Oggi è mercoledì 8 aprile 2020, 2:44

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: La MORTE è in agguato a CODIGORO
MessaggioInviato: mercoledì 6 novembre 2019, 13:24 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 dicembre 2007, 19:06
Messaggi: 1717
Località: TS, nel mitico nord-est :-)
mercoledì 06 Novembre, 201
Passaggio a livello “pericoloso”, il Psi sollecita l’amministrazione ad intervenire
I consiglieri Finotti e Fabbri (Psi) documentano "la situazione di grave pericolo" a ridosso dell'attraversamento ferroviario alle porte di Codigoro

Codigoro (VE). “L’amministrazione comunale intervenga per mettere in sicurezza l’attraversamento ferroviario di via Primo Maggio”. È l’invito dei consiglieri socialisti di minoranza Francesco Fabbri e Marco Finotti, che hanno documentato una “situazione di grave pericolo di un tratto stradale che, alle porte di Codigoro, è stato teatro di vari sinistri stradali, a ridosso di un passaggio a livello che non ha mai visto transitare un treno tra il centro abitato e Pomposa”.

“Nulla di grave finora” rilevano i due consiglieri. “Ad avere la peggio sono i veicoli che ci rimettono la coppa dell’olio e la carrozzeria contro l’isola spartitraffico, sversando liquido sull’asfalto e danneggiando la segnaletica, che viene puntualmente rasa al suolo”.

“Non si può però sperare sempre nella buona sorte, considerato che allo stato attuale, il tratto è carente di idonea segnaletica e pressoché invisibile nelle ore notturne: un ostacolo improvviso per gli automobilisti. L’ultimo scontro è avvenuto circa 10 giorni fa e la cosa che lascia di stucco è l’indifferenza più assoluta. A terra si possono ancora notare i resti della segnaletica stradale divelta”.

“È assolutamente necessario intervenire, insieme a Fer, posizionando idonea segnaletica e illuminazione che lo rendano visibile a qualsiasi ora: il Comune – sottolineano – ha l’obbligo di rimuovere il pericolo e non sono accettabili eventuali scuse sul fatto che il passaggio a livello sia in gestione dell’Ente Ferroviario. Non intervenire, come è successo, significa non avere a cuore la sicurezza stradale e dei propri cittadini oltre che a dimostrare di non avere attenzione alle manutenzioni quotidiane del territorio”.

Condividi
Notizie correlate


Ultima modifica di Taurus484 il giovedì 7 novembre 2019, 14:04, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La MORTE è in agguato a CODIGORO
MessaggioInviato: mercoledì 6 novembre 2019, 14:25 
Non connesso

Iscritto il: martedì 31 gennaio 2006, 14:45
Messaggi: 676
Località: Trieste
la circolazione a vista è così, se non vedi bene metti gli occhiali.

e chi va piano va sano e va lontano...

:lol: :lol: :lol: :lol:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La MORTE è in agguato a CODIGORO
MessaggioInviato: mercoledì 6 novembre 2019, 20:12 
Non connesso

Iscritto il: domenica 14 marzo 2010, 21:37
Messaggi: 1479
Località: Faenza
Leggendo il tuo intervento, TAURUS, sembra che quel passaggio a livello trafficatissimo stia per assalirti da un momento all' altro.
Però, il sensazionalismo fa male, perché non consente di capire come stanno le cose.

Noi che siamo moderni, possiamo vederlo direttamente, con Google maps :
Allegato:
PL via Primo maggio Codigoro.jpg
PL via Primo maggio Codigoro.jpg [ 94.09 KiB | Osservato 2658 volte ]

Poi, chi sa leggere (una grande ricchezza), può capire quel è il problema lamentato.

Se si dovesse salire sul piccolo codolo che separa le due corsie, si rischierebbe di danneggiare la coppa dell' olio, con un costo non piccolo.
Notando che non c' entra il passaggio a livello, né tantomeno le ferrovie, si può dire che questa cosa è vera, ma :
- il codolo è segnalato dal cartello regolamentare (significa "scansare a destra l' ostacolo ")
- se questo è un problema, allora lo sono tutti i casi analoghi in cui non è presente un passaggio a livello
- ancor di più sono a rischio le curve, che non possono essere affrontate senza guardare dove si và

Il problema, però, come dicono quelli bravi, è un altro.
E' che quando gente con questi criteri arriva a governare l' Italia .. addio !


Stefano Minghetti


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La MORTE è in agguato a CODIGORO
MessaggioInviato: mercoledì 6 novembre 2019, 20:49 
Non connesso

Iscritto il: sabato 21 gennaio 2006, 21:34
Messaggi: 996
Località: Veneto
Un po' prima del PL ci sarebbe il limite di velocità di 30 km/h. Chiaramente nessuno di noi quando è alla guida della propria macchinina si sogna lontanamente di rispettare i limiti e tantomeno questo di 30 km/h. Però il cartello c'è ...

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La MORTE è in agguato a CODIGORO
MessaggioInviato: giovedì 7 novembre 2019, 14:06 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 dicembre 2007, 19:06
Messaggi: 1717
Località: TS, nel mitico nord-est :-)
No', non ho paura che il PL mi sta` per assalire......... caso mai, sarebbe il treno che mi assalisce sig. Stefano ....................


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La MORTE è in agguato a CODIGORO
MessaggioInviato: giovedì 7 novembre 2019, 19:34 
Non connesso

Iscritto il: domenica 14 marzo 2010, 21:37
Messaggi: 1479
Località: Faenza
Taurus484 ha scritto:
“ un passaggio a livello che non ha mai visto transitare un treno tra il centro abitato e Pomposa”

Nell' articolo venivano convincentemente fugati i timori di essere investiti da un treno.

Taurus484 ha scritto:
“... considerato che allo stato attuale, il tratto è carente di idonea segnaletica e pressoché invisibile nelle ore notturne … A terra si possono ancora notare i resti della segnaletica stradale divelta”.

Coloro che protestano ce l' hanno col pericolo di danneggiare l' auto col codolo.
Si nota, però, che :
- la segnaletica che è stata divelta … evidentemente c' era
- il limite di velocità è 30

Se non si riesce a scansare un codolo a 30 km/h, vedrei congruo il ritiro della patente, poi rifare visita medica, scuola guida ed esame.

Codoli così ci sono su tutte le strade che hanno una separazione delle corsie. Anche se sono previste velocità ben più elevate di 30.

Dai, su, non fare l' allarmista !

E non aver paura. Nessun investimento è mai avvenuto per mancata precedenza del treno. Semplicemente perché, salvo casi speciali, il treno HA la precedenza.


Stefano Minghetti


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La MORTE è in agguato a CODIGORO
MessaggioInviato: venerdì 8 novembre 2019, 6:53 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 5 settembre 2016, 13:17
Messaggi: 537
C'è da considerare anche che la zona in questione è interessata, in alcuni periodi, da nebbie consistenti. Inoltre la posizione in curva e la strettezza delle semicarreggiate dovuta allo spartitraffico non sono da sottovalutare. Pero' a 30 all'ora( e il cartello è ben visibile) il problema non sussiste. Il vero problema è che probabilmente non viene rispettato il limite.. :roll:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La MORTE è in agguato a CODIGORO
MessaggioInviato: venerdì 8 novembre 2019, 10:52 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 dicembre 2007, 19:06
Messaggi: 1717
Località: TS, nel mitico nord-est :-)
Ok, ma sti treni a quanto vanno mentre che passano nel PL?? No, perché spesso vanno sparati. Parlo x esperienza: gli vedo tutti i giorni.


Ultima modifica di Taurus484 il sabato 9 novembre 2019, 11:16, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La MORTE è in agguato a CODIGORO
MessaggioInviato: sabato 9 novembre 2019, 7:42 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 7:15
Messaggi: 285
Non andate all'estero, per un italiano è pericolosissimo!

In Germania, a certi PL, ti vedi passare anche gli ICE, altro che sparati!
Fuori dall'Italia, quando una strada (anche di montagna) è pericolosa, ti mettono un cartello all'inizio e al massimo il cartello a qualche curva, senza troppi guard-rail!
Sempre all'estero, sui binari passano i treni senza che ogni volta venga dato un annuncio "treno in transito..., riga gialla..., ", d'altronde li binari sono stati messi per farci passare i treni!

In Italia oggi nessuno vuole assumersi alcuna responsabilità e pretende che dopo essere stato avvisato ci sia ancora qualcuno a ri-avvisarlo, che controlli per lui, che gli garantisca che tutto sarà perfetto e sicuro. Abbiamo il mito della falsa sicurezza (e dello stato che te la garantisce per legge) e intanto ci facciamo più male degli altri ai PL, in strada, in montagna, sul lavoro...

Lamps


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 15 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice