Oggi è venerdì 18 settembre 2020, 21:33

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 56 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Audi Quattro
MessaggioInviato: lunedì 30 marzo 2020, 16:51 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 23 giugno 2006, 15:42
Messaggi: 3783
Località: Castelfiorentino (FI)
Ennesimo lavoro di questi giorni. È da un pezzo che vorrei affrontare il montaggio di un'Audi di Racing43. Ho scelto questa versione, Mouton/Pons 1000 Laghi 1981, perché tutta nera: in casa mi è rimasto solo il fondo grigio, quindi devo optare per un modello scuro. Questa è perfetta. L'idea era di montarla assieme alla vincente del Sanremo '81, sempre con l'equipaggio Mouton/Pons.
Il kit risale al 2000. È molto bello e curato. Le linee della macchina sono perfette, secondo me. Bei cerchi da terra, diverse fotoincisioni, specie per dettagliare un po' gli interni e l'ala posteriore.

Allegato:
IMG_4827.JPG.jpeg
IMG_4827.JPG.jpeg [ 294.54 KiB | Osservato 2877 volte ]


Partiamo subito con il lato dolente: l'assetto. Mettendo gli assali nei punti previsti dal kit, si ottiene un'altezza da Formula 1, sicuramente inadatta a questa macchina. Quindi mi sono messo di buzzo buono e ho ricavato due rialzi in resina per gli assali. Li ho incollati sotto al fondino, li ho poi incisi con il Dremel per ricavare un alloggiamento per gli assali, procedendo con calma per arrivare all'altezza desiderata. Nella foto, a destra, si nota il modo in cui avevo affrontato il problema anni fa su un'altra Quattro. Avevo usato i fori originali e piegato gli assali. Anche questo sistema funziona ma è più difficoltoso e debole l'incollaggio dei pneumatici.

Allegato:
IMG_4838.JPG.jpeg
IMG_4838.JPG.jpeg [ 64.54 KiB | Osservato 2877 volte ]


Ho iniziato poi il montaggio degli interni: per il roll bar è prevista solo la parte posteriore. Ho aggiunto i tubi che vanno a poggiare sul cruscotto e i due elementi in basso, accanto ai sedili. Ho poi staccato il cruscotto per verniciarlo e decorarlo a parte.
Allegato:
IMG_4832.JPG.jpeg
IMG_4832.JPG.jpeg [ 66.64 KiB | Osservato 2877 volte ]


Ecco come si presenta il modello dopo queste prime fasi.
Allegato:
IMG_4828.JPG.jpeg
IMG_4828.JPG.jpeg [ 135.21 KiB | Osservato 2877 volte ]



Ed ecco gli interni completati.
Ho solo rifatto le cinture di sicurezza in carta colorata, la lucina del navigatore, la leva del cambio e quella del freno a mano e aggiunto i dischi freno fotoincisi, prodotti da USA24.
Tutto il resto è presente nel kit. Devo dire che, come al solito, i Racing43 mi danno molta soddisfazione. Certo non sono facili (Il lavoro sugli assali ne è la prova...) ma escono spesso molto puliti.
Allegato:
IMG_4867.JPG.jpeg
IMG_4867.JPG.jpeg [ 76.35 KiB | Osservato 2877 volte ]

Allegato:
IMG_4866.JPG.jpeg
IMG_4866.JPG.jpeg [ 72.04 KiB | Osservato 2877 volte ]


Concludo questa prima parte con un'immagine della carrozzeria dopo un paio di mani leggere di primer, precedute da una classica sgrezzatura del modello con lime a ferro e carta vetro 400 e 600. Le stuccature necessarie sono state davvero minime.
Ho ricavato i fori per gli specchietti e provato il montaggio della calandra e dell'alettone posteriore.
Allegato:
IMG_4869.JPG.jpeg
IMG_4869.JPG.jpeg [ 128.98 KiB | Osservato 2877 volte ]


Ultima modifica di Francino il lunedì 30 marzo 2020, 18:22, modificato 2 volte in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Audi Quattro
MessaggioInviato: lunedì 30 marzo 2020, 18:17 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 14 aprile 2008, 19:47
Messaggi: 233
Bella !
Io ho da fare la stessa vettura versione Grecia con dei bellissimi cerchi bianchi a più razze
Seguo sviluppi, buon lavoro


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Audi Quattro
MessaggioInviato: lunedì 30 marzo 2020, 19:22 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 23 giugno 2006, 15:42
Messaggi: 3783
Località: Castelfiorentino (FI)
andreamilanesi ha scritto:
Bella !
Io ho da fare la stessa vettura versione Grecia con dei bellissimi cerchi bianchi a più razze
Seguo sviluppi, buon lavoro


Grazie!
La tua è una HB? Perché, nel caso, l'avevo sotto il naso qualche minuto fa.
Sempre un kit di Racing43, si tratta della versione successiva a quella che sto facendo,
con le prese d'aria davanti ai passaruota posteriori. Stavo pensando di fare la vincente dell'Argentina '84 con Blomqvist ma avrei quasi cambiato idea, e opterei proprio per l'Acropoli '84, vinto sempre da Blomqvist.
Mi piacerebbe montarla insieme alla versione corta di Rohrl (Corsica '84) di Scala43 e alla S1 Monte '86 di Mikkola (Starter). Vediamo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Audi Quattro
MessaggioInviato: martedì 31 marzo 2020, 11:37 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 8 ottobre 2007, 1:06
Messaggi: 2119
" ... in casa mi è rimasto solo il fondo grigio, quindi devo optare per un modello scuro..."

Non ho capito questo passaggio.
Per i modelli chiari che fondo usi ?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Audi Quattro
MessaggioInviato: martedì 31 marzo 2020, 13:31 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 23 giugno 2006, 15:42
Messaggi: 3783
Località: Castelfiorentino (FI)
Per i modelli con una finitura chiara, bianco, giallo, arancio, azzurro e via dicendo, uso il bianco. Per modelli più scuri, nero, come in questo caso, blu scuro e compagnia, uso il grigio.
Questo perché i colori chiari sono meno coprenti: se, ad esempio, dovessi dare un giallo limone su un fondo grigio, ti servirebbero tante mani, per coprire il grigio.
Almeno questa è la mia esperienza con le bombolette Tamiya e comunque le bombolette in genere.

La questione è pure molto più complessa di come la faccio io.
Il colore del fondo influisce anche sulla finitura. Ricordo che qualche montatore giapponese sceglieva il colore del fondo in base al colore che doveva dare alla fine.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Audi Quattro
MessaggioInviato: mercoledì 1 aprile 2020, 9:10 
Non connesso

Iscritto il: martedì 13 aprile 2010, 13:47
Messaggi: 235
Località: Brescia
Avessi io questa costanza e velocità nel montare i modellini!
Molto belli gli interni!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Audi Quattro
MessaggioInviato: mercoledì 1 aprile 2020, 13:17 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2010, 17:52
Messaggi: 2888
Località: Pavia
>Avessi io questa costanza e velocità nel montare i modellini!

E chi lo ferma, il Francino? :lol:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Audi Quattro
MessaggioInviato: mercoledì 1 aprile 2020, 18:57 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 23 giugno 2006, 15:42
Messaggi: 3783
Località: Castelfiorentino (FI)
Progressi notevoli, oggi. Ho verniciato il modello in nero.
Ho usato il nero opaco TS6 Tamiya. È la prima volta che vernicio una carrozzeria utilizzando un colore opaco, se si fa eccezione per un paio di mascherature fatte tempo fa.
Come immaginavo, il colore si stende più facilmente.
Ho visto, e avuto spesso conferma, che molti di quelli che apprezzo di più modellisticamente parlando, utilizzano colori opachi. E il lucido a seguire.
La domanda che vi faccio ora è: passo subito alle decals (Avendo cura di ritagliale per bene ai bordi, anche se in questo caso non ce n'è davvero bisogno) oppure vado di lucido e poi passo alle decals?
Domando perché mi pare di aver letto che le decals, sugli opachi, fanno più fatica ad attaccarsi.

Avrei intenzione, comunque, di passare un velo di lucido anche sopra le decals, come mia abitudine.

Per il resto, ho lavorato sui faretti supplementari. Questa Quattro ne montava quattro (Perdonate l'orribile gioco di parole...) anziché i sei classici di questa macchina.
Vorrei riprodurli chiusi, con la copertura bianca con la scritta "Carello" sopra. Ho verniciato i fari in metallo e quattro lenti in bianco opaco. Poi, a pennello, il retro dei fari in nero opaco.
Non sono soddisfatto del risultato: si vede troppo il punto di giunzione fra faro e lente. Dovrebbero sembrare un pezzo unico. Ho già provveduto a stuccare questi benedetti bordi. Poi procedero' carteggiando e riverniciando.

Ho montato la bella calandra: nero opaco per il pezzo in metallo e per la bella fotoincisione della griglia, da piegare, che va applicata sopra. Ho aggiunto I faretti, il logo Audi fotoinciso (Dipinto in bianco opaco a mano in precedenza) e dopo aver grattato via la vernice nera dalle frecce, ho dipinto queste ultime con l'arancio Clear Tamiya.
Ho verniciato anche l'ala posteriore.
Mostro per la prima volta i vetrini di parabrezza e lunotto ma in verità li avevo già provati a secco: è una cosa fondamentale, specie sui modelli con il roll bar, per sincerarsi che non ci siano contatti fra i vetri e altre parti del modello che potrebbero impedire o almeno incasinare la chiusura.
In questo caso, davvero nessun problema.

Allegato:
IMG_4874.JPG.jpeg
IMG_4874.JPG.jpeg [ 161.93 KiB | Osservato 2636 volte ]



Per rispondere a SL85: lasciando perdere questo periodo di quarantena, ultimamente riesco a trovare un po' di tempo per i modelli quasi tutti i giorni. Sono un artigiano (Di mestiere, dico) e quando torno a casa mi siedo al tavolo dei modelli e riparto a lavorare senza troppe differenze.
Anzi, a dire il vero succede spesso che a lavoro mi trovi a pensare di essere a divertirmi come quando faccio i modellini.
Poi ho cambiato casa da poco e ho una vetrina tutta nuova da riempire! ;)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Audi Quattro
MessaggioInviato: mercoledì 1 aprile 2020, 19:29 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2010, 17:52
Messaggi: 2888
Località: Pavia
Io direi di applicare le decal su fondo lucido e poi dare un mano di trasparente opaco.
Qui abbiamo però tanti valenti modellisti e loro sapranno consigliarti per il meglio, lieber freund (visto che siamo in argomento Audi)...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Audi Quattro
MessaggioInviato: mercoledì 1 aprile 2020, 20:36 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 12:44
Messaggi: 1262
Località: VR
Lavoro molto interessante , ottimo il sistema per alzare l'assetto, molto utile sui modelli di R43 in versione terra, visto gli assetti pistaioli che usava fare R43 sui suoi kit.
Interessante il sistema usato per la calandra da R43 : è stato difficile l'accoppiamento fra i due pezzi?
Concordo sull'idea di fare i fanali supplementari in versione coperta: ci sarà da lavorarci , ma la resa è tutt'altra cosa.
Per i fari posteriori userai le decal?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Audi Quattro
MessaggioInviato: mercoledì 1 aprile 2020, 23:16 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 23 giugno 2006, 15:42
Messaggi: 3783
Località: Castelfiorentino (FI)
Grazie SVR.
Il montaggio della calandra è molto semplice.
Va solo piegata la fotoincisione prima di verniciarla (Ci sono esattamente i punti di piegatura per facilitare l'operazione) e, se vogliamo, l'unico momento delicato è l'incollaggio.
Ma ci sono cose ben peggiori.
Per le luci posteriori, ho abbandonato da un pezzo le decals: nero opaco a pennello su tutta la superficie del faro, poi grigio alluminio e poi Clear Tamiya. Se ce la faccio, provo a mettere anche dei filetti in decal per separare la parte della freccia da quella dello stop. Vediamo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Audi Quattro
MessaggioInviato: sabato 4 aprile 2020, 17:05 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 23 giugno 2006, 15:42
Messaggi: 3783
Località: Castelfiorentino (FI)
Altro passo, molto sofferto. Ho deciso di dare il lucido prima di stendere le decals. Ho optato per il mio classico Tamiya, in primis. Bene: non ne voleva sapere di stendersi a dovere. Temperatura? Umidità? La base opaca? Bho .
Fatto sta che la superficie è uscita molto granulosa. Qualcosa di più della buccia d'arancia. Non c'era davvero verso di recuperarla con le paste lucidanti. Quindi, lieve carteggiatura con la 1500, nuova mano di nero opaco e poi, o la va o la spacca, ho provato con un altro lucido, un ottimo Dupli Color.
Prima mano: stesso problema. La vernice non si stendeva.
Decido di spingere con una seconda mano. Esce tutto un po' esagerato. Ma una volta essiccata, non era male. Certo, ora c'è da lavorare parecchio con i compound Tamiya, a partire da quello più forte, il Coarse. Sono prodotti eccellenti, che mi aiutano spesso a correggere queste cagate che, puntualmente, faccio. Fermo restando che dovrebbero essere un aiuto da utilizzare molto meno. Voglio dire: una buona verniciatura è sempre preferibile al dover stare ore qui a strusciare sul modellino. Anche perché, dai e dai, il rischio di scoprire qualche spigolo è alto. Andiamo avanti.

Allegato:
IMG_4896.jpg.jpeg
IMG_4896.jpg.jpeg [ 213.64 KiB | Osservato 2445 volte ]


Dopo 750 mani di bianco, direi che anche i faretti sono soddisfacenti. Evito di fare il rettangolo sul quale poggiavano le scritte "Carello". Ero tentato ma ho pensato alla mia salute mentale e ho desistito.

Allegato:
IMG_4901.jpg.jpeg
IMG_4901.jpg.jpeg [ 73.82 KiB | Osservato 2445 volte ]


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Audi Quattro
MessaggioInviato: domenica 5 aprile 2020, 16:36 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 23 giugno 2006, 15:42
Messaggi: 3783
Località: Castelfiorentino (FI)
Partita la posa delle decals. Generalmente una delle parti più divertenti di un montaggio, almeno per me. Se si tratta di decals ottime, come da prassi sui Racing43, lo è di sicuro.
Le fasce colorate fanno parte di un correttivo inserito dallo stesso produttore nella scatola. Come potete vedere, la prima stampa del foglietto (Relativo al Tour de Corse) presenta quello che definirei più un beige che un giallo. Probabilmente il frutto di un errore fatto al tempo guardando le foto della macchina della Mouton appunto in occasione del Tour de Corse. Restando proprio sulla versione Tour de Corse, si tratta di una macchina che vorrei fare quanto prima, a patto di trovare un correttivo. Ho un altro foglio di decals per l'auto della Mouton e uno anche per quella di Mikkola. Le Quattro, in quell'occasione, sfoggiavano una gasantissima ala frontale e quattro bei codolini allargati. Certo non una delle macchine più belle viste nei rally ma, di sicuro, unica. Racing43 aveva fatto il kit anche di queste due particolari versioni ma non si trova più. La modifica di un kit o di un buon die cast (Trofeu?) potrebbe essere alla mia portata. Vedremo.
Tornando alla 1000 Laghi: posa piacevole. Le dimensioni delle decals sono molto precise. C'è da ammattire poco. Solo gli spigoli della coda richiedono qualche accortezza in più.
Mi sono aiutato con i soliti Micro Set e Micro Sol. Però, il fidato phon, suggerito anni fa da Fofo', è sempre la manna dal cielo.

Allegato:
IMG_4920.JPG.jpeg
IMG_4920.JPG.jpeg [ 238.43 KiB | Osservato 2371 volte ]


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Audi Quattro
MessaggioInviato: domenica 5 aprile 2020, 19:58 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 12:35
Messaggi: 12496
Località: SINAI
La Quattro non è bella, è porno!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Audi Quattro
MessaggioInviato: domenica 5 aprile 2020, 20:46 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 3 febbraio 2011, 17:24
Messaggi: 1246
gran bel lavoro!!! :D :D :D :D :D :D :D


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 56 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice