Oggi è venerdì 23 ottobre 2020, 13:13

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 61 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 30 settembre 2006, 13:52 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 14:18
Messaggi: 2764
Località: VE - vicolo Corto n° 973
Butto là una risposta, ma senza convinzione. Raccordo ferroviario di Ceggia. No, eh? :oops: Vabbè, non lapidatemi, volevo partecipare.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: domenica 1 ottobre 2006, 0:56 
Non connesso

Iscritto il: domenica 18 giugno 2006, 0:28
Messaggi: 482
Località: Vittorio Veneto
ALTRO INDIZIO

Contemporaneamente alla strada ad uso pista di atterraggio venne anche costruito, sempre a scopo militare ma mai utilizzato, anche un idroscalo per idrovolanti.

Forza che siete quasi al centro del vortice spiraliforme

Marino


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: domenica 1 ottobre 2006, 9:56 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 8:32
Messaggi: 907
che io sappia l'idroscalo mai usato era in Puglia....boh, ci rinuncio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: domenica 1 ottobre 2006, 19:15 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 13 gennaio 2006, 19:04
Messaggi: 224
Località: Grizzana (Bo)
Aeroplani?
Idrovolanti?
Italo Balbo?
Ferrara?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: domenica 1 ottobre 2006, 23:18 
Non connesso

Iscritto il: sabato 14 gennaio 2006, 11:24
Messaggi: 1018
Località: Ravenna
Porto Corsini??????? :shock: :shock:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: domenica 1 ottobre 2006, 23:34 
Non connesso

Iscritto il: domenica 18 giugno 2006, 0:28
Messaggi: 482
Località: Vittorio Veneto
E sì che, per aiutarvi, ho inserito negli ultimo interventi delle parole chiave che vi dovrebbero indirizzare sulla strada giusta!!

Marino


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 2 ottobre 2006, 8:10 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 26 gennaio 2006, 15:02
Messaggi: 1092
Località: Genova
Quella dell'idroscalo mi ha fatto venire in mente la Garganica: originariamente era stato realizzato un raccordo a servizio dell'idroscalo in questione, sul lago di Varano, mi sembra a scartamento ridotto.
Questo raccordo, raramente o mai utilizzato, divenne poi la sede della futura Garganica.
Potrebbe essere?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 2 ottobre 2006, 8:23 
Non connesso

Iscritto il: sabato 14 gennaio 2006, 15:50
Messaggi: 1522
Località: Pistoia
Anche a me mi dava da pensare la lineetta a s.r. da cui poi nacque la Garganica, però i fabbricati con tetto a spiovente possono essere congruenti con la zona?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 2 ottobre 2006, 8:40 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 14:18
Messaggi: 2764
Località: VE - vicolo Corto n° 973
Occhio che forse la sparo grossa: Lignano Sabbiadoro?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 2 ottobre 2006, 9:54 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 16 gennaio 2006, 9:34
Messaggi: 183
Località: roma
Ferrovia decauville delle Saline di Margherita di Savoia? :?
Boh....
Ma la risposta quando ci sarà?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 2 ottobre 2006, 15:29 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 6 febbraio 2006, 13:44
Messaggi: 147
Ripeto: a me quella foto sa di veneto... quindi sparo le ultime due: Cavallino; Sabaudia. :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 2 ottobre 2006, 15:34 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 6 febbraio 2006, 13:44
Messaggi: 147
Ne sparo un'altra: Taliedo?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 2 ottobre 2006, 16:24 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 6 febbraio 2006, 13:44
Messaggi: 147
Ma quant'è lunga l'attesa. Perche indugiano ancora?
Tra poco per la disperazione sparerei qualche località della Tripolitania o della Cirenaica...
ALALA' RITORNA!!!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 2 ottobre 2006, 22:45 
Non connesso

Iscritto il: domenica 18 giugno 2006, 0:28
Messaggi: 482
Località: Vittorio Veneto
luca ha scritto:
Occhio che forse la sparo grossa: Lignano Sabbiadoro?


ZUM ZUM ZUMPAPPA' ZUM ZUM PEPPEREPPEPPPEEE'

Bravo Luca Risposta esatta!!! (con aiutino però) :lol: :lol: :lol:

"luca" è stato attento alle parole chiave!!!

Vince una settimana a Lignano con il privilegio di setacciare l'arenile alla ricerca dell'ultima caviglia della tranvia di Sabbiadoro!!!

Scherzi a parte, mi direte: a Lignano una ferrovia? impossibile!!
E' quello che mi sono detto anch'io, facendo un balzo sulla sedia, quando ho visto la foto che vi ho postato, perché, pur avendo frequentato Lignano in vari tempi non ero al corrente di questa curiosa particolarità.
La foto pubblicata nel volume, offerto in edicola dal Messaggero Veneto, "Udine e il Friuli, una storia per immagini" faceva parte del libro "Sabbia d'oro" edito nel 1989 e oggi introvabile.

Il tutto deve essere inquadrato storicamente tra la fine della Prima Guerra Mondiale e gli anni venti e trenta quando si sviluppa l'economia ed il risanamento della Bassa Friulana con le bonifiche delle terre paludose e la successiva nascita di Torviscosa e dei suoi impianti industriali di trasformazione della "canna gentile" in cellulosa per uso tessile.

La storia della nostra Tranvia inizia comunque a Udine nel Gennaio-Marzo 1908 quando vennero inaugurate le due prime linee tranviarie a trazione elettrica che sostituirono il vecchio tram a cavalli e sulle quali presero servizio 14 piccole vetture Carminati e Toselli a due assi in livrea giallo chiaro: appunto alcune di queste vettura anni dopo finirono a Lignano, già allora piccolissimo centro balneare popolare in sviluppo a servizio di Udine in contrapposizione a Grado e Lido mete del turismo d’elite di allora, dove fecero servizio sulla linea di cui abbiamo parlato lunga circa due chilometri e cioè dalle vicinanze della Terrazza Mare al vecchio municipio di Sabbiadoro (allora Porto Vecchio) vicino alla Darsena di oggi che altro non è che l’idroscalo citato.

Purtroppo, a mia conoscenza, non esistono foto del materiale rotabile né si sa se questo era automotore o se esistevano delle locomotive (gambadelegn ?) specifiche evidentemente a vapore perché non è visibile alcuna linea elettrica di contatto.

Riguardo all'armamento, viste le condizioni pietose, potrei ipotizzare il riutilizzo di rotaie da decauville (come detto da alcuni) utilizzate nei lavori di bonifica di tutta la zona.

Per risolvere il quiz era fondamentale, almeno per chi conosceva Lignano, porre l’attenzione, per avere un indizio, sull’edificio a destra, appunto la Terrazza Mare, che ha mantenuto grossomodo lo stesso aspetto fino a non molti anni fa, ma che ingannava perché sembrava sorgere da terra:
ecco l’immagine da un punto di vista appena diverso:

Immagine
http://img245.imageshack.us/img245/8138 ... aresv3.jpg

Sono gradite altre notizie ed integrazioni a quanto riferito.

Marino


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 2 ottobre 2006, 22:56 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 13 gennaio 2006, 0:29
Messaggi: 72
Località: Staranzano (GO)
Questa poi ! Una Decauville a Lignano !!!

Marino ha scritto:
ALTRO INDIZIO

Forza che siete quasi al centro del vortice spiraliforme

Marino


se non altro ADESSO ho capito l' indizio ... elicoidale !


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 61 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice