Duegieditrice.it
http://forum.duegieditrice.it/

E636-322
http://forum.duegieditrice.it/viewtopic.php?f=16&t=563
Pagina 1 di 2

Autore:  enrico1979 [ martedì 24 gennaio 2006, 12:17 ]
Oggetto del messaggio:  E636-322

Ciao, una curiosità: ma l'E636-322 è stato dotato di cavo a 78 o a 13 poli :?:
Grazie tante

Autore:  BRENNERLOK [ martedì 24 gennaio 2006, 13:08 ]
Oggetto del messaggio: 

Immagine

Eccoti accontentato

Autore:  enrico1979 [ martedì 24 gennaio 2006, 13:42 ]
Oggetto del messaggio: 

Quindi può andare anche in spinta volendo?!? Penso sia l'unica unità con queste specifiche vero? Grazie :lol:
Comunque questa è più bella Immagine

Ciao :mrgreen:

Autore:  emiliano645 [ martedì 24 gennaio 2006, 14:01 ]
Oggetto del messaggio: 

No, non puo' andare in spinta.
la presenza del 78 poli , infatti, non e' sinonimo di attrezzaggio per servizi navetta.
Tale locomotiva e' , come altre del gruppo come ad esempio la 419, equipaggiata con il 78 poli solo per il controllo delle porte da parte del PdM.

E 636.322 in sosta nel Deposito Locomotive di La Spezia nell'Agosto 2003

Immagine

E 636.419 in sosta a Treviglio nel Marzo 2005

Immagine

Poi c'era anche la E 636.225 che qui vediamo in sosta a La Spezia nell'Ottobre 1990 , che aveva l'accoppiatore a 13 poli,a testimonianza dei suoi impieghi coi treni navetta in Pontremolese

Immagine

Autore:  enrico1979 [ martedì 24 gennaio 2006, 14:07 ]
Oggetto del messaggio: 

Ho capito, grazie mille per le delucidazioni Emiliano :D
Ciao!

Autore:  Matteo (PR) [ martedì 24 gennaio 2006, 14:27 ]
Oggetto del messaggio: 

Ma nemmeno con locomotiva presenziata e con il macchinista di coda collegato telefonicamente con la pilota, la E.636.322 poteva andare in spinta?

Autore:  emiliano645 [ martedì 24 gennaio 2006, 16:00 ]
Oggetto del messaggio: 

No Matteo, queste macchine , pur avendo il 78 poli, non avevano il citofono e quindi non potevano essere utilizzate in spinta, neanche se presenziate.
La presenza dell'accoppiatore 78 poli aveva solo ed esclusivamente la funzione di controllo delle porte.
Ricordate il "Grillo"?
Il "Grillo" era una cassetta che il Pdm sistemava in cabina di guida,nelle locomotive tradizionali non munite di condotta a 78 poli.
Essa era munita di due cavi elettrici da collegare al coltello delle batterie (Bipolare) e da un cavo piu' lungo con un'accoppiatore a 78 poli ad una estremita'.
Questo cavo veniva fatto passare all'interno del corridoio della locomotiva e fatto uscire dal finestrino posteriore dove veniva poi accoppiato al relativo accoppiatore della carrozza adiacente.
Tutto cio' per fare si che in cabina il PdM avesse sempre il controllo del blocco porte.
Tale cassetta veniva utilizzata in particolare con treni composti da sole vetture a Piano Ribassato oppure in composizione mista Piano Ribassato / Media Distanza.
Vi ricordo che con un treno di sole M.D. la segnalazione di Blocco Porte non ha alcun significato, proprio per la configurazione tipica di queste carrozze.
Spero di avervi chiarito i dubbi, nel caso fossi stato poco chiaro chiedetemi pure!
Ciao Emiliano

In questa foto potete vedere come veniva utilizzata la cassetta detta "Grillo". E 636.088 a La Spezia centrale con un treno locale proveniente da Borgo val di Taro nel Novembre 1990.


Immagine

Autore:  Davide(Vi) [ martedì 24 gennaio 2006, 16:14 ]
Oggetto del messaggio: 

Eh, la .088, proprio quella prodotta dalla Roco...

:wink:

Interessante comunque la vicenda del "grillo", non la sapevo!

Autore:  enrico1979 [ martedì 24 gennaio 2006, 16:20 ]
Oggetto del messaggio: 

"Vi ricordo che con un treno di sole M.D. la segnalazione di Blocco Porte non ha alcun significato, proprio per la configurazione tipica di queste carrozze."
In che senso? Non riesco a capire il significato della frase..
Scuami Emiliano per l'ignoranza! :oops:
La storia del grillo comunque mi è molto chiara.. Grazie per le delucidazioni! :D

Autore:  Davide(Vi) [ martedì 24 gennaio 2006, 16:27 ]
Oggetto del messaggio: 

Forse perché si bloccano da sole (dopo una certa velocità)?

Autore:  Lirex [ martedì 24 gennaio 2006, 16:44 ]
Oggetto del messaggio: 

Nel 78 poli i fili 3 e 4 ( credo) sono usati per segnalare lo stato delle porte delle carrozze PR e DP che hanno le porte a comando centralizzto, le MD incvece hanno il relais tachimetrico che chiude sopra i 5 km/h
ciao
Luciano

Autore:  enrico1979 [ martedì 24 gennaio 2006, 16:46 ]
Oggetto del messaggio: 

Quindi in pratica se fosse così, sto "Grillo" servirebbe solo con le carrozze "Piano rirassato", come giustamente riportato nella foto..

Autore:  enrico1979 [ martedì 24 gennaio 2006, 16:53 ]
Oggetto del messaggio: 

Scusatemi :oops: volevo dire: "Piano Ribassato"
Mannaggia la fretta! :twisted:

Autore:  enrico1979 [ martedì 24 gennaio 2006, 18:20 ]
Oggetto del messaggio: 

Bravo Lirex! :lol: Grazie tante!
Mi sto facendo una cultura piano piano con l'aiuto di tutti voi.
Mi piace conoscere il mondo dei treni sempre più a fondo.
Grazie a tutti! :wink:

Autore:  emiliano645 [ martedì 24 gennaio 2006, 19:10 ]
Oggetto del messaggio: 

Lirex ha scritto:
Nel 78 poli i fili 3 e 4 ( credo) sono usati per segnalare lo stato delle porte delle carrozze PR e DP che hanno le porte a comando centralizzto, le MD incvece hanno il relais tachimetrico che chiude sopra i 5 km/h
ciao
Luciano


Esatto, bravo Luciano, inoltre vorrei fare una precisazione a quanto ho scritto prima...
Il "Grillo" non puo' essere utilizzato se in composizione ci sono delle vetture a Doppio Piano perche' queste hanno le sospensioni pneumatiche che necessitano di un controllo costante della loro efficienza, quando con un treno "Navetta" ,trainato o spinto da locomotiva atta a tale servizio, il macchinista ne perda il controllo dovrà attuare la riduzione di velocita' a 60Km/h. E il "Grillo" questo controllo non lo permette. Le locomotive atte al telecomando da carrozza pilota sono: E 424N, E 632/E 633, E 646, E 656 CE, E 464 e ultimamente le Loc. E 656.458 e 468 del D.L. di Genova Brignole dotate di centralina "Octopus". Emiliano

Pagina 1 di 2 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicol (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice