Oggi è sabato 19 ottobre 2019, 6:52

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: mercoledì 17 settembre 2014, 6:09 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 176
Abbiamo fatto cenno all'avvento dell'era dei jetliners alla fine degli anni 1950's (1958 per l'esattezza). Uno dei più famosi jet di quel peroido fu il Boeing 707.
Vi mostro un paio di scatti che ho fatto a due esemplari che hanno visitato il mio aeroporto.
L'immagine a colori mostra un quadrigetto della LUFTHANSA mentre in quella in bianco e nero ne vediamo uno indiano.
Nella realtà, ed avviene ancora oggi, quando una compagnia aerea immette in flotta un velivolo di nuova concezione prima dell'immissione in servizio regolare lo impiega in una serie di voli allo scopo di far familiarizzare il personale di volo con la macchina.
Nel caso del Boeing 707 (un esemplare della serie 400) tedesco ho ipotizzato un volo-test fra Amburgo, base tecnica da sempre della Lufthansa, e l'Italia.
Nel caso del Boeing 707 dell'AIR INDIA il caso è diverso. Il modellino mi attirava molto, ma come giustificare la presenza di un aereo simile su uno scalo di media importanza italiano?
Allora siccome ricordavo che nella seconda metà degli anni 1970's ci fu a Genova un atterraggio per emergenza sanitaria di un Boeing 727 della compagnia di bandiera libica in servizio tra Tripoli e Londra a causa di un grave malore accusato da un bimbo che era a bordo (fu scelto lo scalo genovese perchè in questa Città ha la sede uno dei migliori e più attrezzati ospedali pediatrici), ho ipotizzato la stessa cosa ma nei 1960's ed a bordo di un volo AIR INDIA nella tratta Roma-Londra. Dunque, atterraggio di emergenza sanitaria.
Nella foto vediamo il Boeing 707 ormai senza più mezzi sottobordo e pronto a ripartire alla volta del Regno Unito dopo la breve sosta.
Comunque ci sono fortunatamente anche altri motivi per giustificare la presenza su certi aeroportii di velivoli inconsueti. Il più attendibile è lo scalo tecnico per motivi meteo.
Il modellino del Boeing 707-400 tedesco è una novità HerpaWings mentre il B.707-320 indiano è prodotto da InFlight 500.

Roberto - foto: R. Scotto


Allegati:
Boeing 707-320 AIR INDIA - scalo tecnico per emergenza sanitaria.jpg
Boeing 707-320 AIR INDIA - scalo tecnico per emergenza sanitaria.jpg [ 53.7 KiB | Osservato 12953 volte ]
Boeing 707 serie 400.jpg
Boeing 707 serie 400.jpg [ 52.41 KiB | Osservato 12953 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: mercoledì 17 settembre 2014, 16:06 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2006, 0:24
Messaggi: 1716
Belle queste ambientazioni
Potresti fare qualche altra fotina ai constellation e super constellation? Il Conni è sempre stato il mio aereo civile preferito


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: giovedì 18 settembre 2014, 5:36 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 176
Ecco un'ulteriore serie di scatti che ho fatto ad altri "Constellations" della mia collezione e che si aggiungono a quelli degli esemplari francesi ed americani che ho postato nei giorni scorsi.
Adesso si possono ammirare questi fascinosi liners con livree della LUFTHANSA, dell'olandese KLM, ed uno scatto ad uno "Starliner" L-1649 della compagnia lussemburghese LUXAIR che mise in flotta queste macchine a partire dal 1967 acquistate usate per effetuare prevalentemente voli tra Europa ed Africa.
I modelli fotografati sono tutti prodotti da HERPA Wings nella serie "Yesterday Series" equivalente grosso modo all'epoca IIIb nel modellismo ferroviario.

Roberto


Allegati:
L-1649 Super Star LUXAIR - Lussemburgo.jpg
L-1649 Super Star LUXAIR - Lussemburgo.jpg [ 47.74 KiB | Osservato 12933 volte ]
un super Constellation della KLM in sosta.jpg
un super Constellation della KLM in sosta.jpg [ 50.36 KiB | Osservato 12933 volte ]
Super Contellation LUFTHANSA - ultima livrea.jpg
Super Contellation LUFTHANSA - ultima livrea.jpg [ 47.7 KiB | Osservato 12933 volte ]


Ultima modifica di SCOTTO Roberto il domenica 21 settembre 2014, 8:58, modificato 7 volte in totale.
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: giovedì 18 settembre 2014, 5:38 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 176
Mr.Sanders ha scritto:
Belle queste ambientazioni
Potresti fare qualche altra fotina ai constellation e super constellation? Il Conni è sempre stato il mio aereo civile preferito



Certamente. Poco fa ho inserito tre nuovi scatti relativi a questo affascinante liner.
Ciao.

Roberto


Ultima modifica di SCOTTO Roberto il domenica 21 settembre 2014, 8:59, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: giovedì 18 settembre 2014, 9:38 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 176
Mr.Sanders ha scritto:
Belle queste ambientazioni
Potresti fare qualche altra fotina ai constellation e super constellation? Il Conni è sempre stato il mio aereo civile preferito


Come avrai notato dalle foto la Herpa usa per la sua riproduzione in scala 1:500 del "Super Constellation" due stampi differenti per la parte anteriore della fusoliera (musetto di lunghezza diversa a seconda del tipo di radar meteorologico montato al vero) e ben tre modifiche di stampo per le ali. Per queste infatti viene riprodotta la variante con i serbatoi supplementari per il carburante sistemati alle estremità (nella realtà questa versione non era molto diffusa), quella senza, e l'ala dal notevole sviluppo dell'L-1649 "StarLiner".
Gli L-1649 venivano denominati anche "StarStream" e "Super Star" a seconda delle esigenze commerciali delle aerolinee che li avevano in flotta.
In questo thread abbiamo sempre fatto cenno al "Super" Constellation. Ed il "Constellation"? Purtroppo attualmente non esistono modelli di tale variante essendo il "Super" più attraente e pertanto più vendibile.
Il "Constellation" aveva la stessa ala (senza però i serbatoi ausiliari alle estremità) e piani di coda del Super ma la fusoliera era più corta misurando una lunghezza di poco più di 28 metri contro i circa 35 del Super Constellation più recente e più performante dal punto di vista commerciale.

Roberto


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: giovedì 18 settembre 2014, 11:42 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 176
Ecco un'altra immagine che ho scattato al mio "Super Star" L-1649 della compagnia lussemburghese LUXAIR. Rispetto alla foto in bianco e nero già pubblicata in questo stesso thread qui possiamo un pò meglio apprezzare la notevole apertura alare dell'elegante velivolo.
Al vero la LUXAIR utilizzò i suoi "1649" oltre che per i collegamenti fra il Lussemburgo ed il continente Africano anche in un vasto giro di leasing con altri operatori sempre però mantenendo la livea "Luxair".
In secondo piano vediamo l'aerostazione passeggeri e la torre di controllo prima delle modifiche apportate e che si notano nella maggior parte delle immagini che si vedono nel thread.


Roberto


Allegati:
Commento file: Lochkeed L-1649 "Super Star" LUXAIR (Lussemburgo)
L-1649 LUXAIR.jpg
L-1649 LUXAIR.jpg [ 57.54 KiB | Osservato 12929 volte ]


Ultima modifica di SCOTTO Roberto il giovedì 18 settembre 2014, 17:38, modificato 1 volta in totale.
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: giovedì 18 settembre 2014, 17:33 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 176
Ancora qualche notizia sui Constellations.

In circa lo spazio di una paginetta del Forum alla fine tra foto e loro descrizione è venuta fuori una breve monografia del "Connie".
Per le notizie che vi ho dato sono andato a memoria cercando di ricordare bene la documentazione che possiedo (tutti volumi, bellissimi, in lingua inglese in quanto nel nostro Paese bei libri dedicati all'aviazione commerciale praticamente quasi zero; siamo messi un po' meglio con la stampa periodica). Abbiamo parlato dell'L-1649 con la sua notevole apertura alare, ma gli altri modelli del "Connie" che sigla avevano?
Allora: i primi "Constellations", quelli con la fusoliera di 28 metri di lunghezza, vanno denominati come segue: "L-049 Constellation"; i Super Constellations sono gli "L-1049 Super Constellation"; per arrivare infine agli L-1649 generalmente conosciuti come "StarLiner" di cui sopra. La "L" maiuscola prima del trattino stà per LOCKHEED, la casa costruttrice.

Ancora salutoni cordialissimi a tutti.

Roberto


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: giovedì 18 settembre 2014, 20:59 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2006, 0:24
Messaggi: 1716
:D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D

Grazie!
Il mio aereo preferito, ho un modello in 1/72 della Heller, che ne ripropone la versione militare usat per il ponte aereo di Berlino. Prima o poi lo faccio. promesso!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: venerdì 19 settembre 2014, 6:26 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 176
Mr.Sanders ha scritto:
:D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D

Grazie!
Il mio aereo preferito, ho un modello in 1/72 della Heller, che ne ripropone la versione militare usat per il ponte aereo di Berlino. Prima o poi lo faccio. promesso!


Sono contento. Veramente.
Ho illustrato la mia collezione su altri forum tra i quali uno americano, ma da tempo pensavo a quello DueGi, e qui voglio dare il meglio, o almeno spero di esserci riuscito o di riuscirci.
Ti faccio tanti auguri per la realizzazione del modello Heller.
Intanto ti mostro un altro L-1649 della mia collezione. Questo volta è dell'AIR FRANCE. Nota il musetto "lungo" per via del radar meteorologico di tipo più recente. L'ho fotografato sempre sul mio scalo (con l'ormai inconfondibile sfondo....) dove ho ipotizzato un volo speciale per un gruppo di congressisti francesi nel 1960.

Ciao.

Roberto


Allegati:
L-1649 AIR FRANCE - volo speciale da Parigi.jpg
L-1649 AIR FRANCE - volo speciale da Parigi.jpg [ 56.58 KiB | Osservato 12909 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: venerdì 19 settembre 2014, 6:46 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 176
Con lo sviluppo dei voli "charter" nei primi 1960's vennero create compagnie aeree specializzate in questo genere di attività e talvolta dotate di velivoli di tipo recente.
E' il caso della tedesca LTU con in flotta i nuovi bimotori turboelica FOKKER F-27.
I "Fokker" LTU in quegli anni sono stati una presenza costante sugli scali italiani per il traporto nel nostro Paese dei vacanzieri dalla Germania.
Il modellino che ho fotografato è una produzione in serie limitata della Herpa.
In secondo piano, illuminato anch'esso dal sole radente, il vecchio hangar adibito al ricovero dei mezzi di rampa.

Roberto


Allegati:
Fokker F.27 LTU.jpg
Fokker F.27 LTU.jpg [ 60.31 KiB | Osservato 12909 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: sabato 20 settembre 2014, 5:40 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 176
Vi sarà venuta la curiosità osservando le varie foto dei miei modellini e quello che si vede in secondo piano di sapere come ho realizzato il diorama.
Vi mostro qualche immagine.
Vediamo innanzi tutto la torre di controllo, e l'aerostazione passeggeri con riprodotti il tetto in lamiera ondulata a la struttura principale in legno (al vero). Si tratta di accessori in plastica prodotti da Herpa appositamente come accessori per i plastici/diorami aeroportuali in scala 1:500 sia ambientabili negli anni 1950's-'60's, sia nell'epoca attuale con riproduzioni di grandi aerostazioni, pontili d'imbarco, moli, ecc. Pure i veicoli, scale, ed i vari mezzi di rampa fanno sempre parte di questa ricca scelta di accessori.
Il mio terminal passeggeri composto quindi in gran parte da strutture che danno l'dea di provvisorietà si ispira a quello che vedevo all'aeroporto di Genova quando ero bimbo. E siccome in prossimità di questo scalo c'erano (e ci sono) insediamenti industriali imponenti (acciaierie e cantieri navali), non avendo immagini di questi immediatamente disponibili e con le proporzioni adatte da usare come sfondo alle mie foto allora ne utilizzo una che mostra un grande impianto petrolchimico, che rappresenta sempre un'area pesantemente industrializzata.

Roberto


Allegati:
aerostazione passeggeri e torre controllo.jpg
aerostazione passeggeri e torre controllo.jpg [ 55.47 KiB | Osservato 12887 volte ]


Ultima modifica di SCOTTO Roberto il sabato 20 settembre 2014, 6:03, modificato 1 volta in totale.
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: sabato 20 settembre 2014, 6:01 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 176
Ora uno scatto.... dall'esterno dell'aeroporto.
Vediamo anche gli alberi di vario tipo. Pure questi accessori Herpa e che ho incollato uno con l'altro in vari gruppi per fare prima a metterli ed a togliere quando non uso il plastico e lo metto in un cassetto. Le palme per tenerle realisticamente ad una certa distanza l'una dall'altra le ho incollate alla loro base. Tutti gli accessori (edifici, alberi, veicoli, ecc., ecc.) sono solo appoggiati sul diorama. Una scelta dettata dal fatto che ogni tanto mi piace cambiare la disposizione di questi.

Roberto


Allegati:
veduta lato città.jpg
veduta lato città.jpg [ 52.14 KiB | Osservato 12868 volte ]


Ultima modifica di SCOTTO Roberto il domenica 21 settembre 2014, 9:02, modificato 2 volte in totale.
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: sabato 20 settembre 2014, 6:21 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 176
Ed adesso due vedute generali del diorama principalmente costituito da una tavoletta in compensato di 4 mm di spessore, 60 cm di lunghezza per 30 di larghezza. Per il piazzale ho usato varie tonalità di grigio della Humbrol. La riproduzione delle giunzioni tra i lastroni l'ho realizzata con una penna biro con inchiostro nero osservando le foto degli aeroporti veri dell'epoca.
Oltre alla sopra citata tavoletta ne ho utilizzata una seconda segandola con precisione dividendola in tre parti uguali di 20 x 30 cm.
Così quando ne ho voglia accosto i vari elementi tra di loro ed il diorama varia di forme e dimensioni ogni volta diverse a seconda dei miei desideri.
Considerando poi che nulla di quanto ci vedete sopra è incollato.... la "modularità" (ed il divertimento) sono al massimo.


Roberto


Allegati:
veduta diorama in versione ingrandita.jpg
veduta diorama in versione ingrandita.jpg [ 44.36 KiB | Osservato 12887 volte ]
diorama ridotto.jpg
diorama ridotto.jpg [ 46.5 KiB | Osservato 12887 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: sabato 20 settembre 2014, 18:08 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2006, 0:24
Messaggi: 1716
Ah bene, finalmente vedo lo scalo completo. Mi sembra veramente una bella idea, per ambientare di volta in volta i velivoli. Complimenti, tanto divertimento in poco spazio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La mia collezione in scala 1:500
MessaggioInviato: domenica 21 settembre 2014, 6:13 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 10:15
Messaggi: 176
Mr.Sanders ha scritto:
Ah bene, finalmente vedo lo scalo completo. Mi sembra veramente una bella idea, per ambientare di volta in volta i velivoli. Complimenti, tanto divertimento in poco spazio.



Si, è proprio un bel divertimento. Ti ringrazio per i tuoi interventi.

Roberto


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice