Oggi è mercoledì 17 luglio 2019, 0:31

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 33 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: mercoledì 13 febbraio 2019, 16:24 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 dicembre 2007, 19:06
Messaggi: 1607
Località: TS, nel mitico nord-est :-)
Lo STATO ITALIANO si perde 1.3 miliardi di tasse sul gasolio dei tirs I BENETTON e gli altri gestori si perdono 3 miliardi di pedaggi dei tirs. Inoltre la Val della Susa è un bel posto e i piloni della Alta Velocità non ci stanno BENE. E poi le montagne NON SI BUCANO. Non è una gag di Crozza. I primi due punti sono proprio stati scritti dalla Commissione Ponti. E gli altri due sono estratti da dichiarazioni di ministri e No-Tav. Certe volte, io credo, la politica ha di bisogno di uno psicanalista. O più d’uno. In Italia del Nord 3 milioni e 700.000 persone respirano oltre i limiti agenti inquinanti: biossido di azoto, ozono, PM10. I morti ogni anno sono 93.300. Lo dice l’Agenzia Europea per l’ambiente. Ogni morto è un costo per lo Stato, che l’ha curato. I tirs inquinano il doppio delle auto. Se i tirs diminuiscono, ci sono meno malati e lo Stato risparmia.( 45 miliardi in Europa di cui il 95% in Italia). La Tav porta 50.000 posti di lavoro, dicono Confindustria e sindacati, per una volta d’accordo. Sulle buste paga,lo Stato incassa tasse. Ma questo la Commissione Ponti non l’ha detto. Dato che la Tav è sta analizzata senza applicare le “ linee guida” europee per le Grandi Opere (decreto approvato il 7 dicembre del 2017), magari si potevano calcolare anche i costi ospedalieri e i benefici del cuneo fiscale. Perché non é successo? A me' , mi pare che la Tav ( da anni e anni) non è più una linea per trasporto di merci e persone su rotaia ad alta velocità. È invece una TERAPIA. Serve a scaricare rabbia e frustrazione sociale. A esibire la propria muscolatura. A distrarsi da altri guai. A stringere le fila degli eserciti contrapposti. È uno psicodramma collettivo. Per questo non finisce MAI.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: mercoledì 13 febbraio 2019, 16:41 
Non connesso

Iscritto il: martedì 23 giugno 2009, 12:56
Messaggi: 2973
Località: Trieste
Che ti succede Taurus? sei riuscito a fare un discorso sensato una volta tanto, che dire? bravo :lol:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: mercoledì 13 febbraio 2019, 17:03 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 dicembre 2007, 19:06
Messaggi: 1607
Località: TS, nel mitico nord-est :-)
:oops: :oops: :oops: :oops: :oops: :oops:
se devo essere SINCERO , questo post lo copiato e incollato da un giornale on line ................................... :oops: mi pare che ci stanno dei buoni argomenti contro la TAV che adrebbe da torino a lione che in effetti , è solo uno spreco enorme di soldi


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: mercoledì 13 febbraio 2019, 18:50 
Non connesso

Iscritto il: martedì 23 giugno 2009, 12:56
Messaggi: 2973
Località: Trieste
E ti pareva che fosse farina del tuo sacco.... :lol: :lol: :lol:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: domenica 17 febbraio 2019, 17:18 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 29 ottobre 2014, 16:39
Messaggi: 18
Seguo le ferrovie da un po ma non, ho capito alcune cose sulla Torino Lione, leggo molta disinformazione.
Le mie domande sono:
Sarà a 3000volt o a 25000volt???
Da quello che ho capito è una linea alta velocità/alta capacità quindi passeranno anche treni merci, passando treni merci su binari AV non si rovinano/usurano prima, so che in Francia devono fare molta manutenzione sulle linee av.
Se sarà a 3000 volt a questo punto sncf potrà utilizzare gli attuali TGV, ma a quel punto non potranno andare sulla Milano Torino, almeno che non li adattino..
I tir verranno caricati direttamente sui carrelli dei treni merci?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: giovedì 21 febbraio 2019, 8:59 
Non connesso

Iscritto il: martedì 26 ottobre 2010, 7:34
Messaggi: 1757
Località: la città delle tre T...
Ricordo che anche le attuali linee AV in Italia per essere meglio digerite e accettate dall'opinione pubblica furono denominate Alta velocità/Alta capacità, facendo intendere che sarebbero servite anche per il trasporto di merci (le E402B erano concepite per i 25.000 volt), poi non se ne fece più nulla, per fortuna, perchè una linea veramente AV non è compatibile con un traffico di treni lenti della metà e così pesanti da usurare anzitempo la linea (con costi aggiuntivi per la manutenzione). Nel mondo non credo esistano linee AV e AC contemporaneamente, ma potrei sbagliarmi.
Questa To-Lione è l'ennesima presa in giro. Se fosse una vera AV non dovrebbe accettare il traffico merci, e se fosse un AC non servirebbe ai treni veloci, perchè continuamente rallentati dai merci.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: giovedì 21 febbraio 2019, 12:29 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 dicembre 2007, 19:06
Messaggi: 1607
Località: TS, nel mitico nord-est :-)
Bè dai mica vero: infatti , se i TAV gli fanno passare di giorno e i TAC che sarebbero i merci , di notte , non ci starebbero problemi di traccie orarie.
Anzi , addirittura , a sto punto potrebbero dare la corrente a 25ooo volts di giorno per i TAV , e a 3ooo volts di notte per i merci , così non ci starebbero neppure problemi di makkine disponibbili per trainare i merci.
Il VERO problema , è che sta TAV o TAC non serve a niente ........................................... infatti da torino a lione già ci stà una linea , e farne un'altra vicina è solo uno SPRECO e in questo caso hai RAGIONE , infatti la TAV è l'ennesima presa in giro come hai detto tè.

ML


Ultima modifica di Taurus484 il venerdì 22 febbraio 2019, 10:45, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: giovedì 21 febbraio 2019, 12:30 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 dicembre 2007, 19:06
Messaggi: 1607
Località: TS, nel mitico nord-est :-)
.


Ultima modifica di Taurus484 il venerdì 22 febbraio 2019, 10:46, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: giovedì 21 febbraio 2019, 17:32 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 6 novembre 2013, 21:57
Messaggi: 260
Si, una linea esiste già, peccato che abbia più di 150 anni, che abbia limitazioni di sagoma, curve strette, pendenze inaccettabili, col risultato che … è meglio non farci passare treni … vicino c'è un traforo autostradale nuovo nuovo … perfetto per i TIR...
poi moriremo tutti di cancro ai polmoni ma … per qualcuno va bene così … ed è pure al governo ...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: giovedì 21 febbraio 2019, 17:37 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 6 novembre 2013, 21:57
Messaggi: 260
ancora una cosa…
non si possono dare i 3000 Volt di notte ed i 25000 Volt di giorno sulla stessa linea aerea: sezioni dei fili, campate, pali e tutte le apparecchiature elettriche a monte sono diverse per i due sistemi ….
esistono però locomotive bicorrenti, tricorrenti, quadricorrenti, quindi con qualsiasi sistema venga elettrificata il problema non esiste!!!! :D :D :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: venerdì 22 febbraio 2019, 8:08 
Non connesso

Iscritto il: martedì 26 ottobre 2010, 7:34
Messaggi: 1757
Località: la città delle tre T...
Io mi riguarderei questo documento che descrive bene "l'esigenza" di una nuova linea in relazione ai volumi di traffico...
https://www.youtube.com/watch?v=pOmfarrcR7A


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: venerdì 22 febbraio 2019, 18:23 
Non connesso

Iscritto il: martedì 28 marzo 2006, 17:03
Messaggi: 12552
Località: Dove i treni sono a vapore e gli scambi a mano
ROBINTRENO ha scritto:
Io mi riguarderei questo documento che descrive bene "l'esigenza" di una nuova linea in relazione ai volumi di traffico...
Questa è stata una trasmissione **** senza alcun contraddittorio; ne manca una sitav alle medesime condizioni.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: giovedì 28 febbraio 2019, 23:14 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 29 ottobre 2014, 16:39
Messaggi: 18
TENDA PASS ha scritto:
Si, una linea esiste già, peccato che abbia più di 150 anni, che abbia limitazioni di sagoma, curve strette, pendenze inaccettabili, col risultato che … è meglio non farci passare treni …

Un po' come la vecchia ferrovia del Gottardo.
Non andrebbe bene un treno tipo pendolino sul Frejus?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: venerdì 1 marzo 2019, 9:50 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 3 febbraio 2006, 13:31
Messaggi: 1699
Località: Roma
gabrieleICE ha scritto:
TENDA PASS ha scritto:
Si, una linea esiste già, peccato che abbia più di 150 anni, che abbia limitazioni di sagoma, curve strette, pendenze inaccettabili, col risultato che … è meglio non farci passare treni …

Un po' come la vecchia ferrovia del Gottardo.
Non andrebbe bene un treno tipo pendolino sul Frejus?

La Torino-Lione è pensata per il trasporto merci e meno per quello passeggeri.
I pendolini sul Frejus ci possono anche stare, ma per i carri merce pendolanti la vedo dura. :mrgreen:
Inoltre le velocità max ammesse sono intorno ai 100km/h e dal culmine della galleria fino a Modene il limite è di 30km/h.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: venerdì 1 marzo 2019, 9:56 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 18 febbraio 2013, 16:15
Messaggi: 325
TENDA PASS ha scritto:
Si, una linea esiste già, peccato che abbia più di 150 anni, che abbia limitazioni di sagoma, curve strette, pendenze inaccettabili, col risultato che … è meglio non farci passare treni … vicino c'è un traforo autostradale nuovo nuovo … perfetto per i TIR...
poi moriremo tutti di cancro ai polmoni ma … per qualcuno va bene così … ed è pure al governo ...

traforo autostradale a sua volta sottoutilizzato


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 33 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice