Duegieditrice.it
http://forum.duegieditrice.it/

collezione seat in spagna
http://forum.duegieditrice.it/viewtopic.php?f=9&t=32548
Pagina 1 di 1

Autore:  golf [ domenica 11 gennaio 2009, 13:19 ]
Oggetto del messaggio:  collezione seat in spagna

http://www.altaya.es/public/microsites/seatsport/

piove sempre sul bagnato

Autore:  carletto [ domenica 11 gennaio 2009, 13:25 ]
Oggetto del messaggio: 

e infatti gli spagnoli sono incavolati neri... chissà perchè.

Autore:  dieci_anni_blue [ domenica 11 gennaio 2009, 14:00 ]
Oggetto del messaggio: 

A me piacciono le Seat, penso che qualcuna di queste me la prenderò.

Autore:  lollex [ martedì 13 gennaio 2009, 9:05 ]
Oggetto del messaggio: 

A prescindere dalle considerazioni dei collezionisti iberici, ho adocchiato nel programma delle uscite una mezza dozzina di 'cicale' potenzialmente interessanti: aspettiamo e vediamo.

Autore:  Ferry 58 [ martedì 13 gennaio 2009, 9:53 ]
Oggetto del messaggio: 

Certo che la percezione che si ha qua da noi della Seat non è proprio da vettura sportiva, ricordate Fura e Marbella? :lol:

Autore:  SVR [ martedì 13 gennaio 2009, 15:17 ]
Oggetto del messaggio: 

Ferry 58 ha scritto:
Certo che la percezione che si ha qua da noi della Seat non è proprio da vettura sportiva, ricordate Fura e Marbella? :lol:


In Spagna in passato in Seat hanno sempre corso con quello che avevano: neglia anni settanta quando erano ancora "arretrati " a causa del regime, facevano miracoli con le 124 berlina ( 3° posto a Montecarlo nel 77 ) quando gli europei correvano con Alpine, Stratos, Porsche e 131 Abarth
Poi con l'avvento dei tedeschi , è stato cercato un riposizionamento del marchio cercando di fare la Seat un Alfa Spagnola, ma a parte l'Ibiza le altre auto non sono stati successi ne ahnno avuto un grande appeal sportivo.
Adesso sembra che i tedeschi vogliano far diventare Seat il marchio che commercializza gli scarti Audi.... ( vedi Seat Exeo, che non è altro che la penultima Audi A4...)

Autore:  brat [ lunedì 19 gennaio 2009, 23:19 ]
Oggetto del messaggio: 

C'è da qualche parte un modello dell'Arosa 1.4 16V?

Autore:  carletto [ martedì 20 gennaio 2009, 11:51 ]
Oggetto del messaggio: 

Minichamps.

Autore:  brat [ giovedì 22 gennaio 2009, 18:00 ]
Oggetto del messaggio: 

carletto ha scritto:
Minichamps.


Molte grazie.

Autore:  lucapassanisi [ lunedì 26 gennaio 2009, 22:05 ]
Oggetto del messaggio: 

beh, la prima sportiva spagnola è stata la seat 850 sport, seguita dalla 124 e dalla 128 3p. quindi commercializzò le 1200/1430 sport, su telaio 128 ma con carrozzeria (sempre coupé) inedita. quindi seguirono tutte le versioni chrono della fura, della ritmo, della ronda e dell'ibiza.
simca invece aveva in listino la 1200 elix-ti, ovvero una 1100 con motore 1500 da 85 cv. da parte sua renault commercializzava le alpine a 110.

Autore:  SVR [ lunedì 24 maggio 2010, 10:55 ]
Oggetto del messaggio:  Re: collezione seat in spagna

Arrivo dalla Spagna: Seat 131 gr.5, versione muscolosa della Seat 131.
Stranamente deriva dalla 4 porte....

Immagine
Immagine
ImmagineImmagineImmagine

Autore:  Umberto [ lunedì 24 maggio 2010, 12:35 ]
Oggetto del messaggio:  Re: collezione seat in spagna

Secondo me andava talmente piano che anche una carrozzeria a quattro porte non soffriva di flessioni importanti.

Autore:  AndreaB [ mercoledì 26 maggio 2010, 13:37 ]
Oggetto del messaggio:  Re: collezione seat in spagna

Umberto ha scritto:
Secondo me andava talmente piano che anche una carrozzeria a quattro porte non soffriva di flessioni importanti.
:lol:

...a proposito di Seat:

dal sole 24 ore

Cita:
Vw, ultimo tentativo per rilanciare la Seat

«Questa è davvero l'ultima volta». James Muir, amministratore delegato della spagnola Seat, è stato chiaro: per la casa automobilistica, acquistata dalla Volkswagen nel 1986 e cronicamente in perdita (339 milioni nel 2009), questa è l'ultima occasione di rilancio. La strategia di Muir – arrivato meno di un anno fa dalla Mazda – sarà di allargare la gamma prodotto con l'obiettivo di portare le vendite a 800mila dalle 337mila del 2009, riducendo la dipendenza dal mercato spagnolo. Proprio quest'ultimo punto sarà il più importante. Con una recessione alle spalle e una cura da cavallo appena annunciata dal Governo, nei prossimi anni le prospettive dell'economia iberica non sono certo brillanti. Perché Volkswagen continua a investire sul marchio spagnolo? Un po' perché Ferdinand Piech non ammette facilmente una sconfitta; in parte anche perché – come ha detto Muir – «volendo liberarsi di Seat, bisognerebbe pagare qualcuno perché la prenda». (A.Mal.)
14 Maggio 2010

Pagina 1 di 1 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicol (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice