Oggi è martedì 27 ottobre 2020, 7:36

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 146 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Stoppia
MessaggioInviato: venerdì 12 ottobre 2012, 14:04 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 6 gennaio 2012, 16:05
Messaggi: 1079
Località: Bagno di Gavorrano - Follonica GR
Visto che il periodo di ambientazione è inizio estate, ho riprodotto un campo di grano Trebbiato da poco, con le Presse di paglia pronte per essere trasportate....
Allegato:
Stoppia.jpg
Stoppia.jpg [ 127.02 KiB | Osservato 3113 volte ]

I lavori proseguono anche al passaggio a livello....
Allegato:
Passaggio a livello.JPG
Passaggio a livello.JPG [ 135.57 KiB | Osservato 3112 volte ]


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: LA STAZIONE DI LAPINO
MessaggioInviato: venerdì 12 ottobre 2012, 14:10 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 22:42
Messaggi: 1105
Località: girovago per TO - CR - MI - BS - MN
la strada coi tornanti non mi garba granché... sa troppo di "pista Polistil"... :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: LA STAZIONE DI LAPINO
MessaggioInviato: venerdì 12 ottobre 2012, 14:32 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 6 gennaio 2012, 16:05
Messaggi: 1079
Località: Bagno di Gavorrano - Follonica GR
Credo che quando sarà invecchiata e con l'aggiunta di vegetazione e veicoli migliori un poco....
Le linee che adesso sono vivaci, saranno "consumate" fino ad essere intraviste, ed anche l'asfalto deve essere trattato.

Da inserire anche la segnaletica stradale....


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: LA STAZIONE DI LAPINO
MessaggioInviato: venerdì 12 ottobre 2012, 14:41 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 22:42
Messaggi: 1105
Località: girovago per TO - CR - MI - BS - MN
eh ma quel curvone parabolico che si vede nell'ultima foto... andrebbe spianato... ;)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: LA STAZIONE DI LAPINO
MessaggioInviato: venerdì 12 ottobre 2012, 15:36 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2012, 14:23
Messaggi: 3615
Località: Massa Finalese (MO)
Riesce a competere con la parabolica di Monza! Anche le curve mi soddisfano poco, sono troppo strette, poco armoniose. Sembra quasi che il raggio interno della curva sia uguale a quello esterno, e le righe accentuano il problema. E poi, perchè le hai fatte così distanti dal bordo della carreggiata?

Il PL è quello Hachette, vero? Non è che mi convinca molto, specie la forma della sbarra, che quantomeno elaborerei...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: LA STAZIONE DI LAPINO
MessaggioInviato: venerdì 12 ottobre 2012, 16:52 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 6 gennaio 2012, 16:05
Messaggi: 1079
Località: Bagno di Gavorrano - Follonica GR
Il passaggio a livello è un misto: la "ventola" di segnalazione e la sbarra rigata rossa sono della hahette, i contrappesi e il motore è autocostruiti, ma non piace neanche a me e sicuramente sarà sostitutito da uno reale...

Riguardo alle curve vedrò cosa posso fare per migliorarle. Nello spazio tra le righe esterne verrà aggiunto pietrisco, e in questa fase posso provare ad addolcire le curve dovre possibile, ma per la strada inclinata devo vedere, adesso non ho il plastico davanti... L'idea potrebbe essere abbassarla nel lato superiore..

Vi ringrazio per i consigli e Vi tengo aggoirnati su gli sviluppi....


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: LA STAZIONE DI LAPINO
MessaggioInviato: venerdì 12 ottobre 2012, 16:57 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2012, 14:23
Messaggi: 3615
Località: Massa Finalese (MO)
Oppure farci le strisce bianco-rosse tra l'interno della curva ed il bordo della carreggiata e realizzare un circuito automobilistico stradale... :mrgreen: Stile vecchia SPA (Cerca Francorchamps su google maps: di fianco al circuito stradale corre per un buon tratto una pista ciclabile realizzata sul tracciato di una ferrovia...). Certo il PL su un circuito non s'era mai visto! (OK, la smetto di sparare cretinate :mrgreen: )


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: LA STAZIONE DI LAPINO
MessaggioInviato: venerdì 12 ottobre 2012, 17:12 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 6 gennaio 2012, 16:05
Messaggi: 1079
Località: Bagno di Gavorrano - Follonica GR
Dopo gli aggiustamenti che farò Potrei non fare strisce, cioè simulare un tratto di strada con nuovo manto stradale e inserire cartelli che avvertono appunto la mancanza di striscia. Si noterebbero meno le imperfezioni...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: LA STAZIONE DI LAPINO
MessaggioInviato: venerdì 12 ottobre 2012, 20:59 
Non connesso

Iscritto il: martedì 27 marzo 2012, 19:02
Messaggi: 161
Ottima idea,sarebbe un modo intelligente per mascherare il tutto ;)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Correzzione strada in salita...
MessaggioInviato: sabato 13 ottobre 2012, 19:23 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 6 gennaio 2012, 16:05
Messaggi: 1079
Località: Bagno di Gavorrano - Follonica GR
Ho modificato la strada come da vostro consiglio:
Prima...
Allegato:
P.JPG
P.JPG [ 125.98 KiB | Osservato 2993 volte ]

Ora...
Allegato:
cm1_800x600.JPG
cm1_800x600.JPG [ 140.83 KiB | Osservato 2993 volte ]

Allegato:
cm2_800x600.JPG
cm2_800x600.JPG [ 151.96 KiB | Osservato 2993 volte ]

Allegato:
cm3_800x600.JPG
cm3_800x600.JPG [ 150.66 KiB | Osservato 2993 volte ]


Grazie ancora, e quando commetto qualche errore non esitate a dirmelo.... :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: LA STAZIONE DI LAPINO
MessaggioInviato: domenica 14 ottobre 2012, 9:24 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2012, 14:23
Messaggi: 3615
Località: Massa Finalese (MO)
Adesso sta meglio!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: LA STAZIONE DI LAPINO
MessaggioInviato: domenica 14 ottobre 2012, 10:45 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 22:42
Messaggi: 1105
Località: girovago per TO - CR - MI - BS - MN
eh sì!!! notevole miglioramento!!!

avanti così! :D :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: LA STAZIONE DI LAPINO
MessaggioInviato: domenica 14 ottobre 2012, 13:47 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2006, 23:10
Messaggi: 526
Località: C.mare
massimobertocci ha scritto:
Grazie per i complimenti.
Il movimento è affidato ai motori gaugemaster pm1 comandati a scarica capacitiva con circuito autocostruito, con condensatore indipendente per ogni motore, comandato da relè. Ho scelto questa soluzione perchè posso muovere anche tutti i deviatoi contemporaneamente senza perdere di potenza. Nella stazione alcuni deviatoi si nuovono in contemporanea sempre.


Massimo,

sono questi i motori che hai usato per gli scambi autocostruiti ?
Immagine

Domanda: Hanno la necessaria forza di tenuta per mantenere gli aghi degli scambi autocostruiti ?

Te lo chiedo perchè quello in figura è il PM-1, ma il sito della casa costruttrice riporta anche il modello PM-4 che ha in più il "SELF LATCHING WITH AUXILIARY SWITCH FOR HAND BUILT POINTS OR POINTS THAT HAVE LOST THEIR OVER CENTRE SPRINGS", ovvero sembra che sia più indicato per gli scambi autocostruiti che non hanno le mollette di tenuta.

Complimenti per la realizzazione, io ho lo stesso impianto digitale, con NanoX S88, due minimaus, palmare wireless, XbusTCO e decoder DCC per scambi (che funzionanno a scaric acapacitiva :wink: )...

ciao


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: LA STAZIONE DI LAPINO
MessaggioInviato: domenica 14 ottobre 2012, 15:56 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 6 gennaio 2012, 16:05
Messaggi: 1079
Località: Bagno di Gavorrano - Follonica GR
Ciao e grazie dei complimenti..... si ho utilizzato i pm1.

Non sembrano dare problemi fin ora; I miei scambi sono un pò duri e per questo mantengono la posizione, però avevo il problema contrario, cioè non sempre riuscivano ad andare in posizione, ho perciò dovuto fare per ogni motore il circuito che puoi trovare quì: http://www.marmari.org/modellismo/elett ... /foto2.htm

E' diverso da un decoder a scarica capacitiva, perchè scarica alle bobine una tensione di 24/30volt. Se alimentassiomo direttamente a queste tensioni le bobine in poco tempo si brucerebbero, invece la scarica del condensatore non crea danno e da una forza molto superiore.

Soprattutto posso muovere anche tutti i deviatoi contemporaneamente senza perdite di potenza di un mormale decoder dove il condensatore è unico per minimo 4 bobine. Unico neo bisogna aspettare una frazione di secondo che si ricarichi il condensatore prima di effettuare un secondo movimento, ma tanto non c'è motivo di muovere un deviatoio avanti e indietro di continuo, almeno che non si sia deviato per errore.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: LA STAZIONE DI LAPINO
MessaggioInviato: domenica 14 ottobre 2012, 20:25 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2006, 23:10
Messaggi: 526
Località: C.mare
massimobertocci ha scritto:
Non sembrano dare problemi fin ora; I miei scambi sono un pò duri e per questo mantengono la posizione


Questo è un vantaggio.

Io ne ho fatto uno di scambio

Immagine

così per provare (vorrei rifare il tracciato e, nel caso, autocostruire gli scambi), ma gli aghi sono elastici e tendono ad assumenre una posizione centrale.

Sono d' accordo su ciò che dici del decoder, ripartendo per un nuovo impianto forse non userei i decoder per gli scambi, ma io, nella mia esaltazine per il DCC 8), ho digitalizzato tutto! il grosso vantaggio del decoder è la semplicità dei cablaggi perchè il sinottico si connette come un multimaus mentre motori e decoder sono connessi "localmente" alla zona plastico di interesse senza fili che vanno tutti verso il punto di controllo.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 146 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 17 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice