Oggi è domenica 22 settembre 2019, 20:48

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 39 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: venerdì 1 marzo 2019, 11:53 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 6 novembre 2013, 21:57
Messaggi: 270
Il traforo autostradale è stato raddoppiato da pochi anni… evidentemente l'analisi costi-benefici per quello non l'hanno fatta….


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: venerdì 1 marzo 2019, 12:26 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 18 febbraio 2013, 16:15
Messaggi: 336
TENDA PASS ha scritto:
Il traforo autostradale è stato raddoppiato da pochi anni… evidentemente l'analisi costi-benefici per quello non l'hanno fatta….

ovviamente non so se l'hanno fatta, ma ormai visto che il raddoppio del traforo autostradale è quasi terminato, è giusto tenerne conto; sotto il Fréjus mi sembra che tunnel autostradale doppio e tunnel ferroviario esistente possano anche bastare, trattandosi di un itinerario in cui i traffico è in declino da decenni


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: venerdì 1 marzo 2019, 14:28 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 dicembre 2007, 19:06
Messaggi: 1619
Località: TS, nel mitico nord-est :-)
Invece per la galleria della TAV , l'analisi costi benefici l'hanno fatto proprio mò , e come a detto toninelli , i numeri sono IMPIETOSI ............. infatti , se i komu proprio la vogliono sta galleria , facciamo che se la scavano loro ...........
:) :oops:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: lunedì 15 aprile 2019, 19:37 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 29 ottobre 2014, 16:39
Messaggi: 20
ROBINTRENO ha scritto:
se fosse un AC non servirebbe ai treni veloci, perchè continuamente rallentati dai merci.

FALSO. Nel nuovo tunnel svizzero ALPTRANSIT passano sia treni merci che passeggeri alta velocità, e gli ETR 610 vanno a 200 kmh quasi per tutto il tunnell.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: lunedì 29 aprile 2019, 6:39 
Non connesso

Iscritto il: martedì 26 ottobre 2010, 7:34
Messaggi: 1759
Località: la città delle tre T...
Ma quella non è una linea definita AV-AC...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: lunedì 29 aprile 2019, 21:00 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 dicembre 2007, 19:06
Messaggi: 1619
Località: TS, nel mitico nord-est :-)
CASO MAI , sta linea sarebbe DC-AC come o gia spiegato prima: DC cioè a dire corrente continua per i MERCI , e C cioè a dire corrente alternata, per le FRECCE e gli ITALI.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: lunedì 29 aprile 2019, 21:08 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 6 novembre 2013, 21:57
Messaggi: 270
Una linea non può venire elettrificata con due sistemi differenti:
o è a 3.000 Volt c.c. oppure a 25.000 volt c.a.
Sono locomotive ed elettrotreni che possono essere bicorrenti (o tricorrenti o quadricorrenti…) e quindi possono viaggiare indifferentemente alimentati dall'uno o dall'altro sistema.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: lunedì 6 maggio 2019, 9:44 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 dicembre 2007, 19:06
Messaggi: 1619
Località: TS, nel mitico nord-est :-)
Basta fare , come o già lungamente spiegato : i MERCI di NOTTE sotto i 3000 dc , e le FRECCE i gli ITALI di GIORNO sotto i 25000 kv dc . Basta fare un banalissimo commutatore nella gabina di trasformazione che scatta una volta al mattino e una volta alla sera , infatti lo saprei fare pure io.

ML


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: lunedì 6 maggio 2019, 10:18 
Non connesso

Iscritto il: martedì 26 ottobre 2010, 7:34
Messaggi: 1759
Località: la città delle tre T...
Peccato che tecnicamente sia impossibile, perchè i cavi da 3000 Volt sono molto più grossi e pesanti di quelli per condurne 25.000 e quindi tutta la caternaria e la palificazione è totalmente differente.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: lunedì 6 maggio 2019, 10:48 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 7 dicembre 2007, 19:06
Messaggi: 1619
Località: TS, nel mitico nord-est :-)
SI' , ma non è proibito mettere i file spessi per il 3000 kv , e di giorno farci passare i 25000 kv ...................... così gli stessi fili vanno bene SEMPRE, cioè a dire tanto per la AC a 25.000 , quanto per la DC a 3000.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: lunedì 6 maggio 2019, 14:28 
Non connesso

Iscritto il: sabato 3 luglio 2010, 20:25
Messaggi: 223
Località: Roma
Taurus484 ha scritto:
SI' , ma non è proibito mettere i file spessi per il 3000 kv , e di giorno farci passare i 25000 kv ...................... così gli stessi fili vanno bene SEMPRE, cioè a dire tanto per la AC a 25.000 , quanto per la DC a 3000.


Ma forse costa molto meno costruire qualche decina di locomotive merci in grado di viaggiare sia sotto i 3000V cc sia sotto i 25.000V ca invece che ripalificare e ricablare i circa 1600 Km di linee AV/AC che ha l'Italia

Col vantaggio aggiuntivo che le suddette locomotive possono anche viaggiare sulle "vecchie" linee a 3000V cc.

Gully


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: lunedì 6 maggio 2019, 17:43 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 6 novembre 2013, 21:57
Messaggi: 270
La proposta di Taurus è comunque tecnicamente impossibile da realizzare (sottostazioni ecc.) ma non avrebbe senso realizzarla: molto più semplice utilizzare le locomotive bicorrenti che esistono già (e che oggi vengono usate solo a c.c.) come le E 402B, le TRAXX, le TAURUS, LE VECTRON ECC.
Perchè cercare un problema che non esiste?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: lunedì 6 maggio 2019, 17:51 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 6 novembre 2013, 21:57
Messaggi: 270
Approfitto di questa discussione per una domanda sulla linea attuale (spero di venire letto da qualche esperto):
qual è il peso massimo ammesso per un treno merci in doppia o tripla trazione?
la sagoma limite permette il passaggio di qualsiasi treno senza problemi?
Io non sono aggiornato: mi pare di ricordare che un tempo il limite era di 1100 tonn. in doppia trazione di E 652, e che esistevano limiti di sagoma che non permettevano il passaggio di alcune tipologie di treni.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: venerdì 10 maggio 2019, 20:55 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 14 gennaio 2010, 14:43
Messaggi: 766
Località: Tarvisio - Udine
Diverse imprese hanno già treni da 2000/2200 tonnellate, qualcuno sta pensando alle 2500

Inviato dal mio ATU-L11 utilizzando Tapatalk


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Per la TAV ci vuole lo PSICHIATRA
MessaggioInviato: sabato 11 maggio 2019, 12:43 
Non connesso

Iscritto il: martedì 28 marzo 2006, 17:03
Messaggi: 12947
Località: Dove i treni sono a vapore e gli scambi a mano
TENDA PASS ha scritto:
qual è il peso massimo ammesso per un treno merci in doppia o tripla trazione?
Valori della prestazione massima sulle linee del compartimento di Torino
http://site.rfi.it/quadroriferimento/pgos_torino.htm

Art. 40 PGOS
La prestazione complessiva di due o tre mezzi trazione attivi, appartenenti allo stesso sistema di trazione, è data dalla somma delle prestazioni dei singoli mezzi.
Le eventuali eccezioni sono indicate in orario.

Tra Bardonecchia e Modane vi è grado di prestazione 27 che permette una massa rimorchiata di 870 ton. (tabella 20 PGOS) rispetto alla resistenza degli organi di attacco senza locomotive attive in coda.

Art 61 comma 3 PGOS
Per i treni di materiale ordinario con locomotive attive in coda le masse massime indicate nella Tabella 20 devono essere aumentate degli 8/10 della prestazione di tali locomotive.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 39 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice