Oggi è domenica 5 luglio 2020, 11:31

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 31 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: tee breda chi l'ha visto?
MessaggioInviato: lunedì 17 febbraio 2020, 13:44 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 16 gennaio 2006, 18:43
Messaggi: 364
Località: Terre d'Acqua - Regno di Mezzo
Discorso più che giusto il tuo... però il numero di posti "vendibili" esiste per tutte le automotrici FS.

Per la maggior parte sono (o verranno) recuperate al movimento e sarebbe un peccato per Fond.FS che il "canto del cigno" delle automotrici italiane finisse "distrutto".


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: tee breda chi l'ha visto?
MessaggioInviato: lunedì 17 febbraio 2020, 13:51 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 14 giugno 2019, 12:03
Messaggi: 21
La questione posti è di per se ridicola, se pensiamo alla 556....... Inoltre il TEE Breda ha viaggiato spesso e abitualmente agganciato a treni con ALe 540/840/601 o ETR 220/230. Pensare a recuperare e restaurare treni sulla base di quanti posti hanno è una logica commerciale, non storica.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: tee breda chi l'ha visto?
MessaggioInviato: lunedì 17 febbraio 2020, 14:22 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 dicembre 2007, 17:58
Messaggi: 1009
Località: Monza
Non mi meraviglierei che se ne vengano fuori che per la sicurezza non è possibile viaggiare sui belvedere degli ETR :shock: :shock:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: tee breda chi l'ha visto?
MessaggioInviato: lunedì 17 febbraio 2020, 14:27 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 20 settembre 2006, 20:44
Messaggi: 4244
Località: Sorbolo (PR)
Si, la storia è molto affascinante ...ma realisticamente un treno non si mantiene convertendo Co2 in ossigeno.
Proviamo a proporre una colletta.

Le 668 le conoscono, e ci hanno viaggiato, in tanti e il discorso è un pò diverso: che poi a dirla tutta, di fatto dove e quanto girano?
Sono in attesa di vedere la Fondazione FS a comporre treni con veicoli automotori come quelli degli anni '60-'70 (fermo restando che ci siano i veicoli per farli).


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: tee breda chi l'ha visto?
MessaggioInviato: lunedì 17 febbraio 2020, 14:34 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 20 settembre 2006, 20:44
Messaggi: 4244
Località: Sorbolo (PR)
g_demuru ha scritto:
Non mi meraviglierei che se ne vengano fuori che per la sicurezza non è possibile viaggiare sui belvedere degli ETR :shock: :shock:


Magari lo fanno fare sulla Fidenza-Salsomaggiore a 30 km/h: solo servizio a spola, e per il fatto chi i binari di Fidenza sono indipendenti con marciapiede proprio.
Che tra l'altro lì inserito nel suo giusto contesto ha anche senso.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: tee breda chi l'ha visto?
MessaggioInviato: lunedì 17 febbraio 2020, 20:55 
Non connesso

Iscritto il: domenica 14 luglio 2019, 10:52
Messaggi: 35
marco_58 ha scritto:
Unico dubbio, è che la maggiore attrazione di questi treni, cioè la cabina panoramica, con le attuali norme non sia utilizzabile in esercizio se non in precise e vincolanti condizioni: in linea solo loro (norma già prevista da ANSF e ora non applicata alla lettera).
Di quale norma si parla?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: tee breda chi l'ha visto?
MessaggioInviato: lunedì 17 febbraio 2020, 21:17 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 20 settembre 2006, 20:44
Messaggi: 4244
Località: Sorbolo (PR)
Delle norme generali sulla sicurezza.
Che tra l'altro sono già datate, e se non erro furono fra le ragioni della dismissione di quegli elettrotreni.
Ci sono il 98% di probabilità che la finestratura frontale non risponda alle norme di sicurezza sui vetri frontali.
Vedremo che uso faranno dell'ETR 250 nei prossimi mesi.
Già le E 424 e, forse anche le E 636, sono passate sotto questa mannaia.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: tee breda chi l'ha visto?
MessaggioInviato: giovedì 20 febbraio 2020, 17:44 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 14 gennaio 2010, 19:29
Messaggi: 139
Località: Mantova
Io comunque non capisco (ma forse un'idea purtroppo posso farmela) perchè questi bei rotabili finiscano sempre abbandonati all'aperto... Sicuramente saranno vittime di assurde vicende burocratiche, aziende dove si trovano che falliscono, poco interesse verso un loro recupero ma caspita è così difficile predisporre spazi al coperto per posizionare questi stupendi treni in attesa di un qualsiasi futuro? Credo di spazi ce ne siano davvero molti in giro per la penisola.... Fondazione non potrebbe avviare un lavoro di messa in sicurezza (al chiuso) verso tutti questi treni fermi alle intemperie?

Recentemente sono state recuperate le 601 anch'esse dopo anni di abbandono all'aperto (anche qui mi chiedo... se fossero state mantenute al chiuso non sarebbe stato meglio? qual'è il passaggio che si inceppa? cosa non va per permettere questi fatti? mah...). Mi pongo questa domanda sempre, da non addetto ai lavori si intende, e sempre mi stupisco di come possano accadere fatti così. La mia non vuole essere una polemica ma una riflessione.... magari chi ha qualche esperienza in campo può sicuramente aiutarci a capire.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: tee breda chi l'ha visto?
MessaggioInviato: giovedì 20 febbraio 2020, 18:46 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 20 settembre 2006, 20:44
Messaggi: 4244
Località: Sorbolo (PR)
Non mi risulta che all'epoca dell'accantonamento degli ETR 250/300 e del Breda ci fossero disponibili rimesse di lunghezza tale da contenerli, e non si possso spezzare in due per metterli in "garage".
L'obiettivo era poi di demolirli, ma probabilmente l'ultima firma non era "disponibile", e per fortuna si sono salvati. In fin dei conti si trattava di demolire dei beni demaniali o cespiti di S.p.A.: la procedura non è così immediata; in un caso potrebbe volerci una legge o un decreto, nel secondo una delibera del C.d.A., in ogni caso salvo vincoli di bilanco o/e altri.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: tee breda chi l'ha visto?
MessaggioInviato: giovedì 20 febbraio 2020, 19:52 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 14 gennaio 2010, 19:29
Messaggi: 139
Località: Mantova
Ma il binato non era stato inviato li per una de coibentazione da amianto in vista di un futuro recupero?... davvero non esisteva nessuna rimessa che avrebbe potuto ospitarlo? In fin dei conti sono due elementi distinti.... magari avrebbero potuto conservarli vicini, staccati però al coperto. Il mio discorso era comunque generico (caso binato ed etr 300 a parte)....forse le 601 potevano dislocarle in impianti differenti? il 401 fermo da una vita ad Ancona (alludo a quando era integro) poteva trovare posto altrove? e ci sarebbe un lungo elenco....
Come posso capire comunque dal commento c'è sempre di mezzo ben altro... ergo.. la questione è ben più complessa di quanto si possa pensare (e lo immaginavo)

Sarebbe davvero bello però che Fondazione possa rivedere tutto questo per snellire/velocizzare tante lente decisioni.. (già tanto ha fatto nel frattempo è... per carità)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: tee breda chi l'ha visto?
MessaggioInviato: giovedì 20 febbraio 2020, 20:10 
Non connesso

Iscritto il: martedì 28 marzo 2006, 17:03
Messaggi: 14029
Località: Dove i treni sono a vapore e gli scambi a mano
marco_58 ha scritto:
... e non si possono spezzare in due per metterli in "garage".
Con determinati accorgimenti si può fare.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: tee breda chi l'ha visto?
MessaggioInviato: giovedì 20 febbraio 2020, 20:12 
Non connesso

Iscritto il: martedì 28 marzo 2006, 17:03
Messaggi: 14029
Località: Dove i treni sono a vapore e gli scambi a mano
Edo5790 ha scritto:
Fondazione non potrebbe avviare un lavoro di messa in sicurezza (al chiuso) verso tutti questi treni fermi alle intemperie?
Solo se qualcuno gli regala i soldi necessari.
L'ingegnere, di suo, non tira fuori un centesimo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: tee breda chi l'ha visto?
MessaggioInviato: giovedì 20 febbraio 2020, 21:45 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 dicembre 2007, 19:06
Messaggi: 1771
Località: TS, nel mitico nord-est :-)
Taurus484 ha scritto:
Mi sa', che è stato demolito............................... :-)

Infatti l'altro giorno mi stavo aprendo una scatoletta di tonno e mentre che la aprivo, la scatoletta si è messa a fare ahi ahi..................
Dopo ho' capito, la scatoletta era fatta con la lamiera del Tee della breda................. :mrgreen:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: tee breda chi l'ha visto?
MessaggioInviato: venerdì 21 febbraio 2020, 23:47 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 20 settembre 2006, 20:44
Messaggi: 4244
Località: Sorbolo (PR)
marco_58 ha scritto:
g_demuru ha scritto:
Non mi meraviglierei che se ne vengano fuori che per la sicurezza non è possibile viaggiare sui belvedere degli ETR :shock: :shock:


Magari lo fanno fare sulla Fidenza-Salsomaggiore a 30 km/h: solo servizio a spola, e per il fatto chi i binari di Fidenza sono indipendenti con marciapiede proprio.
Che tra l'altro lì inserito nel suo giusto contesto ha anche senso.


Mi autocito per segnalare di avere appena letto che molto probabilmente i vetri frontali dell'ETR 250 sono stati rifatti nel rispetto delle norme attuali.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: tee breda chi l'ha visto?
MessaggioInviato: lunedì 24 febbraio 2020, 14:29 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 16 gennaio 2006, 18:43
Messaggi: 364
Località: Terre d'Acqua - Regno di Mezzo
Comunque pare che il TEE Breda (fonte Fondaz.FS) verrà recuperato (nuovi motori e strumentazione aggiornata).


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 31 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice