Oggi è sabato 4 luglio 2020, 15:14

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: MAUZIN: agli albori dell'assetto variabile
MessaggioInviato: venerdì 1 maggio 2020, 10:09 
Non connesso

Iscritto il: martedì 26 ottobre 2010, 7:34
Messaggi: 1815
Località: la città delle tre T...
Ri-leggendo il sempreverde OLTRE IL PENDOLINO del compianto Koenig mi sono imbattuto nella storia dell'automotrice (o semplice vettura?) ideata dall'ingegnere francese Mauzin, in pratica il primo esperimento nel 1957 sull'assetto variabile.
Per i cultori della materia ho trovato qualche foto e un video interessanti.

https://www.cheminots.net/forum/topic/2 ... ge/2/https: (2a pagina)
https://www.ina.fr/video/CAF90044338

Con un po' di orgoglio patriottico si deve sottolineare che, per quanto pionieri, i francesi fecero un buco nell'acqua, in quanto il sistema "passivo" di pendolamento basato sulla sola inerzia delle masse risultò poco efficace per la lentezza del sistema a riconoscere le curve e addirittura il disastroso effetto in caso di controcurve ravvicinate, quando la vettura entrava nella seconda curva con l'inclinazione cassa della precedente! Solo Il genio italiano portò a concepire un sistema di assetto variabile attivo che superasse il più grande dei problemi: riconoscere tempestivamente le curve! All'accelerometro usato dagli inglesi con il progetto APT (altro fallimento) si sommò il segnale di un giroscopio, di derivazione aeronautica, e cominciò la storia fortunata dei Pendolini...

Comunque, qualcuno di voi sa se è mai stato riprodotto questo veicolo bizzarro, dondolante, in scala modellstica?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: MAUZIN: agli albori dell'assetto variabile
MessaggioInviato: sabato 2 maggio 2020, 9:54 
Non connesso

Iscritto il: domenica 19 marzo 2006, 21:42
Messaggi: 643
Video interessante, per di più con la 2D2 in testa al convoglio con la carrozza Mauzin. Riguardo alla pagina del forum no comment. Il revanscismo francese è ben noto e di sicuro le FS ci misero anche del loro con i difetti di manutenzione ai nostri ETR 460. Comunque, quella fu una bella pagina di storia, quando c'era un po' più di spirito europeistico.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: MAUZIN: agli albori dell'assetto variabile
MessaggioInviato: mercoledì 6 maggio 2020, 9:35 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 25 gennaio 2006, 16:45
Messaggi: 1218
Località: firenze
interessante anche il video dopo con il 460 (credo) in provain Francia.....grande soddisfazione nel leggere nella spiegazione "di concezione italiana"......chissà che smacco per i francesi........

Robi non lo so ma se provi su lr presse.....


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice