Duegieditrice.it
http://forum.duegieditrice.it/

Recupero Mebetoys Rondine finita
http://forum.duegieditrice.it/viewtopic.php?f=10&t=100014
Pagina 1 di 2

Autore:  ziomauro [ giovedì 21 marzo 2019, 18:15 ]
Oggetto del messaggio:  Recupero Mebetoys Rondine finita

Salve a tutti,
cercando un modello fra quelli con cui giocavo da ragazzino ho trovato questa Corvette Rondine Pininfarina della Mebetoys.
Nella follia giovanile l'ho rovinata colorandola con un pò di verde.
Ora vorrei riportarla per quanto possibile agli splendori di una volta :D
Di solito non cambio colore ai vecchi modelli perchè sono dell'opinione che altrimenti si perde l'originalità , però in questo caso non mi sembra di avere alternative, quindi è in attesa di un bel bagno nello chante -claire per vedere se si toglie tutto.
Pensavo poi anche di sistemare il cruscotto che è desolatamente vuoto e colorare i sedili con il colore avorio che aveva l'auto originale.
Voi cosa fareste ?
Grazie ,
Mauro

PS ho provato in tutti i modi di ridurre le dimensioni dell foto ma non capisco come fare ...scusate

Allegati:
44.jpg
44.jpg [ 201.34 KiB | Osservato 1793 volte ]
33.jpg
33.jpg [ 185.9 KiB | Osservato 1793 volte ]
22.jpg
22.jpg [ 283.37 KiB | Osservato 1793 volte ]
11.jpg
11.jpg [ 263.7 KiB | Osservato 1793 volte ]

Autore:  marconolasco [ giovedì 21 marzo 2019, 18:31 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Recupero mebetoys

Se vuoi mantenere la tinta originale forse una strada c' é ed è quella di portare il modello presso un buon colorificio e farsi fare la tinta. Tempo fa ho restaurato una 850 coupé Politoys M e mi sono rivolto ad un colorificio.
Scorrendo il link si arriva a qualche foto

viewtopic.php?f=10&t=82370&start=345

Riguardo il restauro degli obsoleti la penso come te, tenterei questa strada e manterrei anche gli interni nelle condizioni originali

Autore:  casper [ venerdì 22 marzo 2019, 17:55 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Recupero mebetoys

Sono in linea con quanto scrive Marco.
Il modello sembra "giocato" ma integro. Premesso che ognuno ha la massima libertà di disporre dei propri modelli, e che in questi casi comanda sempre il senso di nostalgia e appartenenza di un giocattolo "nostro" nel corso del tempo, io propenderei per un restauro radicale ma rispettoso delle condizioni di partenza.
Quindi smontaggio completo, pulitura e lavaggio delle parti in plastica, polish per togliere graffi e rigature dai vetri, sverniciatura completa della carrozzeria e riverniciatura con colore simile all'originale o, al limite, con altro colore della gamma Mebetoys. Non ritoccherei cruscotto o sedili, ma nulla lo vieta.
Paraurti e parti cromate da sverniciare, ripulire, eventualmente rifinire per ovviare a inevitabili scheggiature, tagli ecc. Ricromatura con vernici di ultima generazione che, devo ancora provarle, si danno anche a pennello.
In altri casi, con modelli trovati in condizioni di rottame, mi sono sbizzarrito di più, cambiando colore, ricostruendo dettagli e parti mancanti, ma senza voler stravolgere il senso di automobiline che, in fondo, sono nate più come giocattoli che come oggetti da collezione.

Autore:  ziomauro [ lunedì 25 marzo 2019, 10:18 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Recupero mebetoys

casper ha scritto:
Sono in linea con quanto scrive Marco.
Il modello sembra "giocato" ma integro. Premesso che ognuno ha la massima libertà di disporre dei propri modelli, e che in questi casi comanda sempre il senso di nostalgia e appartenenza di un giocattolo "nostro" nel corso del tempo, io propenderei per un restauro radicale ma rispettoso delle condizioni di partenza.
Quindi smontaggio completo, pulitura e lavaggio delle parti in plastica, polish per togliere graffi e rigature dai vetri, sverniciatura completa della carrozzeria e riverniciatura con colore simile all'originale o, al limite, con altro colore della gamma Mebetoys. Non ritoccherei cruscotto o sedili, ma nulla lo vieta.
Paraurti e parti cromate da sverniciare, ripulire, eventualmente rifinire per ovviare a inevitabili scheggiature, tagli ecc. Ricromatura con vernici di ultima generazione che, devo ancora provarle, si danno anche a pennello.
In altri casi, con modelli trovati in condizioni di rottame, mi sono sbizzarrito di più, cambiando colore, ricostruendo dettagli e parti mancanti, ma senza voler stravolgere il senso di automobiline che, in fondo, sono nate più come giocattoli che come oggetti da collezione.


grazie a marco e a casper per le risposte ... mi sa che seguirò i vs consigli per un restaturo senza stravolgere il modello;
due domande :
1 dove potrei trovare qualcosa sulla gamma dei colori mebetoys ?
2 quali sono le vernici per rifare le cromature ?
grazie , mauro

Autore:  marconolasco [ lunedì 25 marzo 2019, 12:30 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Recupero mebetoys

Rispondo alla prima domanda

http://www.aessemodels.it/Mebe-A22.htm

Non conosco queste vernici (ma mi piacerebbe saperne di più... :wink: )

Autore:  ziomauro [ lunedì 25 marzo 2019, 12:41 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Recupero mebetoys

interessante link ..ora ho un quadro più preciso per i colori.
per quanto riguarda i colori "cromati" avevo capito che già li conoscevi :)
grazie :)

Autore:  marconolasco [ lunedì 25 marzo 2019, 15:33 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Recupero mebetoys

Prego! Le vernici "cromate" le conosce Carlo "Casper".

Autore:  ziomauro [ lunedì 25 marzo 2019, 16:07 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Recupero mebetoys

marconolasco ha scritto:
Prego! Le vernici "cromate" le conosce Carlo "Casper".



scusa .... :)

Autore:  Fofò [ martedì 26 marzo 2019, 10:06 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Recupero mebetoys

Parlano molto bene di certi pennarelli Molotow, ma trovo che, almeno in foto, il cromo appare troppo tendente al giallo.

Autore:  Umberto [ martedì 26 marzo 2019, 12:24 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Recupero mebetoys

Mauro, per cortesia, riduci le dimensioni delle fotografie.

Autore:  casper [ martedì 26 marzo 2019, 14:27 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Recupero mebetoys

Scusate il ritardo nella risposta.
Sì Fofò ha ragione, sono le Molotow liquid chrome, per ora ho fatto delle prove su dettagli plastici piccoli (maniglie e modanature) usando pennellino e una ricarica dal mio amico omonimo Faè, effetto notevole e no, su dettagli piccoli non ho notato alcuna tendenza al giallo.
Non chiedetemi foto perché il modello restaurato è già imballato insieme all'Arca dell'Alleanza del magazzino di Indiana Jones...sto preparandomi a un Grande Trasloco, chi ha provato capisce... :?
La ricarica costa credo 20 euri per 30 ml e si trova su amazon e nei buoni negozi di arte e colori.

Autore:  ziomauro [ martedì 26 marzo 2019, 15:35 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Recupero mebetoys

grazie casper , proverò a cercare nei negozi della mia zona

Autore:  ziomauro [ martedì 26 marzo 2019, 15:40 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Recupero mebetoys

Umberto ha scritto:
Mauro, per cortesia, riduci le dimensioni delle fotografie.


bel volentieri ma, come ho scritto nel mio primo post, non riesco a capire come fare.
sono riuscito a portare le immagini a meno di 300kb ma per le dimensioni....boh

Autore:  SartiAlberto [ martedì 26 marzo 2019, 18:49 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Recupero mebetoys

Mi intrometto.

I pennarelli Molotov confermo una buona resa se poi li vuoti
e vai di aerografo ancora meglio.
Va fatto asciugare perfettamente senza fretta.
Ci sono di misure diverse e in più c'è il flacone per la ricarica
se usate solo l'aerografo basta il flacone dato che e molto liquido
si presta con l'aerografo senza aggiunte di diluenti.
Li trovate qui…." http://www.amicucci.it" e un negozio di Urbino.

Una volta Fofo disse pixel 800x600 e ti garantisco che e la misura giusta.
posti la foto su Paint e la riduci poi la salvi e il gioco e fatto.
Immagine
Magari se viene piccola poi ingrandirla ancora un pochetto.

Autore:  casper [ mercoledì 27 marzo 2019, 10:48 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Recupero mebetoys

Confermo quanto scrive il Sarti. Indispensabile lasciar asciugare perfettamente, almeno due giorni nel mio caso.

Pagina 1 di 2 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicol (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice