Oggi è sabato 11 luglio 2020, 11:26

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 29 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Mercury in edicola
MessaggioInviato: lunedì 17 febbraio 2020, 10:05 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 23 settembre 2011, 22:47
Messaggi: 3795
Località: chi vola vale, chi vale vola, chi non vola è un vile
Ecco, almeno in questo ai francesi di Hachette bisogna riconoscere che sono affidabili e attenti nei confronti della propria clientela, sia a quella che ha fatto un abbonamento, sia a quella che compera i suoi prodotti in edicola inserendo una comunicazione all'interno della confezione. Le case editrici italiane che attualmente hanno gli stessi problemi, e non sto qui a citare i loro nomi, invece non sono così attente e cortesi nei confronti della loro clientela, se ne fregano altamente.

P.S. tramite la tastiera del PC ho corretto gli errori fatti con la tastiera dello smartphone sulla quale incespico sempre, me ne scuso.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Mercury in edicola
MessaggioInviato: venerdì 17 aprile 2020, 13:57 
Non connesso

Iscritto il: martedì 28 febbraio 2006, 21:10
Messaggi: 532
La collezione Mercury-Hachette ha ripreso la distribuzione. M'è arrivato poco fa il pacco con le due dispense #30 e 31. La prima,#30, è l'ultima uscita prima del Covid; a seguire era annunciata la Autobianchi Bianchina Panoramica, colore rosso, mentre invece è uscita la Fiat 1500 spyder, in una tristissima tonalità di verde indefinibile. Prossima uscita l'Alfa Romeo 1900, colore oro.


Allegati:
2020 04 17 -  (7).JPG
2020 04 17 - (7).JPG [ 276.52 KiB | Osservato 2178 volte ]
2020 04 17 -  (8).JPG
2020 04 17 - (8).JPG [ 227.71 KiB | Osservato 2178 volte ]
2020 04 17 -  (9) .JPG
2020 04 17 - (9) .JPG [ 233.06 KiB | Osservato 2178 volte ]
2020 04 17 -  (10) .JPG
2020 04 17 - (10) .JPG [ 238.28 KiB | Osservato 2178 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Mercury in edicola
MessaggioInviato: martedì 28 aprile 2020, 17:24 
Non connesso

Iscritto il: sabato 14 gennaio 2006, 19:52
Messaggi: 1500
Località: venezia
Scusate, di che scala stiamo parlando ? in tutta la discussione non sono riuscito a vedere.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Mercury in edicola
MessaggioInviato: martedì 28 aprile 2020, 18:01 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 luglio 2013, 9:11
Messaggi: 5478
Località: Savona
Sono 1/48


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Mercury in edicola
MessaggioInviato: sabato 9 maggio 2020, 8:29 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 16:21
Messaggi: 8710
Non intervengo mai in questo tipo di questioni ... non sono decisamente il mio pane, in senso assoluto.
Ho una domanda; forse retorica; forse stupida.
Voi come vedete queste produzioni?
Non mi sto solo riferendo alla svalutazione degli originali ... la mia domanda e': che senso ha?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Mercury in edicola
MessaggioInviato: sabato 9 maggio 2020, 9:54 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 23 settembre 2011, 22:47
Messaggi: 3795
Località: chi vola vale, chi vale vola, chi non vola è un vile
paolotron ha scritto:
Non intervengo mai in questo tipo di questioni ... non sono decisamente il mio pane, in senso assoluto.
Ho una domanda; forse retorica; forse stupida.
Voi come vedete queste produzioni?
Non mi sto solo riferendo alla svalutazione degli originali ... la mia domanda e': che senso ha?


Paolo, forse un senso questa storia ce l'ha (cit. Vasco Rossi). Innanzitutto non credo proprio che gli originali si svalutino, poi chi ce li ha se li tiene stretti e cari, almeno fino a quando sarà in vita, poi ci penseranno le mogli e i figli a dissiparli e se raccoglieranno qualcosa meno del loro effettivo valore saranno c....cavoli loro (e gli starà bene così imparano).
Per chi invece non è di vecchia data come noi e quindi parliamo di persone che hanno la metà dei nostri anni o forse meno, che non vuole spendere molto o non può permettersi l'acquisto degli originali, con pochi euro può collezionare quei modelli che a noi tanto affascinavano quando portavamo i calzoni corti, consapevoli comunque che il loro valore rispetto agli originali è quello che è, magari anche in discesa, poi fra cinquant'anni chissà.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Mercury in edicola
MessaggioInviato: sabato 9 maggio 2020, 10:01 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 16:21
Messaggi: 8710
zapatero ha scritto:
Paolo, forse un senso questa storia ce l'ha (cit. Vasco Rossi). Innanzitutto non credo proprio che gli originali si svalutino, poi chi ce li ha se li tiene stretti e cari, almeno fino a quando sarà in vita, poi ci penseranno le mogli e i figli a dissiparli e se raccoglieranno qualcosa meno del loro effettivo valore saranno c....cavoli loro (e gli starà bene così imparano).
Per chi invece non è di vecchia data come noi e quindi parliamo di persone che hanno la metà dei nostri anni o forse meno, che non vuole spendere molto o non può permettersi l'acquisto degli originali, con pochi euro può collezionare quei modelli che a noi tanto affascinavano quando portavamo i calzoni corti, consapevoli comunque che il loro valore rispetto agli originali è quello che è, magari anche in discesa, poi fra cinquant'anni chissà.

... la mia riflessione non era tanto indirizzata verso il valore intrinseco, quanto, alla sensatezza della produzione
in una situazione collezionistica totalmente diversa, quasi distopica, "dai nostri tempi" ... insomma ... a uno nato nel 1980,
quanto interessano queste "copie"?
Evidentemente io sono il solito "pessimista" nei confronti della quantita' di collezionisti e alla loro eta' ... se hanno
ideato questa serie, avranno fatto una ricerca di mercato ... ma, se fossi stato io a decidere = niet, nein, nada ... non
se ne parla prorio ...
Ma io ho spesso torto ...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Mercury in edicola
MessaggioInviato: sabato 9 maggio 2020, 13:50 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 3 luglio 2013, 9:11
Messaggi: 5478
Località: Savona
Zapatero ha ragione, il senso di queste riedizioni è quello, a molti della nostra età quelle scatoline e quei colori suscitano ricordi e desideri che si possono soddisfare con cifre ragionevoli (almeno apparentemente, perché alla fine, se si completano le serie doppioni compresi, si spendono cifre con le quali si potrebbero comprare alcuni veri obsoleti MB di buon livello).
Che abbiano successo commerciale lo dimostra la pletora di riedizoni che interessano un po' tutti i marchi, fenomeno a ben vedere non certo nuovo...a parte i Pirate che riproducevano i Dinky anteguerra già nei primi '70 (o forse prima), ricordo riedizioni di JRD e Quiralu negli anni '80. L'edicola non c'entrava ancora, ma erano qualcosa di simile.
I marchi italiani finora sono stati esclusi perché di obsoleti classici sufficientemente noti ed economici da poter mantenere prezzi ragionevoli ci sono guarda caso solo i Mercury 1/48, tra l'altro già rieditati in passato da Scottoy . Non oso pensare a quanto costerebbe riprodurre, anche in Cina o in Bangladesh, i Politoys M o i Mebetoys con tutte quelle parti mobili.
Anch'io ho comprato i primi numeri di questa serie e di quella dedicata ai Dinky, visto il prezzo di lancio, però preferisco spendere 20 euro per un Dugu o un RAMI MB che una quindicina per uno di questi modelli.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Mercury in edicola
MessaggioInviato: lunedì 11 maggio 2020, 8:09 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 14:57
Messaggi: 8159
Località: Milano
Di questa serie, ma devo averlo già scritto e scusate la ripetizione, come disse Winchester, ho preso e prenderò solo la 600 Multipla rossonera, esattamente come quella che avevo da bambino e che finì distrutta nel Grande Incendio della Cantina nel 1965. Quindi aggancio a un filo di ricordi personalissimo, nessuna velleità collezionistica della serie e piena consapevolezza del valore assolutamente basso del modello da un punto di vista, appunto, modellistico.
Marcel Proust parlerebbe di madeleines, non vale neppure il discorso del colpo d'occhio d'insieme che attira alcuni che utilizzano scatoline e modellini per arredare mensole troppo vuote della propria libreria o scaffale (vedi foto).
Commercialmente ne vale la pena? per chi produce probabilmente sì, per gli altri nonzo, ma se ci diverte, ci fa stare bene, ci muove un bel ricordo o sensazione per me è ok.
(Devo smettere di fare colazione con la vodka Martini. Da domani torno al Negroni sbagliato.)

Allegato:
20200317_184146.jpg
20200317_184146.jpg [ 98.74 KiB | Osservato 1444 volte ]


Ultima modifica di casper il lunedì 11 maggio 2020, 8:29, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Mercury in edicola
MessaggioInviato: lunedì 11 maggio 2020, 8:29 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 16:21
Messaggi: 8710
Santo cielo quanto mi piacciono le citazioni di Carlo ... (casper) ... Winchester e Proust ... mmm ... davvero succose ...
Back in topic ... mi piacciono anche le vostre considerazioni ... ruotano sempre intorno ai due aspetti (tra molti altri) che governano
le nostre vite: desideri, emozioni.
La mia domanda voleva (tanto per cambiare) ribadire il mio reiterato concetto: queste edizioni piacciono a noi vecchietti.
Ma, certamente, certamente, se le producono, significa che il mercato va oltre i miei (eventuali) pregiudizi; se vi sono
prostitute in una via, di una citta', significa che ci sono anche i clienti.
Concludo, in modo provocatorio, utilizzando a mia volta una citazione (di un comico che mi piace molto (Ricky Gervais)
(vi consiglio la sua ultima serie TV "After Life"):
"alla fine ci aspetta solo la morte, e non ci sara' un sequel"


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Mercury in edicola
MessaggioInviato: lunedì 11 maggio 2020, 9:08 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 14:57
Messaggi: 8159
Località: Milano
Scrivo con una mano sola mentre con l'altra faccio gesti apotropaici sui gioielli di famiglia...
Comunque questi "oggetti", rustici e giocattolosi se paragonati ai modelli recenti, attirano interessi e simpatie anche degli under 50 e under 40. under 30, tranne casi rarissimi, linea piatta sull'ECG. Ma questo, devo dire, non accade solo per i modellini...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Mercury in edicola
MessaggioInviato: lunedì 11 maggio 2020, 9:22 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 16:21
Messaggi: 8710
... probabilmente dipende dalle persone che conosco ...
Conosco molti quarantenni, i quali, quando accenno al mio "vecchio mestiere" hanno delle
espressioni di vero, vivido e incomparabile compatimento ... poi, ripeto, ci sono gli acquirenti di questi
ri-Mercury di quella eta' ... non ci sono dubbi ... ma devo ribadire, in modo spensierato, che io (io) non investirei
una lira su queste produzioni ... piuttosto acquisterei titoli Amazon ...

ps
vorrei incontrare un under 30 che compra queste copie ... non andarci a cena ... no no ... ma fargli qualche
domanda ... sono un tipo curioso ... :D :roll:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Mercury in edicola
MessaggioInviato: lunedì 11 maggio 2020, 12:36 
Non connesso

Iscritto il: martedì 28 febbraio 2006, 21:10
Messaggi: 532
paolotron ha scritto:
Conosco molti quarantenni, i quali, quando accenno al mio "vecchio mestiere" hanno delle
espressioni di vero, vivido e incomparabile compatimento


Paolo, a questi quarantenni devi anche spiegare che vendevi Ferrari cinquanta volte ( probabilmente di più ) di quelle che vendeva Crepaldi! Ad un prezzo di poco inferiore! :lol: :lol:
Per quanto riguarda i Mercury premetto che gli originali, tranne la più ambita, per me, la bellissima Cadillac, li ho tutti. Mi correggo: mi mancano anche i taxi di Berna e la VW Ptt. Alcuni dei primi sono un pò sciupati a causa delle manipolazioni metti-togli dall'astuccio, anch'esso piuttosto vissuto. Ho iniziato ad acquistare gli Hachette con lo scopo di ampliare la gamma colori e di colmare la lacuna Cadillac e Giulietta Ti. Non ho lo scopo di "investire" denaro contando su una prossima rivalutazione. Ormai non mi restano i venti-trentanni necessari per questo; mi piacciono e l'operazione nostalgia ha avuto un buon esito. Ho notato alcune varianti come le maniglie verniciate argento sulla Multipla rosso-nera, oppure i ritocchi mancanti, color oro, sugli stemmi Cadillac. La magnifica Bianchina, prima uscita, è nella stessa colorazione della mia originale, che è venduta, in Francia, come rara ad un prezzo farneticante. La delusione è che, temo, non faranno i camion Saurer nè gli scooter ed i motocarri Lambretta e Piaggio.
Avevo la convinzione che la raccolta Hachette, patrocinata da un appassionato come Paolo Rampini, sarebbe stata più esaustiva e con meno repliche come le varianti di colore affatto interessanti.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Mercury in edicola
MessaggioInviato: lunedì 11 maggio 2020, 12:54 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 23 settembre 2011, 22:47
Messaggi: 3795
Località: chi vola vale, chi vale vola, chi non vola è un vile
Dico un' ultima cosa, meglio comunque queste riedizioni dei Dinky Toys e dei Mercury che l'attuale raccolta della Ferrari Racing Collection, i cui modelli sono in gran parte delle ca..te pazzesche che, pur essendo fatti con stampi ex novo, non rispecchiano nemmeno in parte la precedente raccolta.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 29 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice