Oggi è lunedì 18 giugno 2018, 16:30

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: venerdì 12 settembre 2014, 5:16 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 175
Cari Amici.
Vi voglio mostrare alcuni dei miei modellini in scala 1:500 che riproducono aerei civili degli anni 1940's, 1950's e 1960's. Le foto le ho scattate tutte io sul mio piccolo diorama che vuole dare l'idea dell'area terminale di un aeroporto italiano di media importanza nei primissimi anni '60 del 1900.
Cominciamo con due Douglas DC-6B della SWISSAIR, un Caravelle della nostra ALITALIA per finire con un Convair CV-440 della LUFTHANSA.
I modelli sono di produzione HerpaWings ed INFLIGHT500 (Caravelle Alitalia).
Alcune immagini le ho volute scattare in bianco e nero in quanto alla fine degli anni 1950's-primi 1960's al vero il materiale per realizzare foto a colori era ancora scarso.

Saluti cordialissimi a tutti.


Roberto - foto: R. Scotto


Allegati:
due DC-6B della SWISSAIR.jpg
due DC-6B della SWISSAIR.jpg [ 47.29 KiB | Osservato 9252 volte ]
AZ's Caravelle.jpg
AZ's Caravelle.jpg [ 39.67 KiB | Osservato 9316 volte ]
Commento file: Sullo sfondo il terminal passeggeri in parte ancora costituito da vecchie strutture in legno.
Convair 440 Lufthansa.jpg
Convair 440 Lufthansa.jpg [ 29.79 KiB | Osservato 9316 volte ]


Ultima modifica di SCOTTO Roberto il sabato 27 settembre 2014, 8:15, modificato 6 volte in totale.
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: sabato 13 settembre 2014, 11:35 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 175
Nei prossimi giorni vi mostrerò altre immagini della mia collezione dopo le prime tre che vogliono già darvi un'idea dei pezzi in mio possesso.
Quand'ero bimbo, ma soprattutto da ragazzino, il Nonno mi portava spesso a vedere gli aerei passeggeri all'aeroporto di Genova. Abitavo in quegli anni (primi 1960's) a Genova e l'aeroporto C. Colombo è posizionato in modo che i velivoli in avvicinamento sono ben visibili dalla città. Pertanto la vista dei grossi quadrimotori a pistoni e dei primi jet bassi sul cielo del Capoluogo ligure colpì per sempre la mia immaginazione. Se poi durante la settimana ero stato "bravo", avevo studiato, ecc., ecc. il sabato o la Domenica venivo portato all'aeroporto a vedere gli aerei..... da vicino.
Per la mia collezione ho voluto i modellini di velivoli che vedevo a Genova o che mi dicevano che operavano sullo scalo ligure sia effettuando voli regolari di linea, sia i primi voli charter del "Boom economico", sia quelli dirottati dal nord-Italia causa problemi meteo (nebbia).

Roberto


Ultima modifica di SCOTTO Roberto il sabato 27 settembre 2014, 15:16, modificato 3 volte in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: sabato 13 settembre 2014, 15:38 
Connesso

Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2006, 0:24
Messaggi: 1589
Belle le foto e belli modelli. Le foto in B/N mi danno quel certo non so che d'epoca, che mi emozionano. Continua così


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: sabato 13 settembre 2014, 20:38 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 13 agosto 2012, 17:52
Messaggi: 653
Ciao Roberto , collezione interessante, e da quello che scrivi noto con piacere che sei anche tu un appassionato che vive la sua passione per ottenerne le piacevoli sensazioni che può dare ( spesso legate ai ricordi) e non solo per avere la collezione più numerosa ed esclusiva di quella del vicino .......bene , tienici aggiornati
Ciao Gianfranco


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: domenica 14 settembre 2014, 6:31 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 175
Ecco, Amici, altre immagini del mio aeroporto. Anche questa volta tutte in bianco e nero... siamo nel 1960.....
I modellini presentati sono tutti di produzione HERPA della serie "Yesterday", eccetto il Convair CV-990 della Swissair che è di produzione INFLIGHT 500.
Due parole su quello che si vede nello sfondo. Il Convair 990 della SWISSAIR, ed i due DC-6B della SABENA sono parcheggiati nei pressi dell'aerostazione passeggeri non visibile nella foto. Si vedono invece i fabbricati uffici del centro cargo e dogana. Nello sfondo al DC-6B della SWISSAIR si può notare l'area intensamente industrializzata situata in prossimità dello scalo aereo.

Saluti.


Roberto - foto: R. Scotto


Allegati:
vista piazzale aeromobili.jpg
vista piazzale aeromobili.jpg [ 62.03 KiB | Osservato 9278 volte ]
DC-6B SABENA.jpg
DC-6B SABENA.jpg [ 56.57 KiB | Osservato 9278 volte ]
Convair CV-990 SWISSAIR.jpg
Convair CV-990 SWISSAIR.jpg [ 57.29 KiB | Osservato 9278 volte ]
Commento file: Sullo sfondo si nota l'area intensamente industrializzata situata nei pressi dello scalo aereo.
un DC-6B della SWISSAIR in sosta sul piazzale.jpg
un DC-6B della SWISSAIR in sosta sul piazzale.jpg [ 57.51 KiB | Osservato 9278 volte ]


Ultima modifica di SCOTTO Roberto il sabato 27 settembre 2014, 15:18, modificato 5 volte in totale.
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: domenica 14 settembre 2014, 6:50 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 175
E ringrazio gli Amici che hanno voluto fare qualche commento. Li ringrazio veramente di cuore. Le nostre passioni ci aiutano a rendere la vita un tantino più piacevole.
Voglio aggiungere ancora due immagini, tra le quali una che inquadra un vecchio DC-3 "Dakota". Ancora modellini HERPA Wings "Yesterday Series" eccetto il Viscount 800 della compagnia irlandese AER LINGUS che è prodotto da InFlight 500.
Gli accessori visibili attorno agli aeromobili (aerostazione, hangar, veicoli, ecc.) sono di produzione HERPA Wings.

Un saluto veramente cordiale ed affettuoso a tutti.

Roberto - foto: Roberto Scotto


Allegati:
Commento file: Sulla destra in primo piano i fabbricati del terminal passeggeri e la torre di controllo.
veduta piazzale con un Viscount 800 dell'AER LINGUS.jpg
veduta piazzale con un Viscount 800 dell'AER LINGUS.jpg [ 46.33 KiB | Osservato 9277 volte ]
un glorioso Douglas DC-3.....jpg
un glorioso Douglas DC-3.....jpg [ 46.56 KiB | Osservato 9277 volte ]


Ultima modifica di SCOTTO Roberto il domenica 21 settembre 2014, 9:34, modificato 4 volte in totale.
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: domenica 14 settembre 2014, 8:33 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 13 agosto 2012, 17:52
Messaggi: 653
Buon giorno Roberto complimenti per la collezione ,molto belle le foto in bianco e nero ricreano quell atmosfera di tempi andati che magari ai nostri occhi di bambini o ragazzi (all inizio degli anni 60 ancora non c ero ma mancava pochissimo al mio arrivo :) )
sembravano senza problemi ma magari c erano solo che non li vivevamo in prima persona ..di sicuro erano tempi che davano una prospettiva per il futuro invece oggi... :twisted:
Se hai altri modelli ho amplii la collezione aggiornaci

Ciao
Gianfranco


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: domenica 14 settembre 2014, 13:21 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 175
Dopo avere abitato per diversi anni a Genova, dal 1963 abito a La Spezia. Così venivo portato ogni tanto anche all'aeroporto di Pisa, scalo militare aperto al traffico civile con questo già presente a partire dal 1946.
Così sul mio diorama sono presenti modelli di compagnie aeree che nei primi 1960's era possibile vedere sia a Genova, come abbiamo detto, sia a Pisa.

Ecco allora altre tre foto:
- in una vediamo una presenza piuttosto frequente in quegli anni sugli aeroporti di una certa importanza del nostro Paese: un Caravelle della scandinava SAS aerolinea che, oltre ad effettuare voli regolari di linea con Milano e Roma, utilizzava a quel tempo i propri nuovissimi "Caravelle" anche per voli charter tra la Scandinavia e gli scali dell'area Mediterranea. A Genova li ricordo benissimo. E suppongo operasse tale tipo di voli pure su Pisa.
Il modello che vedete nell'immagine allegata è prodotto da INFLIGHT 500.

- l'aeroporto di Pisa (avviene ogni tanto ancora in epoca attuale) fungeva, insieme a quelli di Ciampino e Napoli, in casi eccezionali da scalo alternato a quello di Roma Fiumicino quando in questo si verificava qualche importante inconveniente tecnico od in caso di pesanti problemi meteo. A metà degli anni 1960's la sovietica AEROFLOT mise in servizio i Tupolev Tu-114, grossi turboelica a lungo raggio a quel tempo i più grandi velivoli di linea al mondo. Uno dei collegamenti operati da questo tipo di aeromobile era il TOKIO-MOSCA-ROMA. Ho ipotizzato una forte perturbazione con violenti temporali sull'Italia centrale... ed ecco dirottato sul mio aeroporto un grosso Tu-114 proveniente da Mosca (Tokio).
Nelle due foto che ho scattato potrete apprezzare il pregevole modello della HerpaWings.

Roberto - foto: Roberto Scotto


Allegati:
Tupolev 114 AEROFLOT particolare con mezzi di rampa.jpg
Tupolev 114 AEROFLOT particolare con mezzi di rampa.jpg [ 83.29 KiB | Osservato 9270 volte ]
Tu-114 dell'AEROFLOT - scalo tecnico.jpg
Tu-114 dell'AEROFLOT - scalo tecnico.jpg [ 81.2 KiB | Osservato 9270 volte ]
un Caravelle della SAS in parcheggio al terminal passegggeri.jpg
un Caravelle della SAS in parcheggio al terminal passegggeri.jpg [ 84.43 KiB | Osservato 9270 volte ]


Ultima modifica di SCOTTO Roberto il lunedì 15 settembre 2014, 11:26, modificato 3 volte in totale.
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: domenica 14 settembre 2014, 13:51 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 175
In questo thread si vedono un paio di immagini relative ai "Caravelle" dell'ALITALIA. Nei primi anni '60 del 1900 nella flotta ALITALIA i Caravelle erano aerei nuovissimi e tecnicamente all'avanguardia ed i simulatori di volo se esistevano non erano certamente ai livelli sofisticatissimi di oggi. Allora quando erano liberi/disponibili dei velivoli questi venivano utilizzati per voli di familiarizzazione degli equipaggi con la nuova macchina.
Ecco che vediamo nelle foto i Caravelle della nostra compagnia di bandiera.... in sosta sul mio aeroporto per vari motivi: un dirottamento da altro scalo per cause meteo oppure uno dei primissimi voli charter o, come abbiamo detto, macchine provenienti da Fiumicino in attesa di tornare alla base tecnica Alitalia. Un volo per far fare esperienza ai piloti con il velivolo.
I modellini del bireattore della nostra Compagnia di bandiera sono di produzione INFLIGHT 500.

Roberto


Ultima modifica di SCOTTO Roberto il sabato 27 settembre 2014, 15:26, modificato 7 volte in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: lunedì 15 settembre 2014, 5:28 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 175
I primi anni '60 del secolo scorso hanno costituito il momento del massimo splendore, diciamo così, del "Boom economico", il periodo storico che va dalla metà degli anni 1950's fino alla metà del decennio successivo. E cominciava in quegli anni a svilupparsi il turismo "di massa" anche utilizzando il mezzo aereo. Nascevano le prime compagnie aeree specializzate nei voli a noleggio (charter). Venivano generalmente utilizzati velivoli non più nuovi ma ancora validi. Capitava però che in turno talvolta fosse disponibile qualche macchina dei tipi più moderni, come i Caravelle ad esempio. Nell'immagine allegata vediamo sul piazzale del mio aeroporto due Caravelle: uno della SAS ed uno dell'ALITALIA. Un "charter" dalla Scandinavia ed uno da Londra...... operati dai nuovissimi bireattori francesi al posto dei quadrimotori a pistoni DC-6B.....
Sullo sfondo i fabbricati del terminal passeggeri e la torre di controllo.

Roberto - foto: R. Scotto


Allegati:
voli charter operati da Caravelle SAS e ALITALIA.jpg
voli charter operati da Caravelle SAS e ALITALIA.jpg [ 62.79 KiB | Osservato 9252 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: lunedì 15 settembre 2014, 12:04 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 175
littorina 67 ha scritto:
Buon giorno Roberto complimenti per la collezione ,molto belle le foto in bianco e nero ricreano quell atmosfera di tempi andati che magari ai nostri occhi di bambini o ragazzi (all inizio degli anni 60 ancora non c ero ma mancava pochissimo al mio arrivo :) )
sembravano senza problemi ma magari c erano solo che non li vivevamo in prima persona ..di sicuro erano tempi che davano una prospettiva per il futuro invece oggi... :twisted:
Se hai altri modelli ho amplii la collezione aggiornaci

Ciao
Gianfranco



Continuerò a mostrare in prevalenza immagini in bianco e nero. In questo caso le trovo decisamente adatte.
Grazie per i pensieri espressi e per le gentili parole.

Roberto


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: martedì 16 settembre 2014, 1:14 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 0:52
Messaggi: 4126
Località: San Germano Vi/Cropani Marina Cz
Roberto che belle foto!
Un aereo civile che mi ha sempre colpito, forse un po'piu' vecchiotto, è il quadrimotore costellation.
Chissà se sia mai arrivato in Italia con qualche volo intercontinentale...

un saluto Armando


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: martedì 16 settembre 2014, 5:46 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 175
Visto che ho fatto cenno ai voli "charter" vi presento altre due immagini che ho scattato sul mio diorama.
Vediamo un Convair 440 questa volta con la livrea della CONDOR, compagnia tedesca nata proprio nel 1960 e specializzata in questo tipo di voli. Iniziò le attività con due di questi bimotori a pistoni per passare poi quasi subito ai quadriturboelica "Viscount" ed in seguito con altri tipi di aerei fino ai giorni nostri.
Poi vi mostro un fascinoso "Super Constellation" dell'AIR FRANCE. Nel 1960 ed attorno a quel periodo i "Constellations" ed i "Super Constellations" erano, come tutti gli aerei con motori a pistoni, superati tecnicamente dagli allora modernissimi turboelica e dai nuovissimi jet. Ma erano ancora macchine valide. Venendo gradualmente tolte dai servizi di linea divennero ideali per i voli charter.
Per i primi vacanzieri del nostro Paese in quel periodo le mete più gettonate erano (come oggi) il Regno Unito con Londra, e Parigi.
Io sull'aeroporto di Genova ricordo questo tipo di voli operati prevalentmente con DC-6B del gruppo ALITALIA e così sicuramente sarà stato per Pisa, ma operavano pure compagnie inglesi e francesi. E sicuramente sul nostro Paese qualche "charter" da /per la Francia (anche Lourdes cominciava ad essere una meta gettonata con voli sullo scalo di Lourdes-Tarbes) è stato operato dai Super Constellation" dell'AIR FRANCE. Così ne vediamo uno sul piazzale del mio aeroporto in attesa del prossimo imbarco di turisti per Parigi......
Tutti e due i modellini presentati sono di produzione HERPA. Il Convair 440 della Condor è una produzione in serie limitata.

Ciao a tutti.

Roberto - foto: R. Scotto


Allegati:
Super Costellation AIR FRANCE.jpg
Super Costellation AIR FRANCE.jpg [ 54.56 KiB | Osservato 9228 volte ]
Convair 440 Condor.jpg
Convair 440 Condor.jpg [ 42.93 KiB | Osservato 9228 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: martedì 16 settembre 2014, 6:01 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 175
d 341 ionica ha scritto:
Roberto che belle foto!
Un aereo civile che mi ha sempre colpito, forse un po'piu' vecchiotto, è il quadrimotore costellation.
Chissà se sia mai arrivato in Italia con qualche volo intercontinentale...

un saluto Armando


Ciao, Armando.
I "Constellations" ed i "Super Constellations" arrivavano in Italia operando voli a lungo raggio come quelli tra il nostro Paese e gli Stati Uniti. In questo caso i collegamenti con tale tipo di velivoli erano gestiti dall'americana TWA. Questo avvenne fino all'avvento dei grandi jet intercontinentali come i quadrireattori Boeing 707 e Douglas DC-8 (anni attorno al 1960).
Essendo però macchine ancora valide furono utili, insieme ad altri noti quadrimotori a pistoni come il DC-6 ed il DC-7, per gli allora nascenti voli charter (operati anche sul breve/medio raggio) e per servizi di traporto merci. Molti di questi aeroplani infatti vennero trasformati ed adattati ai voli cargo.
Questa mattina ho postato in questo thread la foto del modello di un "Super Constellation" dell'AIR FRANCE. Così lo potrai ammirare. Ciao!

Ti saluto molto cordialmente.

Roberto


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: martedì 16 settembre 2014, 12:00 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 175
Come ho scritto in questo thread, con l'arrivo sulla scena mondiale dell'aviazione civile dei grandi quadrigetti intercontinentali gli analoghi velivoli con propulsione ad elica passarono gradualmente a compiti di secondo piano come l'attività charter passeggeri su lungo-medio ed anche breve raggio e servizi merci. Tra questi i "Constellations" nelle loro differenti versioni.
Alcuni Super Constellation dell'AIR FRANCE a partire dal 1967 furono destinati al trasporto merci mediante opportune lavorazioni di trasformazione, rinforzo generale della struttura ed altri adattamenti vari. In una delle immagini allegate, quella a colori, vediamo una macchina francese sul piazzale del mio scalo aereo in occasione di un volo merci probabilmente per qualche società di import-export del tempo. Si noti che tutto intorno al velivolo ferve l'attività con autocarri e nastri traportatori per il carico delle merci. Al vero è probabilissimo che qualche Constellation dell'Air France in versione cargo abbia realmente operato su aeroporti del nostro Paese.
Nell'immagine in bianco e nero ammiriamo un L-1649 "StarStream" della TWA, la versione più spinta e sofisticata del Constellation e caratterizzata tra le altre cose da una notevole apertura alare. Questa variante apparve nel 1957. Troppo tardi. L'era dei jet era praticamente alle porte. Fecero servizi intercontinentali di... "prima linea" per pochissimo. Lo "StarStream" in sosta sul mio plastico è ripreso durante una sosta per trasporto di personale militare USAF. Al vero il trasporto di personale militare americano (lo è in alcuni casi pure oggi) era compito anche di compagnie aeree civili. Ho letto che nei primi anni 1960's ad Aviano talvolta proprio la TWA oparava tale tipo di voli con gli ormai superati Constellation. Ed è probabile che la stessa cosa accadesse sull'aeroporto di Pisa-S. Giusto situato vicinissimo ad una importantissima base militare USA.

Roberto - foto: R. Scotto


Allegati:
L-1649 StarStream TWA in sosta p.le nord - foto R. SCOTTO.jpg
L-1649 StarStream TWA in sosta p.le nord - foto R. SCOTTO.jpg [ 61.03 KiB | Osservato 9216 volte ]
Super Constellation AIR FRANCE in servizio merci - foto R. Scotto.jpg
Super Constellation AIR FRANCE in servizio merci - foto R. Scotto.jpg [ 52.08 KiB | Osservato 9216 volte ]
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice