare il grafite come base per il futuro carbonio.
Guardando da reference il senape e il marrone sembrerebbero corretti come tonalità.

Verniciato, tolta la mascheratura e poi con una lama nuova ho iniziato a solcare il fondo nelle zone più o meno credibili.

Ho fatto questi preventivi solchi che sulla carta verranno poi riaccalcati dalle decal, una volta che tra decal e trasparente sarà tutto finito, spolvererò i solchi con del gesso misto bianco e grigio che dovrebbero ricordare gli slanciamenti e sfregamenti del fondo con il suolo.


Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: lunedì 13 gennaio 2020, 16:58 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 23 settembre 2011, 22:47
Messaggi: 3790
Località: chi vola vale, chi vale vola, chi non vola è un vile
Che lavoro!! Cosa resta del modello originale? ... forse le forme, tutto il resto è completamente aggiunto e/o rifatto, ancora tantissimi complimenti.
In un altro thread (modelli d'edicola), sull'uscita della nuova raccolta "Ferrari 250 GTO 62" in scala 1:8, un amico scriveva che il modello potrebbe essere una bomba, io ho risposto che se tu avessi l'intenzione di intraprendere questo lavoro, conoscendo quello che riesci a fare, sarebbe si una bomba ... atomica.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: martedì 14 gennaio 2020, 7:58 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 409
zapatero ha scritto:
Che lavoro!! Cosa resta del modello originale? ... forse le forme, tutto il resto è completamente aggiunto e/o rifatto, ancora tantissimi complimenti.
In un altro thread (modelli d'edicola), sull'uscita della nuova raccolta "Ferrari 250 GTO 62" in scala 1:8, un amico scriveva che il modello potrebbe essere una bomba, io ho risposto che se tu avessi l'intenzione di intraprendere questo lavoro, conoscendo quello che riesci a fare, sarebbe si una bomba ... atomica.



:lol: :lol: Ti ringrazio Zapatero...si si mi sono abbonato anche io a quel nuovo mutuo della Centauria, ma la monterò molto molto piu' avanti. Ti ringrazio per i complimenti ma sono sempre convinto che chiunque mettendeoci un pò di buona volontà può raggiungere e superare facilmente i pastrocchi che combino io con i miei modelli :mrgreen:

Tornando alla Mp4/4....

Ho iniziato la prima parte della stesura delle decal sul fondo piatto ed estrattore.

Le decal MC sono tante e di diverse trame e le faccio a step per non muovere quelle vicine.
I compositivi da stendere sono 3 più un 4 che in realtà è lo scudo termico che protegge il fondo dalla espulsione dei gas di scarico incandescenti.

Ho iniziato con la prima parte di carbonio (grigia scurissima), la prima parte del kevlar (giallo senape) e terza area marrone che è un composito misto legno (Credo il Jabroc).

Come dicevo nel post precedente la T-tray per il controllo dell'altezza dal suolo fu imposta dal (tragico) 1994.

Nel mentre che le decal riposano un giorno o messo mani ai mozzi-fuselli.

Dovendo stuccarli e renderli monopezzo, la mia primaria preoccupazione era come separare il mozzo dal fusello e non ricordavo se avessi usato ciano o colla da ABS (e sarebbe un problemone)

3 giorni in freezer e sono saltati via abbastanza agevolmente 3...il 4 l'ho rimesso in freezer e ci ho messo un pochino più di "amore" ma sono riuscito a separarlo illeso.......ah, era ciano per fortuna.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: mercoledì 15 gennaio 2020, 9:24 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 409
Dopo 3 giorni di applicazione delle differenti trame, ho terminato il lato inferiore delle decal.

Lascio riposare il tutto almeno 48 ore e poi (dietro anche consiglio del buon Sandro) darò il trasparente opaco sia per togliere l'effetto traslucido che queste decal MC hanno, sia per opacizzare il tutto come sulla reale e sia per proteggere le decal appena stese una volta che inizierò il lato superiore.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: mercoledì 15 gennaio 2020, 12:34 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 409
Ho preso a mano un discorso che mi stava facendo un pò preoccupare.

Ogni fusello è dotato di 4 perni di plastica dove vanno poi inserite ed incollate le pinze.

Facendo il resoconto sono:

4 fuselli
16 perni (4 a fusello)
8 pinze (con ogni pinza 2 buchi per i perni del fusello)

Ora le pinze erano incollate con la ciano sui fuselli e i perni erano già fragili appena fuori dalla scatola....morale?
Nello smontaggio su 16 perni se ne sono salvati 2 e quindi oltre ad aver 14 perni mancanti sui fuselli, ci sono anche 14 perni spezzati nelle pinze.

Ho deciso di ricostruire i perni mancanti: forato con una punta da 1.1 fino ad arrivare alla parte interno del fusello.

Con l'unico fusello a cui sono rimasti i perni originali ho avuto la dima per la corretta lunghezza per ricostruirmi tutti i nuovi fissaggi con del fil di ferro da 1mm.
Ho sagomato il fil di ferro, ciano e ho ricostruito il tutto.

Ho poi forato con il trapano i vecchi perni mettendo sulla punta un segnale come fondocorsa per evitare di sfondare le pinze.

Una volta sistemato il tutto ho piazzato su un disco e le pinze per controllare quote e altezze dei nuovi perni: posso dire di essere caduto in piedi e di avere il gruppo freno di nuovo funzionale.

Già che avevo il trapano in mano ho poi aperto i fori stmapti chiusi dei mozzetti posteriori

Una volta sistemato ciò ho poi iniziato il lavoro di stuccatura delle linee di giunzione de vari pezzi di cui i fuselli sono (antiesteticamente) composti.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: venerdì 17 gennaio 2020, 8:32 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 409
Andando avanti con la MP4/4

- Ho terminato la posa di tutte le decal sull'estrattore posteriore. La voglia di decalizzare tutta questa baracca è stata parte in colpa dei due spicchi che vanno a posarsi sul fondo piatto dove inizia la "coca cola zone". Sto già procedendo con la lenta sequenza di sigillatura con il trasparente.

- Elettrovalvole per il controllo della wastegate e pressione/temperatura degli intercooler: avrei voluto separare tutto il ciruito dal supporto nero, ma qui il rischio rottura era assicurato. Ho dettagliato come meglio potevo a livello cromatico e rifatto due connessioni per le varie tubazioni da collegare successivamente alle valvole bypass e agli intercooler stessi.

-Oltre a seguire il libro di Hiro, fortunatamente tra il libro di Haynes e le istruzioni della 1/12 di MFH dovrei riuscire a collegare tutto il cisruito che mi appare abbastanza complesso.

- Radiatore: giusto la "saldatura" dei condotti di mandata e ritorno e aggiunta del manicotto di collegamento dei tubi ottenuto con della termorestringente e infine le mie solite fascette home made

- ECU: ho iniziato un leggero lavoro di dettaglio su tutte e 3 le principali centraline. Ho asportato i connettori stampati, riforato e aggiunto i connettori top studio.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: sabato 18 gennaio 2020, 8:16 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 409
inizio lavoro di finitura del fondo piatto. Parte piana a contatto del terreno più opaca e ruvida rispetto alla zona estrattore più liscia e semiopaca

- montaggio serbatoi idraulici per circuito freno ant e post e frizione con aggiunta raccordi e tubazione idraulica (anche se alla fine non si vedrà più nulla in quanto terrò montato il nose cone....giusto un pochini di extra dettaglio per la foto)

- lucidatura a specchio estintore interno al tunnel gambe e lucidatura condotti intercooler-collettore aspirazione

- aggiunta bulloni (punch&die) su base pomello cambio, riverniciato pomello in silver metallic e base in light gun metal e bulloni in titanium gold

- dettaglio centralina per controllo sospensioni Showa con aggiunta pad antiscivolo, etichette R,F,E (rear, front, ecu), aggiunta gancio ritenuta e sistema di fissaggio e bulloncini fotoincisi. Aggiunto profilo per riparare la centralina al momento dell’ingresso nel abitacolo.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 88 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 23 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice