Oggi è martedì 31 marzo 2020, 21:15

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 979 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 66  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: I modelli del B.I.B.
MessaggioInviato: martedì 1 ottobre 2013, 21:32 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 luglio 2013, 9:11
Messaggi: 5251
Località: Savona
Proverò a sfamare un po' Casper. Per Piero Tecchio, a giudicare da come ha definito la località nel suo profilo, e, sul piano metaforico, dai suoi modelli, temo ci sia poco da fare...
L' Alfa Bimotore del 1935 è, credo, la prima...Ferrari! Infatti fu costruita a Modena dalla scuderia che fino ad allora aveva solo gestito le Alfa Romeo. Certo, i motori erano Alfa, ma il progetto e la costruzione erano Ferrari.
Il modello deriva da uno dei primi F.D.S. ed è stato rimontato in tempi più recenti, più o meno insieme al Tarf II. Monta ruote Brumm e riproduce la versione giunta 2^ al G.P. dell' Avus del 1935 con Louis Chiron, miglior piazzamento ottenuto dalla vettura.
Il kit permetteva, in teoria, di realizzare anche la versione da record, ma quest' ultima aveva una profilatura della carrozzeria diversa dalla versione da Gran Premio.
Alcuni particolari, come il volante e due lobi della mascherina, sono stati ricostruiti.
La verniciatura è abbastanza corretta per quanto riguarda il tono del rosso, ma è troppo lucida. Ho messo a fianco, per confronto, una tipo B della Alfa Romeo Collection semilucida, che credo sia corretta. In quest' ultimo modello ho ristretto le carreggiate, troppo larghe, e ho spostato leggermente i due n.8 sui fianchi, per trasformare l' originale vincente alla Coppa Acerbo 1932 nella vincente al G.P. d' Italia 1932 con Tazio Nuvolari.


Allegati:
Alfa Bimotore 005.jpg
Alfa Bimotore 005.jpg [ 182.76 KiB | Osservato 6893 volte ]
Alfa Bimotore 004.jpg
Alfa Bimotore 004.jpg [ 179.29 KiB | Osservato 6893 volte ]
Alfa Bimotore 002.jpg
Alfa Bimotore 002.jpg [ 171.75 KiB | Osservato 6893 volte ]
Alfa Bimotore 001.jpg
Alfa Bimotore 001.jpg [ 164.67 KiB | Osservato 6893 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I modelli del B.I.B.
MessaggioInviato: martedì 1 ottobre 2013, 22:07 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 luglio 2013, 9:11
Messaggi: 5251
Località: Savona
Cambiamo genere di vettura e cambiamo anche marca. La D.G. (che credo stesse per Dave Gilbert ) debuttò con una serie di Austin 7 del 1925, la prima delle quali fu il piccolo torpedo di seguito illustrato.
Il montaggio è standard, verniciata a pennello escluso l' azzurro. Probabilmente aggiunsi il parabrezza in due parti e il piccolo tergicristallo.
Aggiungo anche una Adler Trumpf del 1937 della P Models, ma questa è una " factory built", con un maldestro tentativo di aggiunta di vetri.
Tratti dal mio quasi cinquantenne registro, i prezzi di allora dei kits finra illustrati:
Auto Replicas Bugatti £ 4500
F.D.S. Tarf £ 6000
J. Day Duesemberg £ 4500
P Stanley Sunbeam £ 2700
P Stanley Auto Union A £ 5000
J. Day Auto Union C £ 5000
F.D.S. Bimotore £6000
DG Austin 7 £ 3500
P Models Adler £ 13000 ( Montata )
Buona notte a tutti!


Allegati:
Alfa Bimotore 008.jpg
Alfa Bimotore 008.jpg [ 200.71 KiB | Osservato 6888 volte ]
Alfa Bimotore 007.jpg
Alfa Bimotore 007.jpg [ 207.57 KiB | Osservato 6888 volte ]
Alfa Bimotore 006.jpg
Alfa Bimotore 006.jpg [ 224.05 KiB | Osservato 6888 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I modelli del B.I.B.
MessaggioInviato: martedì 1 ottobre 2013, 22:57 
Non connesso

Iscritto il: domenica 11 marzo 2012, 12:53
Messaggi: 1707
Località: Milano
Prologo: i John Day sono stati i miei primi kit seri (per allora) seguiti poi da tutti gli altri.
Quindi, praticamente tirato per la barba, soddisfiamo un po' la fame di Carlo mentre non è possibile accontentare il Doc.
Un'ulteriore precisazione di cui tutto sommato non sono pentito: la maggior parte dei miei John Day e tutti i Paddy Stanley, FDS et similari sono stati esauriti per le vie brevi nelle discariche comunali. Ho salvato giusto qualche Auto Replicas, alcuni John Day a cui sono particolarmente affezionato ed ho tenuto per onor di firma un Paddy Stanley.
Bene chiarito questo, allego qualche santino a ricordo di 40 ed oltre anni fa (poi magari se ne ritrovo altri ci rivediamo).


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I modelli del B.I.B.
MessaggioInviato: martedì 1 ottobre 2013, 23:29 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 23 settembre 2011, 22:47
Messaggi: 3754
Località: chi vola vale, chi vale vola, chi non vola è un vile
Grazie a Marco e a Franco per questa carellata di pregevoli e affascinanti modelli dal sapore antico e un po' ruspante, perchè in noi appassionati che abbiamo superato i 5/6 ...anta fanno rivivere i lontani tempi pioneristici dei primi metal kit del grandissimo John Day, di Paddy Stanley e anche del nostro Francesco De Stasio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I modelli del B.I.B.
MessaggioInviato: mercoledì 2 ottobre 2013, 8:40 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 16:21
Messaggi: 8618
francog1949 ha scritto:
Avrò sempre negli occhi i kit John Day montati da Fadini esposti da Koelliker a Milano in P.za San Babila e il ricordo della corsa in treno a Parigi per acquistarli e l'attesa delle prenotazioni da Zeppelin (di Emilio Re e Carlo Brianza) per avere quelli che Aldo Zana importava personalmente.
Non mi risulta che Aldo importasse i John Day (il primo a importarli in Italia fu
Giorgio Nada) mentre Zeppelin, dopo la gestione di Angelo Brescianino venne gestito dal trio (in rigoroso ordine alfabetico) composto da Enrica Moro, Emilio Re e Gigi Steffenini.
Emilio si unì in "matrimonio commerciale" con la famiglia Brianza negli anni Novanta con il negozio in via Biondi
di cui non ricordo più il nome. Un filetto di branzino, please!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I modelli del B.I.B.
MessaggioInviato: mercoledì 2 ottobre 2013, 10:01 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 14:57
Messaggi: 8095
Località: Milano
Grazie per i "piatti" ottimi e abbondanti: in attesa di condividere una pizza alle cretins dinner (ma gli attuali impegni di lavoro non mi sono favorevoli, ahime... :( ), non posso che ammirare i risultati ottenuti da quei malloppi di piombo che erano i modelli di allora!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I modelli del B.I.B.
MessaggioInviato: mercoledì 2 ottobre 2013, 13:29 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 luglio 2013, 9:11
Messaggi: 5251
Località: Savona
E' incredibile quanto pesi in particolare la Bimotore. Praticamente un lingotto ( anzi due, perché è formata da due parti ) di piombo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I modelli del B.I.B.
MessaggioInviato: mercoledì 2 ottobre 2013, 14:05 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 luglio 2013, 9:11
Messaggi: 5251
Località: Savona
Torniamo alla Gallery ( ih! ih! ih!...mi sto montando la testa...)
Qualche anno dopo, siamo nel 1978, la qualità è migliorata nettamente. Debutta Franco con questa March 711 2^ al G.P. di Monaco 1971 con l' inimitabile Ronnie Peterson.
Anche il prezzo migliora, siamo a 16500£ per il kit.


Allegati:
March 711-1.jpg
March 711-1.jpg [ 216.06 KiB | Osservato 6821 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I modelli del B.I.B.
MessaggioInviato: mercoledì 2 ottobre 2013, 15:21 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 luglio 2013, 9:11
Messaggi: 5251
Località: Savona
Ancora un J. Day, ma con ruote MRF, Mercedes W 196 "sigaro". Per seguire Ugo Fadini scelsi la vincente al G.P. di Gran Bretagna 1955 di Stirling Moss. Che incubo lo scozzese dei sedili, riprodotto con pennello e Rapidograph.


Allegati:
Mercedes 1955 001.jpg
Mercedes 1955 001.jpg [ 170.6 KiB | Osservato 6811 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I modelli del B.I.B.
MessaggioInviato: mercoledì 2 ottobre 2013, 15:22 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 16:21
Messaggi: 8618
marconolasco ha scritto:
Qualche anno dopo, siamo nel 1978, la qualità è migliorata nettamente. Debutta Franco con questa March 711 2^ al G.P. di Monaco 1971 con l' inimitabile Ronnie Peterson.
Anche il prezzo migliora, siamo a 16500£ per il kit.
Eh per forza! Costavano 3/4 volte un
Paddy Stanley e valevano 10/20 volte un Paddy Stanley.
Quì siamo di fronte a una vera e propria rivoluzione; di cui, posso dire, fui in parte protagonista.
Decidemmo di fare un paio di F.1 con Andrè Marie Ruf (e il suo-di-allora-collaboratore Jean-Pierre Viranet).
Cioè quanto di meglio potesse offrire la scala 1/43 in quell'epoca.
Il risultato fu vedere realizzati un paio di automodelli F.1 fra i migliori mai realizzati in assoluto.
La March 711 che vedete e la Penske di Donohue del 1976.
Due automodelli che, 35 anni dopo, sono ancora modernissimi; lo stesso Jean Pierre potrebbe prenderli e realizzarli per Spark cambiando due cose.
Detto questo ... che era necessario ... devo anche aggiungere che questo thread sta diventando una sorta di contrapposizione al 3D dei Montatori Giapponesi.
Uno spazio che, grazie a Marco, questi automodelli meritano in assoluto e che, anche, accontenta quei tanti che strillavano "alla semplicità" (a proposito, dove sono finiti gli strilloni?).


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I modelli del B.I.B.
MessaggioInviato: mercoledì 2 ottobre 2013, 15:41 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 luglio 2013, 9:11
Messaggi: 5251
Località: Savona
Non c' erano solo i kits. Anzi, prima c' erano le elaborazioni, poi vennero i kits. Solido, però, ancora a fine anni '70, propose alcune guide per elaborare i propri modelli, molto dettagliate e complete di fogli di decals. Propongo la Mirage Gr 7 2^ alla 1000 km del Nurburgring 1975, derivata dalla M6 di serie del 1972, che affianco per confronto.
Con questa elaborazione partecipai a una edizione del concorso annualmente indetto dal Club Genova sulle 4ruotine, un animatore del quale era un certo Angelo Antelmi, all' epoca carrozziere e modellista ( eccellente ) per hobby, e vinsi il 2° premio, non tanto per la qualità del lavoro, ma, mi fu detto, per il gran numero di modifiche rispetto all' originale.


Allegati:
Mirage-3.jpg
Mirage-3.jpg [ 189.37 KiB | Osservato 6808 volte ]
Mirage-1.jpg
Mirage-1.jpg [ 220.94 KiB | Osservato 6808 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I modelli del B.I.B.
MessaggioInviato: mercoledì 2 ottobre 2013, 16:01 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 luglio 2013, 9:11
Messaggi: 5251
Località: Savona
Chiudo, per ora, con un omaggio a chi ha reso possibile a me, ma credo anche a tantissimi altri, approfondire la conoscenza di questo meraviglioso mondo.
I fratelli di Loano di cui parlavo prima, infatti, non si limitavano a "trafficare" in macchinine, ma anche libri, riviste ecc, ma le producevano anche, in varie serie e materiali.
Propongo un modello in resina e uno in metallo bianco di Tron.
Il primo, di fine anni '70, è l' Osella PA 5 ritirata alla 24 h di Le Mans del 1977, al quale bisognava scavare l' alloggiamento dei fari.
Il secondo, degli anni '80, è l' Opel Ascona 1^ al Rally di Montecarlo del 1982 con il grandissimo Walter Rohrl. Vorrei dedicare questo modello a Luca91rally, iscritto da luglio al forum, raro giovane appassionato di modelli da rally, pressocchè scomparso dopo un inizio scoppiettante, Luca, fatti vivo!
...scusate...ho mescolato le foto...


Allegati:
Opel-2.jpg
Opel-2.jpg [ 202.59 KiB | Osservato 6803 volte ]
Osella-1.jpg
Osella-1.jpg [ 203.11 KiB | Osservato 6803 volte ]
Opel-1.jpg
Opel-1.jpg [ 204.02 KiB | Osservato 6803 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I modelli del B.I.B.
MessaggioInviato: mercoledì 2 ottobre 2013, 16:11 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 16:21
Messaggi: 8618
marconolasco ha scritto:
Vorrei dedicare questo modello a Luca91rally, iscritto da luglio al forum, raro giovane appassionato di modelli da rally, pressocchè scomparso dopo un inizio scoppiettante, Luca, fatti vivo!
Grazie delle tue belle parole, Marco. Sempre scaldano il cuore e mi ricordano che, nonostante alcuni guastatori, non abbiamo fatto cose mediocri. Ma non sono quì per rinfocolare una polemica cretina ma per lanciare un appello a Chi-l'Ha-Visto ... dove è Luca?? LUCAAAAAAAA ... lascia perdere la gnokka e torna da noi ... LUCAAAAAAAAAAAAAAA


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I modelli del B.I.B.
MessaggioInviato: mercoledì 2 ottobre 2013, 17:01 
Non connesso

Iscritto il: domenica 7 settembre 2008, 9:37
Messaggi: 315
Località: Rovigo
Un lavoro più bello dell'altro! COmplimenti! Stupende le due Alfa e le Mirage! Tra l'altro mi hai fatto venire in mente che ce l'ho anche io un kit John Day! Me lo regalò un conoscente qualche anno fa...E' una Lotus 72 (credo... :roll: ) ...Le decals si sono totalmente coriandolizzate :lol: :lol: ....Chissà quando (e se) lo monterò :roll:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I modelli del B.I.B.
MessaggioInviato: mercoledì 2 ottobre 2013, 20:52 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 luglio 2013, 9:11
Messaggi: 5251
Località: Savona
Grazie ancora Blackie! Quanta fatica per fare quelle feritoie di sfogo sui parafanghi della Mirage, per poi annegarli in litri di vernice! Io però ho montato solo una delle due Alfa, la Bimotore. La tipo B è un' edicoloso con pochissime modifiche.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 979 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 66  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Baidu [Spider] e 13 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice