Oggi è venerdì 24 maggio 2019, 5:20

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Locomotive RUBATE: le rivendevano alle stesse FS
MessaggioInviato: martedì 2 aprile 2019, 14:43 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 dicembre 2007, 19:06
Messaggi: 1599
Località: TS, nel mitico nord-est :-)
Ponzano romano (RM) - Haveva messo in piedi un vero e proprio traffico di materiale ferroviario RUBATO. Locomotori rivenduti sottocosto ai principali operatori del settore, che sono costati ad un 68enne di Ponzano Romano, titolare di una ditta edile, l’accusa di ricettazione, nel processo tuttora in corso, per aver commerciato materiale ferroviario «provento di reato di furto.

LA VICENDA
Il business nasce nel 2006 quando Rete Ferroviaria Italiana, la società per azioni che gestisce l’infrastruttura su ferro, costituisce un nuovo regolamento: alle aziende che vogliono partecipare agli appalti, come requisito indispensabile, viene richiesto il possesso in via esclusiva dei mezzi d’opera (locomotori, carrelli, betoniere, carri ferroviari di varia tipologia) circolanti su rotaia. L’obiettivo è «scremare da una pletora incontrollata di ditte - scrive la polizia ferroviaria in una informativa agli atti - la partecipazione di aziende affidabili e controllate». Ma da quella data, nasce una vera e propria corsa all’ accaparramento sul mercato, che porta le piccole e medie aziende a rivolgersi «a dei veri e propri faccendieri capaci di reperire in ogni dove, anche illegalmente, tali mezzi. Spesso all’ insaputa degli acquirenti». Che in buona fede acquistavano il materiale ferroviario, senza sapere che era stato RUBATO dai depositi di Trenitalia. Per l’accusa, rappresentata nell’ udienza di ieri dal pm Gianluca Mazzei, l’imprenditore, insieme ad un suo collaboratore, avrebbe commerciato in questo modo almeno 7 mezzi: 4 LOCOMOTORI e 3 CARRI pianali RUBATI, ritrovati dagli inquirenti nei luoghi più disparati. Come il locomotore da manovra, scomparso a Napoli presumibilmente nel 2005 e scoperto in un cantiere della metro B in via dell’oceano indiano 5 anni dopo. O un altro locomotore, rubato presumibilmente nel 2007 dalle officine di San Lorenzo, e ritrovato in Algeria :shock: 4 anni dopo. Prima di essere rimessi sul mercato, tutti i mezzi venivano completamente ripuliti dai loghi aziendali di Fs e reimmatricolati con una nuova sigla. Il 68enne, si legge nella relazione della polizia ferroviaria, «haveva trovato terreno fertile nella complicità di infedeli dipendenti di Rfi e di Trenitalia per la realizzazione del suo commercio da cui ha tratto profitti ingenti». Il prezzo sul mercato nero di un locomotore si aggirava intorno ai 90mila euro più iva. Soldi che l’imprenditore avrebbe incassato vendendo mezzi di proprietà pubblica.

e bravo imprenditore Romano ............


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Locomotive RUBATE: le rivendevano alle stesse FS
MessaggioInviato: martedì 2 aprile 2019, 22:57 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3317
Località: Brescia
Nihil sub sole novum!

https://www.repubblica.it/cronaca/2010/ ... i-5468821/


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Locomotive RUBATE: le rivendevano alle stesse FS
MessaggioInviato: mercoledì 3 aprile 2019, 10:48 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 dicembre 2007, 19:06
Messaggi: 1599
Località: TS, nel mitico nord-est :-)
Infatti , le chiavi di accensione e magari quelle delle portiere, fanno abbastanza pena ........ secondo mè , basta una chiavetta del tonno o una forcina , e dopo , sempre se stà abbastanza gasolio al serbatoio , chi ti và a beccare??


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Locomotive RUBATE: le rivendevano alle stesse FS
MessaggioInviato: mercoledì 3 aprile 2019, 12:40 
Non connesso

Iscritto il: martedì 31 gennaio 2006, 14:45
Messaggi: 635
Località: Trieste
ma storpiare un testo altrui quando diventerà reato?

https://www.ilmessaggero.it/pay/edicola ... 63501.html


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Locomotive RUBATE: le rivendevano alle stesse FS
MessaggioInviato: mercoledì 3 aprile 2019, 15:23 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 21 dicembre 2016, 20:37
Messaggi: 191
Una delle numerose emerite .......K....... scritte dai giornalisti.

Quando si demolisce un veicolo, vengono raccolte immagini dei componenti fondamentali veicolo (integre ed a pezzi), a cui vengono procurati danneggiamenti appositi in punti strutturali, provocati con la fiamma ossidrica.
Inoltre il numero di ogni assile, viene fotografato e trascritto nei verbali come dossier completo (Anche per ANSF) e gli assili poi sono tagliati sempre con fiamma ossidrica, ed incisi in modo grave sulla parte dei piani di rotolamento
Proprio al fine di evitare riutilizzi indebiti.

Inoltre,
che le FS ricomprino degli "usati" quando esistono piazzali pieni degli stessi gruppi, in accantonamento, ancor oggi,
già dovrebbe far riflettere sulla solidità informativa e conoscenza normativa di chi (senz'h :lol: ) a (eventualmente) scritto
:shock:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Locomotive RUBATE: le rivendevano alle stesse FS
MessaggioInviato: mercoledì 3 aprile 2019, 15:36 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 dicembre 2007, 19:06
Messaggi: 1599
Località: TS, nel mitico nord-est :-)
SI' , ma l'articolo che o incollato IO , non parlava della vendita di pezzi ma invece, di locomotive INTERE e funzionanti.
Infatti , un locomotore rubato a NAPOLI l'anno trovato in una metro dell'oceano indiano , mentre l'altro locomotore rubato alle officine s. lorenzo , l'anno trovato in ALGERIA .... tutti e 2 sani sani e marcianti .....
:shock:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Locomotive RUBATE: le rivendevano alle stesse FS
MessaggioInviato: mercoledì 3 aprile 2019, 15:41 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 21 dicembre 2016, 20:37
Messaggi: 191
Anche il titolo, l'ha scritto qualcun altro?
" Locomotive RUBATE: le rivendevano alle stesse FS "
:lol:

Ok, termina qui la mia pazienza nel rispondere ad un argomento senza senso.
Buona continuazione.
:?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Locomotive RUBATE: le rivendevano alle stesse FS
MessaggioInviato: mercoledì 3 aprile 2019, 18:17 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 26 marzo 2010, 1:20
Messaggi: 256
Località: Bari Lamasinata
Quella delle "locomotive FS rubate" era una leggenda metropolitana di fine anni '90 ma vedo che c'è gente (vedi Taurus484) che continua ancora a diffonderla.
Tra l'altro il tutto è condito da post sgrammaticati del solito "telefonista in un coll center". :lol: :lol: :lol:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Locomotive RUBATE: le rivendevano alle stesse FS
MessaggioInviato: giovedì 4 aprile 2019, 19:59 
Non connesso

Iscritto il: domenica 15 luglio 2007, 9:46
Messaggi: 5477
Località: Trieste
Giorgio Iannelli ha scritto:
Quella delle "locomotive FS rubate" era una leggenda metropolitana di fine anni '90 ma vedo che c'è gente (vedi Taurus484) che continua ancora a diffonderla.
Tra l'altro il tutto è condito da post sgrammaticati del solito "telefonista in un coll center". :lol: :lol: :lol:

Forse intendevi "un troll center"? :wink:
Sul libro di G. Roselli "Cara Parenzana" c'è qualcosa di simile (ma non c'erano furti) compiuto dalla ditta Greco con le locomotive tipo P: furono acquistate dalla Greco, poi rivendute di nuovo alle FS a prezzo maggiorato.
Tutte tranne due furono trasformate a scartamento 950 a Palermo, la 4 e la 7 rimasero a 760 perchè con l'occupazione della Jugoslavia si era previsto di reimpiegarle in Bosnia: la 4 giunse fino a Knin e fu abbandonata lì, la 7 si fermò a Roma e oggi è al Museo della Scienza e della Tecnica di Milano (credo il suo salvataggio sia merito dell'Ogliari, ma nel libro di Roselli non viene detto).


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Locomotive RUBATE: le rivendevano alle stesse FS
MessaggioInviato: mercoledì 15 maggio 2019, 22:27 
Non connesso

Iscritto il: martedì 26 febbraio 2008, 22:31
Messaggi: 1513
Scusate, ma veramente qualcuno pensa che una locomotiva si possa rubare e nascondere come un'auto senza che nessuno delle stesse FS se ne accorga, a cominciare dal semplice consenso al segnale verde e agli itinerari in linea e in stazione?
Capirei il riciclaggio illecito di pezzi di macchine in demolizione (quindi certamente non rubate ma scientemente radiate) ma propalare e credere ad una balla del genere significa non avere la minima idea di come funzioni la ferrovia.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice