Oggi è venerdì 23 ottobre 2020, 12:47

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 81 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 19 settembre 2008, 11:18 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 18 settembre 2008, 22:18
Messaggi: 23
Beh, senza dubbio la nostra Cremona - Iseo affiancava la statale Mantovana sul lato nord; entrando a Cavatigozzi da ovest c'è ancora il casello che fungeva da fermata (all'angolo con via Giovanni Bassiano), ma c'è un punto (fra le vie Spinadesco e Riglio) dove lo spazio fra le case è appena sufficiente per la strada. Il treno, con ogni probabilità, passava in sede stradale...
Idem per il sottopasso di Sesto, abbastanza stretto. Sarebbe bello avere immagini della linea in servizio!

La tratta Cremona - Soresina, in certi punti, aveva un carattere quasi da tramvia extraurbana...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 19 settembre 2008, 15:24 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 18 settembre 2008, 22:18
Messaggi: 23
Il tracciato, con un po' di attenzione, è ancora visibile dalle foto satellitari. Soncino:

Immagine

Orzinuovi:
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 20 settembre 2008, 11:50 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 28 maggio 2008, 23:05
Messaggi: 60
Ci ho passato ore a cercar di capire l'itinerario.
A proposito dell'attraversamento del centro storico di cavatigozzi, il mariapiedi a davanti alle case e il ponte sul canale suggerirebbe una sede propria, ma attendiamo notizie da chi ne sa di più magari con qualche foto..


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 25 settembre 2008, 14:08 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 28 maggio 2008, 23:05
Messaggi: 60
friedrichstrasse ha scritto:

E ora due domande:
1) Qualcuno di voi sa qual era il percorso all'interno della frazione di Cavatigozzi? Era forse in sede stradale? La linea seguiva pari pari la SS 234 sul lato nord (si vede ancora la sede) ma all'interno di Cavatigozzi la sede stradale è fiancheggiata da vecchie case... Idem per la penetrazione urbana di Cremona.

2) In quale punto la Cremona - Iseo sottopassava la Pavia - Monselice? Forse nel sottopasso della provinciale per Sesto?


Ciao,
le risposte a queste domande e tante bellissime foto sono arrivate in questa discussione:

discussione

Se il link ad un atro forum non dovesse essere consetito prego i moderatori di cancellare questo post
Ciao a tutti
Marzia


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 26 settembre 2008, 20:05 
Non connesso

Iscritto il: domenica 28 ottobre 2007, 21:03
Messaggi: 15
Località: Cremona-Brescia-Brennero
m.casati ha scritto:
friedrichstrasse ha scritto:

2) In quale punto la Cremona - Iseo sottopassava la Pavia - Monselice? Forse nel sottopasso della provinciale per Sesto?


Ciao,
le risposte a queste domande e tante bellissime foto sono arrivate in questa discussione:

discussione

Se il link ad un atro forum non dovesse essere consetito prego i moderatori di cancellare questo post
Ciao a tutti
Marzia


Grazie per i complimenti e grazie per i contributi che hai portato alla discussione.
Da quello che ho scritto sull'altro forum però non si capisce la risposta alla 2^ domanda di friedrichstrasse.
Il libro da cui ho attinto le mie informazioni dice che la linea ferroviaria piegando verso nord dopo l'abitato di Cava Tigozzi si portava definitivamente in sede propria sottopassando la Cremona-Codogno con un manufatto posto a fianco della strada provinciale.
Mi riprometto in futuro di ripassare la zona per cercare tracce di un secondo sottopasso, perchè non saprei dire se quello in foto sia l'originario stradale o quello ferroviario riadattato per la strada.

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 26 settembre 2008, 22:18 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 18 settembre 2008, 22:18
Messaggi: 23
Mah. Io un secondo sottopasso proprio non l'ho visto. Ipotizzo che il sottopasso esistente fosse condiviso dalla strada e dalla ferrovia, perché:
- la strada è abbastanza larga, probabilmente era più stretta (come erano una volta le strade di campagna) ed è stata allargata dopo la chiusura della ferrovia;
- nessuno avrebbe costruito un sottopasso per una strada di così poca importanza (dalla SS Mantovana a Sesto Cremonese) quando la Mantovana stessa attraversava la ferrovia a livello.

Dalle foto satellitare non vedo alcuna traccia della curva a 90° in direzione di Cavatigozzi. Altro mistero.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 27 settembre 2008, 9:49 
Non connesso

Iscritto il: domenica 28 ottobre 2007, 21:03
Messaggi: 15
Località: Cremona-Brescia-Brennero
In questo caso ritengo che la strada provinciale attraversasse la linea a livello, mentre la ferrovia, staccandosi da questa, sottopassava la linea con un manufatto posto accanto alla strada, e quindi al PL.
Oggi molto probabilmente la strada è stata spostata sul vecchio tracciato della ferrovia, ed il vecchio PL della provinciale non c'è più.

Se non trovi tracce della linea è perchè la linea passava dove ora passa la provinciale per Sesto, e la curva netta si troverà in corrispondenza dell'incrocio con la Statale per Milano.
Da qui infatti la ferrovia procedeva fino a Cava Tigozzi vicinissima alla strada, condividendone anche la sede all'interno dell'abitato di Cava Tigozzi.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 27 settembre 2008, 10:48 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 18 settembre 2008, 22:18
Messaggi: 23
Non credo. Il sottopasso è troppo largo per la sola ferrovia; in più le carte CTI postate qualche pagina fa segnano chiaramente il sottopasso ferro-stradale.
Probabilmente all'origine la strada attraversava a livello, e costruendo il sottopasso della SNFT, già che c'erano, l'hanno fatto un po' più largo per farci stare anche la strada.

Riguardo la curva, per quanto netta fosse, dovrebbe esserci qualche traccia, no?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 30 settembre 2008, 10:24 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 28 maggio 2008, 23:05
Messaggi: 60
Anch'io penso che la strada fosse più stretta e strada e ferrovia passasero vicine, anche se.. è strano!
Dall'immagine satellitare il ponte sembra più largo di quello che è eccola:

Immagine

Quanto alla curva di 90° verso cava tigozzi, io un'ombreggiatura sul terreno la vedo, e la interpreto così.
Certo, è molto poco ferroviaria come curva ma anche la cartina del CTI la raffigura nello stesso modo :?

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 1 ottobre 2008, 16:28 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 18 settembre 2008, 22:18
Messaggi: 23
Vero, ma la tratta, più che una vera ferrovia, era una ferrovia economica... :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 6 ottobre 2008, 22:04 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 18 settembre 2008, 22:18
Messaggi: 23
Immagine

Esiste ancora anche il FV della stazione di Castrezzato, molto modificato!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 15 novembre 2008, 9:54 
Non connesso

Iscritto il: domenica 31 agosto 2008, 10:04
Messaggi: 6
Finalmente la scorsa settimana sono riuscito ad andare a Castrezzato a vedere questo fantomatico edificio. Ho scattato un po' di foto (non di eccelsa qualità: sono tutte in controluce), il mio problema è capire se sia possibile postarle su questo forum e in quale quantità.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 15 novembre 2008, 21:34 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 28 maggio 2008, 23:05
Messaggi: 60
moliva ha scritto:
Finalmente la scorsa settimana sono riuscito ad andare a Castrezzato a vedere questo fantomatico edificio. Ho scattato un po' di foto (non di eccelsa qualità: sono tutte in controluce), il mio problema è capire se sia possibile postarle su questo forum e in quale quantità.

Non penso sia un problema postarle, anzi!! Non credo neanche che ci sia un limite sulla quantità, l'unica cosa, mettile a una risoluzione non tanto alta!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: domenica 23 novembre 2008, 10:22 
Non connesso

Iscritto il: domenica 31 agosto 2008, 10:04
Messaggi: 6
Vediamo un po'. Vi ricordo che le foto sono venute in controluce e le ho sovraesposte al momento dello scatto per evitare che gli edifici fossero completamente in ombra. :x

Per completezza riporto il link di Google Maps della zona di cui sto parlando, così da aiutarvi nella comprensione dei luoghi.

Questo sarebbe l'edificio di cui parla Friedrichstrasse:
Immagine

Sulla mappa di Google, è l'edificio il cui fronte dà su Via Giovanni XIII di Castrezzato. A questo fabbricato si può accedere da una piccola strada perpendicolare a via Gugliemo Marconi di Castrezzato. Sul lato destro di questa stradina si possono vedere dei tigli (nella foto, proprio a destra) solitamente piantati lungo i viali della stazione. È un indizio, non una prova.

Vediamo meglio l'intero fabbricato:
ImmagineImmagine
Pertinenze a parte, l'edificio ha alcuni elementi in comune con le altre stazioni della linea, per esempio quella di Annico (su Wikimedia Commons la foto di questo fabbricato scattata da Friedrichstrasse)

Vediamo l'ipotetico lato ferrovia della stazione:
Immagine
La muraglia in lastre di cemento che si vede in primo piano è interessante, perché circonda l'area che mi era stata indicata come quella dove un tempo si trovava la stazione (su Google Maps, dovrebbe essere l'area biancastra, un poco più a nord e un po' più a est dell'edificio della "stazione").

Per completezza vi riporto tre foto di questa area. La prima ha il fabbricato della "Stazione" sullo sfondo, per farvi capire la posizione:
Immagine
La seconda è un'istantanea dell'area in oggetto, in completo abbandono.
Immagine
La terza cerca di dare una "dimensione" all'area. Il muro che si vede in primo piano sulla destra è quello dei garage del condominio che si trova fra il fabbricato della "stazione" e quest'area (su Google Maps è l'edificio dal tetto grande posto poco più a nord dell'edificio della "stazione").
Immagine
Sullo sfondo si vede la muraglia in lastre di cemento già citata in una foto precedente.

Conclusione? Personalmente mi sono segnato l'archivio comunale di Castrezzato nella lista di quelli da visitare. Siccome sto dando la precedenza ad altre ricerche, credo che ci vorrà parecchio tempo prima di avere qualche conferma (almeno da me). :)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 1 dicembre 2008, 18:42 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 18 settembre 2008, 22:18
Messaggi: 23
Esatto, è proprio quello di cui parlavo.

Abbiamo tre indizi:
- il fabbricato è leggermente obliquo rispetto alla giacitura della zona, ed è allineato con le altre tracce ferroviarie (la sede, più a sud);
- vi è un viale alberato che conduce alla proprietà, terminando nel giardino antistante l'edificio, compatibile con la forma di una ex piazzetta della stazione;
- la struttura del fabbricato ha, ad occhio, le stesse dimensioni e forme degli altri FV della linea; l'aspetto attuale è compatibile con una pesante ristrutturazione, come avvenuto anche a San Giuseppe - Duomo.

Tre indizi fanno una prova? 8)


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 81 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice