Oggi è martedì 22 settembre 2020, 8:16

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 18 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Spark è andata a quel paese (in Madagascar)
MessaggioInviato: mercoledì 13 maggio 2020, 11:03 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2010, 17:52
Messaggi: 2900
Località: Pavia
Penso che molti di voi avranno letto sul blog di David del trasferimento di parte della produzione in Madagascar effettuato da Spark.
Lo stesso David ha recensito alcuni di questi modelli non del tutto positivamente, anzi!

Sembra che si siano fatti dei passi indietro in termini di qualità dei montaggi, purtroppo, e tutto questo proprio dopo che di recente la stessa azienda di Macao aveva raggiunto un ottimo livello di qualità complessivo, riconosciuto un po' da tutti...

Trovo che questo fatto sia molto preoccupante, se questa delocalizzazione continuerà!
In questi giorni, poi, è prevista una notevole dose di novità (a mio giudizio assai interessanti): se anche questi modelli saranno assemblati - non benissimo, come detto - in Madagascar, bisognerà procedere con gli acquisti prestando molta attenzione...

Questa nuova politica mi lascia perplesso, per non dire parecchio deluso: evidentemente i responsabili di Spark vogliono massimizzare i ricavi ma, mi chiedo e chiedo a voi, non si tratta di un grande passo falso? Rischiano, a mio modo di vedere, di bruciarsi tutti i "crediti" guadagnati in tutti questi anni...

Voi cosa ne pensate?


Ultima modifica di Elio Venegoni il domenica 17 maggio 2020, 22:08, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spark è andata a quel paese (il Madagascar)
MessaggioInviato: mercoledì 13 maggio 2020, 11:32 
Connesso

Iscritto il: lunedì 8 ottobre 2007, 1:06
Messaggi: 2121
E' in atto la seconda colonizzazione dell'Africa.
Dopo Francesi, Inglesi ed ahimè gli Italiani con le briciole raccolte nel corno D'Africa, ora è il turno dei cinesi.
La mano d'opera costa ancora meno che a casa loro ed altro non fanno che fare il loro interesse.
Guarda quello che stanno costruendo i cinesi ad Adis Abeba, palazzi, centri commerciali, ferrovie.
Do ut des ...

https://www.cinaliano.it/blog/cina-cost ... iopia.html

https://www.bignewsnetwork.com/news/236 ... ail-system

http://www.datamanager.it/2018/02/le-cy ... lletiopia/

Globalizzazione e giochi di potere ...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spark è andata a quel paese (il Madagascar)
MessaggioInviato: mercoledì 13 maggio 2020, 11:38 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2010, 17:52
Messaggi: 2900
Località: Pavia
Eh sì, Gianluca, ma se non stanno molto attenti questa mossa si potrebbe ritorcere contro di loro...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spark è andata a quel paese (il Madagascar)
MessaggioInviato: mercoledì 13 maggio 2020, 12:24 
Non connesso

Iscritto il: martedì 10 gennaio 2006, 20:05
Messaggi: 2714
Località: Genova e Milano
Delocalizzare, in sé, non implica uno scadimento della qualità produttiva.
Purché l'azienda la sottoponga agli stessi controlli operati in Cina.
Per farla breve, troverei opportuno che il direttore di produzione fosse destinato al nuovo stabilimento.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spark è andata a quel paese (il Madagascar)
MessaggioInviato: mercoledì 13 maggio 2020, 13:00 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 12:35
Messaggi: 12496
Località: SINAI
Ci vorrà un po' di rodaggio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spark è andata a quel paese (il Madagascar)
MessaggioInviato: mercoledì 13 maggio 2020, 13:10 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 23 settembre 2011, 22:47
Messaggi: 3827
Località: chi vola vale, chi vale vola, chi non vola è un vile
Ma Luigi non ci dice niente? Avrà già fatto le valigie per il Madagascar? :mrgreen:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spark è andata a quel paese (il Madagascar)
MessaggioInviato: mercoledì 13 maggio 2020, 14:05 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2010, 17:52
Messaggi: 2900
Località: Pavia
>Avrà già fatto le valigie per il Madagascar? :mrgreen:

Ah ah!


Allegati:
Madagascar (2005)1.jpg
Madagascar (2005)1.jpg [ 127.84 KiB | Osservato 1831 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spark è andata a quel paese (il Madagascar)
MessaggioInviato: mercoledì 13 maggio 2020, 15:54 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2010, 17:52
Messaggi: 2900
Località: Pavia
>Ci vorrà un po' di rodaggio

Speriamo bene, Alfonso... :?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spark è andata a quel paese (il Madagascar)
MessaggioInviato: giovedì 14 maggio 2020, 6:58 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 31 agosto 2011, 13:57
Messaggi: 965
nihao
il luigi e sempre a san Xiang

Madagascar e soltanto produzione : le millezim

c e anche una azienda in Hunan
lo svilupo e sempre san xiang

le entita di produzione diverse per assicurare la produzione

cerciamo sempre di aumentare la qualita

Non Andro mai a Madagascar


Mi sto bene in Cina
i


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spark è andata a quel paese (il Madagascar)
MessaggioInviato: giovedì 14 maggio 2020, 7:48 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 4 febbraio 2010, 17:52
Messaggi: 2900
Località: Pavia
Buone notizie, allora... grazie Luigi.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spark è andata a quel paese (il Madagascar)
MessaggioInviato: sabato 16 maggio 2020, 11:26 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 16:21
Messaggi: 8723
Fexiang ha scritto:
Non Andro mai a Madagascar
Mi sto bene in Cina
i

... contentissimo che Luigi stia bene in Cina ... personalmente, nelle sue scarpe, accetterei
il trasferimento con immensa gioia ... il Madagascar e' uno dei miei sogni ... immensa isola
ancora totalmente incontaminata ... zero inquinamento ... posti incantevoli (a dir poco...)
donne spettacolari (anche se alla mia eta' potrei anche far a meno di dire questo) ... insomma:

Spark ? Volete un consulente (ben pagato!) ... sono a vostra completa disposizione ... da parte
mia ... dispongo di: esperienza, disciplina, passione, entusiasmo ... e altro ancora ...
Posso portarmi la mia Bianchi, mia moglie Enrica e una cassa di Cachaça ?

:D :lol: :oops:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spark è andata a quel paese (il Madagascar)
MessaggioInviato: domenica 17 maggio 2020, 9:47 
Non connesso

Iscritto il: martedì 10 gennaio 2006, 1:08
Messaggi: 1546
Permettetemi un O.T. un po' amaro, si cerca sempre qualcuno da sfruttare più povero, da quando anche in Cina i lavoratori hanno iniziato a fare valere le loro richieste per un lavoro più etico, il risultato/effetto è nella ricerca di qualcuno più debole da spremere.
Il magico mondo della globalizzazione.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spark è andata a quel paese (il Madagascar)
MessaggioInviato: domenica 17 maggio 2020, 10:16 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 16:21
Messaggi: 8723
O.T. amaro condivisibile ... ma cosi' va il mondo ... le grandi multinazionali cercano solo il profitto,
non certo assecondare i diritti umani e civili ... ricordo una vecchia battuta di Beppe Grillo (o altro
cabarettista, non ricordo): "il declino della Cina iniziera' quando arriveranno anche li' i sindacati".
E dopo il Madagastar ci sara' qualche altro Paese ... non ci sono dubbi ... ma c'e' anche altro da
dire.
L'esatto rovescio della medaglia ... quanto e' sfruttamento e quanto e' offrire un lavoro a chi non
ne ha?
Negli anni cinquanta, i miei genitori erano gli individui "da spremere" ... loro sapevano di essere
spremuti ... ma erano anche contenti di avere un lavoro decoroso ... che non tutti avevano ...
molti altri erano ancora nei campi a piantare patate con una terra che offriva poco altro ...
Gli scioperi e le aspre lotte sindacali hanno poi corretto la ... spremitura ... non di molto ... quel
tanto da permettergli di raggiungere quella parolina magica ... dignita' ...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spark è andata a quel paese (il Madagascar)
MessaggioInviato: domenica 17 maggio 2020, 10:49 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 12:35
Messaggi: 12496
Località: SINAI
Ieri, su Facebook, mi è capitato sotto gli occhi un report magnifico sull'andamento delle emissioni di CO2 in atmosfera.
Da una parte si annunciava la loro drastica riduzione in Europa e USA, dall'altra il forte aumento in Cina...
A parte il discorso costo della manodopera, che in parte viene riassorbito dai costi di trasporto, due voci che pesano sul bilancio in misura maggiore riguardano le emissioni e la sicurezza sul lavoro, anche sotto l'aspetto penale.
Non riduciamo il tutto allo sfruttamento economico, che è un falso problema, quanto ad un problema di mancata salvaguardia della salute e dell'ambiente.
L'inasprimento di multe e pene, a livello europeo, in mancanza di uno schermo sulle importazioni, non fa altro che favorire la globalizzazione.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spark è andata a quel paese (il Madagascar)
MessaggioInviato: domenica 17 maggio 2020, 11:01 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 12:35
Messaggi: 12496
Località: SINAI
Piccolo aneddoto personale.
La azienda toscana per cui lavoravo, aveva uno stabilimento in cui, partendo dalla fusione grezza, proveniente da un fornitore esterno, si arrivava all'apparecchiatura completa, rettificata, verniciata ed assemblata.
Lo stabilimento dava lavoro a 120 persone.
Ricordo che, quando si sfondo il tetto in eternit, lo stabilimento venne chiuso per due settimane, per le opportune bonifiche.
Dopo qualche tempo, come avvenuto per altre realtà, l'azienda venne acquistata da una multinazionale, si passò da 120 addetti a 20...
Il costo delle apparecchiature, prodotte altrove, aumentò con uno scadimento netto della qualità.
A voi fare le dovute conclusioni


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 18 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 19 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice