Duegieditrice.it
http://forum.duegieditrice.it/

Hachette Mille Miglia
http://forum.duegieditrice.it/viewtopic.php?f=9&t=21983
Pagina 26 di 26

Autore:  AndreaB [ lunedì 22 novembre 2010, 16:21 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Hachette Mille Miglia

...non conosco il livello di gradimento nei confronti di questa serie (così come quella dedicata all'Abarth), ma, nel caso sia negativo o non del tutto soddisfacente, non vorrei che Hachette & Co. pensassero che l'unico argomento che "tira" è la Ferrari..... :?

Autore:  casper [ martedì 23 novembre 2010, 9:10 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Hachette Mille Miglia

Credo che parlino i fatti, Andrea: la serie Mille Miglia ha arrancato fino ai 50 numeri previsti, la Abarth si è allungata in corsa da 50 a 65. Magari durasse di più...

Autore:  AndreaB [ martedì 23 novembre 2010, 11:08 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Hachette Mille Miglia

casper ha scritto:
Credo che parlino i fatti, Andrea: la serie Mille Miglia ha arrancato fino ai 50 numeri previsti, la Abarth si è allungata in corsa da 50 a 65. Magari durasse di più...

...lo so... è facile proporre la Ferrari o la Fiat di turno, quando dietro hai Ixo o Norev che ti danno il "pacchetto completo".... altra cosa quando si devono "sbattere" per cercare un minimo di documentazione necessaria..... Eppure sono dell'idea che una raccolta ben fatta (e quando dico ben fatta intendo NON come è stato svolto il "compitino" Mille Miglia) potrebbe avere successo... Targa Florio, Giro d'Italia..... sto sognando troppo? Allora torno sulla terra, ricordandoMI che una raccolta ben fatta (secondo il mio sindacabilissimo giudizio) come quella sulla Dakar non se l'è filata quasi nessuno....... :(

Autore:  Umberto [ martedì 23 novembre 2010, 11:42 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Hachette Mille Miglia

La Dakar era studiata per il mercato francese, da noi ha avuto scarsissimi riscontri.
Non era terreno fertile, mentre una raccolta firmata Targa Florio credo susciterebbe grande interesse.
Il tema Giro d'Italia è affascinante ma si correrebbe il rischio di fare un grande buco nell'acqua.
In Francia-per il momento, almeno-non è prevista l'uscita del Tour de France, ma credo sia questione solo di tempo.

Autore:  Umberto [ martedì 23 novembre 2010, 11:44 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Hachette Mille Miglia

Il gruppo Leoni ha acquistato tutti i resi della collezione Abarth e si appresta tra qualche mese a proporli autonomamente in tutto il mondo.

Autore:  andrea (valpambiana) [ martedì 23 novembre 2010, 12:07 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Hachette Mille Miglia

Mi hanno prevenuto! Che peccato, volevo farlo io....
Sarà per la prossima volta.
Chi è il "gruppo Leoni"?

Autore:  Umberto [ martedì 23 novembre 2010, 12:58 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Hachette Mille Miglia

La realtà che ha realizzato tutto il progetto Abarth.

Autore:  carletto [ martedì 23 novembre 2010, 22:05 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Hachette Mille Miglia

corrado50 ha scritto:
Vogliamo comunque scommettere 10 a 1 che la prossima collezione da edicola in 1/43 riguarderà le Lamborghini? E' l'unica assente all'appello, ho contato un'ottantina di modelli, compresi i prototipi, le "esercitazioni" e l'esperienza in Formula 1: :mrgreen:

Caro Corrado non credo che sei molto lontano dalla verità: Norev ha appena annunciato la Gallardo in livrea Polizia...

Autore:  carletto [ martedì 23 novembre 2010, 22:21 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Hachette Mille Miglia

Umberto ha scritto:
La Dakar era studiata per il mercato francese, da noi ha avuto scarsissimi riscontri.
Non era terreno fertile, mentre una raccolta firmata Targa Florio credo susciterebbe grande interesse.
Il tema Giro d'Italia è affascinante ma si correrebbe il rischio di fare un grande buco nell'acqua.
In Francia-per il momento, almeno-non è prevista l'uscita del Tour de France, ma credo sia questione solo di tempo.


Io ho i modelli del test Dakar: due volte meglio dei migliori Carabinieri. Ma se la tematica dice poco al grande pubblico non c'è qualità che tenga: si tratta di proporre collane che parlino al cuore della gente. Qui da noi a parte i Carabinieri, quali temi (temi, non costruttori) appassionano un'intera nazione? In quali il Mario Rossi qualunque si riconosce?
In Francia hanno svariate tematiche in questo senso, e tutte di successo: Poste, Michelin, 3-4 solo di rally, addirittura una con diorami lungo una strada statale! Mi domando se nel caso, i diorami fossero ambientati che ne so sulla via Emilia (SS 9) o sulla Aurelia (SS 1) o sull' Abetone-Brennero (SS 12), troverebbero decine di migliaia di acquirenti...

Autore:  carletto [ martedì 23 novembre 2010, 22:50 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Hachette Mille Miglia

AndreaB ha scritto:
casper ha scritto:
Credo che parlino i fatti, Andrea: la serie Mille Miglia ha arrancato fino ai 50 numeri previsti, la Abarth si è allungata in corsa da 50 a 65. Magari durasse di più...

...lo so... è facile proporre la Ferrari o la Fiat di turno, quando dietro hai Ixo o Norev che ti danno il "pacchetto completo".... altra cosa quando si devono "sbattere" per cercare un minimo di documentazione necessaria..... Eppure sono dell'idea che una raccolta ben fatta (e quando dico ben fatta intendo NON come è stato svolto il "compitino" Mille Miglia) potrebbe avere successo... Targa Florio, Giro d'Italia..... sto sognando troppo? Allora torno sulla terra, ricordandoMI che una raccolta ben fatta (secondo il mio sindacabilissimo giudizio) come quella sulla Dakar non se l'è filata quasi nessuno....... :(


Per quanto concerne le varianti di livree specifiche, è farina del sacco di chi cura il progetto storico-iconografico, da cui parte la maison modellistica per decorare il modello base.
Il problema della ricerca iconografica è davvero preoccupante, e giustamente le pagine della Rivista enfatizzano la cosa. Che non mi vengano a dire che non si trovano foto della 159 Polizia in giro per la rete!!! Giusto per notare quanto siano sballati i due diecast inerenti questo modello. Il top dell'idiozia comunque è il Doblò Poste Italiane. Livrea fedele, compreso le targhe. Peccato che manchi proprio quella scrittina Poste su fondo giallo, presente sul tetto sopra al guidatore!!! Niente di che, in miniatura è solo un rettangolino da 5 mm per 1. Peccato sia uno dei 4 loghi in croce presenti sul mezzo!!! Non venitemi a dire che proprio QUEL Doblò era senza scritta: l'unica foto usata come documento, era un trequarti POSTERIORE, da cui ovviamente questo dettaglio NON si vedeva.
Umberto mi spiace se i produttori sono inserzionisti ma la cosa è talmente palese.

Pagina 26 di 26 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicol (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice