Duegieditrice.it
http://forum.duegieditrice.it/

lugano-ponte tresa
http://forum.duegieditrice.it/viewtopic.php?f=6&t=19452
Pagina 1 di 2

Autore:  E 464 069 [ sabato 15 dicembre 2007, 22:28 ]
Oggetto del messaggio:  lugano-ponte tresa

ciao,, mi parlate un po' della ferrovia lugano-ponte tresa?? vorrei provare la linea in primavera 2008, ma non sapevo esistesse questa ferrovia. ne sapete di piu'?? ciao

Autore:  mallet [ domenica 16 dicembre 2007, 8:28 ]
Oggetto del messaggio: 

Se ti interessano notizie sulla Lugano-Ponte Tresa basta che navigi un po' su internet e ne avrai a quintali (orari, immagini, descrizioni e così via), sia in italiano che in altre lingue.
Altrimenti ci sono sempre degli ottimi volumi in giro sull'argomento. Cerca di darti da fare e non aspettare che ti arrivi tutto, bello pronto, confezionato.
Se proprio poi non riesci a trovare nulla (impossibile!!!!!!!), vai comunque a farci un giretto, vedrai che non te ne pentirai.
Saluti

Autore:  E 464 069 [ domenica 16 dicembre 2007, 18:14 ]
Oggetto del messaggio: 

si mallet l'ho visto il sito, ma io cercavo impressioni "di viaggio" da chi è andato già......sul sito quello purtroppo non posso carpirlo....cmq grazie dei consigli!

Autore:  Bri [ lunedì 17 dicembre 2007, 12:21 ]
Oggetto del messaggio: 

La ferrovia lugano-ponte tresa è una piccola ferrovia regionale di 12 km circa (Non lo dò per certo) che si estende dal confine tra svizzera e italia fino alla citta di lugano.

Non è certamente una delle linee più pittoresche(e' una linea 'metropolitana') che ci sono in giro, ma questa breve linea ha il suo fascino e, turisticamente parlando , è una ottima alternativa all'auto durante le gite domenicali. E poi è una occasione da non lasciarsi sfuggire, non sono rimaste molte linee di queste genere in canton ticino.

Vuoi un consiglio per farti un giro bel giro?

Prendi la bicicletta, passaporto e biglietti del treno. Da Varese prendi la linea per Porto Ceresio. E' una linea a singolo binario molto rustica che ti permette di arrivare fino al confine (a porto ceresio appunto). Non puoi non dare una occhiata alla stazione di PC. Se non è cambiato nulla ci sono ancora alcuni cimeli come la rotonda e il pontile di ferro che permettevano ci caricare i carri sui traghetti ( spero di non essermi confuso con un altra stazione). Finita la visita passi il confine. Prima di prendere il trenino ci starebbe anche una visita al museo del cioccolato Alprose, dove i brufoli regnano sovrani. Poi si va a prendere il treno della L-PT. Da quel che so non c'è molta varietà di rotabili sulla linea. Ci sono elettrotreni da due vetture (motrice + vagone) arancioni con una simpatica faccia sorridente disegnata sulle testate. Una volta circolavano anche degli elettrotreni ABE 4/6 (è giusto...???) che da tempo sono stati trasferiti sulla locarno-domodossola. Quanto alle vecchie elettromotrici non so che fine abbiano fatto...son sicuro che una è stata preservata sulla castione-cama assieme ad altri rotabili storici. Finito il breve giro sul trenino arrivi a lugano di fronte alla stazione FFS (ci potrebbe stare il ritorno via chiasso)... A lugano c'è parecchio da vedere... i giardini, il centro, il lago(bellissimo con i colori autunnali), le funicolari ... e poi Lugano era anche sede di altre ferrovie tipo la LPT che non ci sono più.

PS: A proposito di varese e della linea di porto ceresio... E' vero che vogliono raggruppare le stazioni di Varese delle nord e trenitalia nella sola stazione delle nord ? se si che fine farà la linea per porto ceresio ?

Autore:  Bremen [ lunedì 17 dicembre 2007, 22:27 ]
Oggetto del messaggio: 

Cita:
12 km circa (Non lo dò per certo)
12km e 220 metri salvo modifiche dell'ultima ora :D

Cita:
Una volta circolavano anche degli elettrotreni ABE 4/6 (è giusto...???)
Si.
Dopo 30 anni dalla loro conversione in ABe 6/6 se la cavano ancora benissimo sulla Vigezzina... non per niente son le mie preferite :D (anche nell'avatar ;))
Immagine

Cita:
Quanto alle vecchie elettromotrici non so che fine abbiano fatto...son sicuro che una è stata preservata sulla castione-cama assieme ad altri rotabili storici.

La 1 e la 2 sono state demolite alla fine degli anni sessanta.
La 3, che era sulla Cama Castione, ha avuto un incidente ad aprile dell'anno scorso ed è fuori uso.
La 4 era in uso per il trasporto della posta, ma alla sospensione del servizio postale nel 1996, non sò che fine abbia fatto.
La 5 è finita sulla MOB

Bye
Bremen

Autore:  E 464 069 [ lunedì 17 dicembre 2007, 22:42 ]
Oggetto del messaggio: 

grazie!!!

Autore:  Coccodrillo [ lunedì 17 dicembre 2007, 23:33 ]
Oggetto del messaggio: 

Cita:
La 5 era in uso per il trasporto della posta, ma alla sospensione del servizio postale nel 1996, non sò che fine abbia fatto.


Probabilmente demolita. Aveva anche ricevuto una cassa nuova.

La ricordo in compagnia di un vagone postale, non so se 2 o 4 assi.

Ora ci sono solo Be 4/12 (21-25, allungato con una carrozza centrale), Be 4/8 (41 e 42, identici ai precedenti ma più corti e a due sole casse), un trattore diesel e qualche carro di servizio. I 41 e 42 sono poco usati. uno di solito è sempre fermo a Lugano.

Dal cambio di orario ci sono treni ogni 15 minuti dal lunedì al venerdì, ogni 30' sabato e domenica.

A Lugano e dintorni sopravvivono una galleria, una carrozza LCD e vari depositi e stazioni ora usati per gli autobus.

Autore:  Bremen [ lunedì 17 dicembre 2007, 23:54 ]
Oggetto del messaggio: 

Coccodrillo ha scritto:

Probabilmente demolita. Aveva anche ricevuto una cassa nuova.

La ricordo in compagnia di un vagone postale, non so se 2 o 4 assi.

Se l'han demolita mi dispiace... comunque ho fatto un inversione di numeri: la 4 era quella postale mentre le 5 è quella finita sulla MOB :)
Ho editato il mio post cosi ora la lista è corretta ;)

Il vagone postale era a carrelli.
Cita:
I 41 e 42 sono poco usati. uno di solito è sempre fermo a Lugano.
Han sempre avuto poca fortuna..

Autore:  Bri [ martedì 18 dicembre 2007, 9:24 ]
Oggetto del messaggio: 

Bremen ha scritto:
Coccodrillo ha scritto:

Cita:
I 41 e 42 sono poco usati. uno di solito è sempre fermo a Lugano.
Han sempre avuto poca fortuna..


Già.. sono stati trasferiti dalla locarno domodossola quando sono arrivati mezzi più moderni(brutti) a metà anni 90. Il motivo del loro scarso successo penso sia stata la scarsa capienza dovuta alle modifiche apportate al progetto di costruzione... per renderle idonee alla circolazione sulla vigezzina avevano accorciato le vetture togliendo vestiboli e riducendo di almeno 3 m l'interperno (... qualcuno può confermare ??? ) ... inoltre non hanno mai percorso l'intera vigezzina. Il loro uso era limitato al traffico locale sulla parte svizzera perchè avevano problemi con la linea aerea sulla tratta italiani... forse dovuti alla diversa geometria di quest'ultima.

saluti

Bri

Autore:  Bremen [ martedì 18 dicembre 2007, 10:00 ]
Oggetto del messaggio: 

Bri ha scritto:

Già.. sono stati trasferiti dalla locarno domodossola quando sono arrivati mezzi più moderni(brutti) a metà anni 90.
1991-1993 e comunque le Abe 4/6 non sono brutte... a confronto dei bidoni panoramici sono stupende :D

Cita:
Il motivo del loro scarso successo penso sia stata la scarsa capienza dovuta alle modifiche apportate al progetto di costruzione... per renderle idonee alla circolazione sulla vigezzina avevano accorciato le vetture togliendo vestiboli e riducendo di almeno 3 m l'interperno (... qualcuno può confermare ??? )
Hanno un interperno di 9740 mm contro i 13800 mm della versione originale.
Possono portare 112 passeggeri seduti per un totale di 162 passeggeri, mentre le abe 4/12 ne possono portare 322 di cui 184 seduti. Ovviamente le 4/12 hanno un vagone in più :)
Quando erano delle semplici 4/8 ne portavano in totale 212, 128 seduti e 84 in piedi.

Tenendo conto che la composizione massima sulla Domodossola Locarno è di 210 posti.. per un servizio locale bastavano e avanzavano ;)
Cita:
Il loro uso era limitato al traffico locale sulla parte svizzera perchè avevano problemi con la linea aerea sulla tratta italiani... forse dovuti alla diversa geometria di quest'ultima.
Questa è solo una delle versioni per cui vennero usate solo sulla Centovallina e non sulla Vigezzina.. esistono altri due motivi :D

Autore:  Bri [ martedì 18 dicembre 2007, 11:41 ]
Oggetto del messaggio: 

Bremen ha scritto:
Bri ha scritto:

Già.. sono stati trasferiti dalla locarno domodossola quando sono arrivati mezzi più moderni(brutti) a metà anni 90.
1991-1993 e comunque le Abe 4/6 non sono brutte... a confronto dei bidoni panoramici sono stupende :D

Cita:
Il motivo del loro scarso successo penso sia stata la scarsa capienza dovuta alle modifiche apportate al progetto di costruzione... per renderle idonee alla circolazione sulla vigezzina avevano accorciato le vetture togliendo vestiboli e riducendo di almeno 3 m l'interperno (... qualcuno può confermare ??? )
Hanno un interperno di 9740 mm contro i 13800 mm della versione originale.
Possono portare 112 passeggeri seduti per un totale di 162 passeggeri, mentre le abe 4/12 ne possono portare 322 di cui 184 seduti. Ovviamente le 4/12 hanno un vagone in più :)
Quando erano delle semplici 4/8 ne portavano in totale 212, 128 seduti e 84 in piedi.

Tenendo conto che la composizione massima sulla Domodossola Locarno è di 210 posti.. per un servizio locale bastavano e avanzavano ;)
Cita:
Il loro uso era limitato al traffico locale sulla parte svizzera perchè avevano problemi con la linea aerea sulla tratta italiani... forse dovuti alla diversa geometria di quest'ultima.
Questa è solo una delle versioni per cui vennero usate solo sulla Centovallina e non sulla Vigezzina.. esistono altri due motivi :D


Questo discorso mi sta prendendo... mentre i muratori mi distruggono in bagno ho tirato fuori il libro di A.Albè sulla Locarno domodossola... purtroppo questo bel libro non riporta i motivi per cui sono state spostate le unità 41 e 42, dato che l'edizione è antecedente a questo fatto.

giusto per curiosità... mi sai dire questi motivi? Uno penso sia l'omologazione dei dei 2 mezzi con i rotabili circolanti sulla LPT...

Autore:  Coccodrillo [ martedì 18 dicembre 2007, 12:13 ]
Oggetto del messaggio: 

Bremen ha scritto:
Questa è solo una delle versioni per cui vennero usate solo sulla Centovallina e non sulla Vigezzina.. esistono altri due motivi :D


Non hanno WC? Per via del gancio automatico non potevano trainare carrozze FART?

PS ufficialmente si dice FLP, non LPT.

Autore:  Bremen [ martedì 18 dicembre 2007, 14:15 ]
Oggetto del messaggio: 

Bri ha scritto:
Questo discorso mi sta prendendo... mentre i muratori mi distruggono in bagno ho tirato fuori il libro di A.Albè sulla Locarno domodossola...
La mia copia rischia, ogni giorno, di diventare un mucchio di fogli sparsi a furia di usarla :D
Cita:
Non hanno WC? Per via del gancio automatico non potevano trainare carrozze FART?
La prima è corretta.
Senza bagno vanno bene sulla FLP perchè il viaggio è breve.. ma fare quasi due ore senza.. sarebbe stato un problema :)

La mancanza del gancio a maglia non è un vero e proprio limite visto che le potevano usare in coppia come fanno ora con le ABe 4/6.

Il vero problema sono le gallerie: sul lato Svizzero ci son gallerie in curva con raggio minimo di 60metri mentre quelle sul lato Italiano hanno raggio minimo di 50metri. Nel tornante di Creggio già una ABe 6/6 sfiora la galleria con gli specchietti retrovisori :D

Autore:  Bri [ martedì 18 dicembre 2007, 18:53 ]
Oggetto del messaggio: 

Bremen ha scritto:
Bri ha scritto:
Questo discorso mi sta prendendo... mentre i muratori mi distruggono in bagno ho tirato fuori il libro di A.Albè sulla Locarno domodossola...
La mia copia rischia, ogni giorno, di diventare un mucchio di fogli sparsi a furia di usarla :D


La mia copia ha divorziato dalla copertina da almeno 7 anni. :D

Bri

Autore:  mo-mo [ venerdì 1 giugno 2012, 16:05 ]
Oggetto del messaggio:  Re: lugano-ponte tresa

Domani ricorre il 100° della linea Lugano-Ponte Tresa, unica linea della società Ferrovie luganesi, oggi denominata linea S60 della rete di trasporti regionali del Canton Ticino. Martedì 5 giugno vi saranno le celebrazioni ufficiali, sabato 9 giornata per il pubblico con treni gratis. A Ponte Tresa è stato inaugurato un interessante museo della ferrovia. La FLP era stata ideata, promossa e finanziata da esponenti della famiglia Soldati (proprietaria del "Corriere del Ticino"). Oggi il maggiore azionista è lo Stato (Cantone Ticino). A lunga scadenza è progettato un suo inserimento nella cosiddetta rete tranviaria luganese, nuovi rotabili (di tipo tranviario) sono previsti a breve/media scadenza.

Pagina 1 di 2 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicol (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice