Oggi è martedì 18 giugno 2019, 4:42

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 101 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 7  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Collezione Quattroruote: un flop?
MessaggioInviato: giovedì 17 gennaio 2008, 8:57 
Non connesso

Iscritto il: domenica 2 dicembre 2007, 13:04
Messaggi: 590
Località: Veneto
Nelle edicole della mia città capita di vedere ancora 3-4 esemplari invenduti della 500, e anche della Giulia, sebbene ne siano arrivate meno, se ne trovano ancora molte.
Mi viene spontanea una domanda: non è che, forse per il prezzo un po' alto, la raccolta si sta rivelando un flop?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 17 gennaio 2008, 9:01 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:55
Messaggi: 4853
Località: Oderzo
Non so. Da parte mia ho parecchi dubbi sulla politica commerciale.
Non è giusto che qui abbiano mandato solo il modello col relativo libretto, al costo di 19,90 euro. Mentre altrove, ALLO STESSO PREZZO, vendono il pack comprensivo della rivista mensile. Difatti non ho ancora comperato nulla (è pure vero che sono bloccato in casa per motivi di salute).


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 17 gennaio 2008, 9:52 
Non connesso
Site Admin

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:35
Messaggi: 25985
Località: Ai confini della realtà
Purtroppo in Domus hanno creduto di essere originali scegliendo una scala che, sfortunatamente, conta pochi estimatori, almeno in Italia.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 17 gennaio 2008, 9:57 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:55
Messaggi: 4853
Località: Oderzo
Più che altro, per quanto valga il modello, non puoi partire con la botta dei 19 euro!!! E poi con tutto il rispetto ma la 500... Mitica finchè volete ma chi ha interesse ha già preso da un pezzo la Bburago, la Cararama o la Mondo che costano la metà! Se facevano la 1° uscita a 10, la 2° a 15 e poi andavano a 20 forse era meglio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 17 gennaio 2008, 12:47 
Non connesso

Iscritto il: domenica 22 gennaio 2006, 12:58
Messaggi: 316
Non credo sia questo il problema Carlè.
Se il prezzo a regime è quello e quello ...
Il problema (per edidomus) lo ha centrato Umberto.
I collezionisti in 1/24 in italia non solo sufficenti per garantire un iniziativa "editoriale" simile.
Io per quanto mi riguarda se l'operazione va a farsi fottere godo come un maiale...
Ma questa non è una novità si sa come la penso in merito ...
Sarebbe meglio che si dedicassero a rivalutare le loro pubblicazioni "realmente" editoriali, prima fra tutte la loro rivista di automodellismo (alla quale ho deciso di non rinnovare l'abbonamento dopo molti anni).


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 17 gennaio 2008, 13:50 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 10 settembre 2007, 10:05
Messaggi: 202
Località: Palermo
speriamo di no mi dovevo prendere due 600, e speravo nelle Alfette.... :cry:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 17 gennaio 2008, 14:08 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:55
Messaggi: 4853
Località: Oderzo
Mah. E' palese che si rivolgono a un pubblico più esigente della media. Ma il target delle collezioni non è solo il collezionista esperto, quanto la massa, che dovrebbe vedere il modello bello grande coi dettagli accurati... insomma fatto apposta per attirare l'attenzione, e viene frenata dal ventone da spendere. Va bene la 500, va bene la Giulia, ma non possono illustrare e proporre solo auto "vecchie", altrimenti il target è praticamente "quello". Se vuoi catturare il cliente qualunque devi proporre anche le auto popolari che vede adesso: Punto, Golf, Clio, 206 eccetera, con qualche tocco di storico o esotico.
Poi è chiaro che ognuno di noi collezionisti sogna la sua collezione dedicata...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 17 gennaio 2008, 14:53 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 16 gennaio 2006, 14:46
Messaggi: 327
Località: castelletto d'orba
Secondo me ha ragione Umberto, è una scala difficile non è ipotizzabile iniziare una collezione con 10 modelli la 500 in tutte le salse è inflazionata, il prezzo non è popolare, forse era meglio offrire Quattroruotine invece del fratellone, devo dire che c'è anche molti avanzi di Ferrari Collection by Espresso in giro, anche questo non mi sembra un successo ma probabilmente hanno riciclato degli avanzi che avevano già pagato. Forse il pubblico dopo tanti modellini diventa più esigente come tematiche come qualità e come prezzo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 17 gennaio 2008, 15:09 
Non connesso

Iscritto il: martedì 26 settembre 2006, 11:32
Messaggi: 771
Località: FIRENZE
a me sembrano bei modelli, e spero che continuino.
Ma io faccio solo 1/24 quindi sono quasi obbligato.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 17 gennaio 2008, 15:28 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 16 aprile 2007, 14:27
Messaggi: 2692
Località: BERGAMO
riprendo il discorso sulle pubblicazioni di domus , ultimamente sia ruoteclassiche che quattroruotine stanno un po scadendo , la prima per contenuti e vetture pubblicate ( stanno facendo servizi su macchine troppo recenti e troppo comuni , il che non guasta , ma ci sono anche tante vetture anni 30-40 e 50 che non sono mai state trattate e che nel giro dei collezzionisti della zona Brescia , Milano , Torino e Veneto non sono poi così difficili da fotografare) , la seconda per il fatto che abbiano limitato le pubblicazioni a 4 numeri annuali ( quindi le novità e le recensioni sono già vecchie appena esce la rivista) , i contenuti sono abbastanza soddisfacenti , cosa bella sono ( a mio avviso) gli articoli sulle collezioni private e sugli obsoleti ( Umberto , un appello , qualche articolino sugli obsoleti anche su MODELLI AUTO ???????) .

Per i modelli 1/24 devo dire che a parte la 500 che tra vera e modellini ne abbiamo viste di tutte le salse , altri proposti ( giulia , fulvietta e altri prossimi) sono discretamente appetibili, unico neo , come detto giustamente da molti , il prezzo non proprio pproporzionato a una collana che esce in edicola,, speriamo propongano almeno vetture interessanti ( flaminia , aurelia B20 , Alfa 2600 , giulietta sprint ...) visto che non sono intenzionato a prenderle tutte , senò è la volta buona che mi sbattono fuori di casa ( tra modellini , libri e rottami vari..............................)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 17 gennaio 2008, 15:42 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 11:55
Messaggi: 4853
Località: Oderzo
E dire che sono proprio gli obsoleti e l'assoluta mancanza di modellismo praticato i motivi che mi hanno spinto a rinunciare all'altra rivista... Quanto alle collezioni benvengano. Ma è inutile che mi mostrino la faccia del collezionista su mezza pagina, un testo autocelebrativo, collezione di 3000 pezzi e se ne mostrino 20 a malapena. Secondo me ripartirla su più numeri, ma farla vedere bene è una genialata.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 17 gennaio 2008, 16:08 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 9 agosto 2006, 19:43
Messaggi: 1704
Località: sulla cassia
non sta li la genialata.

pensateci bene: qual è stato il motivo del successo dei modelli da edicola? la qualità? no di certo! il marketing? ma quando mai! le pubblicazioni allegate? hahahaha!!!
il successo è legato al fatto che non si sono limitati a fare la solita ferrari gto!
andate a rileggere la lista delle prime uscite. anche se in scala 1/24 è sempre "pasta e cocuzza". la 500, la giulia, la ds...... di questi modelli fatti in serie, scadenti finché si vuole, ce ne è a bizzeffe e in tutte le scale (ci fosse qualcuno che le faccia davvero bene!!!!)

basta con le solite pappardelle, le fanno tutti! perché non ricominciano a fare quattroruote, ruoteclassiche e quattroruotine come si deve? ma ci capite qualcosa dalle attuali prove su strada? confrontate quelle di adesso con le prove di 40 anni fa!

l'ho detto tempo fa: chi non sa fare il proprio mestiere è meglio che cambi. oppure dimostri di saperlo fare, senza bisogno di "vendere le macchinine"!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 17 gennaio 2008, 16:16 
Non connesso

Iscritto il: martedì 10 gennaio 2006, 20:05
Messaggi: 2699
Località: Genova e Milano
vin ha scritto:
Io per quanto mi riguarda se l'operazione va a farsi fottere godo come un maiale...
Ma questa non è una novità si sa come la penso in merito ...
Sarebbe meglio che si dedicassero a rivalutare le loro pubblicazioni "realmente" editoriali, prima fra tutte la loro rivista di automodellismo (alla quale ho deciso di non rinnovare l'abbonamento dopo molti anni).


Vin, al di là del profondo fastidio in me suscitato dal vedere qualcuno gioire per gl’insuccessi altrui, atteggiamento IMHO tanto più meschino e riprovevole quando manifestato, con linguaggio da ragazzetto di periferia, da un addetto ai lavori (hai pensato che l’eventuale fallimento della collezione in questione potrebbe lasciare qualcuno senza lavoro?), mi sembra una volta di più evidente che, in te, la competenza modellistica sia inversamente proporzionale alle capacità di analisi del mercato.
Tralasciando la ben nota differenza di target tra la tua produzione e le collezioni da edicola, già rimarcata da Carlo, posso garantirti, avendo lavorato per sei anni in campo editoriale, che è pura utopia immaginare un rilancio delle pubblicazioni di settore, costrette a fronteggiare una concorrenza multimediale sempre più attrezzata, numerosa e, soprattutto, gratuita o quasi. Tant’è vero che, con tutto il rispetto per chi ci mette a disposizione questo spazio, mi guardo bene dal comperare MA o Quattroruotine: con tutte le informazioni quotidianamente disponibili in rete, perché dovrei spendere soldi in riviste che le propongono due o tre mesi più tardi?

Tornando in tema, vedo due spiegazioni per il possibile insuccesso della collezione proposta da Quattroruote.
La prima risiede nello spazio richiesto dai modelli in scala 1/24, non a caso popolare soprattutto negli Stati Uniti, dove l’abitazione tipo è la villetta unifamiliare.
La seconda, già sottolineata da altri, nel prezzo, a maggior ragione considerando la crescente percentuale di nuclei familiari che, nel nostro paese, faticano a far quadrare i conti: a prescindere dalla scala, c’è da stupirsi che le collezioni da edicola italiane vendano meno delle consorelle pubblicate in Spagna?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 17 gennaio 2008, 17:30 
Non connesso

Iscritto il: domenica 22 gennaio 2006, 12:58
Messaggi: 316
A me lollex da profondo fastidio vedere che c’è sempre qualcuno pronto a riprendere quello che dicono gli altri (me molto spesso) senza peraltro avere alcun titolo per farlo.
Su questo forum c’è un moderatore che è autorizzato a bannare e anche a espellere chi ritiene opportuno.
Quindi sei cortesemente pregato di evitare in futuro intervenire nuovamente col tuo tono da professorino su tutto quello che io scrivo, che è sempre (ed in questo caso l’ho anche specificato) una mia opinione strettamente personale.
Oppure perché sono un "addetto ai lavori", come dici tu non devo avere un opinione ?
Il mio linguaggio non sarà sicuramente forbito come il tuo, ma ho purtroppo la caratteristica di dire quello che penso direttamente (magari qualche volta usando qualche termine colorito) piuttosto che fare dei discorsi ipocriti.
La mia capacità di analizzare il mercato, sulla quale peraltro non sei tenuto a dare giudizi, mi permette di capire che se un modello X oggi viene venduto da un artigiano a un certo prezzo e dopodomani viene venduto da qualcun altro a un decimo del prezzo utilizzando vari escamotage ci sono molte probabilità chi lo produceva all’inizio non ne venda più uno e quindi è costretto a chiudere baracca.
Forse per te se dei giornalisti rimangono senza lavoro è più grave che se ci rimane un artigiano?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 17 gennaio 2008, 17:32 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 12:35
Messaggi: 12315
Località: SINAI
Ho visto di sfuggita la 500 alla COOP della stazione marittima di Genova, mi ha fatto molta simpatia.
Trovo originale la scelta della scala, almeno per distaccarsi dalle "solite" 1/43 che sono state fatte in tutte le salse, i soggetti sono interessanti, il flop quindi credo sia da addebitarsi a due cause ben distinte.
La prima è che la collezione vuole essere meno populista, sia nel prezzo che nei contenuti, rispetto a quanto già proposto in passato.
I prezzi, data la scala e la qualità più accurata, sono sicuramente non alla portata di tutti.
A questo punto però, più che di un flop (così si potrebbe definire una collezione a 10 euro con una tiratura di 500 pezzi...) mi sembra una scelta di fondo.
Per quanto riguarda il confronto con gli altri paesi, mi sa che ho una risposta, ma farà male...
Tanto.
Le raccolte in edicola italiane stanno morendo perché fanno, confrontate con quelle all'estero, cagare, scusando la parola estero.
Per qualità, finiture, prezzo e varietà!


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 101 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 7  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice