Oggi è martedì 12 novembre 2019, 0:40

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 265 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 18  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: giovedì 31 gennaio 2019, 8:17 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 330
Ciao dopo essermi presentato con l'apertura del topic dell' F40 che sto costruendo e modificando passo passo, condividerei con voi il mio lavoro su una coppia di lancia Delta Integrale Gr.A del campionato del mondo rally 1991 pilotata dalla coppia nostrana Biasion Siviero.
La delta doveva essere una: la mia nella classica livrea Martini, purtroppo a causa della scomparda prematura di un amico, un gruppo di amici mi ha chiesto di montarla e finirla in versione Test come tributo e memoria; le delta sono diventate 2.

Il montaggio e modifica è partito nel giugno dell'anno scorso ed il cantiere più grosso che ho in piedi, inoltre devo cercare di rispettare la scadenza di questo luglio che verrà in quanto ci srà il primo triste anniversario della scomparsa del mio amico Roberto (gran bravo carrozziere e grandissimo fan della Delta)

Se ne avete piacere vi posterò 7 mesi di arretrati dall'inizio sino ad oggi per poi mettermi in pari e postare gli aggiornamenti giorno per giorno.
Se mi date il permesso posterò stile diario, ovvero con descrizione e data e soprattutto i primi giorni sarà un bombardamento di immagini per recuperare il tempo perso.

Se volete inizio, se invece dovesse infastidire o non essere di gradimento non vi è alcun problema


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: giovedì 31 gennaio 2019, 8:44 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 330
4 giugno 2018

Dopo aver vagliato e tagliato alcune scelte nei modelloni che sto facendo (via la mustang, via la Yamaha M1 2016 che non nascondo più avanti di poter riprendere) mi sono fermato a far mente locale sui miei progetti.

Il progetto Golf GTI 1/8 è quasi in pari, se non che per poter andar avanti ora sono costretto ad aspettare tutti gli elementi della carrozzeria per fare prove, sverniciare e poi riverniciare: ovvero se ne parla ad ottobre-novembre


Ho varie collezioni (tutte in 1/8) attive in fase di accumulo:
- Delta al 63%
- Countach LP500 al 45%
- Ferrari 312 T4 al 37%
- Porsche RS 2.7 al 20%

Ho pensato di mettere inizio al progetto delta per 2 motivi: 1) è il modello in stato di accumulo più avanzato e 2) Ho voglia di un soggetto "storico".

All'inizio volevo partire con la 312, ma le ruote coperte e il WRC ha preso il sopravvento.

Ora bando alle ciance, ci sarà un bel pò di lavoro da fare tenedo conto di vari fattori: le mie piccole capacità e lo scarso dettaglio proposto su questo modellone.

Nel prossimo quasi immediato post, comincio a postarvi qualcosa su quello che ho iniziato a fare.

Come premessa posso dire che per questa scala esiste nulla di transkit o miglioria se noN 2 kit prodotti da 2 ragazzi conosciuti sul gruppo FB dedicato alla costruzione di questo modello.
Io ho preso da loro il kit ruote + ventoloni per asfalto e il kit radio + cuffie.

Immagine Courtesy of Hachette Italia

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: giovedì 31 gennaio 2019, 8:45 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 330
4 giugno 2018

Osservando il gruppo e guardando le varie foto ho iniziato a metter mano dai pezzi più grandi e lavorabili.
Il pianale inferiore sembra un Buragone, non che io avrò gran possibilità di renderlo più realistico, ma almeno provo a dargli qualche piccolo dettaglio.

Ho iniziato montando i parafanghi posteriori e li ho stuccati. Nel frattempo mi sono salvato una foto che mostra il pianale da sotto e le varie saldature dei pannelli; se veritiera vorrei aggiungere le weld lines e poi ovviamente riverniciare tutto.

Per il pianale interno, a parte dall'iniziare a lo e riverniciarlo, voglio provare il primo esercizio con eventuale plasticard per vedere se ci sono da aggiungere nervature che mancano o che sono state omesse. A guardarla cosi, anche da profano mi pare molto spoglia. Poi vedendo varie foto (che ho perso) mi pare di aver intravisto delle pedane di kevlar dai piedi del pilota e copilota....ma li mi sa ci arriveremo più avanti.

Ho sentito dire che il pianale (qui diviso tra inferiore e superiore) dovrebbe essere grigio Fiat 683.
Nel frattempo mi sto prendeno le decal in carbon kevlar per rivestire da capo i pezzi forniti da hachette dove la trama proposta da loro è qualcosa di abominevole.
A parte ciò sono tutto occhi e orecchi per capire dove posso migliorare questa icona del rally.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: giovedì 31 gennaio 2019, 8:46 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 330
4 giugno 2018

Ho preso a mano le schede delle istruzioni e ho cominciato a studiare tutti quei particolari che possono essere stuccati.

Ho iniziato dalla linea di scarico e prima di stuccare ho incollato tutti i pezzi utilizzando la CA nei piolini di accoppiamento e l'altra colla nei punti giuntura.
Stessa sorte anche per l'albero di trasmissione e le cuffie dei semiassi posteriori.
Gli innesti delle cuffie e dell'albero sono stati studiati per essere inseriti in dei perni in un metà del differenziale, il differenziale (una volta inseriti questi particolari) viene poi chiuso con le due metà; ma cosi facendo appaiono delle linee di giunzione che sono tra le più brutte che io abbia mai visto nella mia piccola esperienza.
Incollato e stuccato anche tutto il differenziale, per inserire poi cuffie e albero ho pensato di aprire il foro in modo da innestarli, poi una volta montato il tutto (semiassi, gruppo sospensione e il resto dell'albero di trasmissione) non andranno più da nessuna parte.

Altra stuccatura, secondo me doverosa: i vari estintori (io non capisco questo folle scopo di dover dividere per forza dei particolari che starebbero meglio monolitici, se no per lo scopo stesso di allungare il brodo dei numeri da smerciare in edicola)
Li ho incollati e montati delle tubazioni solo per avere l'innesto iniziale al quale vedrò poi come sostituire le tubazioni con qualcosa di più decente.

Ho cartato con 600 ad acqua i pianali. Mi sembrano venuti discretamente, c'è ancora qualcosa da affinare ma almeno mi danno meno senso gioccatoloso.
Il pianale superiore non lo vernicerò come quello inferiore: devo per forza aspettare la scocca e le ruote da asfalto.
Ho bisogno delle ruote e della scocca per:
Calcolare l'altezza da asfalto
Calcolare l'altezza dei sedili per capire se posso (tentare) di riprodurre le nervature su cui si fissano i sedili.


Sto cercando foto in rete ma o sono pirla io non ne trovo di soddisfacenti, ho provato a cercare reference book ma non trovo, oppure sono ignaro della loro esistenza.
Altra ricerca (come sto facendo per la 312T4) è cercare istruzioni di altri kit di montaggio per vedere lo schema dei colori (almeno per averne un idea). So che tra le migliori c'è la Tamiya, ma da quello che ho capito: è possibile che la Delta siamateriale esclusivo di Hasegawa e italeri?
La MFH produce solo la S4 e quindi di istruzioni con indicazioni colori poco o nulla. Mi sto spulciando il forum e mi sono salvato dei topic di costruzione....ma sono comunque "assetato" di libro fotografico da tenermi al fianco per la costruzione.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: giovedì 31 gennaio 2019, 8:47 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 330
4 giugno 2018

Nel frattempo che vado cercando più foto possibili del campionato 1991 (perchè è questo il campionato a cui si rifà questo modello), mi metto a cercare con tutte le chiavi.
Non ultima vado con la targa e ho scoperto ció: la targa TO11981R non è di Miky Biasion ma è bensi lo chassis/ Delta usata da Kankkunen- Piironen al Rothmans rally di New Zeland 1991 e al Rally do Portugal 1991.
Nella foto non si riesce a leggere i nomi sui parafanghi ma di tricolore vedo poco, a me sembra proprio di vedere la bandiera bianca crociata di azzurro finlandese con tanto di n.2 su tabella rally rothmans di nuova zelanda e con Targa TO11981R.
Nell’archivio storico questa targa è registrata a questi 2 rally

Pare che Hachette abbai preso come riferimento un modello di un collezionista dotato di questa targa (ma la targa è palesemente ristampata e senza sigillo RI). QUindi è stata mescolata l'auto di Biasion con un telaio/chassis usato da KKK.

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: giovedì 31 gennaio 2019, 8:48 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 330
5 giugno 2018

Ho ragionato su questo: Pianale non si puó fare, altre parti non si possono montare in attesa di finire il pianale.
E allora mi dico: parto col motore! Ma anche qui c’è da lavorar pesante per togliere l’effetto “BBurago”.
Mi spiace molto perchè la Delta è un’icona italiana e una leggenda nel WRC...ma sto modello non che sia un insulto...ma poco ci manca.

La testata nella zona dove si attacca il collettore di scarico è completamente liscia, non c’è un minimo accenno delle nervature sulla testata e ne un minimo accenno di flangia dei collettori; a montarla cosi sembra una 3 cilindri.
Sul primo condotto del collettore che va alla turbina, manca totalmente il condotto e il foro della 4 luce di scarico che va alla testa.
Il collettore di scarico sulla flangia attacco turbina non ha nemmeno un accenno dei 2 bulloni di attacco.
Sulla turbina (ma questo so che è prentender troppo) non vi è alcun raccordo per la sua lubrificazione....ma almeno la wastegate potevano accennarla.
Il convogliatore nero (che dovrebbe essere in kevlar....poco male) simula la massa radiante dell’intercooler subito davanti: errore. L’intercooler ( e mi vien da ridere) è accennato solo nella parte superiore dove va poi a collegarsi al cassoncino del collettore aspirazione a vederlo da dietro è da mani nei capelli (che son già belli radi)
E non parliamo della fantomatica “seconda batteria” subito dietro al fanale anteriore destro menzionata nelle istruzioni (che in realtà altro che non è un radiatore)

Per non parlare della colorazione tutta nera. Almeno se devi mettere un modello alla portata di tutti (ci sono persone giustamente che la vogliono montare out of box senza stare a modificarla), almeno rispettare un minimo la colorazione.
Segato via la faccia del radiatore che andró a rimettere dietro per costruire o almeno provare a rifare l’intercooler...a cui manca poi l’altro condotto inferiore che va alla turbina. E comunque anche una volta modificato bisognerà aspettare in quanto il convogliatore aria intercooler è fissato contro la traversa anteriore...qui invece no.

La scatola filtro sembrerebbe neanche abbastanza male....una volta rivestita in carbonio.
Il carter di protezione della cassa filtro non l’ho ancora studiato bene, ma prevedo vada in kevlar.

Morale: ci sarà da ordinare del plasticard (è sarà la prima volta) per cercare di dare un pó di dignità a questo povero propulsoreche è un pó molto (troppo scarno)...mi ero abituato bene con il golf (che è fedele al 90%) e al motore della mp4/4 (come paragonare un italeri ad un tamiya)

Comunque dopo aver visto con mano altre 1/8 (tra fatte e che sto facendo sono a quota 8....9 se uscirà la subaru) questa è la peggiore in assoluto.
La mp4/4 è costata, ma ne è valsa la pena: molti particolari sono in metallo e ottimamente riprodotti....qui allo stesso prezzo e scusate il termine poco ortodosso: è una merda.

Io purtroppo non ho le capacità che ho visto qui dentro (e che sembra pura fantascienza) di clonare, costruire, tornire. Proverò con il plasticard e proverò a dare il meglio che riesco....ma questa delta è veramente un volatile per diabetico.

Immagine

Immagine


Immagine


Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: giovedì 31 gennaio 2019, 8:49 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 330
5 giugno 2018

In attesa che arrivi un pó di materiale da Hiroboy per andar avanti con pianale e motore, mi sono messo dietro alla gabbia.

Dopo aver guardato gallerie e spulciato video di restauri e gare su youtube, anche sul rollbar andrebbe fatto dell’extra lavoro: sull’arco del montante centrale ci sono due piastre che si vanno a fissare (credo imbullonate) sull’ossatura del montante centrale della scocca della delta.
Questa delta è una matrioska: guardi video e gallery e saltano fuori un sacco di particolari che mancano e che cercheró e proveró di aggiungere

Ho iniziato a preparare il rollbar (composto di 12 pezzi), eliminando tutte le bave di stampa, ho limato i vari dentini degli incastri sul pianale per fare smonta e monta per le varie prove a secco. Inoltre ho verificato di poter montare il cruscotto una volta che la gabbia sia completa.

Prossimi passi, stuccatura di tutte le varie giunture del rollbar e poi niente. Ci sarà da aspettare la scocca (o carrozzeria) per replicare alla giusta altezza quelle piastre ai montanti.

Morale: si monta poco e non si vernicia una cippa :roll:

E la livrea della carrozzeria a detta di molti pare un mezzo catenaccio a livello di livrea. Staremo a vedere.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: giovedì 31 gennaio 2019, 8:49 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 330
6 giugno 2018

Sono andato avanti stuccando le giunture della gabbia.

Una volta fatto ció, nell’attesa di lavorarci più avanti, ho preso a mano la plancia.

Non trovando foto specifiche e andando ad intuito, ho forato le grigli d’aerazione parabrezza sulla parte anteriore del cruscotto. Cerchero di recuperare una lima quadra per rifinire meglio gli angoli.
Una volta finito ció, mi son messo dietro al cruscotto vero e proprio, ho iniziato a staccare i manettini in modo poi da poterlo riverniciare con un nero che tenda a fare un effetto rugoso per imitare la trama del cruscotto originale.
Poi mi sono messo a cercare foto per vedere i vari pannelli strumentazione montati sull’auto da gara...e qui partono i dubbi amletici.
Al mio dubdio del "Non sono sicuro che l’auto 1991 montasse già il quadro digitale, a me sembra di vederla sempre con la strumentazione analogica montata su un pannello sagomato di alluminio", mi è stato risposto che nel corseo del 1991 la situazione della strumentazione sia stata ibrida. Ovvero al monte avrebbe corso con la analogica e a Sanremo (fine stagione 1991) avrebbe già corso con la strumentazione digitale stile evo.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: giovedì 31 gennaio 2019, 8:50 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 330
6 giugno 2018

Ieri ho che ho scritto a Biasion (poi vedremo se mi risponderà) per chiededergli se esiste un libro da comprare per foto e gli ho scritto anche per togliermi il dubbio sulla strumentazione;
Strumentazione checome già detto: a quanto pare nel 1991 (anno di transizione tra l'integrale e la evo) sia stata implementata a metà stagione sulle integrali. Pare che al Monte del 91 si dice fosse analogica, mentre a sanremo digitale.
Comunque ho scritto a lui e vediamo mai se mi risponderà.

Inoltre condivido una triste notizia: un caro ragazzo facente parte del gruppo FB (con il quale spesso mi sentivo in quanto carrozziere, grande appassionato di Rally e Delta e in contatto anche con la Cecomp) è scomparso prematuramente per un brutto male. Io e altri membri del gruppo ci siamo offerti di terminargli la collezione e successivamente il gruppo mi ha chiesto di montarglierla per poi darla a tributo alla memoria della sua famiglia. Cercherò di dare il meglio per montarla.
Tornando a questa bestia bianca:

Ho voluto aprire le feritorie della bocchetta di aereazione, poi una volta capito per bene questo cruscotto gli darò una verniciata in nero cercando di dargli l'effetto venato o raggrinzato.

Ho iniziato i dischi dei freni. Stavolta (non come sulla mclaren) li ho accoppiati e stuccati per cercare di renderli monolitici e più credibili

Una volta fatto ciò gli ho dato una mano di flat alluminium, poi riguardando le foto ho cercato di fare al meglio le scanalature (quelle che servono se non ricordo male per mantenere il ferodo sempre pulito)
Una volta fatto ciò ho dato una mano di light gun metal (non ho fatto foto). nella sezione delle alette autoventilanti darò una mano di nero e poi andrò di polveri wheatering per dargli più profondità.
Una volta che il tutto sarà pronto, ripasserò i fori col trapano a mano e un ultimo lavaggio misto sia di black che brown panel accent.

Ho misurato il mozzo del disco e misura 10mm,cercherò una rondella svasata (se esiste) per cercare di ricreare il mozzo centrale del disco.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: giovedì 31 gennaio 2019, 8:51 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 330
7 giugno 2018


Dopo la base di TS 42 (light gun metal) con del xf1 (matt black) ho verniciato la sezione del disco dalla zona delle alette autoventilanti.

Una volta asciutto con la polvere marrone del wheatering tamiya ho cominciato a ombreggiare il nero nella parte autoventilante e infine ho fatto due lavaggi con il tamiya black panel e poi il brown panel cercando di riprodurre la zona del disco che si impolvera del ferodo.

Poi con la polvere silver tenendo fermo il pennellino e ruotando il disco ho cercato di lumeggiare la pista frenante.

Non sarà il miracolo, ma almeno è meglio che da origine. Nel frattempo un ragazzo che fa 1/8 come me mi ha consigliato vivamente le poleri Uschi van den Rosten, che ho visto che sono qualcosa di favoloso.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine



Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: giovedì 31 gennaio 2019, 8:52 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 330
8 giugno 218

Tra ieri pomeriggio e sera ho iniziato il lavoro sul pianale, ho cercato di riprodurre le linee di saldatura con le weld lines della top studio. Con il milliput ho rimodellato parte del pianale centrale. Mi sono rifatto come a modello ad una foto di un pianale nudo girato dove si vedono abbastanza bene le linee di saldatura

Più avanti monteró provvisoriamente la trasmissione per vedere gli ingombri sui parafanghi interni, in modo da capire se ho spazio per rimodellare con il milliput gli interni.
Con dei listelli di plasticard poi proveró a ricreare le venature di rinforzo interne ai passaruota.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: giovedì 31 gennaio 2019, 8:53 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 330
9 giugno 2018


Premetto che è La prima volta che mi cimento con l’autocostruzione, e cerco di fare il meglio che posso e riesco

Ho segato via il supporto asta olio dal coperchio punterie (in origine viene messo il monchino dell’asta senza alcun criterio) e proveró con del filo di ferro a rifare l’asta olio che si inserisce nel monoblocco.
Con del plasticard ho cercato di riprodurre la nervatura della testa sulla zona coperchio punterie.
Ho cercato di riprodurre le flange di accoppiamento del collettore di scarico sulla testa.

Ho fatto il 4 foro per il 4 condotto di scarico. Con del tubo di ottone cercheró di riprodurmi il 4 collettore di scarico.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Ho preso un listello di plasticard e ricreato le 4 nervature dalla flangia collettori. Aspetto che tutto sia bello saldato e poi li abbasseró.

Da un tubetto di ottone ho ricavato il 4 condotto, ho smussato il collettore di scarico e improntato con della colla CA il punto di congiunzione.

Daró un passata di colla epossidica e poi con stucco e plasticard cercheró di riprodurre la curvatura del quarto condotto.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: giovedì 31 gennaio 2019, 8:54 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 330
11 giugno


Parlando con amici modellisti, anzichè ad andare a complicarmi la vita con il tubo di ottone ,ho rifatto il quarto condotto con uno spezzone di sprue.
Con una lamina di plasticard ho costruito la flangia dove cercheró di mettere il 4 bullone.
Ho eliminato il piolo interno che serve a posizionare la turbina in modo da spostare più esternamente il turbo per poter ricreare con del filo di stagno i condotti della lubrificazione della turbina.
Ho forato il monoblocco per inserire il primo condotto di lubrificazione che parte dal motore e finisce in turbina.
Ho forato poi il supporto filtro olio per ricreare l’altro condotto di lubrificazione che va dal turbo al supporto filtro olio.
Sempre con dello stagno ho rifatto l’asta olio a cui poi attaccheró il mozzicone di asta fornito dal kit e a alla quale cercheró di costruire la staffa che la tiene ferma alla testa.
I tubi sono solo improntati, poi dalle foto cercheró con termorestringente di riprodurre i vari manicotti, ma almeno come linea primordiale dei condotti direi che ci siamo.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: giovedì 31 gennaio 2019, 8:55 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 330
11 giugno 2018


Ho cominciato a guardare la zona posteriore del motore e hachette ha riproposto il collettore d’aspirazione con la flangia separata dai collettori e sempre i collettori separati dal cassoncino di aspirazione, quando invece nella realtà è unico pezzo monolitico(prevedo utilizzo abbondante di milliput per attaccare il cassoncino ai collettori).
Tra putty e CA ho unito la flangia ai collettori e stuccato i collettori stessi che erano divisi in 2

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Sempre tra CA e putty ho chiuso i fori delle viti che uniscono le 2 metà del monoblocco, inoltre tra cutter e seghetto da plasticard ho inciso la linea della testa che si separa dal monoblocco.

Immagine

Immagine

Ho inziato a stuccare la linea di separazione sul carter della distribuzione e a concentrarmi sul quel lato dove ci sono delle mancanze (sopratutto per quanto riguarda l’alternatore

Immagine

Immagine

L’alternatore è stato riprosto a sogliola, dovró inventarmi qualcosa per creare il pezzo mancante che sta dietro al monoblocco

Immagine

Poi iniziamo con l’arcano della tubazione che a rigor di logica mi sembra dell’impianto di raffreddamento. Parte dalla zona pompa acqua, sale e termina senza un perchè nella parte alta laterale dietro al coperchio punterie.

Immagine

Immagine

Immagine

Ora studiando le foto, ma chiedo conferma a voi prima di procedere, mi sembra che questo raccordo si colleghi ad una tubazione che scende dietro e va ad infilarsi a lato del carter distribuzione.

Immagine

Immagine

Immagine

Altro tubo di lubrificazione (credo) è quello che parte dal monoblocco e va dove? (Nella foto reale è il tubo zincato giallo)

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Delta Integrale WRC 1991 + Delta "Test" WRC 1991
MessaggioInviato: giovedì 31 gennaio 2019, 8:58 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2019, 10:22
Messaggi: 330
12 giugno 2018


Con il plasticard ho cercato di dare una dignità a quell’insulto di intercooler

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Dopo aver puntato le 2 paratie latarali ho diviso l’intercooler dal convogliatore, ho ricosrutito il fondo. Ho tagliato l’occhiello del piolo sul convogliatore per poi inserire l’intercooler rifatto.

Immagine

Immagine

Una volta volta fatto ció ho costruito la schiena dell’intercooler con del plasticard da 0.3 per dare un pó di rigidità. Ho sagomato il pezzo per riuscere poi a reinserirlo
Nel concogliatore stesso

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Una volta incollato il tutto ho ricontrollato se tutto si accoppiava. Poi riempiró il condotto cavo dell’intercooler che si congiunge all’aspirazione.
Ho trovato della rete metallica su aliexpress a niente in varie densità di trama. Una volta che arriverà rifaró la faccia sia interna che esterna dell’intercooler

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Prima di rivestire il convogliatore dovró aspettare la traversa del radiatore per vedere se dovró riprofilare o ricostruire la sagoma del convogliatore.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 265 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 18  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice