Oggi è giovedì 17 ottobre 2019, 20:02

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 21 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Carlo Villanova
MessaggioInviato: giovedì 12 gennaio 2012, 23:40 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 13:31
Messaggi: 9862
Località: Firenze
Qualcuno si ricorda di Carlo Villanova? Ricordo delle foto di suoi montaggi apribili su base AMR dei primi anni ottanta, forse addirittura su Autosprint, ma i miei ricordi si fermano qui. Un collega collezionista me lo ha nominato stasera e questo nome mi ha fatto emergere delle vaghe rimembranze ma poco più...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carlo Villanova
MessaggioInviato: venerdì 13 gennaio 2012, 9:04 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 3 febbraio 2011, 17:24
Messaggi: 1158
Ricordo vagamente la GTO del pilota Nando Pagliarini su base Ruf con il motore.......o avrò fatto colazione con il cognac????


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carlo Villanova
MessaggioInviato: venerdì 13 gennaio 2012, 9:30 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:35
Messaggi: 25997
Località: Ai confini della realtà
Lo ricordo molto bene ma ne ho perso le tracce.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carlo Villanova
MessaggioInviato: venerdì 13 gennaio 2012, 11:46 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 13:31
Messaggi: 9862
Località: Firenze
Qualche altro dettaglio, se possibile? Di dov'era, fino a quando ha lavorato (più o meno)... io, come ho detto, ricordo alcune GTO apribili su base AMR.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carlo Villanova
MessaggioInviato: venerdì 13 gennaio 2012, 11:57 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:35
Messaggi: 25997
Località: Ai confini della realtà
Vado un po' a memoria.
Se hai il Mini Autosprint del Novembre 1981, vai alle pagine 46 e 47.
Se non ricordo male, gli speciali fotografati erano opera sua.
Purtroppo non rammento altro.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carlo Villanova
MessaggioInviato: venerdì 13 gennaio 2012, 12:02 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:35
Messaggi: 25997
Località: Ai confini della realtà
Essendo grande amico di Brianza, credo venisse dalla stessa zona.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carlo Villanova
MessaggioInviato: venerdì 13 gennaio 2012, 12:05 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:35
Messaggi: 25997
Località: Ai confini della realtà
Se hai il TSSK n°24, a pagina 49 trovi due foto della GTO con il cofano apribile.
Qualcuno che ora dimora sull'Aventino potrebbe illuminarti con maggiori dettagli.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carlo Villanova
MessaggioInviato: venerdì 13 gennaio 2012, 12:16 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 13:31
Messaggi: 9862
Località: Firenze
ecco dove l'avevo visto, grazie. Mini Autosprint e TSSK #24.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carlo Villanova
MessaggioInviato: martedì 17 gennaio 2012, 12:41 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 11 novembre 2009, 14:30
Messaggi: 242
Località: Torin-ello
Buongiorno a tutti,
Carlo è nato ed ha vissuto a Torino per molto tempo. Ha sempre "pensato alla grande" rispetto a noi comuni mortali: ancora oggi ricordo la sua seconda macchina, poco più che diciottenne, una splendida Ferrari Daytona bianca, colore inusuale per l'epoca, normalmente parcheggiata in Via Piazzi. Le ultime notizie lo danno nel cuneese dove ha ristrutturato un convento abbandonato.
Non ho informazioni più recenti.
Saluti a tutti. Miki-Paki.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carlo Villanova
MessaggioInviato: mercoledì 18 gennaio 2012, 17:40 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:35
Messaggi: 25997
Località: Ai confini della realtà
A diciotto anni guidava già una Daytona?
:shock:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carlo Villanova
MessaggioInviato: venerdì 27 gennaio 2012, 13:54 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 23 gennaio 2012, 16:11
Messaggi: 2
Ciao amici,sono Carlo Villanova.
Qualcuno mi cercava? Posso fare qualcosa per voi?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carlo Villanova
MessaggioInviato: venerdì 27 gennaio 2012, 14:51 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:35
Messaggi: 25997
Località: Ai confini della realtà
Buongiorno Carlo e benvenuto.
Come antipasto, potresti servire la curiosità di DDT...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carlo Villanova
MessaggioInviato: venerdì 27 gennaio 2012, 22:27 
Non connesso

Iscritto il: domenica 23 luglio 2006, 20:49
Messaggi: 5539
Località: un uomo che è stanco della pizza è stanco di vivere
A me risultava che Carlo avesse montato dei modelli per collezionisti di Tornio e anche per Francesco Polidori a Milano.
Nel porgere il benvenuto a Carlo gli chiedo se gli risulta.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carlo Villanova
MessaggioInviato: lunedì 6 febbraio 2012, 14:25 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 23 gennaio 2012, 16:11
Messaggi: 2
Umberto ha scritto:
Buongiorno Carlo e benvenuto.
Come antipasto, potresti servire la curiosità di DDT...

Ciao amici,
Scusate il ritardo nel rispondere,ma non guardo spesso il "cervello elettronico" (noi vecchi siamo abituati a chiamarlo così).
Da un po' di anni ho smesso di fare modelli,che mi erano venuti a nausea.Ogni GTO che montavo mi richiedeva una montagna di ore ed alla fine non mi divertivo più.All'epoca il livello dei montati era generalmente molto basso e c'era molta richiesta per dei lavori fatti bene.C'erano pochissimi accessori disponibili e tutto andava fatto a mano,con grande dispendio di tempo.Adesso è tutto cambiato.Anche solo i modelli delle edicole sono bellissimi.La serie delle Abarth mi ha conquistato il cuore.
All'epoca ho montato per tanti collezionisti,ma di molti non conoscevo i nomi,fornendoli tramite negozi. Ho anche avuto delle belle soddisfazioni. Per esempio,una volta,ad una borsa in Germania (dove vissi per due anni),conobbi un ragazzo americano che si innamorò dei miei modelli.Lo reincontrai qualche tempo dopo ad una borsa a Torino e mi disse che suo padre era in Italia e mi chiese se avrebbe potuto portarlo a casa mia per vedere i miei modelli.Naturalmente acconsentii ed alla sera venne da me un signore molto distinto dai capelli bianchi che apprezzò molto il mio lavoro.Lo invitai a cena,ma disse di non potere,dovendo andare a cena con Pininfarina.Gi proposi allora la sera successiva,ma disse di dover andare a cena con Bertone e la sera successiva con Giugiaro. Niente da fare. Dopo tre giorni,doveva rientrare negli Stati Uniti.
Pochi giorni dopo,sfogliando una rivista di design automobilistico,vidi una foto di quel signore:era in piedi a braccia conserte,circondato da prototipi della General Motors.Era Charles Jordan,capo del design della General Motors! Non mi aveva detto niente durante la sua visita!
Neanche a farlo apposta,il giorno dopo,ricevetti una bellissima lettera su carta intestata "General Motors-Office of Chief of Design" (che conservo gelosamente),nella quale mi ringraziava per avergli mostrato i miei lavori e nella quale diceva testualmente "non ho mai visto dei modelli montati con la cura e l'abilità dei tuoi e spero di poterne aggiungere presto uno alla mia collezione. Nel frattempo,se c'è qualcosa che posso fare per te da questa parte dell'oceano atlantico,fammelo sapere. Tuo Charles Jordan". Ma vi rendete conto? Per me fu una soddisfzione enorme!
In quanto alla mia Daytona,avevo già 22 anni e non 18 e all'epoca,costava così poco! L'avevo comperata vendendo la mia collezione di giocattoli antichi che avevo messo insieme girando le vecchie cartolerie ed i vecchi negozi di giocattoli,trovando cose che adesso costano migliaia di euro,come fondi di magazzino abbandonati nel retrobottega.
Ho anche avuto una bella collaborazione con il povero Carlo Brianza e con Vincenzo Bosica per realizzare,per conto di un cliente tedesco,una serie di Auto Union 12 cilindri in scala 1/10.
Il modellismo è stato molto importante per me,in passato.Adesso è un capitolo chiuso.Compro però con gioia le meraviglie della CMC,della Exoto e delle altre case che producono in scala grande.Producono modelli che mi lasciano ogni volta a bocca aperta,di un livello irraggiungibile artigianalmente.Non riesco a capire come riescano ancora a sopravvivere i costruttori di modelli speciali da centinaia di euro.Mah!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Carlo Villanova
MessaggioInviato: lunedì 6 febbraio 2012, 18:48 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 25 agosto 2011, 17:34
Messaggi: 1533
...ah beh! avevi "già" 22 anni.....volevo ben dire io.... :evil: :evil: :lol: :lol:


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 21 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice