Oggi è domenica 5 luglio 2020, 11:13

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Espresso Trieste Vienna anni '70/'80
MessaggioInviato: lunedì 6 febbraio 2006, 19:53 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2006, 0:24
Messaggi: 1801
Alla fine degli anni settanta, per andare a scuola a Udine, quando potevo entrare in ritardo, prendevo un treno molto comodoso, che partiva da Trieste alle sette del mattino. Aveva una composizione mista OBB FS con delle carrozze che penso fossero delle X FS ed Eurofima Z per la parte OBB. C'è qualcuno che si ricorda la composizione e qual'era la loco titolare? Grazie
Ciao da Andrea(cascina) sotto altro nome :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Romolus und Remus
MessaggioInviato: lunedì 6 febbraio 2006, 23:10 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 12:56
Messaggi: 43
Carrozze Eurofima Fs e di nuova generazione OeBB; per la trazione E 656, ma se no erro anche Tigre, mi sembra almeno in spinta; 1022 per la OeBB, chiaramente dal/fino al Tarvisio.

Ho riletto, ma credo che la sezione per Trieste si unisse appunto ad Udine; non ricordo da Vienna un espresso per Trieste, che avrei preso subito, senza attendere svariate ore il prossimo treno per l'Italia, quando la coincedenza tardava.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 8 febbraio 2006, 0:44 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2006, 0:24
Messaggi: 1801
Da Vienna non so a che ora arrivasse, comunque da Trieste partiva, almeno fino al giugno 1982 (poi mi sono diplomato :D ), alle 07.00 ed era proprio classificato come espresso per Vienna. Per le carrozze mi ricordo la differenza cromatica tra quelle grigio ardesia FS e quelle "arancioni/rosse" OBB.
Forse ti riferisci a qualche periodo successivo per la composizione che mi hai indicato.
:D Grazie per l'interessamento e la risposta :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Vienna (Trieste) Roma
MessaggioInviato: giovedì 9 febbraio 2006, 16:05 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 12:56
Messaggi: 43
Ho preso quei treni per decine di volte; dovrei avere anche gli orari, perché, a Wien mettevano per ogni posto un foglietto con l'orario.
Questo dal 1975; probabilmente c'erano anche le ardesia, più sicuro le rosso fegato, ma soprattutto le arancioni Eurofima; per le OeBB le arancioni vennero poi sostituite dalle rosso-ardesia, che cercavo sempre di prendere perché oltre che più confortevoli erano pulitissime; nei bagni si poteva mangiare!
I treni comunque avevano questi orari: partenza intorno alle 8,00 da Roma ed arrivo la sera tardi a Wien; partenza la sera tardi da Roma ed arrivo intorno alle ore 9,00 a Wien; questo per me era importante, perché poi mi aspettavano coincidenze, che, se perse, mi facevano perdere un giorno. Dall'Italia era sistematico il ritardo, ma entro un'ora gli Austriaci recuperavano!.
Vale il viceversa, per cui se il treno dall'Est arrivava in ritardo, causa i severissimi controlli alla Cortina di Ferro, dovevo aspettare il treno della sera: per questo sono sicuro che il Wien-Trieste era una sezione di quel treno, altrimenti lo avrei preso!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 9 febbraio 2006, 21:21 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 16 gennaio 2006, 13:54
Messaggi: 8287
Località: Regno Lombardo-Veneto Königreich Lombardo-Venetien
:!:


Ultima modifica di centu il giovedì 29 giugno 2017, 13:31, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 9 febbraio 2006, 23:47 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2006, 0:24
Messaggi: 1801
:o Curioso...anch'io cercavi sempre posto nelle carrozze austriache per gli stessi motivi :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 13 febbraio 2006, 21:55 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2006, 12:56
Messaggi: 43
centu ha scritto:
che itinerario seguiva questo treno??


I treni erano (sono?) due: il Romulus ed il Remus; partivano da Roma-Termini ed arrivavano a Wien-SudBahnhof e viceversa; via Firenze-Bologna-Verona-Mestre (solo in alcuni periodi entravano a Venezia S.Lucia)-Treviso-Udine-Tarvisio-Villach-Klagenfurt-Semmering-Neu Wien.

Nel tratto italiano era un continuo sganciare ed agganciare vetture; probabile quindi che ad Udine ci fosse la sezione per Trieste, quindi la storica SudBahn, se non erro, vado a mente.

Memorabili e faticosi i trasbordi causa il terremoto del Friuli; spettacolare la vecchia linea del Tarvisio, specie d'inverno, ed il Semmering: che foto!

In Austria cominciavano a costruire l'Autostrada, con grandiosi ponti ad arco ed fu l'inizio della fine: ora si va in auto.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 14 febbraio 2006, 1:00 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 13:31
Messaggi: 9868
Località: Firenze
Che ricordi... il Romulus lo prendemmo per la gita a Vienna di III Liceo Classico nel febbraio del '90. Ma esiste ancora?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 14 febbraio 2006, 9:42 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 16 gennaio 2006, 11:08
Messaggi: 1843
Esiste sulla Ve-Wien SuedBhf. lo "Johann Strauss" con materiale austriaco, bellissimo pulito che sputa in faccia all'estetica italiana.....lo prendo a UD...


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Giancarlo Giacobbo e 8 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice