Oggi è sabato 17 agosto 2019, 12:49

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1505 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 ... 101  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: sabato 16 ottobre 2010, 11:05 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 13:31
Messaggi: 9859
Località: Firenze
Wow! What a masterpiece! A real beauty! I wish I could afford such a stunning model...

WOW!!!

Fantastic!!

Just wonderful


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: sabato 16 ottobre 2010, 12:52 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 11 gennaio 2006, 14:01
Messaggi: 2400
paolotron ha scritto:
casper ha scritto:
Tu put the nail in the coffin, come dicono i becchini inglesi, ecco cosa intende Fred Suber per "licenza poetica" modellistica:
http://www.suberfactory.com/selected-pi ... id_model=4
Eccitante, nevvero?
Urca!
La #01/10 è nella collezione della nostra "aquila".


La 01, la 02 e la 03 ovviamente, preferisco le prime donne. Pablito, sbrigati a fare l'ordine, rimangono le ultime sette ora. :D



No comment sul diorama!
Una cosa è sicura, se li vende, ha ragione lui!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: sabato 16 ottobre 2010, 14:00 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 14:57
Messaggi: 7984
Località: Milano
Io il kit Piranha ce l'ho, tanto per fare qualcosa di diverso, ma pensavo a qualcosa di più...classico e morigerato :roll:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: sabato 16 ottobre 2010, 15:10 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 11 gennaio 2006, 14:01
Messaggi: 2400
La qualità dei modelli e la competenza dei clienti in questo caso non hanno nessuna attinenza con quanto ho scritto sopra paolino...

"Se li vende ha ragione lui" significa... due punti, aperte virgolette:
Il suo mestiere è vendere modellini. Più ne vende o più sono cari, più guadagna. Facile no?
Ha ragione una persona che riesce a vendere bidet usati a 2000 euro mentre altri non riescono a svendere jacuzzi nuove a 500.
Lui è riuscito a "colpire un target"... che venda bidet o jacuzzi questo non ha importanza. Capito ora?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: sabato 16 ottobre 2010, 15:14 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 14:57
Messaggi: 7984
Località: Milano
Io insisto nel sognare di collezionare, ormai in un'altra vita, il materiale femminile per il quale in origine è stato inventato il bidet.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: sabato 16 ottobre 2010, 18:23 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 11 gennaio 2006, 14:01
Messaggi: 2400
paolotron ha scritto:
Eagle ha scritto:
"Se li vende ha ragione lui" significa... due punti, aperte virgolette:
Il suo mestiere è vendere modellini. Più ne vende o più sono cari, più guadagna. Facile no?
Ha ragione una persona che riesce a vendere bidet usati a 2000 euro mentre altri non riescono a svendere jacuzzi nuove a 500.
Lui è riuscito a "colpire un target"... che venda bidet o jacuzzi questo non ha importanza. Capito ora?

Facile no?
Una serie di stronzate simili è difficile metterle insieme in quattro righe!
Non glie-la-faccio-kkiu a trattenermi.
Che il Moderatore cancelli, se lo riterrà opportuno:
-- ma allora aquilotto delle mie brame...davvero davvero davvero non capisci proprio una begha !!
Facile no?
Facile si.... andare a zappare.... facile un uovo oggi e la gallina te la scordi.
Lungimiranza proprio zero eh amico??
Uno così de coccio non l'avevo mai trovato.
Colpire un target?
Non ha colpito proprio nessuno...forse avrà colpito te!
Adesso è davvero evidente che parecchi Euro tuoi sono finiti nelle
sue tasche.
Produrre stronzate non ha mai e dico MAI consentito di fare molta strada.
TU vieni a dire a ME ...."Capito ora??"
Ma mi faccia il piacere mi faccia....
Da come appari qui sei il RE degli sprovveduti, amico. Fidati!



Colpire un target significa volgarmente riuscire a vendere, scavarsi una nicchia di mercato, trovare qualche capa disposta a darti dei cavolo di soldi per qualcosa. Succede con cagate come con capolavori, se vuoi ti faccio un elenco di 20 pagine di esempi di "stronzate di successo" visto che scrivi che "produrre stronzate non ha mai consentito di fare molta strada". Contenti o no lui ci sta riuscendo, che monti cagate o capolavori. Ma con chi sto parlando??? E' proprio vero che il mondo è bello perchè è vario, in questo caso avariato!!!
W la presunzione, la superbia e la maleducazione che regnano in alcuni "personaggi"!!!
Tu continua pure con i tuoi "poemi", io non rispondo più, ne ho abbstanza.

Ho messo una foto di un Suber, tanto per iniziare a discutere dei vari modellisti europei... Altrimenti avrei aperto un topic esclusivamente su Suber, non ti pare??? Ad essere sincero, la cosa ora non mi interessa più.

Se non hai l'intelligenza per capire queste cose, forse sei di coccio tu gran modellista, non di certo io!!!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: domenica 17 ottobre 2010, 11:38 
Non connesso

Iscritto il: domenica 23 luglio 2006, 20:49
Messaggi: 5539
Località: un uomo che è stanco della pizza è stanco di vivere
Quello che mi sento di dire è che se prendete due modelli omologhi, la GTO di Make Up, va benissimo, una montata da Suber e una montata da Shimoma o da Kamimura, e li confrontate uno di fianco all'altro, magari fotografandoli insieme, il confronto, a livello modellistico, è impietoso.
Poi ad ognuno piace un determinato stile e quindi anche Suber può piacere.
Ma a livello modellistico non c'è storia.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: domenica 17 ottobre 2010, 11:46 
Connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 12:35
Messaggi: 12344
Località: SINAI
Vorrei spezzare una lancia a favore di Eagle, anche se nessuno me lo fa fare...

Ricordo che paolotron intervenne per la prima volta su questo forum per rispondere ad un mio post in cui indicavo un'inserzione di sua moglie sulla baia relativa ad una Ferrari da edicola che venne venduta ad un prezzo esorbitante, esorbitante vista la qualità dell'oggetto ed il prezzo di vendita in Italia.
In quella occasione nessuno si era scandalizzato perché si stava guadagnando enormemente su un oggetto di valore scarso, ma ci meravigliammo tutti che qualcuno fosse disposto a sborsare tanti soldi per entrarne in possesso.
Morale: Enrica, come Suber, ha aprofittato, per così dire, di gente che non ne capisce niente di modellismo, meglio per loro e peggio per chi acquista.
D'altronde, l'ho sempre scritto, i modellini non sono "dispositivi salvavita".
Buona domenica ed un abbraccio a tutti.


Ultima modifica di Fofò il domenica 17 ottobre 2010, 14:19, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: domenica 17 ottobre 2010, 14:20 
Connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 12:35
Messaggi: 12344
Località: SINAI
Per farsi una fama, a volte, occorre una vita, al contrario per sputtanarsi, quasi sempre, basta un secondo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: domenica 17 ottobre 2010, 15:42 
Non connesso

Iscritto il: domenica 23 luglio 2006, 20:49
Messaggi: 5539
Località: un uomo che è stanco della pizza è stanco di vivere
Secondo me c'è molta confusione.
Il valore di un modello è estremamente opinabile.
Se due appassionati sulla baia cercano un modello, e sono ricchi a sufficienza, possono pagarlo anche 500 €.
Il giorno dopo rimetto in asta un altro modello e se è rimasto solo uno dei due a volerlo puo' pagarlo anche 10 €.
Non vedo di cosa stupirsi.
Per me un parametro sono le ore di lavoro che qualcuno ci ha messo a montarlo.
E su certi modelli giapponesi di lavoro ce ne è tantissimo. Tanto che se solo uno pagasse il montatore quanto paga la donna di servizio costerebbero sicuramente di più (per lo meno nel caso di Kamimura).
Torno a ribadire che se qualcuno è sufficientemente abile io non ho problemi a pagare chicchessia. Non è certo che mi faccia problemi. Ma il livello dei montaggi giapponesi non lo si raggiunge quasi mai in Europa, purtroppo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: domenica 17 ottobre 2010, 16:33 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 13 giugno 2008, 20:52
Messaggi: 1568
Località: il paese del sole
pierotecchio63 ha scritto:
E su certi modelli giapponesi di lavoro ce ne è tantissimo. Tanto che se solo uno pagasse il montatore quanto paga la donna di servizio costerebbero sicuramente di più


Questo passaggio in passato è stato ribadito parecchie volte in diverse discussioni, evidentemente è parecchio difficile da metabolizzare, un modello che richiede il tempo di costruzione di 10 autovetture vere (una segmento "C" qualche tempo fa si faceva con 28 ore/uomo di lavoro) può certamente essere criticato se necessario, ma personalmente mi disturbano parecchio certi commenti sprezzanti, chi lavora inevitabilmente sbaglia, come dicono a Bologna a non sbagliare mai sono solo quelli che trascorrono le giornate passeggiando sotto i portici.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: lunedì 18 ottobre 2010, 7:21 
Non connesso

Iscritto il: domenica 23 luglio 2006, 20:49
Messaggi: 5539
Località: un uomo che è stanco della pizza è stanco di vivere
A me disturba l'atteggiamento.
Tutti fanno errori. Ma il pressapochismo non fa parte del modo di pensare giapponese.
E' nel nostro DNA, e quindi siamo portati a pensare che tutti si comportino come faremmo noi in una determinata situazione.
E invito tutti a guardare un diary qualsiasi di Kamimura per capire che livello modellistico hanno i cugini giapponesi.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: lunedì 18 ottobre 2010, 8:41 
Non connesso

Iscritto il: martedì 10 gennaio 2006, 20:05
Messaggi: 2699
Località: Genova e Milano
el panza ha scritto:
pierotecchio63 ha scritto:
E su certi modelli giapponesi di lavoro ce ne è tantissimo. Tanto che se solo uno pagasse il montatore quanto paga la donna di servizio costerebbero sicuramente di più


Questo passaggio in passato è stato ribadito parecchie volte in diverse discussioni, evidentemente è parecchio difficile da metabolizzare

Per chi mai ha montato un modello in vita propria, senza naturalmente fargliene una colpa, sì. IMHO, bien sûr. 8)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: lunedì 18 ottobre 2010, 9:43 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 12:19
Messaggi: 5999
Località: Luce ti nega il sol, o terra, l'erba malvagia
Ma non e' che la stiamo facendo piu' grossa di quello che e'?
Secondo me e' successo che:
:shock: Piero ha postato la foto di una batteria in 1/43 davvero bella.
:( Fofo' ha rilevato che la decal applicata era relativa ad un estintore, ed effettivamente la classe del lavoro stonava con il minuscolo particolare.
:lol: E' nata una caciara.
:evil: Kamimura ha rimpiazzato la decal e aggiunto un delizioso fermo in metallo saldato.

Quindi?
:arrow: questa gente usa normalmente gli ideogrammi, dubito fortemente che la marca di un produttore di estintori che usa lo spelling per esteso della formula dell'anidride carbonica in italiano sia identificabile per quello che e', sono personalmente convinto che volesse omaggiare il committente con una finezza.
:arrow: Adesso lo sa, tutta cultura, vivaddio.
:arrow: Noi si continuera' a fare caciara, perche' la cosa prende.
Besos


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: lunedì 18 ottobre 2010, 11:52 
Connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 12:35
Messaggi: 12344
Località: SINAI
Che ne dite di tornare on topic?


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1505 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 ... 101  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 5 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice