Oggi è mercoledì 20 novembre 2019, 3:43

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Boeing 787, un magnifico aereo
MessaggioInviato: venerdì 25 giugno 2010, 19:41 
Non connesso

Iscritto il: martedì 28 luglio 2009, 12:45
Messaggi: 85
Località: Monte Grappa (Sacro alla Patria)
Buongiorno a tutti, volevo chiedervi (dato che è il mio aereo preferito) se qualcuno poteva mandarmi delle foto particolari (tipo cabina di pilotaggio, cabina passeggieri,...) del B-787, la mia email è mrossi880@gmail.com grazie a tutti
:wink: :wink: :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Boeing 787, un magnifico aereo
MessaggioInviato: venerdì 30 luglio 2010, 10:01 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 6 novembre 2009, 3:06
Messaggi: 50
Località: Milano
Ciao! Ti consiglio di dare un' occhiata a questi due siti:
- www.airliners.net
- www.jetphotos.net
Troverai una valanga di splendide photo.... :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Boeing 787, un magnifico aereo
MessaggioInviato: lunedì 8 settembre 2014, 10:49 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 176
Non sono nuovo in questo Forum essendo da tempo attivo nelle sezioni modellini auto e quella dedicata ai treni.
Per gli aerei civili principalmente partecipo ad un noto forum straniero nella sezione dedicata ai modelli in scala 1:500.
Ma è da tempo nei miei pensieri di parlare di aerei anche con 2G.
Il DreamLiner è una macchina magnifica. Esteticamente lo preferisco anche al concorrente A-350.
Speriamo che gli iniziali problemi tecnici non abbiano a ripetersi in quanto questo aeroplano è anche frutto di esperienze tecnologiche ed industriali del nostro Paese con conseguenze dal punto di vista dei posti di lavoro.
Comunque ormai il nostro 787 stà entrando in servizio in numerosi esemplari e tutto sembra andare per il meglio.
E l'accordo ALITALIA-ETIHAD in futuro potrebbe riservarci anche la sorpresa di vedere qualche DreamLiner con la livrea della Compagnia italiana livrea che, permettetemi di affermarlo, nel caso dovesse "vestire" il 787 andrebbe esteticamente rivista molto profondamente. Ci vorrebbe un design più leggero magari rivisto nei colori, questi magari un po' più tenui e delicati. Vedremo...

Roberto


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Boeing 787, un magnifico aereo
MessaggioInviato: lunedì 8 settembre 2014, 10:58 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 176
alasemaforica ha scritto:
Buongiorno a tutti, volevo chiedervi (dato che è il mio aereo preferito) se qualcuno poteva mandarmi delle foto particolari (tipo cabina di pilotaggio, cabina passeggieri,...) del B-787, la mia email è mrossi880@gmail.com grazie a tutti
:wink: :wink: :wink:


Vedo che ti hanno già consigliato due siti con foto veramente mozzafiato!!

Roberto Scotto


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Boeing 787, un magnifico aereo
MessaggioInviato: lunedì 8 settembre 2014, 15:37 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 176
Vorrei ancora esprimere qualche pensiero riguardo al Boeing 787.
Si tratta di una macchina che parte da una capienza di quasi 200 pax per arrivare nella versione 787-9 e negli sviluppi futuri a 300 pax ed oltre.
Mi soffermo sul 787-8, il primo tipo ad entrare in linea anche con compagnie operanti nel settore charter. Questa versione è analoga in quanto a dimensioni e capacità al "mulo" B.767-300 ed all'Airbus A 330-200 il secondo giudicato da alcuni come il miglior aereo disponibile per il lungo raggio.
Il Boeing 787-8, come il diretto concorrente Airbus A 350-8 (questo non ancora entrato in servizio regolare) rappresenta la logica evoluzione dell'Airbus 330-200 e del B.767-300 (e se vogliamo, entro certi limiti, mettiamoci anche il Boeing 777-200).
I "grandi" liners a lungo raggio come il Boeing 747-8 e l'Airbus A 380 hanno un mercato di nicchia in quanto utili in tratte ad altissimo coefficiente di riempimento come quelle interessanti il settore asiatico.
Ma per il resto ci stiamo abituando ai voli sul grande raggio sia di linea che charter che collegano tra di loro anche città di piccola e media importanza ed aree regionali a forte ed abbastanza recente espansione turistica od/ed economica. Nel nostro Paese per esempio abbiamo collegamenti regolari sul lungo raggio da Venezia e Pisa (oltre che Milano e Roma è sottinteso), e charter oltre che dai predetti scali anche da Lamezia, Pescara, Genova, Torino, ecc. Ed in questi casi a farla da padrone sono prevalentemente il B.767 e l'Airbus 330.
Dunque il nuovo Airbus 350 ed il "DreamLiner" saranno preziosissimi un domani nel continuare a permettere voli a grande raggio colleganti tra loro tutte quelle aree economiche che hanno questa necessità per il loro sviluppo ma dove velivoli della capacità del Boeing 747 e macchine similari sono troppo grandi e pertanto il loro uso non è sempre conveniente.

Roberto SCOTTO


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Boeing 787, un magnifico aereo
MessaggioInviato: lunedì 8 settembre 2014, 23:55 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 27 aprile 2012, 0:59
Messaggi: 1348
Località: ponsacco PI
gli aerei citati, possiamo dire che inaugurano la futura stagione degli aerei "usa e getta", dovuta alle caratteristiche del materiale con cui sono costruiti, ovvero le tanto tecnologiche fibre di carbonio.......... materiale che odio fino alla morte per avervi dovuto tribolare.......... :twisted:
finita la vita utile, od in caso di danni gravi alla struttura l'aereo và al riciclo, e le compagnie "povere", che fino ad oggi volavano con gli aerei dismessi dalle grandi, tra qualche decennio si ritroveranno a non avere più ricambio.

certo che magari sara soddisfazione vedere un aereo da qualche miliooncino di dollari andare alla monnezza per una bella cozzata di un mezzo di servizio o di un altro aereo contro un ala..... come già succeeso tante tante volte.................. :lol: e finito con una semplice riparazione.........


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Boeing 787, un magnifico aereo
MessaggioInviato: giovedì 11 settembre 2014, 11:21 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 176
andrea.terzi ha scritto:
gli aerei citati, possiamo dire che inaugurano la futura stagione degli aerei "usa e getta", dovuta alle caratteristiche del materiale con cui sono costruiti, ovvero le tanto tecnologiche fibre di carbonio.......... materiale che odio fino alla morte per avervi dovuto tribolare.......... :twisted:
finita la vita utile, od in caso di danni gravi alla struttura l'aereo và al riciclo, e le compagnie "povere", che fino ad oggi volavano con gli aerei dismessi dalle grandi, tra qualche decennio si ritroveranno a non avere più ricambio.

certo che magari sara soddisfazione vedere un aereo da qualche miliooncino di dollari andare alla monnezza per una bella cozzata di un mezzo di servizio o di un altro aereo contro un ala..... come già succeeso tante tante volte.................. :lol: e finito con una semplice riparazione.........


Beh... in effetti è il progresso...
Obiettivamente per tutta una serie infinita di ragioni oggi i nuovi treni, i nuove aerei, ecc. non hanno la durata di un locomotore elettrico progettato negli anni trenta o di un "Dakota".
L'ultimo liner .... robusto è stato il DC-9: trent'anni circa con l'Alitalia e poi alcuni esemplari venduti da questa all'americana NORTHWEST dove hanno volato ancora per qualche anno.....
Spero che non si arrivi mai a dover buttare un grosso aereo di linea in seguito ad una collisione con un mezzo dei servizi di terra. Comunque il problema esiste. Basta vedere la grande preoccupazione seguita agli incendi che hanno interessato i B.787: il problema che si è posto è come riparare le parti di fusoliera danneggiate....

Roberto


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Boeing 787, un magnifico aereo
MessaggioInviato: giovedì 11 settembre 2014, 15:09 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 27 aprile 2012, 0:59
Messaggi: 1348
Località: ponsacco PI
ma neanche, il DC9, che strutturalmente era già più che moderno, tanto che si è evoluto nei Md92/95, ed è stato in produzione fino al 2006 col nome commerciale di Boeing 717.......... :shock:

l'ultimo liner progettato con requisito di solidità militare è stato il Boeing 747, nato per competere al requisito USAF per un cargo pesante vinto poi dal C5 galaxy, ed evoluto nel mitico Jumbo che tutti conosciamo.

per non parlare dei mitici "fumatori" Convair 880 e 990, dalla robustezza leggendaria....... per farsi una idea la Convair li dava per un accellerazione verticale massima di 6 g positivi........ il 787, se fai una manovra a 6 g ti si tronca in 2 anche il portarotoli della carta igenica in bagno........ :lol:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Boeing 787, un magnifico aereo
MessaggioInviato: venerdì 12 settembre 2014, 18:46 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 25 gennaio 2006, 21:44
Messaggi: 50
Località: Schio, Vicenza
Salve a tutti,
frequento per lo più il forum dei treni ma la passione per gli aerei è un po' sopita ma non sparita...
Un paio d' anni fa ho volato con un dreamlner dell' ANA, prima della loro momentanea messa a terra.
In rullaggio si sentiva l' impressione di una struttura della fusoliera più rigida rispetto ai suoi pariclasse, con una trasmissione delle vibrazioni del carrello più secca, non smorzata. In volo invece l' impressione era più fluida e ovattata rispetto agli aerei tutto metallo.
Un tocco sciccoso a sottolineare la avanguardia del tutto è dato dai finestrini privi delle classiche tendine oscuranti di plastica e dotati invece di manopola che oscurisce direttamente il cristallo interno ( non so in base a quale principio simil/fotocromatico)

Comunque una bella macchina
Lucio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Boeing 787, un magnifico aereo
MessaggioInviato: sabato 13 settembre 2014, 5:36 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 176
Lucio FAV ha scritto:
Salve a tutti,
frequento per lo più il forum dei treni ma la passione per gli aerei è un po' sopita ma non sparita...
Un paio d' anni fa ho volato con un dreamlner dell' ANA, prima della loro momentanea messa a terra.
In rullaggio si sentiva l' impressione di una struttura della fusoliera più rigida rispetto ai suoi pariclasse, con una trasmissione delle vibrazioni del carrello più secca, non smorzata. In volo invece l' impressione era più fluida e ovattata rispetto agli aerei tutto metallo.
Un tocco sciccoso a sottolineare la avanguardia del tutto è dato dai finestrini privi delle classiche tendine oscuranti di plastica e dotati invece di manopola che oscurisce direttamente il cristallo interno ( non so in base a quale principio simil/fotocromatico)

Comunque una bella macchina
Lucio


Interessantissime, Lucio, queste tue impressioni di volo. Grazie.
Ora staremo a vedere gli sviluppi della situazione. Comunque in tutti i settori della nostra vita il progresso va avanti, esiste, è sempre esistito con i i "pro" ed i "contro", gli inconvenienti e le cose bellissime.
Di sicuro il "Dreamliner" ha aperto una strada nuova nelle tecnologie dei grandi aerei di linea. Ci potranno eventualmente essere dei correttivi in futuro ma l'esperienza insegna che, soprattutto nel campo dell'aviazione, le strade intraprese sono state praticamente sempre percorse fino in fondo con vantaggi per tutti. Questo piaccia o no.
Comunque, ripeto, ho trovato il tuo intervento molto interessante.

Ciao.

Roberto


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice