Oggi è mercoledì 23 ottobre 2019, 2:05

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 50 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Ripartire da zero? (cercasi consigli su come riprendere)
MessaggioInviato: domenica 6 ottobre 2019, 21:10 
Non connesso

Iscritto il: martedì 1 ottobre 2019, 8:03
Messaggi: 29
Rieccomi qua, puntuale come le tasse :lol: (e forse pure altrettanto stressante, anche se spero di no :P )

Certo che le foto del "Krokodil" sono un colpo basso :mrgreen: :mrgreen: volete proprio farmi cedere eh :lol: :lol: :lol: (scherzo ovviamente)

Visto che più o meno tutti e tre (Luca-62, Bomby e Paolone) ruotate intorno allo stesso argomento, questa volta evito i vari quote e do una risposta generale.

Il discorso di un plastico a doppio scartamento mi affascina e non poco, anche perché mi è capitato qualche volta di vedere questa soluzione e non mi dispiaceva (anche se in quei casi più che altro si trattava di plastici quasi totalmente in H0 con una tratta molto breve a scartamento ridotto che a ben poco serviva).
Non a caso nei primi post avevo anche ipotizzato un H0 a tema FS con poi sulle colline qualcosa a scartamento ridotto (tipo appunto trenino di Casella o similare) ma figuriamoci se non mi è venuto in mente un "ibrido" RhB/FS.. tipo la prima parte del plastico ambientata in Svizzera, poi una "stazioncina di confine" dove termina la tratta H0m e inizia quella H0 italiana.. mi è venuto in mente eccome e pensando a come gestire il tutto, quali parti dedicare ad una cosa e quali all'altra (visto che i vari spazi a disposizione sarebbero asimmetrici, magari la metà con meno spazio complessivo RhB e quella con spazi più generosi FS) ma non mi ero ancora sbilanciato al riguardo per paura di esser preso per un folle :mrgreen: ma visto che a sdoganare l'idea ci avete pensato voi… :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ripartire da zero? (cercasi consigli su come riprendere)
MessaggioInviato: lunedì 7 ottobre 2019, 8:17 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 30 dicembre 2009, 21:09
Messaggi: 443
Località: Verona
Ciao
se il doppio scartamento ti intriga c'è da fare un discorsetto sui binari che dovranno essere Tillig https://www.tillig.com/Gleissysteme-Seite-9.html Io non li ho mai usati ma qualcuno non ne è rimasto entusiasta (forse sarebbe prudente prima di progettare aprire una discussione e chiedere al forum dei pareri anche per l'H0). A vederli in foto gli H0m hanno le traversine più distanziate che i Bemo Code 70 (oramai fuori produzione :( ) ma questo ti facilita riguardo la massicciata. Poi eventualmente con pazienza per l'acquisto risparmioso http://www.ebay.de/sch/Schmalspur-von-N ... 0m&_sop=10
Pensa, pensa :roll: :mrgreen:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ripartire da zero? (cercasi consigli su come riprendere)
MessaggioInviato: lunedì 7 ottobre 2019, 10:31 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 30 dicembre 2009, 21:09
Messaggi: 443
Località: Verona
....apppproposito..ti garba il kroko.. eh? Se ti dicessi che ho questo https://www.kiss-modellbahnen.de/archiv ... -krokodil/ la prendi male? :mrgreen: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
Dai, siamo seri...ho trovato questo viewtopic.php?f=7&t=91779..... studiastudia


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ripartire da zero? (cercasi consigli su come riprendere)
MessaggioInviato: lunedì 7 ottobre 2019, 11:15 
Non connesso

Iscritto il: martedì 1 ottobre 2019, 8:03
Messaggi: 29
paolone ha scritto:
se il doppio scartamento ti intriga c'è da fare un discorsetto sui binari che dovranno essere Tillig


Domanda scema: perché Tillig? Nel senso, che particolarità hanno che li rende più adatti di altri ad un plastico misto H0m/H0? Comunque poi più tardi mi leggo il topic che mi hai linkato e provo ad acculturarmi :)

Eh sì, ho un debole per il Kroko.. un po' perché oggettivamente mi piace, un po' per i ricordi che mi evoca, oltre il fatto che quello davanti al museo me lo sono studiato girandoci intorno, sopra, ecc :lol: ma no, non mi prende male vedere quale sua riproduzione hai, al massimo sbavo un po' sulle immagini del sito :lol:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ripartire da zero? (cercasi consigli su come riprendere)
MessaggioInviato: lunedì 7 ottobre 2019, 13:27 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 12:40
Messaggi: 2082
Località: Bracciano (Roma)
Tillig è l’unica marca a produrre il doppio scartamento a livello industriale. Trovi artigiani che producono armamento a dopiio scartamento, ma cambiano i costi anche se il livello modellistico è solitamente molto elevato.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ripartire da zero? (cercasi consigli su come riprendere)
MessaggioInviato: lunedì 7 ottobre 2019, 14:54 
Non connesso

Iscritto il: martedì 1 ottobre 2019, 8:03
Messaggi: 29
Chiaro.. io ci sono arrivato solo poco fa quando ho avuto il tempo di sfogliare con calma il catalogo dei binari H0m, ma subito guardando al volo, in 10 pagine di prodotti questa particolarità mi era sfuggita.

Comunque nel mio piccolo mi sarei pure accontentato di avere i due scartamenti sotto forma di circuiti/tracciati separati, però in effetti l'idea di avere un "punto d'incontro" basato sul binario a 3 rotaie è affascinante e renderebbe il tutto più particolare.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ripartire da zero? (cercasi consigli su come riprendere)
MessaggioInviato: lunedì 7 ottobre 2019, 18:38 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2012, 14:23
Messaggi: 3434
Località: Massa Finalese (MO)
Recupera l'ultimo TTM, il numero di settembre (e per completezza anche il numero 9), puoi comodamente ordinarlo dal sito 2G assieme ad altri arretrati se non lo trovi in edicola. C'è il plastico di Antonio Federici che è proprio a doppio scartamento e gestito ad orario: capita a fagiuolo. Sul numero 9 c'è la descrizione della prima parte del progetto, quella interamente in H0e.

Tu ami le retiche, ma anche le secondarie italiane hanno il loro fascino: così piccole ed indifese...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ripartire da zero? (cercasi consigli su come riprendere)
MessaggioInviato: martedì 8 ottobre 2019, 1:32 
Non connesso

Iscritto il: martedì 1 ottobre 2019, 8:03
Messaggi: 29
Luca-62 ha scritto:
Ti suggerisco quindi di valutare uno start set Bemo (con loco digital)


mi riallaccio a questo passaggio per una domanda su Bemo e digitale, che potrei anche fare nel topic apposito, ma visto che è proprio una domanda terra-terra e non urgente, per ora la posso fare pure qui. Ora come ora com'è la situazione per quanto riguarda il digitalizzare treni Bemo? Se ho ben capito tempo addietro era ostica, ma da quando sono dotati di NEM 651 non dovrebbe essere un problema (spazi permettendo). Giusto?

Faccio un esempio pratico: se cerco alla veloce (e tanto per cambiare :P ) il Coccodrillo Bemo, mi spuntano fuori un sacco di art 1255, nuovi e usati in varie condizioni, mentre si vedono decisamente meno 1355 che dovrebbe essere la versione con già il modulo digitale installato. Al che mi chiedevo: conviene puntare a qualche occasione di 1255 (più facile da trovare) e poi digitalizzare in proprio perché magari tra prezzo della loco e decoder si risparmierebbe un tot rispetto alla loco in versione digitale nativa, o si rischia di entrare in una valle di lacrime e quindi meglio andare diretti di versione già digitalizzata dalla casa? (discorso che vale anche per altre loco se si presentassero condizioni simili e trovassi qualche occasione in futuro, tanto non è che compro domani, è giusto per portarmi avanti)

Capite che sono pur sempre ligure.. quindi le possibilità di risparmio le valuto tutte :lol:


Bomby ha scritto:
Tu ami le retiche, ma anche le secondarie italiane hanno il loro fascino: così piccole ed indifese...


E questo non lo mette in dubbio nessuno, del resto come emerso più volte nel corso della discussione, le linee italiane tutte sono sempre nei miei pensieri a fianco di quelle svizzere :) E' una bella sfida tra ricordi d'infanzia e ricordi/esperienze recenti :)
p.s. mi segno TTM 9 e 79 :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ripartire da zero? (cercasi consigli su come riprendere)
MessaggioInviato: martedì 8 ottobre 2019, 6:33 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 12:40
Messaggi: 2082
Località: Bracciano (Roma)
Ti riporto le mie esperienze sul mondo RhB in 1:87.
Le locomotive Bemo non predisposte si possono digitalizzare senza particolari difficoltà, basta saper usare il saldatore.
Va ovviamente elaborato il circuito stampato per evitare di fare errori nei collegamenti, ma non ci sono attività complesse e/o delicate.
Vedrei invece il problema del materiale usato sotto una diversa prospettiva: motori a 3 o 5 poli? Il materiale più recente adotta migliori motori e questo si nota subito: minore rumore e maggiore dolcezza nell'incedere. E' vero che il modello digitalizzato, se ben settato, ha un miglior comportamento in partenza e al passo d'uomo, ma comunque una differenza resta.
Ecco che quindi ti ripasso il testimone: la differenza in termini di € c'è, e molto spesso è sensibile: una Ge 4/4 I con motore e 3 poli la trovi sulla baya a 80-100€. Spesso anche a valori inferiori se la numerazione della macchina è inflazionata o se il venditore usa l'asta per accelerare la vendita (es: la 601 verde, essendo una macchina comune sugli starterset e prodotta anche singolarmente per moltissimi anni, si trova a pressi più bassi rispetto ad una coeva 602 o 607). Una macchina identica con motore a 5 poli, la trovi a circa il doppio. Poi è chiaro che ogni tanto si trovano occasioni anche a meno, ma in generale vale quanto detto.

Attenzione quando compri l'usato: verifica sempre la presenza degli aggiuntivi. Se mancano, potresti diventar matto nella ricerca. E' vero che sulla baia qualche venditore tedesco esiste, ma di solito commercializza aggiuntivi della macchine più comuni. I negozi fisici o online non trattano ricambi (se non raramente) e la Bemo non sempre risponde alle richieste. Tipica mancanza di aggiuntivi è rappresentata dai ceppi dei freni dei carri e delle carrozze a 2 assi. Sto facendo realizzare in resina per me un bel pò di questi particolari per evitare di ammattire ogni volta che acquisto un usato e soprattutto per non perdere occasioni. Sarebbe interessante mettere insieme le forze per far realizzare un mini catalogo con gli oggetti più comuni (scalette, accoppiatori alti, bassi, fischi, ceppi dei freni, mantici carrozze etc) da cui poter attingere senza ammattire.

Per la digitalizzazione ho sempre usato decoder Esu V4 micro che erogano 750mA sul motore; anche sulle macchine bimotore non ho mai avuto problemi di sovraccarico, quindi ti consiglio questi decoder, piccolissimi, affidabili e finemente regolabili. Hanno una funzione, detta autotuning, che ti permette di regolare i parametri di funzionamento adattando perfettamente il decoder alla meccanica/motore della singola macchina, evitandoti una buona fetta di lavoro di regolazione.

Sul forum trovi molti amici che hanno una maggiore esperienza della mia che potranno integrare queste note. Benvenuto nel magico mondo dell'H0m.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ripartire da zero? (cercasi consigli su come riprendere)
MessaggioInviato: martedì 8 ottobre 2019, 14:57 
Non connesso

Iscritto il: martedì 1 ottobre 2019, 8:03
Messaggi: 29
lucaregoli ha scritto:
Vedrei invece il problema del materiale usato sotto una diversa prospettiva: motori a 3 o 5 poli?


Chiarissimo il discorso complessivo e su cui concordo. Giusto una domanda sul punto che ho quotato: questa differenza si può verificare anche su modelli con lo stesso codice? Sempre prendendo il solito coccodrillo Ge 6/6 (non tanto perché mi sono fissato, ma perché mi ricordo i codici senza vedere di nuovo sul sito mentre scrivo, poi il discorso vale a livello generale) la versione predisposta per il digitale ma senza decoder installato e attualmente a catalogo ha codice 1255 (1355 invece quella con già il decoder Esu). Guardando annunci vari, si vedono anche versioni con il codice 1055 se non ricordo male.
Qui per logica mi viene da pensare che 1055 sia un vecchio modello e quindi ci sia la possibilità che abbia motori vecchi, ma la domanda è: tutti i 1255 hanno i motori "nuovi" visto che è il codice corrispondente al prodotto attualmente in vendita, o anche sotto lo stesso codice possono esserci differenze in fatto di motore, magari in base al periodo di produzione? O se vogliamo metterla in altro modo, posso capire dal codice prodotto che motore montano (codice attualmente a catalogo = motore recente) oppure se ci sono altre variabili che prescindono dal codice prodotto? (e quindi potrei trovare tanto 1255 con motori nuovi quanto 1255 magari prodotte un anno prima e con motori vecchi?)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ripartire da zero? (cercasi consigli su come riprendere)
MessaggioInviato: martedì 8 ottobre 2019, 16:42 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 30 dicembre 2009, 21:09
Messaggi: 443
Località: Verona
Ciao
un'altro aspetto da valutare, oltre a quelli già ampiamente illustrati dal prode Luca, riguarda usato digitale o no. Chi compra nuova una loco digitale non la compra per metterla certo in una bacheca in soggiorno... e quando tu la ricompri non compri un vetrinemodell :( Ed un buon usato cosa lo paghi? E digitalizzarlo cosa ti costa? E tu sei in grado di farlo? Secondo me dovresti partire da qua....http://www.mbapiro.ch/produkte_detail.p ... ukt_id=705 ...e dato che ci sei, e non lo conosci, fatti un giro sulla sua produzione ... "Landwasser docet" :D :D :D :D
E' chiaro che, per vedere se la cosa ti prende, una loco da 100 euro va benissimo.
Cercando altre cose ho trovato questo...https://www.ebay.de/itm/Bemo-Startpacku ... SwINNdmhTV :D :D :D :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ripartire da zero? (cercasi consigli su come riprendere)
MessaggioInviato: martedì 8 ottobre 2019, 19:12 
Non connesso

Iscritto il: martedì 1 ottobre 2019, 8:03
Messaggi: 29
paolone ha scritto:
Chi compra nuova una loco digitale non la compra per metterla certo in una bacheca in soggiorno... e quando tu la ricompri non compri un vetrinemodell :( Ed un buon usato cosa lo paghi? E digitalizzarlo cosa ti costa? E tu sei in grado di farlo?


Non lo metto in dubbio, del resto facendo un paragone automobilistico, immagino sia un po' come cercare una qualche auto sportiva da 300 cavalli e sperare che sia stata usata solo per andar a fare la spesa senza che le abbiano mai tirato le marce fino al limitatore. Certo, può anche succedere, ma è una rarità (quantomeno qui da noi). Chiaro quindi che se uno compra una loco con un accessorio che serve solo ed esclusivamente quando questa gira sui binari, è ben difficile che la tenga sempre e solo in vetrina.. avrebbe poco senso visto che esiste un modello identico che costa meno perché non ha il modulino digitale installato e in vetrina fa la stessa figura.

Infatti per questo piuttosto che guardare eventuali occasioni di modelli già digitalizzati, mi stavo facendo alcune domande sui modelli senza Esu a bordo, perché magari qualche occasione simpatica si potrebbe trovare, ammesso ovviamente che la somma del costo della loco più il prezzo del modulino digitale portino ad una cifra comunque vantaggiosa. Se uno deve fare tanti giri per risparmiare 10 o 20 euro, non ha senso.
Ma ovviamente sono domande che mi pongo non perché devo comprarmi una Bemo usata questa sera in fretta e furia, semplicemente mi piace guardarmi intorno e valutare tutte le possibilità.


Sulla domanda "tu sei in grado di farlo?" la risposta più sincera è "datemi una loco e un decoder e lo scopriremo" :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Scherzi a parte, penso faccia parte di quelle cose che prima o poi bisogna imparare a fare, sia perché può sempre servire, sia per ampliare il proprio bagaglio tecnico e meglio capire come funzionano certi aspetti. Io sono il classico bambino che deve smontare le cose per capire come funzionano, solo che dai giochi dell'infanzia poi sono passato a bici, motorini, moto, auto, computer e così via :mrgreen:
Ma a parte questo, avendo una certa esperienza in campi come informatica, elettronica, telefonia, hi-fi (casa e auto) modellismo dinamico in varie scale e altro, confido nel fatto che potrei anche essere in grado di aprire una loco e gestire l'installazione di un modulo aggiuntivo e relativa configurazione. Certo, non l'ho mai fatto e non pretendo di saperlo fare senza prima documentarmi a dovere, ma confido di non fare troppi danni :lol:

Poi appunto il discorso è, come dici anche tu, che per un primo acquisto "di avvicinamento" se si può trovare qualcosa a prezzo relativamente contenuto, fa sempre piacere, poi per acquisti "seri" e più onerosi c'è sempre tempo.

p.s. quell'annuncio sulla baia lo sto già seguendo :) tra l'altro l'aveva segnalato anche Luca-62 qualche post più indietro.. vediamo dove arriva, manca ancora un tot di tempo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ripartire da zero? (cercasi consigli su come riprendere)
MessaggioInviato: mercoledì 9 ottobre 2019, 17:10 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 5 novembre 2018, 16:40
Messaggi: 139
Località: Borgosesia (VC)
Tankard ha scritto:
Poi appunto il discorso è, come dici anche tu, che per un primo acquisto "di avvicinamento" se si può trovare qualcosa a prezzo relativamente contenuto, fa sempre piacere, poi per acquisti "seri" e più onerosi c'è sempre tempo.
p.s. quell'annuncio sulla baia lo sto già seguendo :) tra l'altro l'aveva segnalato anche Luca-62 qualche post più indietro.. vediamo dove arriva, manca ancora un tot di tempo.


Ciao.
non mi sembra che tu abbia ancora deciso e fai bene a ponderare a lungo...
...ma, nel caso alla fine tu entrassi nella "famiglia" RhB Bemo ti vorrei segnalare un'altro sito per l'acquisto del nuovo.

https://www.schmalspur-bahn-werke-eu.info/webshop/bemo-e-loks-schweiz/e-loks---rhb/?page=1

Se li segui con una certa assiduità (sono olandesi ma il sito è tutto in tedesco :evil: ), scopri che ogni tanto fanno delle promozioni interessanti.
Non ci andavo da un pò ma ho visto che al momento sull' art. 1255 hanno la numerazione 415 a 276€ mentre la 413 è a 305€.

Io alla fine sono riuscito a risparmiare ulteriormente acquistando su e-bay la mia 1255 (la n° 411) nuova da un negoziante di Coblenza che l'aveva in offerta: 265 € comprese le spese dei consegna. Il mio negoziante fisico non scendeva sotto i 300 € :evil:

Con SBW la lingua non è un problema insormontabile perché se ti registri e ordini qualcosa scopri che tutte le comunicazioni sono in tre lingue (Olandese, Tedesco e Inglese). Poi per il tedesco del sito c'è sempre google translate...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ripartire da zero? (cercasi consigli su come riprendere)
MessaggioInviato: mercoledì 9 ottobre 2019, 18:31 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 30 dicembre 2009, 21:09
Messaggi: 443
Località: Verona
... con Google Chrome Translate traduce tutto discretamente bene in italiano con un click
Ciao


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ripartire da zero? (cercasi consigli su come riprendere)
MessaggioInviato: giovedì 10 ottobre 2019, 1:20 
Non connesso

Iscritto il: martedì 1 ottobre 2019, 8:03
Messaggi: 29
Luca-62 ha scritto:
Tankard ha scritto:
non mi sembra che tu abbia ancora deciso e fai bene a ponderare a lungo...


Non è che non ho deciso in senso stretto del termine.. la direzione verso cui punto ormai è quella. Potrei dover/voler valutare ancora un po' il discorso total RhB o RhB da un lato e FS dall'altro come si diceva l'altro giorno, ma in ogni caso H0m, Bemo, RhB ecc ci sono sempre in entrambi i casi, quindi questo aspetto direi che è sicuro.
Certo, poi di altre possibilità oltre a RhB ce ne sarebbero una marea e tutte che mi potrebbero intrigare, ma se mi mettessi a pensare anche a questo, non arriverei mai al dunque. :mrgreen:
Però nonostante l'entusiasmo sia tanto e la via tutto sommato tracciata, cerco di compensare con un po' di lucidità e quindi prima di imbarcarmi in spese varie, mi documento il più possibile, valuto ogni opzione ecc.. meglio togliersi i dubbi prima e iniziare a sfoderare la carta di credito dopo aver "studiato", piuttosto che comprare istintivamente e poi solo dopo fare le domande su cosa si è acquistato. Poi vale sempre il discorso che non ho fretta, si tratta di un progetto a lungo termine quindi anche se mi prendo qualche giorno in più qui e la per valutare questo e quello, non cambia molto. Seguissi l'istinto e il cuore, avrei già fatto penso 10 ordini qua e là :lol: ma se lo facessi "oggi" mi troverei solo un tot di roba ammassata, magari presa anche un po' a caso e senza avere ancora un preciso progetto da seguire.

Buono a sapersi che nelle comunicazioni del sito c'è anche la possibilità dell'inglese.. per il tedesco o google translate (anche se io in genere faccio dal tedesco all'inglese perché tante volte la traduzione risulta un po' più precisa rispetto all'italiano, ma dipende dal contesto) oppure prendo la consorte, la metto davanti al pc e via di traduzione live… :mrgreen: anche se per ora mi pecca un po' sulla terminologia tecnica, ma vabbè, cercherò di istruirla a riguardo :mrgreen: Io qualcosina qua e là posso anche capire ma giusto poco da autodidatta, anche perché poi nelle zone della Svizzera in cui giro, sono ben poche le occasioni in cui si finisce per parlare in tedesco.. e anche in giro a fare escursioni, mediamente è difficile andare oltre il solito grüezi/grüezi mitenand.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 50 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice