Oggi è venerdì 16 novembre 2018, 19:56

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3016 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 202  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non solo
MessaggioInviato: giovedì 18 giugno 2015, 14:42 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 13:31
Messaggi: 9836
Località: Firenze
Viste le difficoltà di spostare le pur interessanti pagine sugli obsoleti dal thread degli ultimi acquisti, ne apro io uno nel quale si potrà continuare a discutere e a raccontare storie nello spirito di quanto emerso nell'altro filotto. Postate quindi in questo thread le vostre storie antiche (o anche recenti), riguardanti modelli di un tempo, ma soprattutto riguardanti lo spirito di un tempo e i ricordi che affiorano dal ritrovamento di modelli, fogli, quaderni e cimeli vari. Ok?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: giovedì 18 giugno 2015, 14:57 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 luglio 2013, 9:11
Messaggi: 4719
Località: Savona
Avevo aperto un thread simile prima di aver visto questo, quindi l' ho cancellato.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: giovedì 18 giugno 2015, 15:00 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 13:31
Messaggi: 9836
Località: Firenze
ah, ok mi dispiace! Non l'avevo visto!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: giovedì 18 giugno 2015, 15:06 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 16:21
Messaggi: 7657
... si ... mi piace ... peccato non si possano riportare "da questa parte" le ultimi paginette dell'Ultimo
Acquisto ... i reportages in moto dello Zio erano ... gustosi ... anche se quasi mai andava in goal, vista
la penuria di palanche :(


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: giovedì 18 giugno 2015, 15:29 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 luglio 2013, 9:11
Messaggi: 4719
Località: Savona
Inauguro il thread riproponendo l' acquisto della mia n. 1, che ho cancellato dall' altra parte.
Dunque, era il 1962, sei anni circa...una mia zia senza figli decide di farmi un regalo...il giorno dopo siamo nel negozio più fornito di Corgi Toys di Savona e scelgo un VW Combi...l' avevo visto pubblicizzato su di un fumetto e conoscevo quello vero...uscendo dal negozio rimango però folgorato da una macchina d' oro, che costava esattamente come il VW, 650 £....torno dentro e chiedo di cambiarlo con quella Studabaker, che parteciperà a molte gare, come si vede dai segni, e subirà anche un maldestro tentativo di restauro...
Decenni dopo sarà sostituita da un' altra Golden Hawk, questa volta Dinky-Lesney in vera scala 1/43 e finirà a riposarsi su di un Carrimore Ford H sempre Corgi Toys.


Allegati:
Studebaker 001.jpg
Studebaker 001.jpg [ 161.43 KiB | Osservato 17759 volte ]
Studebaker 002.jpg
Studebaker 002.jpg [ 160.99 KiB | Osservato 17759 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: giovedì 18 giugno 2015, 15:35 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 14:57
Messaggi: 7686
Località: Milano
Bene, allora è il momento del mio ricordo di Arenzano, vacanze dei Morti 1968. C'era nel carrugio un negozio di quelli che si trovavano solo in Liguria: vendeva qualsiasi cosa, credo che mio padre ci abbia comprato la mascherina di gomma per la sua 1100 blu pavone,la prima automobile che ho guidato e che aveva il difetto di... non scaldare in inverno. Milano-Tortona a singhiozzo, poi un meccanico della concessionaria Fiat che infila un giornale davanti alla griglia del muso e l'auto torna a funzionare...
Scusate,faccio come il dottor Divago. Dunque, nella vetrina esterna del negozio c'era una vera e propria parete di Dinky Toys inglesi, con e senza vetri, assolutamente senza interni- E io, ragazzino già impallinato, vedevo il grande AFFARE della vita: comprare obsoleti e farne tesoro.
Piantonai la vetrina e, complice l'onomastico e un anticipo sulle mance dei nonni, strappai due Studebaker, una coupè e una President berlina, e una Peugeot 403 familiare. Anzi, la coupè me la regalarono gli amici con cui trascorrevamo la vacanza, accompagnata addirittura da una poesiola in dialetto...
Alla vacanza successiva fu la volta di una una Singer Gazelle con vetri e una Vauxhall Cresta. Poi, ne sono certo, passò qualche milanese facoltoso che comprò tutta la vetrina, perché la miniera, a Natale 1970, era esaurita.
Le scatole sono finite chissà dove quasi subito, i modelli sono in vetrina ancora: due in condizioni originali, le altre ridipinte e restaurate in epoche successive dopo avere trascorso battaglie gloriose in pista. Credete avessi bisogno di vedere le foto della Carrera Panamericana per far correre una Studebaker Commander?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: giovedì 18 giugno 2015, 16:34 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:35
Messaggi: 25927
Località: Ai confini della realtà
Gran bel thread, penso avrà il successo che merita.
Qui siamo agli albori della mia carriera fotografica.
Mi regalarono un'Agfa Instamatic, di quelle che caricavi con cartuccia da 12 per foto in bianco e nero.
Si svolgeva in giardino una tappa della Carrera ed io decisi di immortalare l'evento.
Sono gli unici documenti che ho di quegli anni a testimonianza della mia passione e mi sono cari come poche altre cose.
Sullo sfondo si nota una stazione di servizio Esso realizzata con una scatola specifica Lego. La pista in questa occasione si dipana sulla terra. Qualche rametto di abete serve per simulare gli alberi a bordo strada. Tra i modelli, è possibile identificare una Ford GT40 RV Dinky, una Ferrari 275 GTB Dinky ed una Ferrari 250 Spider Mercury. Nell'alttra immagine, si scorge un Romeo Ambulanza della Politoys, una Maserati 3500GT della Mercury sul fianco ed un altro modello gambe all'aria impossibile da decifrare. Da notare, alla base dell' "albero" , uno di quei fiorellini in plastica che si usavano per reggere le candeline nelle torte di compleanno.
Allegato:
Scan10001 copia.JPG
Scan10001 copia.JPG [ 19.42 KiB | Osservato 17743 volte ]
Allegato:
Scan10007.JPG
Scan10007.JPG [ 18.56 KiB | Osservato 17743 volte ]


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: giovedì 18 giugno 2015, 16:42 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:35
Messaggi: 25927
Località: Ai confini della realtà
Un po'alla volta aggiorno e trasporto qui:

Luigi, come spesso sottolinea, è un semplice impiegato.
Ma chi arriva in cima alla montagna, sentirà sempre il brusio di chi abita in basso.

Mi sono posto spesso l'interrogativo di Ennio.
C'è ulteriore spazio per alzare l'asticella? Una frase fatta che non mi piace per niente ma va tanto di moda.
Io credo che siamo molto vicini al colmo della misura ma non sono escluse sorprese.
Torneranno, ad esempio, i dettagli apribili con spessori infinitesimali? Le sospensioni attive? Sarà riproposto il suono del motore? Le luci si accenderanno?
Il modello sterzerà agendo sulla ruota sul tetto? Ricordo che parcheggiavo le Corgi imitando le manovre dei grandi.
Tutti particolari già visti e in parte rigettati.
In tutta franchezza, mi risulta difficile cercare ulteriori margini di qualità a quanto oggi proposto.
Forse solo l'invenzione di una colla eterna, in grado di saldare i particoalri senza che questi ne debbano patire il distacco.
E l'adozione universale della tampografia, più affidabile delle decalcomanie.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: giovedì 18 giugno 2015, 16:43 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:35
Messaggi: 25927
Località: Ai confini della realtà
Volete ridere? Ma sì, ed in fondo non m'importa molto se lo farete, avete ragione da vendere.
Ho sempre avuto la mania di conservare.
Questa, tratta da un'agenda della Banca Popolare di Faenza, datata 1967, è una lista dei modelli che disputavano il Campionato del Mondo su selciato.
Tra le prove, segnalo Targa Florio, Gran Premio di Helsinki, Oslo e Copenaghen (!!) Carrera Panamericana (su otto tappe...) 24 minuti di Daytona ed avanti Savoia.
Come vedi, caro Ennio, in lista figurano pure la tua Mercedes 230SL e diverse Ford GT40.
Sapete chi vinse, alla fine?
La Dino Sport 206 della Mercury. Da notare nella colonna delle cifre, il prezzo in lire...
Va là che siamo invecchiati mica per niente.
Ho una spina nel cuore.
In un momento di totale abbandono, ho venduto la scatola che conteneva tutti quei modelli, ridotti in malo modo.
Pensate che oggi non me ne sia pentito?...
Allegato:
file-1.jpg
file-1.jpg [ 202.68 KiB | Osservato 17742 volte ]


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: giovedì 18 giugno 2015, 16:45 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:35
Messaggi: 25927
Località: Ai confini della realtà
Solito discorso, trito e ritrito.
Perchè quei modelli, pur se prodotti a decine di migliaia, oggi valgono molto se perfetti e scatolati?
Perchè ci giocavamo e la prima cosa che finiva nel bidone, era la scatolina. Ed immancabili erano le scheggiature, le decalcomanie apocrife ed i vari aggiustamenti.
Avevo un debole per gli assetti, una delle prime cose che spariva era la lama delle sospensioni così riuscivo ad ottenere un effetto suolo ante litteram.
Magari un po'alla volta potrei mettere i piazzamenti di quel campionato del mondo, davvero eterogeneo, dato che si allargava ad alcune gare in stile rally.
Ricordo, e forse l'ho già scritto, che un anno io e mio cugino volemmo fare un Montecarlo ed un Montecarlo non era tale se non c'era la neve...
Per fortuna eravamo d'inverso, in giardino c'era parecchia neve e noi ne caricammo quel tanto che bastava per farne una montagna, adagiata su un tavolo in cantina.
Tracciammo un percorso ispirandoci alle piste per le palline che si facevano al mare d'estate.
Naturalmente, dopo poco la neve iniziò a squagliarsi imbevendo il legno del tavolo e creando l'inevitabile pozzanghera.
Beato il tempo che ricordo

Mi sono chiesto spesso se il virus della Carrera mi sia nato già da allora.
Non ricordo più dove avevo tratto le informazioni sulla gara, le tappe sono giuste, in quegli anni non acquistavo riviste.
Che l'abbia letto sul Monello?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: giovedì 18 giugno 2015, 16:46 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:35
Messaggi: 25927
Località: Ai confini della realtà
Arghhhhh...
I classici dell'audacia...
Ecco da dove nacque il virus della Carrera, da un albo di Michel Vaillant, ora rammento.
Sono proprio frutto di un ricordo!

In questo mio campionato, naturalmente le automobiline andavano lanciate a mano.
Se andavano forte, meglio, ma spesso sul loro cammino incontravano qualche ostacolo che le faceva finire gambe all'aria.
Già allora la corsa alla ragioniera aveva il suo perchè.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: giovedì 18 giugno 2015, 16:47 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:35
Messaggi: 25927
Località: Ai confini della realtà
marconolasco ha scritto:
questi due Corgi li vidi pubblicizzati insieme su Topolino...avevo circa otto anni...riuscii a farmeli regalare, con la Ghia ci giocai (poco) e giace leggermente rovinata in qualche scatolone, la Imp subì un tentativo abortito di elaborazione in versione rally.
Questi furono riacquistati (da te, Paolo) 35 anni fa.


La Ghia L6.4 era quella con il cagnolino Corgi sulla cappelliera ed un paio di valigie nel bagagliaio.
La Imp che avevo per le mani era quella del Rally di Montecarlo. Con lunotto apribile.
Non l'ho mai venduta ma è andata persa in un trasloco orchestrato dalla moglie, durante il quale, in mia assenza, qualcosa si è...polverizzato... :twisted:

Ricordo che la Ghia era molleggiatissima!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: giovedì 18 giugno 2015, 16:49 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:35
Messaggi: 25927
Località: Ai confini della realtà
L'onda ti prende, ti porta su ma non ti travolge mai.
E' l'onda dei ricordi, quella che si allunga sul bagnasciuga senza fare danni.
Ero davvero piccolo, credo ancora prima di arrivare alle elementari.
Il fidanzato di una scolara di mia mamma (allora chi andava ad imparare un mestiere, era garzone se uomo e scolara se femmina) aveva un'officina.
Sui muri, qualcuno aveva dipinto le scene di una pista da motocross.
Lo ricordo come adesso, quella visione è stata il mio primo ed unico tatuaggio.
Il motore ha preso il posto del cervello e la benzina ha iniziato ad entrare in circolo.
Prima di finire in mano a qualche spregiudicata badante, dobbiamo organizzare un incontro senza che la prostata ci obblighi a trascorrere più tempo al bagno che tra gli amici.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: giovedì 18 giugno 2015, 16:50 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:35
Messaggi: 25927
Località: Ai confini della realtà
Voglio ricavarne un quadro da Biennale e poi metterlo in asta.
Sono un artista
Allegato:
file-1.jpg
file-1.jpg [ 134.24 KiB | Osservato 17720 volte ]


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: giovedì 18 giugno 2015, 16:51 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:35
Messaggi: 25927
Località: Ai confini della realtà
Il pianale della Flavia è di una Mercury, non mi ricordavo di averla avuta.
Dentro un armadio, ora inaccessibile, ho ancora delle scorie ma quasi in ordine.
Appartengono al periodo non ludico, se mi va, prima o poi le riesumo.
Non tutto è andato perduto, per fortuna.

Franco, fattene una ragione, la tua McLaren oggi vale come un solo caffè e nemmeno corretto.
Ma sono sicuro che sopravviverai alla notizia.

Accludo la pagina con i risultati della prima tappa della Carrera Panamericana 1967.
Se ci pensate, erano passato solo tredici anni dalla sua fine...
Allegato:
file-1.jpg
file-1.jpg [ 62.35 KiB | Osservato 17720 volte ]


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3016 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 202  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice