Oggi è venerdì 23 ottobre 2020, 9:16

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3485 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7 ... 233  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: venerdì 19 giugno 2015, 14:16 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 luglio 2013, 9:11
Messaggi: 5635
Località: Savona
gambadelegn ha scritto:
A proposito della Isotta Fraschini di Umberto, queste sono state prodotte in Francia con gli stampi Politoys:

I colori sono diversi.
Sei sicuro che gli ultimi tre siano Politoys? Mi sembrano un Safir e due Rami...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: venerdì 19 giugno 2015, 14:18 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:35
Messaggi: 26007
Località: Ai confini della realtà
Quando parte la scimmia sulla macchinina, sono dolori:
Allegato:
r-GENDER-TOYS-large570.jpg
r-GENDER-TOYS-large570.jpg [ 44.42 KiB | Osservato 5809 volte ]


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: venerdì 19 giugno 2015, 14:19 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 13:31
Messaggi: 9868
Località: Firenze
I ricordi si affastellano e non è detto che il garbuglio di sensazioni di vario tipo, condiviso con altri che possono capire certe suggestioni, non sia alla fine positivo e utile per superare i tanti problemi e le angosce di questa vita quotidiana. Il forum è terapeutico.
Prima di rimettermi al lavoro, ho deciso di buttar giù, un po' come viene viene, una specie di breve percorso della memoria; un luogo, un modello, una situazione. E poi da collezionista adulto scatta poi la ricerca del pezzo nuovo con scatola, da affiancare magari ai rottami sopravvissuti e conservati per decenni in qualche scatola di metallo stipata nel garage di famiglia.

== Firenze, negozio di giocattoli di Via Doni: Bianchina della Politoys, anno 1977 circa, quindi era già datata. Color oro metallizzato, la felicità di uscire da quel luogo col modello in mano e di giocarci nella Mini verde di mio padre, insieme a mio cugino.

== Marina di Pietrasanta, 1975 circa: Maggiolone della Gama verde, quello col tetto apribile in scala 1:24. Sensazione del peso del modello, il suo odore di plastica e metallo appena tolto dalla scatola a volte mi torna nel naso nei momenti più impensati.

== Casa, 1974 circa, Camper VW della Matchbox, arancione. Velocissimo con le ruotine in plastica, mi ci divertivo per ore.

== Casa, 1974 circa, Matra della Politoys, probabilmente la prima macchinina ricevuta, con mia madre che dice a mio padre: "che gli hai comprato a fare questa macchinina, è presto; non gli interesserà". Le ultime parole famose.

== La già citata 1500 Familiare in plastica della Politoys, persa e poi ritrovata qualche anno fa in garage.

== In campagna, 1975 circa, Lancia Flavia della Mercury e il colore rosso della pavimentazione della terrazza.

== Sempre nello stesso posto ma un paio d'anni dopo, Ford Transit Polizia della Siku, ore di divertimento insieme a mio cugino che ne aveva uno identico.

Percorsi della memoria. Un giorno mi farò una vetrina con tutti questi modelli recuperati.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: venerdì 19 giugno 2015, 14:25 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 13:31
Messaggi: 9868
Località: Firenze
Altro ricordo. Un giorno, sarò stato in seconda media, quindi 1984 circa, scoprii che al mercatino delle Cascine a Firenze c'era un venditore che aveva una Iso Rivolta della Mebetoys. Alla mia domanda, entrò nel furgone e tornò con uno stock di 10 modelli dello stesso tipo, ma di colori tutti diversi. Nel giro di qualche giorno li presi tutti, scoprendo tra l'altro che le targhe erano differenti da esemplare a esemplare. Sfortunatamente non ne sopravvisse nemmeno uno... era il periodo in cui il collezionista e il preparatore-pilota-stuntman si alternavano ancora dentro di me senza soluzione di continuità!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: venerdì 19 giugno 2015, 14:26 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 luglio 2013, 9:11
Messaggi: 5635
Località: Savona
Ecco qualcuno dei Dinky Toys "svaligiati" dal ferramenta di Albisola...estate 1973.
Durante le vacanze estive di quegli anni lavoravo da mio padre, che aveva una piccola azienda artigiana, e quando ricevevo (a sua discrezione) il "salario" correvo con il Garelli Gulp (con tre marce!) di mio zio a scoppiarmelo ad Albisola ...
Tutti con scatola.


Allegati:
Bedford.jpg
Bedford.jpg [ 139.37 KiB | Osservato 5805 volte ]
Albion.jpg
Albion.jpg [ 141.29 KiB | Osservato 5805 volte ]
Unic.jpg
Unic.jpg [ 142.98 KiB | Osservato 5805 volte ]
Berliet.jpg
Berliet.jpg [ 155.89 KiB | Osservato 5805 volte ]
Simca Cargo.jpg
Simca Cargo.jpg [ 138.88 KiB | Osservato 5805 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: venerdì 19 giugno 2015, 14:29 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 13:31
Messaggi: 9868
Località: Firenze
Il Simca Cargo Saint Gobain io ce l'ho nell'altra variante giallo/verde chiaro. Il mio ha ancora gli accessori sigillati, il biglietto di istruzioni e la protezione sullo specchio, che non compare nella foto.


Allegati:
P1130269.JPG
P1130269.JPG [ 172 KiB | Osservato 5800 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: venerdì 19 giugno 2015, 14:35 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:35
Messaggi: 26007
Località: Ai confini della realtà
I ricordi di David sono tanti piccoli flash che si accendono improvvisi e che accompagnano sensazioni, odori e colori che iniziano a sfumarsi.
Ecco, quando un modello riesce a regalarti un'emozione, allora non può essere più un giocattolo qualsiasi ma si trasforma in uno spicchio di vita.
Forse oggi uno Spark incarna al meglio la canzone di Cocciante "Bella senz'anima".


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: venerdì 19 giugno 2015, 14:36 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 luglio 2013, 9:11
Messaggi: 5635
Località: Savona
Questo invece è il Peugeot che soffiò il posto all' autoscala Delahaye.
Raffinato e completo il sistema di apetura del vari sportelli.
I Dinky del ferramenta sono nelle condizioni in cui gli acquistai...non erano tutti perfetti al 100%, erano già vecchi e probabilmente furono esposti nelle vetrine, anche se quando li vidi io riposavano nelle scatole.
Pregevole e realistica, secondo me, la verniciatura bicolore de alcuni camion.
Per questi modelli passo sopra anche al fatto che non sono veri 1/43...mi piacerebbe affiancarci il corrispondente moderno in scala esatta...mi accontenterei di qualche Ixo da edicola...


Allegati:
Peugeot J7 001.jpg
Peugeot J7 001.jpg [ 138.63 KiB | Osservato 5799 volte ]
Peugeot J7 002.jpg
Peugeot J7 002.jpg [ 151.49 KiB | Osservato 5799 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: venerdì 19 giugno 2015, 14:36 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 24 marzo 2010, 19:31
Messaggi: 2121
Località: Roma
Ciao David e un saluto a tutti voi

Seguo sempre con interesse questo genere di topic. Anche io sono convinto che dentro ogni modello ci sia dentro un qualcosa di "vivo".

Il leggere queste vostre sensazioni, ricordi, emozioni è bello e interessante. Mi fa tornare indietro con la memoria anche a me.

E' evidente come per molti questi ricordi siano legati anche agli anni dell'infanzia. Che sicuramente ha un peso importante nel fare diventare un ricordo di un modellino in un ricordo bellissimo.

Notavo anche la differenza tra il bambino che si appasiona ai "trenini" e chi alle "macchinine". Nei primi solitamente il primo "approccio" è con la classica scatola "set-completo". Oppure vivendo già in casa una passione del genitore, viene così ereditata e trasmessa. Diciamo che nella maggior parte dei casi manca la "scelta".

Scelta che invece notavo nei vostri racconti e che mi sorprende. Bambini anche di pochi anni che già sapevano bene cosa sognare e cosa volere. Entrando nel negozio già avevate in mente un qualcosa di specifico. Che poi magari veniva stravolto alla visione di altri modelli .....

E' come se fosse una passione più "matura". Un qualcosa rivolto già all'adulto presente nel bambino che poi con il trascorrere degli anni arriva a scrivere queste pagine dando però libero sfogo al bimbo di ieri.

E' un piacere leggervi come del resto è un piacere leggere il blog di David. Queste cose anche se in piccolo aiutano a farci vivere meglio.

Evviva i nostri giocattoli o modelli che dir si voglia !!

Marco


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: venerdì 19 giugno 2015, 14:44 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:35
Messaggi: 26007
Località: Ai confini della realtà
Caro Marco, mio babbo ha lavorato una vita in ferrovia ed io ero uno dei tanti nipoti della Befana dei ferrovieri.
Quindi, il trenino poteva essere lo sfogo naturale.
Lo fu ma solo per poco tempo.
Di quel periodo, ho un ricordo bello vivo.
Mio zio, elettrauto, mi regalò la batteria di un trattore e con quella muovevo un convoglio Lima, nel classico anello.
Durò poco perchè poi a tradimento (proprio così, ad un bambino non devi mai riprendere un dono...) la batteria tornò nella sua bottega ma avessi visto come filava quel convoglio!
Dal vapore alla benzina, il passo successivo mi condusse fino all'orlo dell'attuale baratro.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: venerdì 19 giugno 2015, 14:48 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 13:31
Messaggi: 9868
Località: Firenze
marconolasco ha scritto:
Questo invece è il Peugeot che soffiò il posto all' autoscala Delahaye.
Raffinato e completo il sistema di apetura del vari sportelli.
I Dinky del ferramenta sono nelle condizioni in cui gli acquistai...non erano tutti perfetti al 100%, erano già vecchi e probabilmente furono esposti nelle vetrine, anche se quando li vidi io riposavano nelle scatole.
Pregevole e realistica, secondo me, la verniciatura bicolore de alcuni camion.
Per questi modelli passo sopra anche al fatto che non sono veri 1/43...mi piacerebbe affiancarci il corrispondente moderno in scala esatta...mi accontenterei di qualche Ixo da edicola...


Il Peugeot J era un'altra delle mie fissazioni. Da qualche parte devo avere una foto di me a Nizza con quello della Solido (Air Inter).


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: venerdì 19 giugno 2015, 14:48 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:35
Messaggi: 26007
Località: Ai confini della realtà
Con David, condivido il periodo di giochi trascorsi con mio cugino.
A Faenza c'era penuria di modellini mentre a Forlì, distante 16 km, era tutto un ribollir di macchinine.
L'unico nostro mezzo di locomozione era la bicicletta e con questa a volte ci spingevamo fino a Viale della Repubblica dove c'era un negozio enorme, la mecca della macchinina, il fantasmagorico PiTiBi.
Ho ancora nei calzoni le folate di vento che alzavano i numerosi camion che ci sorpassavano sulla Via Emilia. Rischiavamo grosso solo per un'automobilina...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: venerdì 19 giugno 2015, 14:53 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 13:31
Messaggi: 9868
Località: Firenze
Per ora vi lascio con questa canzone che rispecchia bene le emozioni provate all'epoca. Quante volte abbiamo gioito di fronte all'apparizione del Mistral Gagnant sotto forma di Dinky, Corgi, Politoys, Mercury...
La macchina del tempo esiste.
https://www.youtube.com/watch?v=jYb_aYgmGP4


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: venerdì 19 giugno 2015, 14:55 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:35
Messaggi: 26007
Località: Ai confini della realtà
Questa è la Giulia della Dinky.
Non la mia, ovviamente.
In "compralo subito" chiedono la bellezza di 348 euro.
Allegato:
$_57.JPG
$_57.JPG [ 82.45 KiB | Osservato 5795 volte ]


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia e storie di obsoleti: acquisti di un tempo e non
MessaggioInviato: venerdì 19 giugno 2015, 15:01 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:35
Messaggi: 26007
Località: Ai confini della realtà
Te raconter enfin
qu'il faut aimer la vie
et l'aimer même si
le temps est assassin

Et emporte avec lui
les rires des enfants
et les mistral gagnants


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3485 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7 ... 233  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 25 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice