Oggi è venerdì 29 maggio 2020, 14:40

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 25 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Problema (elettrico) plastico
MessaggioInviato: venerdì 27 marzo 2020, 15:23 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 10:59
Messaggi: 3436
… inguaribile analogico …

I sezionamenti, indispensabili in analogico per tenere ferme le loco, in digitale hanno senso se si desidera isolare dei binari su cui ospitare loco che hanno il medesimo indirizzo di altre oppure per "spegnere" carrozze altrimenti perennemente illuminate.

Ovviamente le rotaie che devono essere sezionate avranno una loro linea di alimentazione dedicata … tutte le altre dovrebbero afferire alla dorsale, quindi anche i binari di scalo o morti.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Problema (elettrico) plastico
MessaggioInviato: venerdì 27 marzo 2020, 15:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 8 maggio 2007, 19:26
Messaggi: 1028
Zampa di Lepre ha scritto:
… Ovviamente le rotaie che devono essere sezionate avranno una loro linea di alimentazione dedicata … tutte le altre dovrebbero afferire alla dorsale, quindi anche i binari di scalo o morti.

Scusa non mi è chiaro. Perdonami :cry:

Vuoi dire che i binari che sono in qualche modo sezionati hanno la loro alimentazione separata da quella principale? Cioè i loro cavi sotto le rotaie non possono essere collegati alla dorsale principale? Perchè? :?

Parlo in digitale ovviamente, prendendo in esame il tuo esempio di creare dei sezionamenti per le carrozze illuminate che in effetti non avevo mai pensato di controllarle così :mrgreen:


Antonio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Problema (elettrico) plastico
MessaggioInviato: venerdì 27 marzo 2020, 15:36 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 6 novembre 2013, 21:57
Messaggi: 367
Vero… sono rimasto in analogico…
Comunque confermo: se il binario è sezionato poi deve essere alimentato a parte: quindi fili a lui dedicati sino all'interruttore a lui dedicato sul quadro di comando.
Se lo alimentassi con la linea principale non avrebbe senso sezionarlo… riceverebbe sempre la stessa corrente ...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Problema (elettrico) plastico
MessaggioInviato: venerdì 27 marzo 2020, 15:46 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 8 maggio 2007, 19:26
Messaggi: 1028
Non intendo l'alimentazione che deve arrivare al binario vero e proprio ma all'interruttore che lo seziona.
Cioè quando l'interruttore passa su ON e quindi dà corrente a quel binario morto isolato, da dove prende la corrente?
Dalla dorsale principale o altro?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Problema (elettrico) plastico
MessaggioInviato: venerdì 27 marzo 2020, 16:28 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 10:59
Messaggi: 3436
Come fai i collegamenti dipende da come sei organizzato...

Se per esempio hai dei moduli in sequenza con i comandi posti sul bordi di ciascuno è conveniente alimentare gli interruttori dalla dorsale.

Al contrario se hai una console comandi centrale la soluzione più logica è quella dove la centralina (o il trasformatore) alimenta la dorsale ma ANCHE il pannello degli interruttori, da questo poi partono tutte le singole alimentazioni verso le rotaie sezionate.

In digitale puro non hai sezionamenti (a parte quelli locali per retroazione o per loop di inversione)… e se anche gli scambi sono controllati in digitale si puo ipotizzare un cablaggio ottimale e minimale siffatto:
- dorsale per il DCC (marcia convogli e segnale ai decoder scambi)
- dorsale in alternata per alimentazione decoder scambi e altro
- eventuale dorsale in alternata per alimentazione separata dell'illuminazione
- eventuale cabling per l'inoltro dei segnali di retroazione verso la centrale

… tutti gli altri cablaggi sono locali sotto il piano del plastico.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Problema (elettrico) plastico
MessaggioInviato: venerdì 27 marzo 2020, 16:49 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 6 novembre 2013, 21:57
Messaggi: 367
Semplifico e rispondo direttamente alla domanda: l'interruttore può venire alimentato dalla dorsale
principale o direttamente dal trasformatore.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Problema (elettrico) plastico
MessaggioInviato: sabato 28 marzo 2020, 10:23 
Non connesso

Iscritto il: martedì 30 gennaio 2007, 13:38
Messaggi: 701
Località: Salsomaggiore Terme
Ho sviluppato lo stesso sistema di Tenda e funziona benissimo...si anch'io sono preistorico :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Problema (elettrico) plastico
MessaggioInviato: sabato 28 marzo 2020, 13:51 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 20 gennaio 2006, 19:41
Messaggi: 1823
...e bene che funziona la preistoria dove ogni filo ha la propria funzione ed è ben identificabile... :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Problema (elettrico) plastico
MessaggioInviato: sabato 28 marzo 2020, 14:52 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 febbraio 2017, 6:04
Messaggi: 1113
Località: Monza
olimpionic2007 ha scritto:
Capito. In effetti le scarpette già con i fili costano non poco :cry:

Il mio punto di vista era più che altro per una velocizzazione del lavoro e, non ultimo, la mancata esperienza, da parte mia, nel fare saldature :oops: :mrgreen:

....

Uno dei punti che stavo prendendo in esame era, appunto, come portare, nel più breve tempo possibile e facilmente, i cavi dalle rotaie sotto il piano. Insomma, ultimamente non sono molto paziente e sono sicuro che fare tutte quelle saldature mi farebbe esaurire e non poco, a meno di farle fare a qualcun altro e poi farmi mandare i binari così predisposti (altra idea che mi era venuta) :roll:

Antonio


Concordo con te Antonio, perchè all'inizio avevo pensato anche io alle medesime soluzioni, ma considerato che:
- il costo degli elementi già pronti, direi altino
- non conosco nessuno disposto a prendersi tale impegno
- è un lavoro che si deve fare, volenti o no, per un corretto funzionamento del plastico
- per me era arrivata l'ora di giocare con i miei trenini e non solo collezionarli e basta
ho deciso di imparare a saldare e produrmi in casa le scarpette di alimentazione.
Certo ti devi armare di Santa pazienza (e soprattutto tanta) e buoni materiali ed attrezzi, ma piano piano ho imparato e ne ho già realizzate un po'.

Del resto se si vuole intraprendere la costruzione di un plastico seppur dal tracciato semplice la pazienza è d'obbligo e i tentativi e prove varie si sprecano .... ma alla fine si raggiunge sempre il risultato voluto.

Ciao
Santino


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Problema (elettrico) plastico
MessaggioInviato: sabato 28 marzo 2020, 17:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 8 maggio 2007, 19:26
Messaggi: 1028
Sicuramente alla fine chi fa da se fa per tre e... risparmia :mrgreen:

Spero solo che questo periodo molto brutto passi presto per tutti e poi la prima fase sarà la ristrutturazione del locale (10x4 metri circa), non proprio economica, ma se riesco a farla partire nel più breve tempo possibile il "gruzzoletto", che ora ho da parte, al momento è ancora disponibile. Se passerà altro tempo temo che un po' alla volta svanirà per altre spese... speriamo bene :cry:

Avevo iniziato l'anno con buoni auspici incominciando a farmi fare dei preventivi, ma ora è tutto messo in standby :cry:

Dopo questa fase incomincerò a capire come fare il tracciato e che tipo di materiali (legno) prendere per la struttura. Inizialmente farò una cosa molto semplice e veloce,tipo un grosso ovale, giusto per incominciare a fare girare qualcosa vista l'impazienza, poi, con un bel upgrade, amplierò il tracciato e farò qualcosa di più "serio". :mrgreen:


Antonio


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 25 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 21 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice