Oggi è giovedì 22 ottobre 2020, 1:37

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 81 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 6 settembre 2008, 15:01 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 30 gennaio 2006, 0:00
Messaggi: 780
Scusa Mallet,
Quella in stazione a Soncino è una Breda simile al gruppo FS 56 2XXX, mentre quella in stazione di Soresina è un'automotrice Fiat riconducibile al Gruppo FS 56 1XXX.
Sono io che non ho capito quando dici che che
Cita:
An 28 e le An 60 erano praticamente uguali e si distinguevano solo dalla presenza o meno del vano bagagli
oppure c'è un refuso?
Grazie per la pazienza.
Massimo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 6 settembre 2008, 15:25 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 24 dicembre 2007, 16:05
Messaggi: 951
Località: Quinto di Treviso
Massimo di Vico ha scritto:
Scusa Mallet,
Quella in stazione a Soncino è una Breda simile al gruppo FS 56 2XXX, mentre quella in stazione di Soresina è un'automotrice Fiat riconducibile al Gruppo FS 56 1XXX.
Sono io che non ho capito quando dici che che
Cita:
An 28 e le An 60 erano praticamente uguali e si distinguevano solo dalla presenza o meno del vano bagagli
oppure c'è un refuso?
Grazie per la pazienza.
Massimo

Sì in effetti direi che c'è proprio un refuso,le 556 Breda SNFT erano le An 64,non 60 come scritto prima,facevano parte del gruppo di 4 unità An 64 101-104;le An 60 e An 28 sono appunto uguali e distinguibili dal comparto bagagli.
riguardo alla precedente domanda di Mallet in teoria le ALn 556 serie 1200 finite alla SNFT dovrebbero essere quelle che formarono il gruppo An 48,che era appunto di 4 unità se non mi sbaglio e la cui permanza in esercizio durò un lampo(mi pare fossero state accantonate dopo circa 5 anni,assieme alle An 28 e An 60).


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 6 settembre 2008, 15:57 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 9 agosto 2006, 18:08
Messaggi: 807
Scusate se rispondo soltanto adesso ma è da questa mattina che ho avuto problemi per entrare nel forum.
Effettivamente ho scritto sbagliato. Nella foto di Soncino c'è effettivamente la An64.104, ex FS ALn 56.2xx., non ALn 556.2xxx.
Circa la differenza tra le cinque automotrici ex FS ALDUn28.1xxx, già ALn 56.1xxx, passate alla SNFT, tre divennero AnDu 28.201-203, dotate di compartimento bagagli, metre le altre due divennero An 60.211-212, solo atte al trasporto viaggiatori.
Il gruppo An 48, quello con il radiatore tipo "Topolino" erano tre macchine già della SAIET di Pisa; in effetti da tutte le foto viste si nota la lunghezza inferiore rispetto alle altre; erano lunghe solo 16000 mm contro 18860 mm di quelle FS.
Il gruppo SNFT An 48 era 221-223.
Pertanto rimane il mistero delle ALn 556.1xxx ex FS.
Faccio notare un particolare: mentre presso le FS la cifra 1 corrispondeva a macchine di costruzione FIAT e la cifra 2 a quelle di costruzione Breda, presso la SNFT avvenne l'esatto contrario.
Saluti


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 6 settembre 2008, 19:33 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 24 dicembre 2007, 16:05
Messaggi: 951
Località: Quinto di Treviso
mallet ha scritto:
Il gruppo An 48, quello con il radiatore tipo "Topolino" erano tre macchine già della SAIET di Pisa; in effetti da tutte le foto viste si nota la lunghezza inferiore rispetto alle altre; erano lunghe solo 16000 mm contro 18860 mm di quelle FS.
Il gruppo SNFT An 48 era 221-223.

Ah,grazie della correzione,infatti mi pareva un pò strano che venissero dalle FS quelle automotrici microscopiche(erano davvero carine però :) ).
Ho visto una foto in cui una An 48 è accoppiata alla "Faruk" e in confronto quest'ultima sembra un gigante!
Ora volevo porre io una domanda:nella foto della An 64 si nota chiaramente il particolare schema di coloritura,è possibile che si tratti dell'originario schema delle automotrici SNFT in 2 toni di verde o già della livrea classica arancio-beige?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: domenica 7 settembre 2008, 11:52 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 9 agosto 2006, 18:08
Messaggi: 807
Le An48 erano alte 3140 mm, come le ALn 556 FS, mentre la Faruk era alta ben 3615 mm. e, in proporzione, anche più larga (2920 mm contro 2400 mm).
Fonte depliant sulla produzione delle automotrici FIAT fino al 1960.
Quanto alla coloritura se non sbaglio venne adottata quella rossa e crema in occasione del rinnovamento del materiale; cioè quando entrarono in servizio le prime An 68.111-114 del 1960, le locomotive diesel Cne e le carroze simili alle An68.
In una foto a pag. 167 del volume sui trasporti in provincia di Cremona si può osservare che sia le Breda che le FIAT avevano la medesima coloritura: Inoltre, da altre foto si osserva che la An64.104 ebbe due versioni del frontale: una con una il verde chiaro che scendeva a V sul radiatore e una invece con il verde scuro quasi fino a sotto i finestrini frontali. Probabilmente questa è la seconda versione, più semplice da eseguirsi.
Personalmente però quando ho visto per la prima volta le An 64 erano già verniciate in rosso e crema.
Saluti


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: domenica 7 settembre 2008, 13:02 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 24 gennaio 2007, 11:50
Messaggi: 1551
Località: Venezia
Carissimi, visto che il discorso si sta addentrando vieppiù nell'argomento dell'allora SNFT, vi segnalo, per chi riesca a reperirlo, che c'era uno splendido articolo sulla linea SNFT Brescia-Edolo (pochi cenni anche sulla Iseo-Rovato-Cremona) sul numero di marzo-aprile 1984 di Voies Ferrées Edizione Italiana, rivista tanto bella quanto effimera. Dato l'anno di pubblicazione, c'era una quantità di foto a colori delle An64, della Faruk An70, dei Cne con rimorchiate simil-668, più qualcosa in b/n anni '50 con tanto di vapore.

Ciao
Andy

p.s.: sullo stesso numero della sopra citata rivista, era presente anche uno spettacolare articolo sulle locomotive a vapore attive della Union Pacific (Callenger e 8444), fotografate durante le loro scorribande nelle pianure e sulle montagne del Wyoming, nei primi anni '80.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 8 settembre 2008, 17:45 
Non connesso

Iscritto il: domenica 31 agosto 2008, 10:04
Messaggi: 6
m.casati ha scritto:
Moliva grazie per l'intervento e complimenti x la voce su wikipedia, tra l'altro ho visto che in questi giorni un altro utente ha aggiunto la tabella del percorso..


L'utente che ha inserito il percorso, Friedrichstrasse, ha anche inserito alcune foto della situazione odierna dei fabbricati delle stazioni. Le potete trovare su Wikimedia Commons: http://commons.wikimedia.org/wiki/Category:Ferrovia_Cremona-Iseo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 8 settembre 2008, 20:45 
Non connesso

Iscritto il: sabato 26 luglio 2008, 15:48
Messaggi: 14
Località: soresina
Stimatissimi consulenti
da quanto ho appreso in questo forum giudicavo che l’automotrice ripresa alla stazione di Soresina fosse una AN 60 e quella ferma alla stazione di Soncino fosse una AN 64.
Ho recepito che la AN 60 potesse essere trasformata in una AN 28, a seguito della realizzazione di un vano bagagli e postale.
In poche parole l’automotrice cui si riferisce la foto di Soresina è una AN 28 [Fiat] e quella di Soncino è una AN 64 [Breda]... giusto ???
Ciò che non comprendo è come fate a ritenere che la AN 28 abbia la matricola 104 e la AN 64 abbia la matricola 202. Se, infatti, tali numeri sono una specie di targa o un numero di registro dei mezzi assegnati ai macchinisti, come potete rilevare tali numeri se non appaiono o sono illeggibili sulle foto ?
Perdonate la mia immaturità ferroviaria e, non solo… !
Un fraterno abbraccio !!!
- Alberto -
P.S. - fortissime le foto delle stazioni pubblicate nel bog che precede. L'attuale stazione SFNT di Soresina è stata trasformata in un bar gelateria...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 9 settembre 2008, 7:15 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 9 agosto 2006, 18:08
Messaggi: 807
Entrambe le foto sono state pubblicate sul volume di Mario Albertini e Claudio Cerioli dal titolo: TRASPORTI NELLA PROVINCIA DI CREMONA - 100 anni di storia.
Per quella fatta a Soncino si legge nettamente sulla traversa di testa An 64 104
Per quella fatta a Soresina non si riesce a leggere chiaramente il numero però lo stesso è riportato nella didascalia.
Tutte le 5 FIAT ex FS arrivarono nella versione con vano bagagli (erano infatti classificate FS ALDUn 28.1xxx) ma le ultime due vennero trasformate in solo viaggiatori assumendo così la numerazione An60.
Saluti


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 9 settembre 2008, 13:19 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 28 maggio 2008, 23:05
Messaggi: 60
moliva ha scritto:
m.casati ha scritto:
Moliva grazie per l'intervento e complimenti x la voce su wikipedia, tra l'altro ho visto che in questi giorni un altro utente ha aggiunto la tabella del percorso..


L'utente che ha inserito il percorso, Friedrichstrasse, ha anche inserito alcune foto della situazione odierna dei fabbricati delle stazioni. Le potete trovare su Wikimedia Commons: http://commons.wikimedia.org/wiki/Category:Ferrovia_Cremona-Iseo


Davvero un ottimo lavoro


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LINEA FERROVIARIA CREMONA ROVATO EDOLO
MessaggioInviato: mercoledì 17 settembre 2008, 13:43 
Non connesso

Iscritto il: martedì 28 marzo 2006, 17:03
Messaggi: 14787
Località: Dove i treni sono a vapore e gli scambi a mano
Altre notizie e foto si trovano in questo sito:
http://www.ferrovie.it/phpBB2/viewtopic.php?t=21720
Omnibus


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 18 settembre 2008, 20:38 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 30 gennaio 2006, 0:00
Messaggi: 780
Omnibus sei proprio una miniera inesauribile e generosa.
Grazie per tutto quello che condividi.
Massimo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 18 settembre 2008, 22:26 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 18 settembre 2008, 22:18
Messaggi: 23
Ciao a tutti,
sono l'utente di Wikipedia che ha inserito alcune foto sulle ex stazioni della Cremona - Iseo.
Mi fa molto piacere che questa ferrovia semisconosciuta interessi a tanta gente! Solo qualche mese fa, quando ho iniziato ad interessarmene, non si trovava quasi nessuna informazione!

E ora due domande:
1) Qualcuno di voi sa qual era il percorso all'interno della frazione di Cavatigozzi? Era forse in sede stradale? La linea seguiva pari pari la SS 234 sul lato nord (si vede ancora la sede) ma all'interno di Cavatigozzi la sede stradale è fiancheggiata da vecchie case... Idem per la penetrazione urbana di Cremona.

2) In quale punto la Cremona - Iseo sottopassava la Pavia - Monselice? Forse nel sottopasso della provinciale per Sesto?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LINEA FERROVIARIA CREMONA ROVATO EDOLO
MessaggioInviato: venerdì 19 settembre 2008, 8:19 
Non connesso

Iscritto il: martedì 28 marzo 2006, 17:03
Messaggi: 14787
Località: Dove i treni sono a vapore e gli scambi a mano
friedrichstrasse ha scritto:
E ora due domande: ... ?
Qualcosa puoi dedurre dalle piantine pubblicate sulle pagine precedenti.
Omnibus


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 19 settembre 2008, 10:48 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 28 maggio 2008, 23:05
Messaggi: 60
friedrichstrasse ha scritto:
Ciao a tutti,
sono l'utente di Wikipedia che ha inserito alcune foto sulle ex stazioni della Cremona - Iseo.
Mi fa molto piacere che questa ferrovia semisconosciuta interessi a tanta gente! Solo qualche mese fa, quando ho iniziato ad interessarmene, non si trovava quasi nessuna informazione!

E ora due domande:
1) Qualcuno di voi sa qual era il percorso all'interno della frazione di Cavatigozzi? Era forse in sede stradale? La linea seguiva pari pari la SS 234 sul lato nord (si vede ancora la sede) ma all'interno di Cavatigozzi la sede stradale è fiancheggiata da vecchie case... Idem per la penetrazione urbana di Cremona.

2) In quale punto la Cremona - Iseo sottopassava la Pavia - Monselice? Forse nel sottopasso della provinciale per Sesto?


Ciao friedrichstrasse
benveuto sul forum e in questa discussione e grazie x i preziosi contributi alla pagina di wikipedia...
In effetti guardando la cartina del TCI allegata all'inizio del topic sembrerebbe proprio che la linea passasse accanto alla sede stradale in quella frazione e così appare anche dalle immagini satellitari, da certi piccoli dettagli ( ad esempio il ponte in via milano sotto quale passa il raccordo ferroviario che va da cava tigozzi al polo industriale)
Anche nel sottopasso con la pavia monselice la linea sembra condividere il percorso con la strada, ma occorrebbe un sopralluogo.
Su quel ponte dovrebbe esserci anche scritta la data di costruzione.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 81 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice