Oggi è venerdì 5 giugno 2020, 19:07

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 54 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: mercoledì 26 febbraio 2020, 18:32 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3613
Località: Brescia
ASSASSINIO SUL TRENO (1961)
titolo originale Murder, She Said

Assassinio sul treno è un film del 1961 in bianco e nero, diretto da George Pollock. Tratto dal romanzo di Agatha Christie "Istantanea di un delitto (4.50 from Paddington)", è il primo ed il migliore dei quattro in cui la simpatica Rutherford impersonò Miss Marple.


Questa volta lo trovate completo ed in buona risoluzione su dailymotion

https://www.dailymotion.com/video/x6fnvij


Trama

Inghilterra anni 50', appisolata al suo posto sul treno che la porta a casa, l'anziana Miss Marple si sveglia giusto in tempo per vedere un convoglio più veloce che affianca e supera il suo.

Osservandolo, nota che una tendina di uno scompartimento si alza improvvisamente e vede lo strangolamento di una donna bionda. Avvisa il capotreno e la polizia, ma nessuno vuole crederle perchè non si è trovato alcun cadavere e nessuno sembra aver visto una donna come quella descritta salire sul treno.

Ma Miss Marple non si arrende: dopo una serie di sopralluoghi, ipotizza che il cadavere sia stato nascosto nella tenuta degli Ackenthorpe. Fattasi assumere come domestica, l'arzilla vecchietta inizia la sua indagine per ritrovare il corpo e l'assassino.



Locations ferroviarie

- Paddington Station, Paddington, London, England, UK

La stazione di Londra Paddington è una delle principali stazioni ferroviarie di Londra, sita nel quartiere di Paddington da cui prende il nome.
È stata capolinea della Great Western Railway sin dal 1838. Gran parte delle strutture attuali risalgono al 1854, e vennero disegnate da Isambard Kingdom Brunel, al quale è stata dedicata una statua posta all'interno della stazione.

- Gerrard's Cross Railway Station, Gerrard's Cross, Buckinghamshire, England, UK


La stazione ferroviaria di Gerrards Cross è situata nella città di Gerrards Cross nel Buckinghamshire, si trova sulla Chiltern Main Line tra Denham Golf Club e Seer Green e Jordans.
Fu costruita per servire la Great Western e la Great Central Joint Railway, e fu aperta il 2 aprile 1906 come Gerrards Cross for the Chalfonts


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: sabato 29 febbraio 2020, 11:47 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3613
Località: Brescia
- Quel treno per Yuma 1957 ( 3:10 to Yuma ) con Glenn Ford, Van Heflin, Felicia Farr.

Quel treno per Yuma (3:10 to Yuma), diretto da Delmer Daves, è un film del 1957 divenuto un classico del genere western.
Tratto dall'omonimo racconto di Elmore Leonard, nel 2012 è stato scelto per essere conservato nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti d'America.

Trama
Dan, un allevatore in gravi difficoltà per la siccità, contribuisce alla cattura del bandito Ben Wade ed accetta l'offerta di 200 dollari per scortarlo al carcere di Yuma, ben sapendo che dovrà fronteggiare l'intera banda di Wade che aspetta l'occasione giusta per liberarlo. La suspance cresce in attesa del treno delle 3 e 10 per Yuma e si acuisce il conflitto psicologico tra i due protagonisti.

Colonna sonora
Il film è accompagnato dalle note della canzone The 3:10 to Yuma, che viene cantata all'inizio ed alla fine dalla stupenda vocalità di Frankie Laine, nome d'arte di Francesco Paolo LoVecchio (nato a Chicago il 30 marzo 1913 da genitori italiani immigrati provenienti da Monreale e deceduto a San Diego il 7 febbraio 2007)

Anche se oggi sembra quasi dimenticato, Frankie Laine è stato uno dei più grandi “chart-topper” dei primi anni '50, divenuto famoso anche in Europa.
( la mia canzone preferita è JEALOUSY (JALOUSIE)
https://www.youtube.com/watch?v=dmBYOUe75xs

Film completo in inglese
https://www.dailymotion.com/video/x2c1n5d

Il finale di 3:10 to Yuma
https://www.youtube.com/watch?v=9hGCnf95SXQ

Nel 2007 ne è stato realizzato un remake con il medesimo titolo, diretto dal regista James Mangold.

3 10 To Yuma LAST SCENE
https://www.youtube.com/watch?v=ndxdJXV1_N0


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: lunedì 2 marzo 2020, 18:58 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3613
Località: Brescia
- A 30 secondi dalla fine

A 30 secondi dalla fine (Runaway Train) è un film del 1985 diretto dal regista russo Andrej Končalovskij, il soggetto è del regista giapponese Akira Kurosawa.

La trama

Dopo essere stato ingiustamente posto in segregazione per tre anni dal malvagio Danken, direttore del duro carcere di Stonehaven (Alaska), l'anziano Manny evade attraverso il liquame delle fogne. Con lui decide di fuggire Buck, un giovanotto che è in galera per scontare un reato di violenza carnale.

Con trenta gradi sotto zero e a malapena coperti di stracci, i due riescono a salire su di un convoglio di quattro locomotori in trasferimento. Ma d'improvviso il macchinista muore d'infarto e Manny con il compagno si trovano lanciati verso l'ignoto su di un treno letteralmente impazzito.

Alla Centrale operativa, dove si ignora la morte del macchinista, non si può che tentare di instradare da un tratto all'altro il convoglio su binari secondari, ma uno scontro tuttavia si verifica presto, anche se il treno continua la sua corsa.

Nel frattempo Danken, il direttore del carcere, non pensa ad altro che a cercare e punire i fuggiaschi, i quali si danno da fare per arrestare in qualche modo il convoglio.
Sul locomotore in cui si trovano, scoprono la presenza di una giovane donna (Sara), una impiegata della Compagnia ferroviaria, che casualmente si trovava sul treno.

Tutti e tre vorrebbero arrivare al locomotore di testa, l'unico dal quale si può tentare di fermare il treno. Appreso finalmente che, durante il passaggio degli evasi da un locomotore all'altro, qualcuno dei posti di blocco ha visto tre persone, Danken decide di calarsi da un elicottero armi alla mano per catturarli.

Alla centrale un giovane tecnico che sovrintende alle operazioni inoltra il convoglio su di un binario in disuso, pur di evitare che esso piombi su di una struttura industriale, con danni e perdite incalcolabili. Il suo piano condanna, comunque, il treno a deragliare ed a schiantarsi tra boschi e rocce.

Manny aggredisce il suo nemico calatosi dall'alto e lo incatena; poi riesce a sganciare gli altri locomotori per salvare Sara e Buck, mentre la corsa volge ormai al termine, con i due eterni nemici accomunati in un tragico destino di morte.

Le locomotive impiegate

Quasi tutto il film è girato a bordo di locomotori EMD sulla Alaska Railroad in Alaska, e sulla Butte, Anaconda e Pacific Railroad in Montana.

Le 5 unità presenti in primo piano nel film sono:
1 la ARR GP40-2 3010 che è ancora in attività sulla Alaska Railroad,
2 la ARR F7 1500 che è l'unità finale del convoglio
3 la ARR GP7 1810
4 la ARR GP7 1801
5 la ex Northern Pacific EMD F9 7012A,

La BA&p non possedeva una F-unit come l'Alaska, perciò ne è stata affittata una dalla Mt. Rainier Scenic Railroad; in realtà questa è la Great Northern 7012A

Le sequenze ambientate nel cantiere ferroviario e girate sulla Butte Anaconda e Pacific Railway ad Anaconda Montana, mostrano locomotive locali della flotta BA&p come la BA&P EMD GP38-2 109

https://www.youtube.com/watch?v=m5wYHtkqJM4


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: sabato 7 marzo 2020, 19:05 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3613
Località: Brescia
Il ferroviere è un film del 1956 diretto ed interpretato da Pietro Germi, presentato in concorso al 9º Festival di Cannes.

Nasce da un soggetto autobiografico intitolato "Il treno" di Alfredo Giannetti, che lo adattò per il film insieme a Luciano Vincenzoni e Pietro Germi.

E' uno struggente melodramma dal taglio neorealista che mostra il contesto sociologico di un' Italia popolare e proletaria degli anni cinquanta, appena uscita dalla seconda guerra mondiale, in un’epoca di grandi trasformazioni sociali e culturali.

Nel film troviamo i temi del conflitto generazionale, delle lotte sindacali per le dure condizioni di lavoro, il mutamento dei valori morali a cui Andrea (il protagonista), uomo autoritario legato al passato non sa e non vuole adeguarsi: il mondo sta velocemente cambiando, come i suoi treni, ma egli non se ne rende conto.

Vi scorgiamo una realtà che, nonostante questo cambiamento, rimane ancorata ai vecchi valori: un padre padrone, una moglie sottomessa ed i figli dipendenti dal volere del padre.

Vi troviamo anche le immagini di uno sciopero ferroviario, cui il protagonista non partecipa perchè bisognoso di denaro. Questo comportamento gli affibia l' etichetta di "crumiro", ma che non lo induce a cambiare rotta, convinto che il suo viaggio lo porti nella direzione giusta.

Trama tratta da Wikipedia

La sera di Natale, Andrea, macchinista delle ferrovie, fa, dopo il lavoro, una prolungata sosta all'osteria, dove beve abbondantemente. Rientra tardi e trova i famigliari irritati per il suo contegno; più degli altri se ne duole la figlia Giulia, che si trova in condizioni particolari. Ella incomincia a sentirsi male e darà alla luce un bambino nato morto. Il triste evento impressiona vivamente Andrea: egli ha spinto alle nozze la figliola, che sentiva di non poter piu' amare l'uomo, che pur l'aveva resa madre.

L'investimento accidentale di un suicida e la mancata osservazione di un segnale di blocco provocano un'inchiesta a carico del ferroviere ed aggravano la sua crisi psichica. Intanto la famiglia si disgrega: un violento diverbio tra padre e figlia, provocato da una illecita relazione di Giulia, coinvolge anche il secondo figlio, già adulto, ma dedito a losche imprese. I due rompono ogni relazione col padre; soltanto la moglie e il piccolo Sandro gli conservano il loro affetto.

Controversie di lavoro vengono a turbare le relazioni di Andrea coi compagni ed accrescono il suo isolamento, spingendolo a cercar conforto nel vino ed anche nella compagnia di donne equivoche. Il piccolo Sandro è l'unico che non ha mai perduto la sua fiducia nel padre: forte del suo puro ed innocente affetto, riuscirà a tirar fuori Andrea dal suo pessimistico abbattimento. Andrea si ammala gravemente: dopo tre mesi di letto, la sera di Natale egli vede ricostituirsi intorno l'amicizia dei suoi compagni di lavoro. Anche i due figli, che hanno risolto positivamente i loro problemi, tornano a lui.

Egli riprende la sua chitarra e dedica alla moglie una dolce serenata; ma la morte improvvisa e serena viene a chiudere le sua travagliata esistenza.

Locations

Il film si svolge a Roma, inizia con la ripresa di un convoglio che entra in Roma Termini, Andrea “il ferroviere” entra in stazione alla condotta del E 428 173 II serie del 1940, mentre suo figlio Sandrino lo attende al termine del turno.

Il protagonista, afflitto dalle descritte vicende familiari, alla guida del 428 186 ha la disgrazia di investire un aspirante suicida che muore nonostante la frenata rapida. Sconvolto riprende l’itinerario verso Bologna ma il suo stato d’animo gli fa ignorare un semaforo rosso, evitando per un soffio un incidente con una 640 del 1907.
La commissione d’inchiesta relega l' ottimo macchinista alla guida di piccole vaporiere come la 835 282

Uno dei set è il raccordo ferroviario di via Pacinotti.
Nei primi anni '50 alle grandi fabbriche sulle rive del Tevere ad Ostiense e Marconi le merci arrivavano tramite una serie di raccordi che si distaccavano rispettivamente dalle stazioni di Roma Ostiense e di Roma Trastevere, questi servivano anche la MiraLanza in via Pacinotti.
Quando la MiraLanza venne chiusa, i binari di via Pacinotti non furono subito rimossi e nel 1956 diventarono uno dei set del film.


Il Ferroviere» (Pietro Germi, 1956) - L'incidente

https://www.youtube.com/watch?v=jZbIHUKpLH4


i vari episodi
https://www.youtube.com/playlist?list=P ... pie-L21bq-


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: lunedì 9 marzo 2020, 19:14 
Non connesso

Iscritto il: domenica 15 luglio 2007, 9:46
Messaggi: 5881
Località: Trieste
Aggiugiamo la segnalazione di un blooper ne Il ferroviere: una scena in cabina di guida è speculare al vero per questioni di ripresa: il banco è stato ricostruito a destra invece che a sinistra.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: venerdì 13 marzo 2020, 18:43 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3613
Località: Brescia
Wagons lits con omicidi (Silver Streak) è un film diretto da Arthur Hiller.

Genere: Commedia, Giallo
Anno: 1976
Regia: Arthur Hiller
Attori: Jill Clayburgh, Stefan Girasch, Ned Beatty, Lean Birman, Clifton James, Patrick McGoohan, Richard Pryor, Ray Walston, Gene Wilder

Non del tutto originale, il film è una divertente parodia dei gialli di Hitchcock; mescola l'avventura con il melodramma, ed il tutto è condito con un sano umorismo.
Può facilmente inserirsi in più di un genere; i continui cambi di scenografie, di situazioni (si passa con estrema facilità dalla commedia nera al dramma per tornare, di nuovo, all'atmosfera brillante) rendono la pellicola eclettica e dinamica, in un turbinio di circostanze che attraggono lo spettatore.

Trama

Il giovane e timido editore George Caldwell (un Gene Wilder che fa ridere appena apre bocca, doppiato in modo egregio da Oreste Lionello) è un viaggiatore di Los Angeles salito a bordo del lussuoso treno "Silver Streak" diretto a Chicago per raggiungere la sorella in procinto di sposarsi.

Qui fa amicizia con Hilly Burns graziosa segretaria del prof. Schreiner, autore di un saggio su Rembrandt e proprietario di lettere autografe del pittore olandese con cui è dimostrata la grossa truffa compiuta da certo Roger Devereau ai danni dello Stato con quadri falsi.

La durata del viaggio è di tre giorni e tre notti in cui la sua vita, e quella degli altri occupanti, viene stravolta da una lunga catena di omicidi. Infatti una serie di circostanze e di situazioni create da doppiogiochisti, agenti federali sotto mentite spoglie, portano il povero protagonista ad essere scambiato per un omicida.

L'uccisione del professore e l'involontaria scoperta delle famose lettere mette George sulla strada di Devereau e dei suoi segugi. L'agente Sweet viene ucciso da Reace e Caldwell, costretto a sua volta a usare la pistola, cade dal treno.

Tornato caparbiamente a bordo per soccorrere Hilly, viene scambiato per assassino dallo stolido sceriffo Chauncey, George trova aiuto in uno strampalato ladruncolo di colore Grover Muldoon, con cui conclude la folle corsa nella stazione centrale di Chicago a bordo del treno lanciato a tutta velocità.

Dopo tante avventure, limitati i danni dell' irruzione dello scatenato convoglio nella stazione di Chicago, George si guadagna la Burns, e Grover si autocompensa con una fiammante automobile sportiva.

Locations

Anche se ambientato negli Stati Uniti sulla fittizia linea ferroviaria "AMRoad" (vagamente ispirata alla Amtrak), Wagons lits con omicidi venne girato principalmente in Canada tra Toronto e le Rocky Mountains, (con l'eccezione delle riprese eseguite alla Union Station di Los Angeles).
Tutti gli esterni del film furono filmati sulla Canadian Pacific Railway ad Alyth Yard, Calgary, Alberta, e Toronto, perchè la Amtrak aveva rifiutato di partecipare al progetto a causa della scena finale, ritenuta "sconveniente", in cui il treno irrompe senza controllo e si schianta nella stazione di Chicago.

La scena con il biplano de Havilland DH.82 Tiger Moth che sorvola il treno in corsa venne girata nella periferia sud di Alberta. Nella scena si vede una vecchia signora che pilota l'aereo; in realtà si trattava di un uomo, lo stesso proprietario dell'aereo.

Il treno

Il convoglio del film, un passeggeri canadese camuffato da immaginaria AMRoad, è trainato da due FP7: la CPR 4070 e la gemella 4067 costruite nel 1952 dalla GMDD – Londra Ontario.
Da notare la presenza della "CPR’s Kokanee Park dome observation" costruita dalla Budd Company nel 1950 che, pur riallestita molte volte da allora, continua ad essere utilizzata ancor oggi da Via Rail.


Silver Streak- Train crash
https://www.youtube.com/watch?v=5qPAOarQxaU

Varie scene
https://www.youtube.com/watch?v=cFceN2YyTUs

Silver Streak - Trailer
https://www.youtube.com/watch?v=_xOjQw9 ... Us&index=3


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: domenica 15 marzo 2020, 18:32 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3613
Località: Brescia
1855 La grande rapina al treno

1855 - La prima grande rapina al treno (The First Great Train Robbery) è un film del 1979, diretto da Michael Crichton, interpretato da Sean Connery, Donald Sutherland e Lesley-Anne Down. Il film è basato sul romanzo La grande rapina al treno (The Great Train Robbery), scritto nel 1975, dallo stesso Crichton, ed è un’appassionante ricostruzione d’epoca giocata sul filo dell’avventura e dell’azione.

Sia il romanzo sia il film sono basati sulla vera rapina al treno del 1855, ma nel film gli eventi sono molto romanzati dagli sceneggiatori: i protagonisti incontrano molti ostacoli, quando in realtà l'unico problema fu di dover rimandare il colpo diverse volte per vari imprevisti, ma una volta sul treno la rapina si rivelò molto semplice da compiere e non presentò alcun problema.

La trama

Nel 1855 il mezzo di locomozione più veloce e moderno al mondo è il treno a vapore. La banca inglese Hundleston & Bradford lo utilizza per trasferire da Londra al porto di Folkestone le casse contenenti le paghe dei soldati inglesi impegnati nella guerra di Crimea.

Il prezioso carico è costantemente presidiato da guardie armate e custodito in una cassaforte con quattro serrature.
La presenza di tanto oro in un posto solo suscitava naturalmente l’interesse della criminalità inglese, ma fino al 1855, non c’era mai stata una rapina in un treno in movimento.

Le possibilità di appropriarsene durante il tragitto sembrano inesistenti, tuttavia usando ingegno, pazienza, audacia il ladro gentiluomo Edward Pierce (Sean Connery), dai suoi semplicemente conosciuto come l' "armatore", insieme all’amante Miriam (Lesley-Anne Down) ed all’esperto scassinatore Robert Agar (Donald Sutherland) compie un'impresa definita da tutti i giornali "storica".

Le locomotive

Lo spettacolo offerto dagli antichi treni inglesi a vapore, ancor oggi tenuti in perfetto stato, è sempre affascinante.

Le due locomotive che appaiono sono entrambe delle J-15 0-6-0, la 184 del 1880 e la 186 del 1879
Il treno in movimento era trainato dalla loco class J-15 (0-6-0) No 184, per darle un aspetto più simile ad una locomotiva del 1850, venne rimosso il tetto, e le carrozze vennero costruite ex novo utilizzando moderni carri ferroviari.

Però la J-15 utilizzata nelle riprese esterne non aveva potenza sufficiente per trainare il convoglio, pertanto per fornirle una supplementare venne utilizzato un locomotore Diesel, camuffato da furgone merci.

A Connery fu detto che il treno avrebbe viaggiato a soli 20 miglia all'ora durante la sua performance su i tetti delle carrozze, invece, per errore dell' l'equipaggio, il convoglio raggiunse le 50 miglia.

Locations

Anche se ambientato a Londra e nel Kent, la maggior parte delle riprese ha avuto luogo in Irlanda.

In particolare vediamo la stazione ferroviaria di Heuston Station, St John's Road West, Dublino, County Dublin, camuffata da "London Bridge Station"
e la Cork Kent station, Glanmire Road, Cork, County Cork.

Le scene del treno in movimento sono state girate sulla linea ferroviaria da Mullingar a Athlone (ora chiusa) nell'area di Athlone/Moate. Il macchinista era John Byrne di Mullingar


The Great Train Robbery (9/12)
https://www.youtube.com/watch?v=kV36CHsDZ_c

The Great Train Robbery (10/12)
https://www.youtube.com/watch?v=0t1xR1LX5Kg


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: mercoledì 18 marzo 2020, 16:44 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3613
Località: Brescia
Treno popolare è un film del 1933,
con Maria Denis, Marcello Spada, Lina Gennari,
regia di Raffaello Matarazzo

Il film trae spunto dalla costituzione, nel 1931, dei treni popolari voluti dal Ministero delle Comunicazioni per consentire alle masse una gita o una breve vacanza.

Questi furono in funzione negli anni 30', precisamente dal 1931 fino al 1939, e venivano effettuati in occasione di feste particolari come Ferragosto, Pasqua, Domenica etc; i prezzi praticati erano convenientissimi e con notevoli sconti per le famiglie numerose.

C' era un orario fisso per partenza e ritorno, le tratte venivano scelte tra le più incantevoli località della penisola raggiungibili in un sol giorno come ad esempio la Milano-Venezia, la Bologna-Pesaro, la Pisa-Viareggio etc.

Per l'appunto la storia del film si svolge nell’arco di una giornata durante una gita ferroviaria ad Orvieto con partenza da Roma e ritorno.
Il regista ci mostra l'atteggiamento della varia fauna umana che, entusiasta, esce di casa per concedersi un giorno di svago a buon mercato. Vi troviamo un sussiegoso professore solitario, delle famiglie numerose, gli antesignani dei vitelloni, una ragazza leggera che si accompagna ad un uomo sposato smascherato dalla vecchia moglie gelosa.

E' uno sfoggio di primi piani, degni della cinematografia sovietica di Sergej Michajlovič Ėjzenštejn, che ci offrono una delle scene più intriganti del nosto cinema: un uomo semi addormentato che cade verso la macchina da presa mentre sbadiglia, ed il primo piano della sua bocca spalancata che si trasforma in una galleria ferroviaria.

Il suo dovrebbe essere un film di propaganda per l’iniziativa del treno popolare, però la retorica resta in secondo piano affidata solo alle riprese della sferragliante locomotiva marchiata dal fascio littorio, ma Matarazzo ci fornisce solo un ritratto della società italiana del tempo intrecciado una commedia di sentimenti ed innamoramenti di un gruppo di personaggi in un’assolata domenica.

Tuttavia Il film non piacque al pubblico che, allora, non ere preparato a questa forma di neorealismo ante litteram, e nemmeno al regime fascista perchè lo considerò troppo borghese e pco patriottico.

locations

Il film fu interamente girato in esterni sulla ferrovia Firenze-Roma, a quel tempo non ancora elettrificata, e ad Orvieto e dintorni. Mostra anche la famosa funicolare, che all'epoca delle riprese utilizzava la trazione a funi basata sul sistema idraulico del 1888, che fù poi ristrutturata nel 1935, ed infine sostituita nel 1980 da un impianto a trazione elettrica.


Il treno

Questo è composto dalla trainante Breda 685 209 e da varie carrozze centoporte di III classe.

Immaginehttps://postimages.org/[/url]

Immagine

Le locomotive del gruppo 685 (rodiggio 1-3-1 o 1C1) sono la versione a vapore surriscaldato della precedente serie del gruppo 680 di cui conservano l'impostazione meccanica generale e le dimensioni, furono utilizzate per il traino di treni viaggiatori diretti e direttissimi.

Costruite in 391 unità a vapore surriscaldato ed a semplice espansione, erano dotate di un motore a quattro cilindri.

Furono allestite in 5 serie:
Prima serie 685.001-066
Seconda serie 685.067-106
Terza serie 685.107-221
Quarta serie 685.222-241
Quinta serie 685.955-984 685.301-451 685.501-651 S.685.501-651 685.701-941

Da Wikipedia

Le locomotive furono costruite a vapore surriscaldato (con surriscaldatore di tipo Schmidt) ed a semplice espansione, con 4 cilindri motori di cui 2 interni e 2 esterni. L'incremento di potenza fu notevole rispetto alla precedente versione a vapore saturo e doppia espansione arrivando a 1.250 CV.
La caldaia era dello stesso tipo ma a 12 bar di pressione e produceva il quantitativo di vapore orario di 10.200 kg. Il distributore del vapore era a stantuffi, la distribuzione del tipo Walschaert. Dopo una sperimentazione del 1923 su quattro locomotive, ad altre 30 unità di nuova costruzione venne applicata la distribuzione Caprotti.

La struttura portante della locomotiva era costituita da un carro rigido gravante sulle 3 grandi ruote motrici la cui sala anteriore costituiva assieme alla prima sala portante un carrello di tipo italiano in grado di traslare di 60 mm sul perno per facilitare l'inscrizione in curva. La sala posteriore portante invece poteva spostarsi trasversalmente di 20 mm.

I trailer

https://www.youtube.com/watch?v=ZuezQouFyTg

https://www.dailymotion.com/video/x4c1373


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: giovedì 19 marzo 2020, 19:58 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3613
Località: Brescia
Metro (in russo: Метро) è un film del 2013 diretto da Anton Megerdichev.
Genere catastrofico, azione, thriller

Narra un fatto realmente accaduto molto drammatico:
Le pareti della galleria della metropolitana moscovita cedono, ed essa viene inondata dalle acque della Moscova. Panico e morti tra i passeggeri.

Metro è considerato il primo film catastrofico russo in grado di confrontarsi con i tipici stereotipi del disaster movie hollywoodiano per il dispendio di effetti speciali.

Tecnicamente discreto, emotivamente di facile presa Metro non nasconde la sua semplicità di fondo.
Infatti ricalca con dovizia tutti i convenzionali comportamenti del filone, sfrutta la suggestiva, seppur monotona, ambientazione del sottosuolo moscovita per raccontare una storia di uomini e donne alle prese con l'inaspettato crollo della metropolitana, ed impegnati in una corsa verso la salvezza che si fa sempre più ardua e faticosa, tra accese rivalità e nuovi affetti in divenire.

Trama breve

Una chiusa, costruita negli anni Trenta e collegante il fiume Moscova (in russo Москва́-река́ per distinguerlo dalla città omonima Москва́, nell'oblast' di Mosca ed affluente di sinistra della Oka il bacino idrografico del Volga) con il Volga, crolla ed inonda il tunnel della metropolitana moscovita tra due diverse stazioni.
Tutto ciò accade un normale venerdì mattina mentre centinaia di passeggeri affollano i treni, tra i quali vi è anche Irina, una donna incapace di scegliere tra il marito e l'amante.
Il marito Andrei Garin, un medico di un'ospedale, usa metropolitana per andare a prendere la figlia a scuola, così come viaggia in metro anche l'amante Vlad, un uomo d'affari di successo.
Dopo che l'acqua inonda il tunnel, il convoglio su cui i tre viaggiano deraglia, causando la morte di molti passeggeri.
Garin combatte il disastro cercando di salvare i sopravvissuti, con l'aiuto dell'amante di sua moglie.
Garin deve superare il risentimento, la rabbia e la paura. deve sopravvivere per riconquistare il suo amore, la sua famiglia... la sua vita felice di una volta.


Trama lunga da Wikipedia

Un tunnel della metropolitana di Mosca, costruito nel 1935, sta cominciando a cedere. In una galleria al di sotto del fiume Moscova (in russo Москва́-река́ per distinguerlo dalla città omonima Москва́, nell'oblast' di Mosca ed affluente di sinistra della Oka il bacino idrografico del Volga), Sergeich vede una perdita e informa l'assistente del capostazione, che prende in giro il vecchio perché si preoccupa per questo, dicendo che sono solo acque sotterranee.
Nel frattempo Irina Garina è divisa tra il suo amante, l'uomo d'affari Vlad Konstantinov, e suo marito, il chirurgo Andrei Garin. Konstantinov cerca di convincere Irina a divorziare da Andrei. Arrivando da un viaggio all'estero, Irina passa la notte con Konstantinov, piuttosto che andare a casa. Andrei deve portare la loro figlia Ksyusha a scuola, ma per caso, prendono la stazione della metropolitana "Garden".
Allo stesso tempo, Konstantinov arriva, affrettandosi per andare al lavoro e costretto a parcheggiare la sua auto a causa degli ingorghi.
Nel frattempo Sergeich, mentre beve con Galina, una conoscenza casuale, accanto al "Garden", ricorda che l'acqua fuoriuscita nel tunnel odora di melma, il che significa che non può essere sotterranea. Vengono arrestati dalla polizia per aver bevuto alcolici in un luogo pubblico, ma Galina riesce a fuggire e si rifugia nella metropolitana. In custodia Sergeich chiede un telefono cellulare per raccontare tutto alla polizia che però resta sorda alle sue suppliche.
Nel tunnel l'acqua sfonda il soffitto. Il conducente del treno, che per coincidenza trasporta Garin, Konstantinov e Galina attiva il freno di emergenza. Il treno deraglia e si schianta contro l'acqua e i detriti. Alcuni dei passeggeri vengono uccisi. Konstantinov, invece di andare lungo i binari, si arrampica sul tetto della vettura. Strisciando per la sua lunghezza, vede Garin, che sta cercando di trovare Ksyusha in un mucchio di corpi, e lo aiuta.
Garin sta per seguire gli altri, ma Konstantinov lo ferma, sottolineando che la rotaia di contatto è ancora elettrificata. L'acqua sale, si verifica un corto circuito, e tutti coloro che non riescono a fuggire dall'area inondata del tunnel muoiono per la scarica elettrica.
Garin, Konstantinov e Galina, con Michael, Denis e Alisa; infine possono cercare di fuggire. La falla però si ingrandisce e l'acqua che entra nel condotto provoca il distacco di un vagone dal resto del convoglio. Questo viene trascinato dalla corrente fin quasi a travolgere il gruppo in fuga, che fortunatamente si salva infilandosi in un passaggio che conduce ad un albero di manutenzione. Purtroppo Michael, paralizzato dal terrore, si rifiuta di entrare nel passaggio e muore schiacciato dal vagone.
Dal passaggio si ritrovano in un piccolo bunker, costruito durante la costruzione della metropolitana. Sopra di esso, l'albero di manutenzione verticale termina in un tombino. Tuttavia, essi non possono raggiungere la griglia perché è troppo alta, né possono utilizzare i loro telefoni cellulari nel sotterraneo. Il livello dell'acqua inizia ad aumentare rapidamente. La tensione tra Konstantinov e Garin si alza, in quanto quest'ultimo non riesce a capire il motivo per cui Konstantinov sente un interesse per la figlia. Quando il livello dell'acqua li eleva al livello della griglia, Garin e Konstantinov riescono a mettersi in contatto col telefono di Irina, ma solo in tempo per dirle che sono nel bunker. Essi cercano di attirare l'attenzione attraverso le sbarre, ma senza alcun risultato. Irina sta istericamente cercando di informare la squadra di soccorso del fatto che le persone sono nel bunker ma nello stesso momento la pressione dell'acqua porta via la motrice del treno e il livello dell'acqua nel pozzo scende bruscamente, tirando indietro le persone nel tunnel. I soccorritori scendono nel bunker, ma vedendo solo le pareti umide, danno per scontato che tutti quelli che erano lì molto probabilmente sono annegati.
Riescono ad arrivare alla stazione fantasma Borodino e a salire sulla piattaforma per riposare. Nel tunnel dove il treno è bloccato, i crolli dell'arcata sopra la testa e le acque riempiono il tunnel. I capi squadra delle operazioni di soccorso riescono a chiudere l'acqua. I protagonisti riescono ad arrivare al bunker e finalmente ad uscire attraverso le sbarre sulla strada.

In italiano su raiplay

https://www.raiplay.it/video/2016/10/FI ... ecd0b.html

In russo su youtube

https://www.youtube.com/watch?v=bed-EcBu2Ro


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: sabato 21 marzo 2020, 11:11 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3613
Località: Brescia
Attenti alle vedove (It Happened to Jane),
un film del 1959 diretto da Richard Quine, è una classica commediola americana a lieto fine senza troppe pretese, però nobilitata dalla recitazione di due stars come Doris Day (cantante ed attrice) e Jack Lemmon.

Immagine

Trama

Jane Osgood (la 37enne Doris Day) è una giovane vedova che vive nel piccolo paese di Cape Anne, nel Maine, mantenenendo i suoi due bambini con un allevamento di aragoste di prima qualità che poi vende ed invia ai suoi clienti tramite la ferrovia.

Un giorno però uno dei treni di cui usufruisce ha un forte ritardo, la preziosa merce si deteriora; Jane con l'aiuto dell'avvocato George Denham (interpretato da Jack Lemmon) intenta causa al padrone della ferrovia che è il magnate Harry Foster Malone, Presidente e Chief Stockholder della fantomatica “E & P Railroad” ( interpretato con scintillante malizia da Ernie Kovacks ) e, come indennizzo, gli fa sequestrare uno dei suoi treni.

La vicenda, diffusa da tutti i mezzi d'informazione, entusiasma l'America intera, i media sostengono la vedova coraggiosa ed il suo giovane e timido avvocato, suo amico d' infanzia e spasimante.

Malone però passa al contrattacco ed elimina la piccola stazione di Cape Anne, isolando la piccola cittadina. George, però, chiede alla popolazione di aiutare Jane a difendere i propri diritti perchè Il treno sequestrato verrà usato per trasportare le aragoste.

Immagine

Immagine

Immagine

Malone riesce a fare in modo che il convoglio sia costretto a giri tortuosi consumando tutto il carbone. Jane e George stanno per arrendersi, ma l'opinione pubblica è tutta schierata dalla loro parte, Malone si ritrova solo, abbandonato da collaboratori e clienti. Sarà lui a capitolare.

Locations

Il film sebbene ambientato nella città immaginaria del Maine di Cape Ann, è stato girato
nella città di Chester, nella Connecticut River Valley, ed a Southington e Plainfield, sempre in Connecticut.

Le scene ferroviarie furono riprese sulla “New York, New Haven & Hartford Railroad”, quella finale nel centro di Chester a circa 1 miglio dalla stazione ferroviaria.

Locomotive

La protagonista è la vaporiera della “New Haven” 2-8-2 nr.3016, classe J-1, camuffata da "Old 97" della fantomatica “E & P Railroad” che percorre la splendida campagna del Connecticut

Immagine

fino a quando non esaurisce il carbone in un incrocio bloccando tutto il traffico ferroviario. Sullo sfondo della scena compare una “New Haven” EMD FL9'S bloccata dalla vecchia 97.

Immagine

Una New Haven FL9 (con logo E&P) si prepara a spostare la vecchia 97.

Immagine

Nella ripresa nel vagone ristorante è appena visibile, dietro la testa del cameriere, un locomotore EP-5 in fantomatica livrea “Eastern & Portland”.

Il film in inglese

https://gloria.tv/video/SghduRe7WWpH3p3esJ2A9SRx9


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: domenica 22 marzo 2020, 17:26 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3613
Località: Brescia
Cassandra Crossing

The Cassandra Crossing è un film del 1976 diretto da George Pan Cosmatos, tratto da un romanzo di Robert Katz, che narra l'odissea di 1000 passeggeri intrappolati a bordo di un treno infestato da un misterioso virus antesignano del Covid-19

Interpreti principali

Richard Harris: Jonathan Chamberlain
Sophia Loren: Jennifer Rispoli Chamberlain
Martin Sheen: Robert Navarro
Burt Lancaster: col. Mackenzie
Ava Gardner: sig.ra Nicole Dressler
Alida Valli: signora Chadwick

Trama da wikipedia

Tre terroristi svedesi penetrano nei laboratori dell'OMS a Ginevra per piazzare una bomba, ma vengono fermati dalla guardia che credevano morta, guardia che riesce invece ad ucciderne uno e a chiamare la sicurezza. Nello scontro a fuoco con il personale, i due terroristi superstiti cercano rifugio in uno dei laboratori di massima sicurezza dove vengono studiati nuovi virus.

Entrati nel laboratorio, uno dei due criminali viene raggiunto dai proiettili delle guardie e gravemente ferito; alcuni colpi di pistola vaganti frantumano le fiale e le ampolle contenenti i virus che si riversano addosso ai due fuggiaschi. Il terrorista ferito resta disteso a terra nel laboratorio mentre l'altro riesce a fuggire, si reca alla stazione ferroviaria di Ginevra e sale a bordo del treno in partenza per Stoccolma.

Esposto al virus, il fuggiasco muore alcune ore dopo la partenza, ma nel frattempo contagia alcuni passeggeri del treno, che viene quindi sigillato dalle autorità presso Norimberga e dirottato verso un campo di quarantena in Polonia. Mentre il treno è in viaggio, la malattia si diffonde sempre più.

I passeggeri diventano sempre più consapevoli della loro condizione di prigionieri: tutti gli ingressi del treno vengono blindati, a bordo salgono, oltre ad un piccolo gruppo di medici, numerosi militari e al passaggio del treno le stazioni sono presidiate solo da soldati in tenuta da guerra biologica.

Immagine

Immagine

Nel frattempo un medico dell'OMS scopre che il virus è attaccabile dall'aria arricchita di ossigeno, diventa quindi possibile curare i passeggeri, ma le autorità dell'OMS, anche per coprire lo scandalo che potrebbe derivare dal caso, decidono comunque di non fermare la corsa del treno mandando consapevolmente tutti i passeggeri verso una morte certa.

Infatti, per giungere a destinazione, il treno deve superare il Cassandra Crossing, un ponte fatiscente oramai dismesso da molti anni e posto su una valle molto profonda, ponte che quasi certamente non riuscirà a reggere il peso del treno al suo passaggio.

Il gesto suicida di Herman Kaplan, ex deportato nei lager nazisti che non vuole tornare nell'Europa orientale a nessun costo, salva la vita ai passeggeri della parte posteriore del treno, bloccata prima di arrivare a percorrere il ponte che, come previsto, crolla inesorabilmente sotto il peso della metà anteriore del treno.

Il colonnello dell'esercito statunitense che ha diretto e coordinato l'operazione lascia il quartier generale preso dal rimorso per il notevole numero di morti causati, ma ignora che una parte dei sopravvissuti si sta dirigendo verso la salvezza benché ancora sotto shock a causa del tentativo di violenza subito.

Locations ferroviarie

Le sequenze realizzate nella stazione di partenza (Ginevra, con tanto di cartelli indicatori) sono in realtà state girate nella Stazione Centrale di Basilea.

Parte delle riprese in esterni del film furono fatte utilizzando il viadotto di Garabit, un ponte ad arco in ferro che scavalca la vallata del fiume Truyère, nel territorio di Ruynes-en-Margeride, in Francia, costruito dal 1880 al 1884 da Gustave Eiffel.

Ponte francese, ad uso solo ferroviario,

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Curiosamente assomiglia al nostro ponte San Michele, (noto anche come ponte di Calusco, ponte di Paderno o ponte Röthlisberger) anch'esso ad arco che collega i paesi di Paderno d'Adda e Calusco d'Adda attraversando una gola del fiume Adda.

Lungo 266 m, realizzato interamente in acciaio, presenta un arco reticolare di 150 metri di corda che sostiene quattro dei sette piloni su cui poggia l'impalcato con due livelli di percorribilità, quello inferiore ferroviario e il secondo (6,3 metri più in alto) stradale.

Jules Röthlisberger (Neuchâtel, 17 febbraio 1851 – Neuchâtel, 25 agosto 1911) è stato l' ingegnere svizzero che progettò il ponte San Michele sull'Adda, costruito tra il 1887 ed il 1889.
Questo capolavoro à universalmente riconosciuto come uno dei simboli dell'archeologia industriale italiana,

Immagine

Le riprese in interno, comprese quelle all'interno del treno, furono girate negli stabilimenti romani di Cinecittà.

Interessante la parte fermodellistica.
Il regista George P. Cosmatos e l'assistente direttore artistico Maria Teresa Barbasso pianificano la scena con veri modelli in scala H0.

Immagine

Cosmatos sceglie uno shunter diesel rosso prodotto dalla Lima

Immagine

Splendide scene del modello in miniatura di Aurelio Crugnola (Supervisore modello) in cui vediamo il crollo di parti del viadotto

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Incongruenze
Solo 6 vagoni per trasportare1000 persone... come è possibile?

The Cassandra Crossing (1976) in inglese

https://www.youtube.com/watch?v=XkXuF2tMY1U


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: martedì 24 marzo 2020, 17:43 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3613
Località: Brescia
Trappola sulle Montagne Rocciose (Under Siege 2: Dark Territory) è un film d'azione del 1995 diretto da Geoff Murphy, con protagonista Steven Seagal. È il seguito di Trappola in alto mare, di cui ricalca la trama di fondo.

Questo film mi sembra davvero esagerato in tutto spari, acrobazie e quant'altro; il divertimento è inversamente proporzionale al tasso di credibilità delle azioni che si susseguono a ritmo incalzante senza un attimo di respiro:
passeggiate su un treno in corsa, pericolosi salti da un vagone all'altro, agganci su una scala penzoloni nel vuoto per salire su un elicottero, acrobazie sulle rocce cui ci si aggrappa fidando nella sola forza delle mani e col corpo sospeso su un precipizio.

Azioni da eroe compiute da pavidi dipendenti della compagnia ferroviaria che messi alla prova rivelano un coraggio pari a quello del protagonista.


Trama

L'ATAC è un organo governativo statunitense finanziato dalla CIA, che collauda il satellite meteorologico "Grazer One" messo in orbita dalla NASA, una spaventosa arma capace di sfruttare fasci di particelle per provocare sismi artificiali.

L'uomo che l'ha progettata, Travis Dane, si è recentemente suicidato ed il comando dell'operazione è passato nelle mani di Linda Gilder e David Trilling.

Casey Ryback (Steven Seagal), brillante sottufficiale dei Navy Seals, dopo la missione precedente decide di abbandonare il ruolo di agente segreto scegliendo la vita tranquilla del ristoratore. Questo anche perché ha perso il fratello e la cognata, deceduti in un incidente aereo, e perchè deve badare alla nipote, figlia dei due, rimasta sola.

L’ex agente decide di accompagnarla al cimitero a rendere omaggio ai genitori, usufruendo del “Grand Continental”, un lussuoso treno che percorre le Montagne Rocciose.
A bordo del treno c'è anche il capitano Trilling che ha invitato la collega Gilder all'annuale festa dell'aviazione. Mentre il convoglio attraversa una zona d'ombra in cui è impossibile trasmettere comunicazioni, viene bloccato ed assalito da un gruppo di terroristi che lo rimettono in moto e sequestrano i passeggeri.

Uccisi i macchinisti e relegati i viaggiatori nella carrozza di coda, costoro attrezzano un vagone con computer, antenne satellitari e congegni all'avanguardia in grado di guidare le potenti armi laser del satellite su qualsiasi obiettivo aereo e terrestre

Il capo dei terroristi è il maggiore Penn, un mercenario al soldo di Travis Dane, il progettista del satellite che aveva inscenato il proprio suicidio. Dane è deciso a vendicarsi dell'ATAC che ha sospeso i suoi progetti e lo ha licenziato ritenendolo un incapace.
Costui, estorti i codici d'accesso ai due detentori, li uccide e trasforma il Grand Continental in una base satellitare mobile dalla quale può manovrare il Grazer 1.

Dopo aver raso al suolo una fabbrica cinese di armi chimiche a scopo dimostrativo, minaccia di far saltare il Pentagono se non riceverà un miliardo di dollari.
Perciò programma il satellite per colpire Washington, al fine di provocare l'esplosione del reattore nucleare che i servizi segreti nascondono sotto il Pentagono.

Ma Casey, l'unico viaggiatore rimasto in libertà, decide di entrare in azione aiutato da Bobby un facchino maldestro che lavora sul treno. Uccide tutti i terroristi e riesce a liberare gli altri passeggeri; Travis, che ha posizionato delle bombe nel treno, tenta di fuggire su un elicottero, però Casey, amputandogli le dita col portellone dell’aeromobile, lo fa precipitare sul treno che esploderà pochi secondi dopo la sua caduta.

Tutto bene quel che finisce bene: Casey prosegue il suo viaggio portando sua nipote Sarah nel cimitero dove sono sepolti i genitori, ai quali anche il Governo rende omaggio.

Location

Le riprese del film si sono svolte nel periodo 14 Settembre 1994 – 18 Gennaio 1995 negli USA, e precisamente in queste località:
Chatsworth, Los Angeles, California,
Glenwood Springs, Colorado,
Leadville, Colorado,
Los Angeles, California,
Missoula, Montana,
Pinecliffe, Colorado,
Stoney Point Park - Topanga Canyon Boulevard, California.

Under Siege II Dark Territory è stato girato sulla “Moffat Line” in varie posizioni tra Big Ten curve, Bond, Little Gore Canyon e State Bridge sulla “Tennesse Pass Line” tra Minturn ed il Summit.

A quel tempo il treno “normale” trainava carri cisterna colmi di benzina per servire l'area di Grand Junction, quello del film è stato allestito con vagoni cisterna vuoti in testa al convoglio per farli esplodere nella scena apocalittica.

La scena dell'elicottero è stata girata nel Soledad Canyon vicino a Vincent.
Per la scena del crollo del ponte fu utilizzato un modello allestito e filmato a Los Angeles.
Le scene di interni del treno sono state riprese in studio, la scena della struttura industriale distrutta in Cina ricicla spezzonii non utilizzati del film "Sfida tra i ghiacci" diretto e interpretato da Steven Seagal nel 1994.

Locomotive e vagoni

Le locomotive utilizzate erano 2 GP7 dell' Alaska Railroad n. 1804 e n. 1810.
Dopo le riprese, la GP7 1810 fu assegnata alla “Oregon Pacific Railroad”, dove è tuttora in esercizio, e la GP7 1804 alla “Pacific Harbour Lines”.
La locomotiva F&W RS-32 n. 4009 che si schianta contro le auto è stata filmata sulla "Filmore & Western".
Il bagagliao è l'ATSF n. 3884, ora "Fillmore & Western" n. 3884.
Le carrozze Bi Level erano ex "SP Gallery" con ampie modifiche di finestre e portiere.



TRAPPOLA SULLE MONTAGNE ROCCIOSE QUINTA SCENA
https://www.youtube.com/watch?v=F7S_k9o3p6Q

TRAPPOLA SULLE MONTAGNE ROCCIOSE SESTA SCENA
https://www.youtube.com/watch?v=aTCGpmsVZwE

TRAPPOLA SULLE MONTAGNE ROCCIOSE SETTIMA SCENA
https://www.youtube.com/watch?v=PpQLgRt3MoI

TRAPPOLA SULLE MONTAGNE ROCCIOSE SCENA FINALE
https://www.youtube.com/watch?v=NQXmopo4MQU

TRAPPOLA SULLE MONTAGNE ROCCIOSE SCENA DELLA STAZIONE
https://www.youtube.com/watch?v=65dlEc9gc9I


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: giovedì 26 marzo 2020, 17:55 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3613
Località: Brescia
L'angelo del male (La Bête humaine) è un film del 1938 diretto da Jean Renoir, tratto da “La bestia umana”, romanzo di Émile Zola, interpretato da Jean Gabin, Simone Simon, Fernand Ledoux etc.

Fu rifatto da Fritz Lang nel 1954 in chiave prettamente americana con il titolo “La bestia umana (Human Desire)” con Glenn Ford, e nel '57 da Daniel Tinayre con il titolo “Ossessione di sangue” con Massimo Girotti.

La peculiarità dello stile di Renoir è l'uso delle inquadrature lunghe impiegate a piene mani nella realizzazione di questo film sulla la tratta Parigi-Le Havre.
Queste ci mostrano ciò che vede il macchinista: una sequenza suggestiva del ritmico sfilare dei pali del telegrafo, il venire incontro dei segnali, delle stazioni, dei ponti, delle gallerie, e del lento procedere del treno in prossimità dell'arrivo.

Le riprese ci presentano la quotidianità ed anche la monotonia di un lavoro duro e ripetitivo, condiviso dal macchinista ed il suo assistente infinite volte: i pochi e misurati gesti del mestiere, la manovra delle leve, le palate di carbone nel forno, e soprattutto il rifornimento d'acqua in piena corsa.

La vaporiera “Lison” è una deile figure centrali del film, l'azione avviene sempre intorno a lei. È lei che unisce un po' tutti i personaggi, umanizzata, fedele compagna del protagonista, il quale, denotando un rapporto morboso e viscerale che travalica quello strettamente lavorativo, afferma che una moglie non è necessaria se c'è la sua locomotiva.


Trama da Wikipedia

Il film è basato sul personaggio Jacques Lantier, un macchinista ferroviario epilettico che vive profondi drammi passionali ed umani, vittima di pulsioni omicide che lo costringono ad una vita molto solitaria.
Si trova bene solo in compagnia del fuochista Pecqueux sulla sua "Lison", la locomotiva a vapore che conduce sulla linea Parigi-Le Havre.
Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Il caso vuole che si trovi nei pressi del luogo di un delitto, dove incontra Roubaud, il vicecapo della stazione di Le Havre, e la sua giovane e bella moglie, Séverine. Interrogato, subendo il fascino della donna, nega di aver visto i due, discolpandoli totalmente al punto che le accuse cadono poi su un altro uomo con precedenti.

Lantier si innamora perdutamente di Séverine che ormai vive un rapporto di conflittualità col marito. Questi infatti aveva scoperto che la moglie, giovanissima, era stata amante del potente e anziano Grandmorin, che ha dunque deciso di uccidere illudendosi di poter così avere sua moglie tutta per sé.

Séverine diventa l'amante di Lantier e gli suggerisce di eliminare il suo ormai ingombrante marito. Lantier non se la sente e il rapporto tra i due sembra così chiudersi. Alla festa da ballo di fine anno, Séverine flirta con un giovane facendo ingelosire Lantier che ha un ritorno di fiamma. Raggiunta a casa, lei rinnova le intenzioni criminose riguardo al marito ma lui, vittima di una crisi psicotica la uccide.

Dopo una notte insonne, Lantier, ripreso posto sulla locomotiva, dapprima racconta a Pecqueux l'accaduto dandogli un senso razionale, ma dopo poco, disperato, si uccide gettandosi dal treno.

La locomotiva SNCF 231K 8

La SNCF 231K 8 è una pacific ex compound a quattro cilindri della PLM.
La serie K deriva dalla trasformazione dei 79 esemplari da 231 C 2 a 86 (ex 231 PLM 6201 a 6285 ) a doppia espansione.

La SNCF è stata creata il 1º gennaio 1938 dal governo di Camille Chautemps al posto delle cinque società preesistenti oltralpe: Chemin de Fer de l'Est, Chemin de Fer de l'État, Chemin de Fer du Nord, Chemin de Fer de Paris à Lyon et à la Méditerranée (PLM), Chemin de Fer de Paris à Orléans et du Midi (PO-Midi), (formata nel 1934 dalla fusione di Chemin de Fer de Paris à Orléans e Chemin de Fer du Midi

Forse può sorprendevi il fatto che questa magnifica macchina fu costruita nel lontano 1912 da Henschel & Sohn a Kassel, Germania.

al tempo del film

Immagine

Immagine

oggi

Immagine

Locations

– Parigi
l'appartamento parigino di Lantier si affaccia sull'uscita dell'enorme Gare St-Lazare, la terza stazione ferroviaria più grande del mondo.

– Le Havre
La locomotiva di Lantier si guasta alla stazione di Le Havre, in Normandia, dove furono effettuate molte riprese.

– Breauté
Il villaggio dove Lantier si ferma per vedere la sua madrina, è Breauté, a circa 15 miglia da Le Havre.


Modellismo

- Fulgurex

Immagine

Immagine

Immagine

- REE Models
Immagine

Il film
L' Angelo del Male - Jean Renoir, 1938
https://www.youtube.com/watch?v=8HABumFU7QQ


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: sabato 28 marzo 2020, 16:50 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3613
Località: Brescia
La bestia umana (Human Desire) è un film del 1954 diretto da Fritz Lang.

È tratto anch'esso, come il film "L'angelo del male" di Jean Renoir, dal romanzo “la bestia umana” di Émile Zola.

Quando un film si ispira ad un romanzo famoso, è interessante vedere come un regista interpreta il testo narrativo, e lo è maggiormente se i film sono più di uno (come nel nostro caso), allorchè si esaminano le opere di grandi registi che, per storia personale, stile di direzione, radici culturali, sono molto diversi tra loro.

Nel suo Lang usa l'idea, già di Zola, della velocità dei treni come simbolo di passioni sfrenate, conferisce un'autenticità allo scenario ferroviario mostrando binari, scambi, vagoni, inquadrature delle carrozze dall'alto, ruote che girando traducono la velocità in termini visivi.

Trama

Non è inutile riassumere la trama del film di Lang, perchè già da essa si può cogliere la radicale differenza di impostazione da quello di Renoir (del quale non è un semplice remake), e la singolare interpretazione che viene data al testo originale di Zola.

Jeff Warren (Glenn Ford), appena tornato dalla guerra di Corea, riprende il suo servizio come conducente di locomotive. Il suo collega Carl Buckley (Broderick Crawford) è sposato con Vicky (Gloria Grahame), una donna bella e molto più giovane di lui.
Uomo litigioso e violento, Carl è stato licenziato e chiede alla moglie Vicky di intercedere per lui presso Owens (Grandon Rhodes), un personaggio influente, per ottenere di venire reintegrato nel suo posto di lavoro.

Ma Carl, gelosissimo, si rende presto conto che per fargli riottenere il posto sua moglie si è dovuta mostrare sin troppo compiacente, con Owens. Dopo una lite tremenda con Vicky, la costringe a scrivere ad Owens un biglietto in cui gli dà appuntamento sul treno. Owens cade nella trappola, ed appena il treno si mette in movimento viene raggiunto nel suo scompartimento privato, ove Carl Buckley lo accoltella alla presenza della moglie.

Anche Jeff si trova sul treno come semplice viaggiatore, ha visto la coppia e con la sua testimonianza potrebbe smascherare l’assassino. Ma non lo fa, perchè si innamora di Vicky. Buckley e la moglie perciò, grazie al silenzio di Jeff, non vengono nemmeno sospettati. Ma presto Vicky comincia a mostrare insofferenza, dice sempre più insistentemente di non riuscire più a vivere con il marito il quale, oltre ad essere un assassino, si ubriaca di continuo. E' sempre stato violento con lei, e durante i suoi attacchi di gelosia l’ha più volte picchiata.

Alla richiesta di Jeff di lasciare il marito e di andare via con lui Vicky gli rivela che non le è possibile farlo perchè Carl la tiene legata con il biglietto da lei scritto ad Owen, e che proverebbe la sua complicità nell’omicidio. Vicky non ha più che una sola idea fissa: sbarazzarsi del marito, e chiede a Jeff di ucciderlo.

Vista la resistenze di Jeff ad un certo punto gli dice: “Tu sei stato in guerra, sei abituato ad uccidere” e si stupisce quando Jeff le risponde: “Ma non è la stessa cosa colpire un altro militare in un’azione di guerra e uccidere a sangue freddo un poveraccio inerme ed indifeso”. Innamorato di Vicky, ad un certo punto Jeff comunque cede ed acconsente ad uccidere Carl Buckley.

All’ultimo momento però comprende che la passione per Vicky che lo spinge all’omicidio sarà la sua rovina. Si limita perciò a stordire Buckley approfittando di un momento in cui questi è ubriaco e sottrargli il biglietto fatale che riconsegna a Vicky. Subito dopo però abbandona la donna riuscendo così a sottrarsi a questa attrazione che avrebbe potuto essergli fatale.

Nell’ultima scena del film, che si svolge ancora una volta in treno, Carl Buckley raggiunge Vicky che vuole comunque partire abbandonandolo e, folle di rabbia e di gelosia la strangola. Anche questa volta sul treno c’è pure Jeff, ma è in cabina alla guida della locomotiva, e le ultime inquadrature ce lo mostrano con il volto di un uomo che ha riacquistato la serenità.

Immagine

Immagine

Immagine[

Le differenze tra i due film sono profonde: La Bête humaine di Renoir è un film molto sensuale, grazie alla favolosa coppia Jean Gabin – Simone Simon, che denuncia anche lo sfruttamento della classe operaia. Nell’opera di Lang, non a caso intitolata “Human desire”, i rapporti tra Glenn Ford e Gloria Grahame sono molto più crudi, si intuisce che sono basati soprattutto sul sesso.

Il condizionamento sociale e soprattutto l’atavismo (tema caro a Zola) è concentrato tutto nella figura di Buckley (Broderick Crawford), un uomo che non ragiona, che agisce solo perchè spinto dalle sue pulsioni e che in definitiva è l’unica “bestia umana” della storia narrata da Lang.

Lang stravolge completamente l’intreccio del romanzo di Zola facendo di Buckley un uomo completamente privo di quel libero arbitrio che consente invece a Jeff di sottrarsi al fascino di Vicky, e di troncare la relazione con lei per non diventare un omicida, tuttavia non ne travisa il senso intrinseco.

Concentrando e spostando la forza delle pulsioni “bestiali” nel personaggio di Buckley piuttosto che in quello di Jeff, (che nel romanzo di Zola era il macchinista Jacques Lantier), Lang non fa che esasperare quello che è lo spietato messaggio di Zola: l’uomo è condizionato dall’atavismo.

Piccola nota a margine a proposito dei titoli italiani:
è bizzarro notare che, mentre il titolo originale “La bête humaine” del film di Renoir è stato tradotto in italiano con quello assurdo di “L’angelo del male”, il film di Lang invece, che si intitola “Human desire”, sia stato tradotto con “La bestia umana”.

Francamente mi sfugge la logica della titolazione italiana di libri e film stranieri!

Location

La maggior parte delle scene sono state girate sull'isola di Rock Island, a El Reno, Oklahoma, e lungo la “Chicago, Rock Island and Pacific Railroad”.

La “Chicago, Rock Island and Pacific Railroad”, ora assorbita dall'Amtrak, attraversava Arkansas, Colorado, Sud Dakota , Illinois, Iowa, Kansas, Minnesota, Missouri, Nebraska, Nuovo Messico, Oklahoma e Texas. La porzione più orientale del sistema comprendeva Chicago, Memphis, ed il Tennessee. Ad ovest Denver, Colorado, Santa Rosa, New Messico. A sud Galveston, Texas, ed Eunice, Louisiana, mentre verso nord la Rock Island si estendeva fino a Minneapolis, Minnesota.
Le linee principali congiungevano Minneapolis a Kansas City, Missouri, attraversando Des Moines, Iowa, St. Louis, Missouri, Galveston, Texas, e Dallas, Texas. Il traffico più intenso era sulle linee Chicago-Rock Island e Rock Island-Muscatine.



Locomotive

Adoro i treni, ed anche Fritz Lang li amava.

Le scene presentano una collezione di treni delle compagnie B&O, ACL, e AT&SF.

Il film inizia con la cinepresa montata sulla parte anteriore del treno, poi prosegue con Jeff alla condotta di un Alco/GE FA-1 /FB-1 della “Chicago, Rock Island and Pacific Railroad (CRI&P)” camuffato da fittizia ferrovia "Central National",


Immagine

Immagine

Immagine

e che stacca la FA dall'FB, per girarla sulla roundhouse del deposito.

Immagine


Curioso attraversamento di una tratta elettrificata della Pennsylvania Railroad

Immagine

Modellismo

reale: Alco GE FA-1 FB-1

Immagine

modello: Proto 2000 23440- Alco FA1e FB1

Immagine


Human Desire - Deseos humanos
Il film, in spagnolo castellano, è ben comprensibile.

https://www.youtube.com/watch?v=eAYgSGNvKm8


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: lunedì 30 marzo 2020, 10:20 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3613
Località: Brescia
"Ossessione di sangue" titolo originale "La bestia humana"

è un modesto film drammatico argentino del 1954, il terzo tratto dal romanzo di Emile Zola.
Interpreti: Massimo Girotti, Anna Maria Linch, Elisa Calve, Oscar Valicelli.
Regia di Daniel Tinayre

La trama

Pedro Sandoval è un giovane macchinista che, in seguito ad una tendenza congenita della sua psiche trasmessagli per eredità, va soggetto ad accessi di mania omicida. Soltanto la vecchia zia Angela e la di lei nipote Flora, innamorata del cugino che non ricambia il suo affetto, conoscono il triste segreto.

Un' altro ferroviere, Donato Santangelo, tradito dalla moglie Laura, uccide il ricco proprietario Orazio Cardenas, che era il suo amante. L'assassinio rimane impunito, ma per un caso Pedro si trova ad avere in suo possesso le prove della colpevolezza di Santangelo.

Per evitare che il giovane macchinista denunci suo marito, Laura diviene l'amante di Pedro; contemporaneamente ella coltiva una intima relazione con Reggiani, il segretario dell'ucciso che ha nelle mani alcune lettere compromettenti da lei indirizzate a Cardenas.

Presa da una violenta passione per Pedro, Laura cerca d'indurre l'amante ad uccidere il marito ed a fuggire con lei. Flora tenta di opporsi a tale criminoso disegno, ma muore travolta da un treno.
Pedro, in un accesso di follia, uccide Laura; la polizia attribuisce il delitto al marito dell'uccisa che viene arrestato insieme a Reggiani.

Pedro, disperato per aver ucciso Laura, viene colto da un nuovo attacco di follia omicida mentre guida un treno passeggeri. In preda ad una folle esaltazione spinge il convoglio a velocità pazzesca, finché il suo compagno di macchina non è costretto ad ucciderlo per evitare una catastrofe.

Benché il film fosse stato girato nel 1954, per motivi politici (la revolución Libertadora attuata nel frattempo dalla dittatura civile-militare che aveva rovesciato il regime presidenziale di Juan Domingo Peron), la sua uscita fu ritardata fino al 12 luglio del 1957.


Locations:
Buenos Aires, Argentina


Locomotiva

La protagonista, sebbene sia difficilmente identificabile a causa della pessima definizione del filmato che vi propongo, è una locomotiva Pacific( 4-6-2 ) a 3 cilindri, a scartamento largo (1676 mm) appartenente alla classe PS.11, costruita dalla britannica Vulcan Foundry, una fabbrica di locomotive del Regno Unito sita a Newton-le-Willows, nel Lancashire.

Immagine

La PS.11 era la locomotiva standard per il traino dei treni espressi passeggeri della “Ferrocarril Central Argentino”, ora ferrovia “Bartolome Mitre”.
Visto il suo successo, dopo la nazionalizzazione delle Ferrovie Argentine, le autorità decisero di codificare questa classe per il servizio espresso sulle tre linee ferroviarie: la “Roca”, la “Bartolome Mitre” e la “San Martin”, dove c'era l'esigenza di trainare convogli molto pesanti ad alta velocità.

La Ferrocarril Central Argentina o FCCA ne ordinò 50 debitamente modificate e modernizzate, di cui venti con distribuzione Caprotti.
Queste erano all'epoca le locomotive più potenti della FCCA.

Immagine


Nel 1939 la 1116 al traino dell'espresso El Cordobes, un convoglio da 500 tonnellate, stabilì il record sudamericano di velocità alla media di 105,7 chilometri all'ora. Tale risultato fu conseguito durante una corsa, senza fermate, di 303 chilometri da Rosario a Buenos Aires, in cui raggiunse la velocità di 160 chilometri all'ora.


Il film in spagnolo

https://www.youtube.com/watch?v=verisbjvzAQ


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 54 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice