Oggi è venerdì 18 settembre 2020, 20:28

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 88 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: mercoledì 19 febbraio 2020, 15:01 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 luglio 2013, 9:11
Messaggi: 5567
Località: Savona
Martini ha ragione. Purtroppo ormai il Forum appare veramente in agonia, soprattutto la sezione dei modelli, infatti se ne vedono sempre meno. E' anche vero che la scala non è tra le più popolari, ma quello che sta facendo Frah2o è incredibile! Meno male che hai intenzione di continuare, grazie! Spero che ci sarà ancora il Forum quando inizierai la GTO!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: giovedì 20 febbraio 2020, 9:31 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 409
marconolasco ha scritto:
Martini ha ragione. Purtroppo ormai il Forum appare veramente in agonia, soprattutto la sezione dei modelli, infatti se ne vedono sempre meno. E' anche vero che la scala non è tra le più popolari, ma quello che sta facendo Frah2o è incredibile! Meno male che hai intenzione di continuare, grazie! Spero che ci sarà ancora il Forum quando inizierai la GTO!


Ciao Marco, si la sto collezzionando e la inizierò nel 20mai :mrgreen:

Gli occhi attenti del buon Riccardo mi hanno fatto una notare una imprecisione: il cavo grigio del trasponder era di sezione troppo grossa rispetto al bianco. Ho aperto 4 cavi lan (tra notrmali e cross) e ho trovato il cavetto grigio delle giuste dimensioni (oltr a tanti altri in diversi e utili colori). Ho ricablato il tutto e aggiunta la guaina e connettore Top Studio.

Il connettore si collega ad un cablaggio che proviene dalla "finestra" nella sezione anteriore del monoscocca dove vi sono i cilindri maestri e relativi tubi idraulici. Ho aggiunto anche qui cablaggio e spina.

Ho poi riprodotto con dell'alluminio da 0,5 le staffe che fissano l'ala anteriore al nose cone. Per sagomarle ho usato come dima la stessa staffa del secondo musetto.

Sono poi passato al volante. Tale elemento è particolare non è sempre uguale, anzi...cambia da gara a gara, telaio, pilota etc.
ll volante che Ayrton uso in gara a Suzuka è: nero senza linee di cuciture sulla corona e privo del logo Personal. Quello rappresentato con logo personal e cucitura è di altri telai. Esiste poi anche un vorante con la corona semitonda o con la parte superiore dritta (fu per lo più usato da Prost)

Ho voluto aumentare un pò il senso dello scamosciato: mascherato, bonza di traparente opaco e "mossa Bolt"...
Altri elementi caratteristici: il fast release per sganciarlo.
Ho alesato il mozzo e inserito una rondella M5 verniciata in stainless.
Altri elementi che mancano e che aggiungerò: i connettori per i pulsanti "boost" e "radio" che andranno poi a collegarsi ad un connettore nella parte inferiore del cruscotto.

Ho poi iniziato il posizionamento definitivo dei cablaggi interni e laterali al cockpit.
Anche qui vi sono delle differenze tra i vari chassis.
Gli "early chassis" avevano delle piattine fissacavi in alluminio....al contrario i "late chassis" le avevano in plastica o metallo nero (presumo plastica)...la 05 a Motegi li ha neri, ma è poi da capire se siano realmente di 30 anni fa o rimaneggiati in tempi più recenti.

Mi sono ricreato le piattine in alluminio e per le fascette ho affettato e scaldato del termorestringente.
Seguendo le foto ho steso sulla parte sx del cockpit i cablaggi per il comandi del dashboard e per la Ecu delle Showa.
Sulla parte dx è stato steso il cavo dell'acceleratore.

Altra tubazione extra è il tubo idraulico di mandata dell'impianto frenante posteriore: tra foto e schemi tecnici su libro Haynes (in special modo quelli relativi al bathtube e al serbatoio) e deduzioni sono arrivato a dipanare il mistero del passaggio di tale tubo idraulico.

Il tubo parte dai cilindri maestri, corre a dx in basso nel tunnel gambe, passa sotto il sedile......fuoriesce dal sedile, passa tra monoscocca e serbatoio e esce da un foro di passaggio nella zona posteriore del monoscocca (simmetricamente opposto al collegamento del leveraggio del cambio)
Steso il tutto ora ha un senso meccanico più logico.


Ho poi rimontato il sedile (rifatto in precedenza) con le cinture che non necessitavano particolari modifiche.....unica nota: I loghi "BOSS" a Motegi sono neri. A Suzuka e in campionato erano bianchi.
Altra nota, le 2 differenti posizioni di fssaggio delle cinture. Ayrton le aveva alte...Prost essendo più basso le posizionava inferiormente.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: venerdì 21 febbraio 2020, 8:26 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 409
Ho terminato la dashboard, anche questo elemento presenta varie differenze e extra non presenti a Suzuka.

Lo chassis 01 (di proprietà Mclaren) ha come extra: la spia pressione olio (a dx) e un cablaggio e relativo connettore extra (a dx). Inoltre il volante riporta il logo "Personal".

Tutti questi extra a Suzuka non vi erano, l'elemento che sono andato a riprodurre è la spina sotto alla dash che collega i cablaggi dei pulsanti boost e radio al volante.
Per i cavetti dei pulsanti: cavetto da 1mm, hex bolt top studio verniciato in nero e poi collegato con termorestringente al cavo spiralato che si connette poi alla dashboard.

Infine montato e posizionato il tutto.....il volante non è incollato ma solo infilato con la possibilità di sfilarlo dal piantone di sterzo.

Seguendo poi le solite reference ho applicato le piattine per le fascette che tengono in posizione:
- a dx il tubo spurgo del radiatore con un tubo bypass dell'intercooler
- a sx sempre il tubo spurgo radiatore e il cablaggio del cut off master switch.

Sono poi arrivato ad un altro momento topico (ed anticipato misto inaspettato) di questo restauro: il montaggio definitivo del RA168E.

Dovendo collegare i tubi mandata e ritorno benzina, il tubo di recupero dal bocchettone e successivamente la ECU, sono stato obbligato a montare il motore per poter collegare il tutto (freccia gialla, rossa e verde). Inoltre lo spazio risicato e la selva di cablaggi elettrici non mi favorivano nel montare prima la ECU e collegare poi il resto dei tubi del carburante.

Ho dovuto montare il tutto per controllare inoltre le quote e le misure per il collegamento dei futuri condotti tra intercooler e collettore aspirazione (altro passaggio veramente tosto e ostico)

Altra piccola (ma visibile) aggiunta è la derivazione del cablaggio elettrico che si dirama dalla parte alta sx del sedile, corre sul "poggiatesta" e si collega alla serie di ecu secondarie posizionate sulla ECU principale.

Ho montato a secco il roll bar (che spicca in questo insieme di colori scuri e cupi) per controllare che quote e spazi fossero apposto.

Ultimo passaggio della nottata: ho passato il cavo idraulico dei freni posteriori attraverso il monoblocco in modo da trovarlo pronto per il futuro collegamento sul cambio.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: lunedì 2 marzo 2020, 9:15 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 409
Nel frattempo che scrivo la MP4/4 è finita.

Il coronavirus ha portato danni e preoccupazione....quarentene, chiusura scuole, fobia generale e anche lo spostamento del ModelExpo di Verona (per il quale tavo tirando come un mulo tra le 6 e le 7 ore al giorno dietro alla Mclaren)
Asili e scuole chiuse: ferie dal lavoro e papà 24h a casa....fortuna che la mia piccola è buonona e tranquillona e vuole stare assieme nella stessa stanza pur facendoci i fatti propri.....morale in 6 giorni ho portato a termine il restauro.

Un lavoro abbastanza ostico sia di riproduzione che a livello di assemblaggio (forse il più tosto di tutto questo lavoro): le fascette in ergal in color purple mettalic.

Per il colore ho girato 10 negozi di smalti unghie, fino a quando un china (ironia della sorte) aveva per 1 euro dei pennarelli indelebili del colore che andavo cercando.
Ho Prodotto le fascette sovrapponendo tre strati di alluminio adesivo; per i fori tondi ho fustellato con una punta da trapano rovesciata da 1,3 nella fustella esagonale da 1,5.
Colorato le fascette, montate e poi quasi un'ora di oremus per far tornare intercooler e collettore aspirazione.....ma alla fine ci sono arrivato in fondo e ho doppiato lo scoglio più tosto.

Ho completato il lavoro dei raccordi superiori degli intercooler.....raccordi prodotti dal buon Riccardo.

Oltre alla applicazione del braided da 1 mm, ho riprodotto la guaina termica con la parte esterna in alluminio e la parte interna con un singolo velo di un fazzoletto (questa guaina è nella relatà di alluminio telato internamente con del tessuto bianco o similare)

Avvolto la tubazione e infine montata.

Altro particolare visibile, i dadi flangiati con bullone (o prigioniero) montati sulle piastre motore. Ho segato 10 rivetti e utilizzato la testa per i 5 dadi posteriori; anteriormente invece vi sono 2 bulloni esagonali.....che sono diventati 3 per occulatare la vite di montaggio. Mano di titanium gold e gun metal per il filetto del bullone

Ho poi collegato il primo condotto sulla valvola bypass prodotta da Riccardo. Ho ricavato il raccordo da uno spezzone di fil di ferro da 1mm a cui ho inserito un hex nut da 1,2 della Top studio.

Sulla sommità della valvola bypass ho poi marcato con red e green metallic per segnalare il controllo serraggio e/o pressione e/o funzionamento.

Accoppiamento provvisorio tra RA168E e cambio per montaggio e allineamento degli scarichi con il fondo piatto.... infine ho collegato i vari condotti di lubrificazione dei turbo IHI.

Rismontato il cambio e foto di rito.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: lunedì 2 marzo 2020, 10:36 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 409
Prima di montare definitivamente il cambio ho rifatto i condotti a tre vie delle pinze posteriori, aggiunto il raccordo a 90 gradi della linea principale fissata ai braccetti e che si raccorda al successivo raccordo a T sotto al serbatoio di carico olio/recupero vapori.

A tale raccordo è stato poi collegato il tubo proveneniente dal cilindro maestro.

Ho poi primordialmente riprodotto le barre di rinforzo collegate tra il castello delle sospensioni posteriori e la staffa sulla parte posteriore del coperchio punterie (Queste barre erano completamenti assenti)

Dopo il felice matrimonio tra motore e cambio, è stata poi la volta del fondo piatto....andato su senza particolari patemi e brutte soprese.

Altra mancnza parecchio visibile e abbastanza macroscopica: le traverse di rinforzo che dalla parte anteriore dei coperchi punterie si fissano diagonalmente sul fondo piatto tra intercooler e convogliatore dei turbo. Riprodotti al massimo delle mie capacità cercando di esser più fedele possibile nella forma.
Verniciati e infine ad essi sono stati fascettati i cablaggi delle sonde superiori per la temperatura dei collettori di scarico.
Al solo tirante dx è stato anche fascettato l'ultimo tubo del bypass itercooler dx.
Montato poi i convogliatori non prima di aver fissato le staffe che reggono e mantengono i posizione i tubi corrugati che collegano convogliatori in carbonio alle relative wastegate.
Altro dimenticanza nella versione A della mia Mp4: i rivetti che fissano le ulteriori piastre paracalore nella zona della girante degli IHI.

Altro cablaggio che mi mancava: il cavo del fanalino di coda (per la pioggia), fatto passare attraverso il giro dei vari spurghi e infilato in mezzo al monoblocco per poi proseguire alle varie ECU.

Sono poi arrivato all'agognato momento delle decal: Hercules, i varu Marlboro bianchi sul monoscocca e tutti i termometri.

Infine montata l'ala posteriore.....e ora inizia ad avere una magiore fisionomia da F1

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: lunedì 2 marzo 2020, 12:37 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 luglio 2013, 9:11
Messaggi: 5567
Località: Savona
[quote="Frah2o"]
Infine montata l'ala posteriore.....e ora inizia ad avere una magiore fisionomia da F1

Ce l' ha più questa della vera!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: lunedì 2 marzo 2020, 13:49 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 23 settembre 2011, 22:47
Messaggi: 3827
Località: chi vola vale, chi vale vola, chi non vola è un vile
Credevo fosse questa quella vera ...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: martedì 3 marzo 2020, 8:40 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 409
marconolasco ha scritto:
Frah2o ha scritto:
Infine montata l'ala posteriore.....e ora inizia ad avere una magiore fisionomia da F1

Ce l' ha più questa della vera!



zapatero ha scritto:
Credevo fosse questa quella vera ...


Grazie ragazzi, se dite cosi allora vuol dire che ho fatto un lavoro decente….

Terminati i macrolavori a seguito del depennamento di tutta la lista che mi ero scritto, sono poi passato ad alcuni dettagli che mancavano alla scocca e antenne

Le antenne della versione A erano un pò troppo sempliciotte: segato via la base, aggiunto un dado da M 1,4. Avvitata la vite da M 1,4 e infine avvitate le antenne che nella forma sono diverse e che riportano due fasce colorate ben distinte (gialla e blu).

Alla scocca mancavano i 6 Dzus fastener......forniti da Kyosho ma per poi inserirci la vite....
Ora anche se chiude, ho capito che mai la vestirò con questa scocca (con quella di scorta qualche volta si) e quindi ho lavorato sui fastener come appaiono da aperti.
Ho inserito il rivetto lasciandolo sporgere, verniciato in allumino e poi giro finale di panel line

Ceretta alle decal del musetto sbagliata e finalmente la nuova decal (decal che nasce intera ma che ho poi diviso tra musetto e scocca)

Mi rimangono da ultimare i ninnoli finali e poi credo di poter dire fine al restauro o versione B della mia Mp4/4.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: martedì 3 marzo 2020, 9:06 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 409
Finita (in realtà mi mancano i bleeder delle pinze e una decal che mi arriverà)

Posto l’ultimo dettaglio lasciato per ultimo:

L’etichetta con il telaio #2 (l’etichetta 26)

Immagine

Dimenticavo un particolare fattomi notare dal buon mico.....i pesi della equilibratura.
Plasticard e nastro alluminio e una foto perfetta di Suzuka.

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: martedì 3 marzo 2020, 9:28 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 409
POST 1/4

Finita.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: martedì 3 marzo 2020, 9:56 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 409
2/4

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: martedì 3 marzo 2020, 10:19 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 409
3/4

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Restauro McLaren Mp4/4 1988 Ayrton Senna 1/8
MessaggioInviato: martedì 3 marzo 2020, 11:01 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 409
4/4

Ho leggermente rivisto il suo box.

Sopra è rimasto immutato a parte l’utilizzo di brik lego floccati per tenerla sospesa e non far gravare i pneumatici (che in precedenza si erano ovalizzati)

Sotto specchio e scocca.

Immagine

Immagine

Immagine

Dopo aver visionato l'effetto, la parte superiore era un po' troppo scura….ho rivisto l'illuminazione del suo "loculo" e ora è più illuminata. Grazie a tutti per il seguito .

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 88 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice