Oggi è sabato 4 luglio 2020, 16:35

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 142 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 5, 6, 7, 8, 9, 10  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 8 febbraio 2006, 14:01 
Non connesso

Iscritto il: domenica 15 gennaio 2006, 18:23
Messaggi: 238
Località: torino
vi stiamo aspettando!!!

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 9 febbraio 2006, 19:25 
Non connesso

Iscritto il: domenica 15 gennaio 2006, 18:23
Messaggi: 238
Località: torino
Alcune precisazioni sulla giornata del 5 febbraio 2006 a Susa

Il passaggio della Fiaccola Olimpica in Valle è stata l'ennesima occasione di mobilitazione del popolo ***** (No al treno alta velocità)
Da Oulx a Susa (in ogni paese)il passaggio della fiaccola è stato accompagnato dallo sventolio delle bandiere *****.

Grave il fatto successo ad Exilles (ben descritto sul sito ****.it), dove ad un tedoforo locale gli è stato spostato un tratto del percorso, dopo che è stato visto socializzare col gruppo *****.

A Susa le migliaia di persone presenti in piazza hanno dimostrato alle Forze dell'Ordine che nessuno ha dimenticato la violenza di Venaus. Gli ufficiali e gli agenti che presenziavano al passaggio della Fiaccola erano gli stessi che hanno sgomberato con ingiustificata violenza i presidi la notte del 6 dicembre.

Il passaggio della Fiaccola NON è stato impedito dai manifestanti che hanno solo posto sul cammino una lunga serie di bandiere incrociate ad un serie di cori e striscioni.
Una di queste bandiere è stata strattonata e strappata dagli uomini della sicurezza che circondavano il tedoforo, causando l'impatto con la Fiaccola
accesa.

E' a quel punto che un agente di polizia in divisa ha iniziato a colpire col manganello le persone che erano ferme lungo la strada, anche qui senza alcuna giustificazione.Questo è un fatto gravissimo che ha acceso gli animi,e non è stato evidenziato dai media ed è stato visto solo dalle persone che erano nelle vicinanze immediate. Nonostante ciò non c'è stata alcuna reazione dei manifestanti.

Alla Fiaccola (giunta oltre Susa indenne) è stato modificato il percorso
dall'Organizzazione.
E' quindi completamento falso affermare che i ***** hanno fermato la Fiaccola, come provocatorio sia stato da parte di chi ha organizzato il tragitto impiegare le persone reduci (peraltro riconosciuti da tutti) dal blitz di Venaus; mancando oltretutto di tatto; non solo : è stato offeso lo spirito Olimpico facendo accompagnare gli atleti con agenti armati di manganello.
Si è voluto precisare come sono andati i fatti, da parte di chi era
presente, viste le inesattezze riportate dai mezzi di informazione.

COMITATO ***** ALTA VALLE SUSA


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 9 febbraio 2006, 21:39 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 25 gennaio 2006, 10:34
Messaggi: 712
Peccato che non vi hanno ben pestato...godetevi la tregua olimpica, che poi spero ci penserà lo stato a riportare la legalità in Val di Susa....


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 9 febbraio 2006, 22:12 
Non connesso

Iscritto il: martedì 17 gennaio 2006, 14:21
Messaggi: 1245
A questo punto comincio ad essere contrario anch'io ad una nuova linea torino-lione.
Ragioniamo: avere una nuova linea, con pendenze moderate, significherebbe togliere centinaia di TIR e pulmann dalla valle ovvero migliorare la vivibilità di quei cialtroni anti-tav. Ma visto che questi cialtroni sono contrari... PERCHE' SPENDERE QUATTRINI IN LORO FAVORE? LASCIAMOLI NELLA MERDA! anzi: chiudiamo anche l'attuale linea e travasiamo tutto il traffico ferroviario sulle loro strade e autostrade (verso le quali sono tolleranti visto che ognuno di loro possiede da due a tre auto per famiglia).
Poi rideremo anche noi!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 9 febbraio 2006, 22:44 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 9 febbraio 2006, 0:22
Messaggi: 1405
Località: Toscana
Tradotta ha scritto:
Ragioniamo: avere una nuova linea, con pendenze moderate, significherebbe togliere centinaia di TIR e pulmann dalla valle ovvero migliorare la vivibilità di quei cialtroni anti-tav.


Veramente gli anti tav non vogliono la linea veloce, perchè, già stufi dell'autostrada del frejus, non sopporterebbero (giustamente) una nuova opera con un impatto ambientale catastrofico che si andrebbe a sommare alle due statali, alla ferrovia e all'autostrada (perchè hanno occupato l'autoFrejus, una ragione c'è!).
Vogliono che venga ristrutturata la linea storica perchè si renderebbe fruibile in pochissimo tempo.
Poi, per le pendenze, qualcuno ha mai pensato a costruire una trentina di locomotive in più o ad evitare l'accantonamento delle E.636 che sarebbero sempre valide?

TAV = +auto, + smog
TAF = - auto, - smog


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 9 febbraio 2006, 22:53 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 22:11
Messaggi: 243
Località: reggio emilia
Non capisco se ci stai prendendo in giro o cosa?
Visto che non sei nuovo del forum sai anche benissimo che della cosa che hai scritto ne abbiamo parlato non per settimane ma per mesi e mesi....intendi ricominciare?
Trova qualche argomento nuovo e convicente.
(ps anche se cambi nick non hai cambiato stile)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 9 febbraio 2006, 23:00 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 25 gennaio 2006, 10:34
Messaggi: 712
SAFF ha scritto:
Tradotta ha scritto:
Ragioniamo: avere una nuova linea, con pendenze moderate, significherebbe togliere centinaia di TIR e pulmann dalla valle ovvero migliorare la vivibilità di quei cialtroni anti-tav.


Veramente gli anti tav non vogliono la linea veloce, perchè, già stufi dell'autostrada del frejus, non sopporterebbero (giustamente) una nuova opera con un impatto ambientale catastrofico che si andrebbe a sommare alle due statali, alla ferrovia e all'autostrada (perchè hanno occupato l'autoFrejus, una ragione c'è!).
Vogliono che venga ristrutturata la linea storica perchè si renderebbe fruibile in pochissimo tempo.
Poi, per le pendenze, qualcuno ha mai pensato a costruire una trentina di locomotive in più o ad evitare l'accantonamento delle E.636 che sarebbero sempre valide?

TAV = +auto, + smog
TAF = - auto, - smog



Eeeeeeeeeeeeeehhhhhhhhh, scusami tanto, ma prima di sparare ste balle hai presente le limitazioni della linea ttuale? Le pendenze restano quelle!!Poi, vabbè, le E 636 saranno sicuramente belle macchine...ma....hanno fatto il loro tempo...senti, dammir etta, i tizi della val susa (solo pochi x fortuna) hanno un unico scopo...fare casino, avrebbero protestato pure se gli facevano una tranvia a cavalli, loro sono zecche della peggior specie, fanno parte di quell'area della sinsitra antogonista no global specializzata in blocchi stradali e ferroviari, assalti ai mac donalds, spese proletarie, occupazioni abusive di immobili privati..ed il brutto che uno de sti brutti ceffi siede pure in consiglio comunale a roma...pensate un pò...Come dare credito a na banda de pazzi esaltati che non è stata capace di trovare un valido motivo per dire no all'Alta Velocità? Ma analizizamo questo signor *****,talmente coniglio da non firmarsi, non mettere una mail, talmente vile da approfittare di un spazio gratuito non moderato per lanciare i suoi proclami (perchè non bazzica altri forum? Semplice, perchè lì verrebbe cacciato dopo due secondi)..Insomma, questo soggetto tira fuori carte geologiche vecchie di 30 anni, e secondo lui noi dovremmo credergli sulla parola che c'è uranio nella sua valle...però...i carotaggi no, son di parte...allora dico...aprite i vostri gonfi portafogli e pagatevi una perizia di parte...eh no, loro dicono che c'è uranio ed amainto e noi dobbiamoc redergli....E vabbè...spero che la Duegi si affretti presto a fare piazza pulita di questa discussione che non fa altro che sputtanare il buon nome della rivista e cacciare a pedate questo *****...andasse a fare casino sui suoi forum o al suo bel centro sociale okkupato...tanto lui può protestare....i soldini per giocare a fare il no global glieli passano mammina e papino....


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 9 febbraio 2006, 23:10 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 9 febbraio 2006, 0:22
Messaggi: 1405
Località: Toscana
alle668 ha scritto:
Trova qualche argomento nuovo e convicente.
(ps anche se cambi nick non hai cambiato stile)

Lo so, ne sono al corrente, ma vieni a vedere sul forum di TTM.
Io costruisco un plastico, tu ce ne hai uno?
Conosci i gruppi (anche se hai fatto un errore clamoroso sul tuo nick, invece di ALn 668 hai scritto alle668, gruppo inesistente, un freelance?
SAFF, inoltre, è il nome di una società ferroviaria Freelance che sarà il fiore all'occhiello della mia ferrovia in 1:87 per puntualità, pulizia ed aggiornamento del materiale rotabile.
Trenitalia, invece è un fallimento...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 9 febbraio 2006, 23:22 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 22:11
Messaggi: 243
Località: reggio emilia
Mi scusino gli altri al quale non può fregar di meno...
Alle668 non è un errore ma un nickname creato apposta in assonanza ad aln668 (pensavo ci fossi arrivato da solo, evidentemente ti ho sovrastimato)

Scusa ma non capisco l'attinenza tra "l'avere o non avere un plastico, discuterne su TTM e parlare (a vanvera) di Tav ripetendo argomenti triti e ritriti.
Saff è l'acronimo della "tua" ferrovia personale? Beh..e dovrebbe forse interessarmi? Io intendevo solo dire che tu eri presente anche nel vecchio forum, con un altro nick ed eri la spalla "toscana" del tuo amico Lofix...l'hai dimenticato? io no!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 9 febbraio 2006, 23:27 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 9 febbraio 2006, 0:22
Messaggi: 1405
Località: Toscana
alle668 ha scritto:
Mi scusino gli altri al quale non può fregar di meno...
Alle668 non è un errore ma un nickname creato apposta in assonanza ad aln668

Veramente l'ho capito che è un nick o acronimo.
alle668 ha scritto:
Scusa ma non capisco l'attinenza tra "l'avere o non avere un plastico, discuterne su TTM e parlare (a vanvera) di Tav ripetendo argomenti triti e ritriti.

Ma che qualcuno non vuole capire...
alle668 ha scritto:
Saff è l'acronimo della "tua" ferrovia personale? Beh..e dovrebbe forse interessarmi? Io intendevo solo dire che tu eri presente anche nel vecchio forum, con un altro nick ed eri la spalla "toscana" del tuo amico Lofix...l'hai dimenticato? io no!

Nemmeno io.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 9 febbraio 2006, 23:35 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 22:11
Messaggi: 243
Località: reggio emilia
Non meriti nemmeno risposta. Quindi mi fermo qui.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 9 febbraio 2006, 23:35 
Non connesso

Iscritto il: domenica 15 gennaio 2006, 18:23
Messaggi: 238
Località: torino
ha perfettamente ragone SAFF, finalmente uno che capisce i nostri problemi.
MIGLIORARE LA LINEA ATTUALE E' FATTIBILE E COSTEREBBE 10VOLTE IN MENO CHE COSTRUIRE IL TAV!
LEGGETE CON MOLTA ATTENZIONE QUANTO SEGUE...

Gli interventi possibili
L’offerta di trasporto nello scenario di adeguamento della linea storica, che si dichiara essere insufficiente per far fronte agli incrementi futuri del traffico ferroviario merci (che oggi è in fase di riduzione), si basa su due assunti: medesima composizione dei treni attuali per il traffico merci; rilevanti aumenti di offerta di servizi passeggeri (treni più frequenti) sia nella tratta più abitata del tracciato, che nella tratta dell’alta valle. Occorre invece sviluppare un programma di interventi mirati a incrementare radicalmente la capacità della linea attuale, agendo anche sull’offerta di servizi di trasporto e non solo sull’infrastruttura, secondo standard internazionali consentiti dalla tecnologia attuale.
Tali interventi possono così essere riassunti:

1. Adeguamento degli impianti di trazione elettrica tramite il potenziamento delle sottostazioni (aumentando il numero di sottostazioni o potenziando le esistenti è possibile aumentare il carico assorbito dai treni in linea e quindi aumentare il numero di treni od il carico dei treni stessi); passaggio al sistema monofase francese (25kv – 50Hz) nella tratta Modane–Torino Orbassano, che consente treni più pesanti degli attuali con minori problemi legati al contatto pantografo – catenaria (problemi di usura e captazione dell’energia).

2. Adeguamento dei moduli di stazione (aumentando il numero dei binari di precedenza e la loro lunghezza, definendo un modulo standard per l’intera direttrice sia in territorio italiano che in territorio francese) e incremento dei punti di passaggio da un binario all’altro. Ampliamento delle sagome delle gallerie attuali.

3. Nuovo sistema di segnalamento, tramite l’introduzione del blocco mobile o di sezioni di blocco brevi (ad esempio, 450m) allo scopo di massimizzare la capacità della linea.

4. Eliminazione di tutte le interferenze residue con la viabilità stradale (con cavalcavia e sottovia) e messa in sicurezza di banchine di stazioni e fermate.

5. Utilizzo generalizzato di materiale di trazione politensione (adatto a circolare sia sotto la rete francese che italiana), allo scopo di eliminare le manovre e le operazioni di cambio macchina nella stazione di confine, fonti di perditempo e possibili ritardi, migliorando così sia la puntualità che la velocità commerciale dei servizi merci.

6. Esercizio merci a trazioni multiple intercalate, ottenuto realizzando "supertreni" più lunghi unendo due o più treni in scali merci posti alle estremità della tratta di valico; in tal modo si realizzano meno treni ma più lunghi con costi di manipolazione delle unità di carico circa nulli e con la possibilità di spezzare in tempi rapidi il "supertreno" al termine della tratta di valico consentendo così ai due treni originari di raggiungere le destinazioni finali (si noti come non sia necessario l’aggancio automatico, potendosi agganciare manualmente i due treni con gli organi di aggancio attuali); la trazione intercalata elimina i problemi di sforzo al gancio. Le problematiche di assorbimento energetico di tali "supertreni" sono risolte dagli interventi di cui al punto 1. Anche se il carico assiale non aumenta, sarà necessario verificare la necessità di interventi su alcune strutture per il carico dinamico.

7. Circolazione in alcune fasce della giornata con precedenza nell’assegnazione delle tracce ai treni merci (sembra possibile individuare alcune fasce orarie – centro mattina, sera, notte – in cui è possibile attivare una circolazione su tutta la direttrice o su porzioni rilevanti della stessa, a una velocità idonea per treni merci – esempio 70km/h – allo scopo di massimizzare la capacità della linea; in tali fasce orarie, i treni passeggeri circolano alla velocità di impostazione dei treni merci; è cosi possibile ottenere frequenze di un treno ogni cinque minuti per senso di marcia). Quindi anche per i servizi pendolari si possono ottenere elevate frequenze nelle ore in cui se ne presenti la necessità.

8. Sostituzione dei servizi passeggeri ferroviari locali in alcune fasce orarie a bassa frequentazione con autoservizi, almeno nella tratta Susa–Modane; nelle fasce orarie in cui non circolano treni passeggeri veloci (attualmente, tre coppie/giorno) i treni passeggeri regionali circolano alla velocità commerciale dei treni merci. La capacità del materiale rotabile per i servizi pendolari e per i passeggeri di lunga distanza può essere aumentata, sia in termini di composizione che di caratteristiche (carrozze a due piani), qualora analisi dettagliate ne dimostrassero la necessità.

9. Realizzazione di barriere antirumore o anche di coperture scatolari (integrali), con mitigazione ambientale radicale nelle tratte urbane o prossime ad insediamenti residenziali od aree di pregio ambientale, paesaggistico e naturalistico. (e su questo punto conosciamo gia il pensiero di tradotta... :lol: )

10. Eventuale realizzazione di un terzo binario in affiancamento alla linea attuale tra Torino e Susa, qualora necessario per consentire la circolazione di treni merci e passeggeri regionali/internazionali nella tratta della bassa Val Susa, tratta dove sono maggiormente necessari i servizi passeggeri (l’ipotesi di un raddoppio della linea nella bassa valle va analizzato con realistiche previsioni sull’andamento della domanda di passeggeri).

Quante tonnellate si possono trasportare

Da alcuni calcoli preliminari, assumendo valori estremamente prudenti, sembra possibile ipotizzare un traffico servibile di duecento treni merci da 800 tonnellate di carico utile al giorno per trecento giorni. Tali valori generano 48 milioni di tonnellate all’anno, superiori alle previsioni di traffico più ottimistiche, anche di lungo periodo. Sulla linea attuale del Gottardo, che ha caratteristiche simili a quella del Frejus, circolano già oggi treni in trazione multipla di più di mille tonnellate utili (i maggiori costi delle trazioni multiple sono di fatto quelli riconducibili agli interventi di cui al punto 1).
Si ricorda infine che le ferrovie italiane non si sono mai trovate in condizioni di dover aumentare la capacità standard per le merci, in quanto finora la domanda è stata statica o declinante, e comunque sempre molto lontana dalla saturazione della capacità delle linee di valico.

ALLORA AVETE ANCORA DUBBI????
IL TAV NON SERVE E NON LO VOGLIAMO! PUNTO E BASTA!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 9 febbraio 2006, 23:40 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 30 gennaio 2006, 21:36
Messaggi: 76
E' ripreso il
FESTIVAL DEL COPIA & INCOLLAreplica delle precedenti edizioni


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 9 febbraio 2006, 23:46 
Non connesso

Iscritto il: domenica 15 gennaio 2006, 18:23
Messaggi: 238
Località: torino
copiaincolla o non, io voglio un commento punto x punto su quanto sopra riportato!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 9 febbraio 2006, 23:49 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 30 gennaio 2006, 21:36
Messaggi: 76
Voglio?
Ma chi cazzo sei da dire Voglio?
Intanto se vai a rileggerti un po di messaggi vedrai che ti è gia stato risposto...signor Voglio


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 142 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 5, 6, 7, 8, 9, 10  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: GIOVANNONE e 15 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice