Oggi è sabato 24 ottobre 2020, 6:26

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 76 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: venerdì 10 luglio 2020, 17:27 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3689
Località: Brescia
Train Quest, ovvero il sogno o l'incubo di ogni plasticista,

Immagine[


è un film di genere fantasy del 2001 diretto da Jeffrey Porter. Prodotto da Castel Film Romania, che è specializzata in temi horror e fantasy, configura una strana collaborazione americano / rumena che, sebbene sia stata girata a Bucarest, finge di aver luogo negli USA. Il cast, almeno a giudicare dai nomi, è un mix di quattro attori principali americani supportati da una dozzina di rumeni. E anche l'equipe di produzione è un mix di collaboratori hollywoodiani e dell'Europa orientale.
Quasi nessuno di voi l'avrà visto perchè non è mai uscito nelle sale cinematografiche nostrane, ma è stato solo trasmesso da alcune reti televisive statunitensi, e pubblicato in DVD.

Trama

August è un'adolescente quindicenne appassionato di trenini, ed innamorato di Ellen, una ragazza coetanea al di fuori della cerchia delle sue amicizie. Egli lavora come commesso nel locale negozio di fermodellismo di Mr. Dalby, frequentato assiduamente da Billy fratellino di Ellen. August tenta di accativarsi la sua amicizia sperando di realizzare il sogno di frequentare sua sorella, tuttavia Ignora che presto il destino lo accontenterà.

Dopo il primo appuntamento porta Ellen al negozio di treni per mostrarle l'enorme plastico del proprietario, situato nel retrobottega. August però non sa che questo particolare impianto fa parte di un rituale magico. Infatti, quando l'avvia, succede qualcosa di straordinario: all'improvviso i due ragazzi vengono rimpiccioliti in scala H0, e si ritrovano imprigionati a bordo di un misterioso e soprannaturale trenino (Märklin) diretto verso l'ignoto.
Spaventati e sconcertati, scoprono di essere stati intrappolati dal diabolico Mr. Dalby, e cercano di fuggire in fretta, per non essere condannati a vagare per sempre sulle rotaie.

Non proseguo la descrizione perchè non voglio togliervi il piacere di scoprire gli eventi

Location: Bucharest, Romania

Considerazioni

Quando l'ho visto per la prima volta ero un po' dubbioso, però dopo i primi minuti è diventato prima interessante, poi affascinante. Il successo della pellicola dipende da due motivi principali: la sceneggiatura che mantiene alta la tensione, ed il montaggio che dà vita al film. Scritto da Charles Kephart e da Benjamin Carr, il copione bilancia perfettamente la stranezza del concetto con la realtà necessaria per fondarlo.

Ovviamente è ridicolo credere che qualcosa del genere sia possibile, tuttavia il tutto è presentato in modo che chi vuole possa crederci; la sceneggiatura rivela la vera natura della situazione soprannaturale, consentendo agli spettatori di rimanere incuriositi e coinvolti per tutta la durata del film.
Gli attori emulano e danno vita ai personaggi, anche se sembrano fatti di materiale inanimato come la plastica o il legno. Per favorire l'illusione, gli abiti sono fatti di fogli di plastica lucida che mostrano i dettagli dei diversi capi di abbigliamento.

Train Quest è un B-Movie non è privo di difetti come i fastidiosi inserti dei commenti dei protagonisti, ed il mix di suoni, così sgraziato che si può a malapena percepire ciò che i personaggi si dicono l'un l'altro.
Indipendentemente da ciò, è un piacevole spasso: è breve, sempre emozionante, ed egregiamente da vita al suo mondo soprannaturale.

Il film, ovviamente, in inglese
https://www.youtube.com/watch?v=HoqvznX6e8I

Buon divertimento!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: giovedì 16 luglio 2020, 16:58 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3689
Località: Brescia
Ellery Queen: The Adventure of the Eccentric Engineer (Il trenino elettrico) episodio n.14

Nel 1929 due cugini, Frederick Dannay e Manfred B. Lee autori di letteratura poliziesca che scrivevano sotto lo pseudonimo di Ellery Queen, concepirono il personaggio omonimo di un detective dilettante protagonista di numerose avventure. Da queste furono tratti diversi adattamenti radiofonici, un film per la TV ed una serie televisiva prodotta nel 1975 dalla NBC e trasmessa anche in Italia nel 1979.

L'episodio n.14, che fu trasmesso negli USA il 18 gennaio 1976 ed in Italia il 14 marzo 1979, è diretto da Peter H. Hunt ed adattato da Booker Bradshaw e David P. Lewis

Trama

Lamont Franklin, presidente di una nota industria di impianti elettronici, si rintana nel laboratorio della sua villa in campagna dove trascorre le giornate giocando con un sofisticato plastico. A causa del suo stravagante comportamento, le sue funzioni dirigenziali sono state delegate a Roger Woods e Claude Sitwell, entrambi componenti del consiglio di amministrazione, che hanno quindi beneficiato di un avanzamento di carriera.

Un giorno Franklin viene trovato assassinato nel suo laboratorio, malgrado nessuno potesse accedervi senza esibire un pass.
Il padre di Ellery è incaricato delle indagini, ed il figlio, dopo aver interrogato i familiari ed i collaboratori del defunto, scopre che lo strano comportamento dell'eccentrico inventore era solo una copertura per eludere possibili intrusioni di spionaggio industriale.

Franklin stava lavorando allo studio di applicazioni elettroniche per l'automazione delle macchine della fabbrica (all'epoca questo era un concetto del tutto pionieristico), sperimentando nuove tecniche per mezzo dei trenini elettrici.

L'autore del delitto è Roger Woods, uno dei dirigenti delle industrie Franklin anch'egli ingegnere, il quale temeva che il ritorno di Franklin gli facesse perdere i privilegi nel frattempo acquisiti, ai quali la moglie (che lo pressava continuamente per avanzare in carriera) non intendeva affatto rinunciare.

Ellery riesce a scoprire che Woods ha tentato di assicurarsi un alibi, scrivendo egli stesso la risposta ad un suo messaggio diretto al morto e facendola recapitare tramite i trenini, che l'inventore usava anche per scambiare messaggi con familiari e amici dal suo laboratorio fino all'interno della casa.
Ma.............

Locomotive

La protagonista principale è l'EMD NW2, uno switcher BB da 1.000 CV (750 kW), realizzato da General Motors divisione Electro-Motive di La Grange, Illinois. Il NW2 fu prodotto dal febbraio 1939 al dicembre 1949 in 1145 esemplari, dei quali 1121 per gli Stati Uniti e 24 per il Canada.

Immagine

Immagine

Modellismo

Il plastico in scala 0 è stato appositamente costruito unicamente per l'episodio n.14 di Ellery Queen.

Nel breve filmato allegato https://www.youtube.com/watch?v=XV4pwXNTj3w
appare una breve raccolta di riprese che mostrano dei trenini Lionel. Sebbene l'episodio sia ambientato alla fine degli anni quaranta, vegono però mostrati mezzi di epoca successiva.

Infatti sul plastico vediamo in azione lo switcher Lionel 1656 0-4-0 impiegato per la maggior parte delle scene, lo 1615 0-4-0 switcher utilizzato al minuto 1:50 e al 2:56, ed in numerose altre il protagonista lo switcher 624 EMD NW2 con telaio nero. E' tato prodotto dal 1952 al 54, la carrozzeria è blu con scritta "CHESAPEAKE & OHIO" con scarichi gialli, decal a medaglione "C&O", bell nera, antenna nera, horn d'argento, telaio diecast verniciato di blu con righe gialle e corrimano a filo, illuminato con faro illuminato . Di questo modello esistono due varianti: una con solo tre stanchions ( montanti) che sostengono i corrimano, l'altra con dieci.

Immagine

Immagine

Immagine

Postwar 53 Rio Grande Snow Plow 53 (spartineve), risolutore del caso.

Immagine

Per quanto riguarda i modelli coevi, una Lionel 238E Pennsylvania Torpedo d'anteguerra al minuto 3,50,

Immagine

Immagine

il commuter 203 0-6-0, ed una Hudson mostrata brevemente.

Il film in italiano

https://www.youtube.com/watch?v=oYiFnl_pDTI


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: sabato 25 luglio 2020, 18:18 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3689
Località: Brescia
Il club dei 39 (in inglese The 39 Steps), conosciuto in Italia anche con il titolo I 39 scalini, è un film del 1935 diretto da Alfred Hitchcock.
Immagine

E' tratto dal romanzo dello scrittore scozzese John Buchan I trentanove scalini, pubblicato nel 1915 in cui l'autore mescola thriller, spionaggio ed avventura.
Immagine

Hitchcock ne modificò il contesto tenendo presenti gli stessi ingredienti di terrorismo politico e di spionaggio internazionale che avevano determinato il successo del suo precedente film “L'uomo che sapeva troppo". Vi aggiunse l'ambientazione in teatro dell'inizio e della fine e, per introdurre elementi sentimentali e romantici graditi al pubblico femminile, s'inventò la presenza di due donne: Annabella e Pamela, che nel romanzo non sono presenti.

Le riprese iniziarono nel gennaio del 1935 e terminarono nel mese di marzo; il club dei trentanove ottenne un sensazionale successo di critica e di pubblico, sia in Inghilterra che in America. Di questo film sono stati fatti due remake, usciti in Italia entrambi con lo stesso titolo: I trentanove scalini, uno mediocre di Ralph Thomas (1958), ed uno di migliore qualità di Don Sharp (1978).

Trama
La trama è alquanto lunga, chi lo desidea può saltarla a piè pari perche il film è in italiano

Richard Hannay è un canadese in visita a Londra per affari. Assiste in un teatro allo spettacolo di Mister Memory, un uomo dalla memoria prodigiosa che sa rispondere ad ogni domanda gli venga posta. Tra il pubblico si ode uno sparo e scoppia una rissa; nel trambusto Hannay nota una donna in difficoltà, ed a stento riesce a sottrarrla alla folla.

Costei, che dichiara di chiamarsi Annabella Smith, chiede a Hannay di essere ospitata per la notte, lui acconsente e l'accompagna nel proprio appartamento in Portland Place. Annabella gli rivela di essere un'agente segreto al servizio dell'Inghilterra, con l'incarico di rintracciare le spie di una potente organizzazione segreta chiamata "I trentanove scalini", onde impedire il furto un importante segreto sulla costruzione di aerei militari.

Lei à stata riconosciuta e, per depistare i suoi inseguitori, ha sparato a salve nel teatro dove Hannay l'ha incontrata. Lo informa che il capo dell'organizzazione cambia nome e travestimenti, ma è riconoscibile per un particolare: gli manca una falange del dito mignolo della mano destra.

Durante la notte Annabella viene pugnalata con un coltello da cucina, ma prima di morire riesce ad indicare ad Hannay la località scozzese dove ella avrebbe dovuto compiere la sua missione, ed a consegnargli una mappa della regione. Hannay è sospettato dell'omicidio avvenuto nella sua abitazione pertanto, per eludere la sorveglianza delle spie e della polizia, fugge col Flying Scotsman, un treno diretto in Scozia.

Nello scompartimento in cui ha preso posto nota che i due dirimpettai stanno leggendo un quotidiano riportante la cronaca dell'assassinio e la sua fotografia; per sfuggire all'inseguimento dei poliziotti presenti sul treno, bacia una giovane passeggera sperando nella sua complicità, la ragazza invece lo denuncia e lo fa arrestare.

Hannay si lancia dal treno in corsa mentre sta transitando sul bellissimo ponte ferroviario che attraversa il Firth of Forth, e trova rifugio presso un contadino. La moglie di costui, avendo compreso la sua situazione, lo aiuta a fuggire e, per travestirlo, gli regala il cappotto del marito molto religioso che porta sempre con sè nel taschino un Libro dei Salmi.

Quindi si incammina verso la casa di cui gli ha parlato Annabella, li abita il professor Jordan, un tipo all'apparenza molto rispettabile, pertanto si fida di lui e gli racconta tutta la storia, ma con sua grande sorpresa si accorge che gli manca una falange del mignolo destro. Jordan lo minaccia con una pistola, Hannay cerca di allontanarsi ma viene colpito e cade però si salva dal colpo sparatogli grazie al Libro dei Salmi del contadino, che a sua insaputa si trovava nel taschino del cappotto.

Fuggito fortunosamente dalla casa del professore, ripete la sua storia allo sceriffo locale con la convinzione di essere aiutato a smascherare la reale identità di Jordan. Invece non solo non viene creduto, ma è arrestato ed ammanettato come assassino di Annabella. Allora con grande audacia si lancia in strada da una vetrata e si sottrae ai poliziotti, prima confondendosi con una banda che per caso sta sfilando per quella strada, poi introducendosi in una sala dove si sta tenendo un comizio elettorale. Qui viene scambiato per il candidato e spinto sul palco per fare il discorso.

Fra il pubblico è presente Pamela la ragazza che ha baciato in treno, la quale, riconoscendolo come l'assassino di Portland Place, rivela la sua identità alle spie equivocate per poliziotti.
Gli uomini di Jordan costringono ambedue a salire in una macchina affermando di condurli al posto di polizia. Di nuovo lo spirito di iniziativa e il sangue freddo di Hannay prevalgono: approfittando della sosta obbligata per far passare un gregge, trascina giù in strada la riottosa Pamela, che le spie hanno legata a lui con le manette.

Entrambi si rifugiano negli anfratti delle rocce sotto una cascata e infine, dopo un lungo percorso a piedi, in una locanda dove trascorrono la notte spacciandosi per una coppia di innamorati perseguitati.
Hannay tenta inutilmente di convincerla della sua innocenza, tuttavia la forzata convivenza insinua in lei qualche perplessità: è gentile e premuroso nei suoi riguardi e nella tasca in cui pretende di nascondere una rivoltella non c'è che una innocua pipa.

Quando Pamela riesce a liberarsi e sta andandosene, sorprende le spie che telefonano dalla locanda; dal contenuto dei loro discorsi comprende che Hannay le ha detto la verità. Ritorna da lui decisa ad aiutarlo, e gli rivela il luogo indicato nella telefonata dove sarà consegnato il documento segreto a Jordan: il teatro Palladium di Londra.

Tornati insieme a Londra, Pamela si reca inutilmente a Scotland Yard: anziché aiutare Hannay, i poliziotti circondano il teatro per arrestarlo. Il pubblico che affolla il teatro è venuto ad ammirare ancora una volta la memoria straordinaria di Mister Memory, e in un palco è presente anche Jordan, riconoscibile dalle quattro dita appoggiate alla balaustra. Hannay, intercettando uno sguardo di intesa fra Jordan e Mister Memory, ha un'intuizione: non c'è nessun documento che deve essere recapitato, è Mister Memory il depositario del segreto.

Mentre i poliziotti stanno arrestando Hannay, lui rivolge a Mister Memory una domanda per coglierlo in fallo: Cosa sono i trentanove scalini?
Memory risponde, ma Jordan gli spara e lo colpisce mortalmente. Prima di morire però si libera dell' opprimente segreto e rivela la formula, nel frattempo Jordan è catturato dagli agenti.

L'ultima inquadratura è uno zoom che mette a fuoco la mano di Pamela che cerca quella ancora ammanettata di Hannay.

Locations ferroviarie:
- Glen Coe, Highland, Scotland, UK
- Forth Bridge,(ponte ferroviario) South Queensferry, Edinburgh, Scotland
Immagine

- King's Cross, Camden, London, England, UK ( stazione ferroviaria col famoso treno "Flying Scotsman".
Immagine

Locomotiva

Hannay, per fuggire da Londra, alla stazione di King's Cross sale sul convoglio “Flying Scotsman” trainato dalla LNER A1/A3 Pacific No. 2595 Trigo, ( questo è il nome di un purosangue irlandese vincitore di numerose competizioni equestri).

Le locomotive pacific ( 4-6-2 ) britanniche appartenenti alle classi A1 e A3 della “London North Eastern Railway " (LNER) furono progettate da Nigel Gresley per i servizi passeggeri delle main lines (linee principali).
79 A1 vennero allestite tra il 1922 e il 1935 per la Great Northern Railway (GNR), una sussidiaria della LNER: 58 da Doncaster Works e 20 da North British Locomotive Co.

Per aumentare le loro prestazioni furono sottoposte a vari miglioramenti che comportarono una nuova designazione di classe A3; i vantaggi furono talmente palesi sicchè tutte le locomotive A1 furono ricostruite secondo le specifiche A3, tranne la 4470 che fu riallestita come Classe A1 / 1 . Per l'esattezza 52 erano le iniziali A1, 78 le A3 di cui 51 ricostruite e 27 allestite ex novo tra il 1928 e il 1949

Immagine

Immagine

Immagine

Il Flying Scotsman è un servizio di treni passeggeri espressi che ha operato tra Londra ed Edimburgo, le capitali rispettivamente dell'Inghilterra e della Scozia, La distanza di 392 3/4 miglia (o 628 km) veniva coperta in 8h 15' nel 1901, in 8h 8' nel 1927, in 7h 20' nel 1937, e in sole 3h 59' nel 1991

La locomotiva classe A1 "4472 Flying Scotsman" trainò l'omonimo convoglio non-stop inaugurale da Londra il 1 ° maggio 1928, qui si offrivano ai passeggeri i migliori servizi di catering, e fra questi a bordo c'era anche quello di barbiere.

Le locomotive delle classi A1 e A3 che effettuavano la tratta, per permettere il cambio del personale di macchina senza fermare il treno, furono dotate di 10 "corridor tender" ovvero di tender particolari direttamente comunicanti con il convoglio, aventi la capacità di 9 tonnellate di carbone, anzichè le solite 8 dei tender ex GNR.

Per accedere alla locomotiva dal convoglio e viceversa, si utilizzava uno stretto corridoio all'interno del tender, ed un mantice flessibile di collegamento con le carrozze.
Immagine
Il passaggio, posto lungo il lato destro, era alto 5 piedi (1,52 m) e largo 18 pollici (0,46 m). Ulteriori 12 corridor tender furono costruiti fino al 1938, per un totale di 22. in tempi diversi, furono accoppiati a locomptive delle classi A1, A3, A4 e W1; dalla fine del 1948 tutti vennero assegnati alla classe A4 (le Mallard).

L'utilizzo del coridor tender per cambiare gli equipaggi in una loco A4 viene mostrato nei documentario del British Transport Films del 1954 intitolato "Elizabethan Express". Questo era il nome di un altro servizio espressi non stop che collegava Londra a Edimburgo.
https://www.youtube.com/watch?v=ghkqGfUy4xs

per approfondire:
BBC Four documentary on the return of Gresley A3 4472/60103 'Flying Scotsman' to service back in 2016.
https://www.youtube.com/watch?v=fR2kHoPsBHI

Modellismo

Le locomotive class A1- A3 sono state riprodotte in tutte le scale.

- In scala N troviamo

Graham Farish A3 in varie forme (ad esempio con o senza i deflettori di fumo)
Immagine

Minitrix
Immagine

- In 00 (scala 4mm) Hornby vende la Flying Scotsman, prodotta anche a vapore vivo.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

non corridor
Immagine

la Flying Scotsman era 4
Immagine

La Trigo
Immagine

Golden Age Models,
Immagine

Bachmann
Immagine

Immagine

Proscale e SE Finecast hanno fatto kit sia dell'A1 che dell'A3, Il modello SE FineCast è venduto a preferenza sia con tender GNR oppure col non-corridor LNER.

Immagine

DJH in tutte le varianti, ma solo come serie limitate.
[url=https://postimages.org/]Immagine


Immagine


Martin Finney vende kit della A3 sia per la 00 (4mm) che per la 0 (7mm).

David Andrews Locomotive Kits produce kit di A1 e A3 con tender GNR o non-corridor LNER.

- In scala 0 troviamo modelli ready to run della A1 o dell'A3 prodotti da Ace Trains, Bachmann, Bassett-Lowke, Sunset Models, Heljan, Fitzroy Loco Works (Australia)
La Heljan
Immagine

- In scala 1
Accucraft, UK Ltd produce una A3 con motore elettrico,
Aster Hobbies vende una A3 a vapore vivo dotata di riduttore coniugato Gresley.
Immagine

Le statiche Corgi in scala N

Immagine

Immagine

Vedi presentazione modelli
Unboxing the Hornby Class A3 "Book Law"
https://www.youtube.com/watch?v=bcg5nbRyD9Q

Unboxing the Hornby Class A1 “Flying Scotsman”
https://www.youtube.com/watch?v=kscZK48dOxk

A3 Flying Scotsman Live Steam
https://www.youtube.com/watch?v=TuQR2KM7-kA

The New Accucraft A3 Flying Scotsman Live Steam
https://www.youtube.com/watch?v=TuQR2KM7-kA

Una Hornby superdettagliata
https://locoyard.com/2012/10/05/hornby- ... ss-review/


Il film in italiano
https://www.youtube.com/watch?v=ihWhCUmi4Mw


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: sabato 1 agosto 2020, 18:05 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3689
Località: Brescia
Across the Bridge
è un film thriller britannico del 1957 diretto da Ken Annakin, ed interpretato da Rod Steiger, attore specializzato in personaggi molto discutibili e spiacevoli, e da “Dolores” una deliziosa cagnetta springer spaniel.

Immagine

L'opera si basa sul racconto "Across the Bridge" scritto nel 1938 dal romanziere Graham Greene, e pubblicato nel 1947 nella sua raccolta “Nineteen Stories”.

Colgo l'occasione per dirvi che è anche l'autore del romanzo "Il treno d'Istanbul" (Orient Express - Stamboul Train) del 1934

Vedi un breve commento del testo.
https://www.youtube.com/watch?v=z17gwZ1epCY

Nel 2001 è stato fatto un remake americano intitolato “Double Take “

La trama è straordinariamente intrigante (alla Hitchock).

Carl Schaffner (Steiger) è un uomo d'affari britannico residente a New York che ha sottratto fondi dell'azienda per trasferili su un proprio conto in una banca messicana. Scotland Yard scopre l'inghippo pertanto, per non essere arrestato, fugge in Messico.
Durante il viaggio in treno, Schaffner decide di eludere la sorveglianza di coloro che lo stanno cercando assumendo l'identità del viaggiatore Paul Scarff, che gli assomiglia e che ha un passaporto messicano, perciò durante un colloquio lo droga e lo fa sparire gettandolo dal treno in marcia, ferendolo non gravemente.

Carl scopre in seguito che Scarff è ricercato in quel paese per un assassino politico, quindi lo rintraccia per recuperare il suo passaporto scambiato. Forunosamente arriva in Messico ma viene catturato dalla polizia locale che lo crede Scarff, di conseguenza è costretto a svelare la sua vera identità.
Il suo piano sembra fattibile fino a quando non è costretto a prendersi cura del cane di Scarff, e perchè il capo della polizia locale ed un ispettore di Scotland Yard si alleano per impedirgli di aver accesso ai fondi e, per farlo tornare negli Stati Uniti ad affrontare la giustizia, tentano di intrappolato a Katrina, una cittadina di confine messicana.

Il misantropo Schaffner senza un soldo è bloccato col cane al confine: il suo conto è congelato, non sa dove andare. Seguito da Dolores si rifugia nel deserto ove tenta di abbandonarla, ma lei gli salva la vita.
Per la prima volta Carl si è affezionato a qualcuno, poiché la polizia ha catturato il cane, è indotto ad attraversare la linea di demarcazione del ponte per liberarlo, ma viene ucciso accidentalmente nel tentativo di fuggire.

Immagine


Considerazioni

Nel film vediamo il ritratto straziante di un uomo che viene progressivamente spogliato prima di ciò che in precedenza apprezzava, e poi di tutto. L'ironia è che la scoperta della sua stessa umanità gli è costata la vita.

Note

La fuga di Schaffner verso il Messico inizia quando alla la Penn Station di New York sale in un vagone letto "Penn Texas" di un treno notturno della Pennsylvania Railroad; il convoglio è diretto a sud lungo il corridoio nord-est ( NEC ), per poi proseguire fino a El Paso al confine con il Messico.

La locomotiva elettrica è la famosa class GG1 che vediamo percorrere il North River Tunnel, sottopassare il fiume Hudson tra Midtown Manhattan e North Bergen, New Jersey.

Immagine

Poi nella tratta non elettrificata compare il "Texas Eagle" trainato da una locomotiva diesel E8 della "Texas and Pacific Railway".

Immagine

Il corridoio nord-est ( NEC ) è l'asse ferrviario elettrificato dell'immensa megalopoli nord-orientale degli Stati Uniti che collega Boston, Providence, New Haven, New York City, Filadelfia, Wilmington, Baltimora, Washington DC. Le linee dirette verso Harrisburg, in Pennsylvania, Springfield, nel Massachusetts e la Virginia non sono considerate facenti parte del corridoio.

Il suo percorso, parallelo all'Interstate 95 per la maggior parte della sua lunghezza, è la linea ferroviaria per passeggeri più trafficata degli Stati Uniti, sia per numero di passeggeri che per frequenza di corse: sul NEC transitano più di 2.200 treni al giorno.

Immagine

Locations

Londra, New York e l' Andalusía (Spagna), spacciata per il Texas.
Infatti tutti gli esterni sono stati girati nel sud della Spagna, lungo la linea a scartamento largo che congiunge Siviglia a Cordoba.

Immagine

Il ponte internazionale tra USA e Messico su cui si svolge il finale è in realtà il Puente de hierro sul Guadalquivir, inaugurato nel 1929 e lungo circa 300m.

Errori da considerare madornali

Schaffner lascia New York su un treno della Pennsylvania Railroad trainato da una locomotiva elettrica GG-1, ma il suo suono è quello di un horn ( clacson a tromba per le diesel), mentre il GG1 aveva un suono tipo fischio.

Una seconda ripresa mostra ancora un GG-1, le successive presentano il treno oltre il territorio elettrificato trainato da una diesel E8 ma, appena dopo 12 minuti, compare nuovamente un GG-1.

Per scoprire la destinazione di Paul Scarff, Carl si impadronisce del il suo biglietto ferroviario che risulta essere stato emesso dalla New York Central però, viagggiando su un treno della Pennsylvania RR, avrebbe dovuto avere quello della PRR e non uno della NYC.


Locomotiva

La locomotiva GG1 della Pennsylvania Railroad è una delle più iconiche locomotive elettriche di tutti i tempi.
Rimasta in servizio per quasi 50 anni, fu concepita dalla PRR per l'utilizzo nel nord-est degli Stati Uniti, in base alla necessità di avere un mezzo elettrico bidirezionale che potesse trainare dalle 12 alle 14 carrozze.
Fu progettata dalla General Electric secondo le direttive tecniche di Donald R. Dohner, e la sua caratteristica carrozzeria venne perfezionata da Raymond Loewy, il rinomato designer industriale ritratto in questa foto.

Immagine

La potenza era di 4620 CV, la tensione 11.000 Volt, 25 Cicli (H) AC
Il suo design meccanico era basato in gran parte su quello della EP3 "New Haven". Il rodiggio: 4-6-0+0-6-4 o UIC (2′Co)(Co2′), la lunghezza (24,23 m)
La costruzione dell'allestimento elettrico fu affidata alla "General Electric" ed alla "Westinghouse"; la parte meccanica alla “Baldwin Locomotive Works” ed alla sua filiale “Generai Steel Casting Corporation”, il montaggio finale invece venne eseguito dalla "General Electric" per le prime unità, mentre per tutte le altre fu eseguito dalla “Juniata Locomotive Shop” di Altoona, PA.

Tra il 1934 e il 1943 ne furono costruiti 139 esemplari, dal n 4800 al 4938: 15 da General Electric, 124 ad Altoona, PA.
La GG1 entrò in servizio dapprima per la PRR il 28 gennaio 1935, ed in seguito per Penn Central, Conrail, Amtrak, New Jersey Transit. L'ultima corsa avvenne il 29 ottobre 1983 per conto della "New Jersey Transit Rail", il servizio ferroviario suburbano dello Stato del New Jersey.

Queste loco sono state utilizzate principalmente per i treni passeggeri, ma alcune anche per il servizio di trasporto merci, la velocità massima per trasporto paseggeri era di 160 km/h, per il trasporto merci di 145 km/h.

Delle 139 unità costruite, oggi ne sopravvivono solo 16 esemplari presso vari musei, ma nessuno è in ordine di marcia. Alcuni sono stati restaurati superficialmente e possono essere visitati e, probabilmete a causa del costo proibitivo per ricostruire o sostituire i componenti elettrici e per le crepe del telaio, non potranno mai diventare operativi.

Schemi delle principali livree:
- 1935 Verde Brunswick con 5 strisce e caratteri color oro
- 1941 Verde Brunswick con 5 strisce e scritte in oro in caratteri Clarendon Font e con monogramma PRR sui frontali
- 1952 Dieci ricevettero il Tuscan Red con 5 strisce in "Dulux" (un colore oro sintetico) e scritte in caratteri Clarendon Font
- 3 furono dipinte in argento con una banda rossa, con sui lati il monogramma PRR.

Non ho informazioni precise sui motivi che nel 1955 indussero la Pennsylvania RailRoad ad adottare per tre locomotive elettriche tipo GG1 la colorazione argento con fascia rossa, ed il grande monogramma PRR ombreggiato in rosso. Probabilmente, è una mia supposizione, si era alla ricerca di un nuovo schema di verniciatura con colori vivaci.

Immagine

Immagine

Immagine


Pennsylvania RR 4866 - Silver "Senator" o "Congressional"

Immagine

Immagine

In seguito molte ricevette anche altre variopinte livree

Modellismo

Senza dubbio la GG1 è la locomotiva più riprodotta in assoluto, la possiamo trovare in scala N, H0, 0, S, 1 etc.
Tra le varie aziende ricordo:
AHM, Arnold, Atlas, Bachmann, Broadway Limited, K Line, Kato, Lionel, Märklin, Mehano, MTH, Pennline G, Rail King, Rivarossi, Trix, Williams.


AHM H0
Immagine

Arnold n
Immagine

Bachmann H0
Immaginefree photo hosting

Bachmann N
Immagine

Broadway Limited H0
Immagine

Kato N
Immagine

Lionel
Immagine

Mehano H0
Immagine

Märklin H0
Immagine


MTH H0
Immagine

Pennline H0
Immagine


Rivarossi H0
Immagine

Immagine

Trix H0
Immagine

Filmati
HO Scale Broadway Limited Imports Pennsylvania GG1
https://www.youtube.com/watch?v=pXVuV2prvfE

Engines of New Jersey Transit: The GG1
https://www.youtube.com/watch?v=Ex-ga56qZCo


Per ulteriori approfondimenti vedi:
http://www.rivarossi-memory.it/Riva_Loc ... va_GG1.htm


il film in inglese
https://www.youtube.com/watch?v=39oPtcZaGus


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: sabato 8 agosto 2020, 13:44 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3689
Località: Brescia
BROADWAY LIMITED,

Immagine

in italiano: Una gabbia di matti,

Immagine[

è un film americano del 1941 diretto da Gordon Douglas, che si intitola come l'omonimo treno della Pennsylvania Railroad che collegava New York a Chicago.
Il suo genere è la “screwball comedy”, il termine inglese (letteralmente commedia svitata), si riferisce ad un tipo di commedia cinematografica statunitense degli anni trenta e primi anni quaranta.
La storia è poco credibile, la recitazione non mi convince, tuttavia la possibilità di vedere in azione la versione del 1938 del Broadway Limited vale la pena di proseguire la visione.

Per realizzarlo, la PRR offrì la sua piena collaborazione permettendo l'accesso alle sue strutture, alle carrozze, ed alle locomotive a vapore.


Trama

Il regista Ivan Ivanski, per fini pubblicitari vuole costringere la protagonista del suo prossimo film, un'attrice di Broadway in drastico calo di popolarità, ad adottare un bambino. La ragazza non vorrebbe piegarsi alle sue esigenze ma, con la complicità di un ferroviere, Ivanski le trova un bambino che sembra possedere i requisiti necessari, pertanto la diva, obtorto collo, deve adattarsi alla situazione.
Mentre l'attrice è in viaggio da Chicago per New York, il macchinista della locomotiva K4s n.3763 legge sul giornale che un bambino è stato rapito da una banda di gangsters, e sospetta che si tratti proprio di quello adottato dalla diva.

Durante la notte, il bambino si mette a piangere, e poiché nessuno riesce a calmarlo, si ricorre all'aiuto del dott. Harvey, un giovane pediatra che viaggia sullo stesso treno. Questi è un amico d'infanzia ed un ammiratore della diva, rimasto molto sorpreso nell'apprendere che la donna dei suoi sogni è diventata madre. Da qui iniziano una serie di equivoci che scombussolano i protagonisti ma, secondo la tradizione della commedia “screwball” americana del tempo, tutto si risolve nel migliore dei modi. Il bimbo sta benissimo, non è stato rapito e ritrova i suoi legittimi genitori. Il dottore sposerà la diva, il macchinista la sua cameriera, ed anche Ivan Ivanski è soddisfatto, perché la sua trovata pubblicitaria ha dato i risultati che sperava.


Location
Penn Station di Chicago, treno Broadway Limited


Errori
Ad un certo punto il fuochista suona la campanella della locomotiva tirando una fune,
ma sulla k4 questa veniva attivata in altro modo.

The Broadway Limited

Il Broadway Limited era un treno passeggeri gestito dalla Pennsylvania Railroad (PRR) che collegava New York a Chicago. Fu attivo dal 1912 al 1995, ed era in diretta concorrenza sulla medesima tratta con il “20th Century Limited” della “ New York Central Railroad”. Sopravvisse alla ristrutturazione della Penn Central (PC) del febbraio 1968, perchè era uno dei pochi treni a lunga percorrenza indispensabili. La PC lo cedette ad Amtrak nel 1971, che lo mantenne attivo fino al 1995.

Curiosamente il nome del treno non si riferiva alla Broadway di Manhattan (New York), bensì alla broadway (via larga) della linea a quattro binari di PRR.

Il 15 giugno 1938, il convoglio ricevette delle carrozze leggere aerodinamiche per sostituire quelle pesanti in acciaio, così il tempo di percorrenza fu ridotto a solo 16 ore.
L'artefice del nuovo design fu Raymond Loewy che per la PRR progettò la GG1 ed anche le locomotive streamlined a vapore S1 , T1 Duplex, ed alcune K4.

Nel 1938 il convoglio era composto dalle seguenti carrozze costruite da Pullman Standard :
City series sleeping car (18 roomettes)
Harbor series sleeper-bar-lounge (2 double bedrooms)
Heavyweight dining car
Imperial series sleeping car (4 compartments, 2 drawing rooms, 4 double bedrooms)
County series sleeping car (13 double bedrooms)
View series sleeper-buffet-lounge-observation (2 master rooms, 1 double bedroom)

La lounge bar comprendeva una stanza per la segreteria, una barberia, un bagno con doccia ed un bar.

Locomotiva

La protagonista principale è la Pennsylvania Railroad K4s 3763, una 4-6-2 rinominata per esigenze cinematografiche n 3768. Fu costruita dalle officine meccaniche “Altoona Works” nel 1920, e radiata alla fine del 1950. A causa della carenatura aggiunta da Loewy venne soprannominata “Torpedo”.

Immagine

Era una delle 425 K4s Pacific utilizzate per trainare i migliori treni passeggeri, operava sulle linee della parte nord-orientale della Pennsylvania Railroad come la Broadway Limited.

Immagine

Alla 3768, dotata di un tender più capiente e dei dei moderni accessori installati sulle K4 (escluse le valvole poppet), venne aggiunta nel 1936 la carenatura poi rimossa per problemi di manutenzione.

Immagine


PRR K-4s Engine #3768
https://www.youtube.com/watch?v=siJyXNbwYu0

E' apparsa in alcuni film hollywoodiani come:

Broadway Limited del 1941, - https://www.youtube.com/watch?v=Yf4tEbnyxCA
The Great Flamarion del 1945, - https://www.youtube.com/watch?v=LC4mHhqAad4
The Narrow Margin, del 1952
Spy Train del 1943
Special Agent del 1949 - https://www.youtube.com/watch?v=JQQRoE7 ... bY155Ig651
e nel cartoon di Braccio di ferro intitolato Onion Pacific

Co protagonista è la Pennsylvania No.1223, una D16 sb4-4-0 costruita nel 1905 dalla Altoona Works, l'unica sopravvissuta della sua classe. Dapprima utilizzata per il servizio passeggeri, venne sostituita dalle E6 Atlantics e dalle k4 Pacifics, poi ricevette ruote motrici più piccole e venne adibita al servizio merci locale. Ora è in esposizione statica al “Railroad Museum of Pennsylvania”.

Immagine

Immagine


Modellismo

Le PRR K-4s sono state riprodotte da numerose aziende in scala N-H0-S, tra queste

Bachmann N e H0

Immagine

Broadway Limited Imports

Immagine

Immagine

MTH

Immagine

Key

Immagine

Lionel in S, già comparsa nel film The Adventure of the Eccentric Engineer in modello
pre World War II

Immagine

Immagine

Immagine

Precision Scale H0

Immagine

Weaver in 0

Immagine

Williams in 0

Immagine


Qui vedete un riassunto della parte prettamente ferroviaria, preceduto da uno spot commerciale di LIONEL.

https://www.youtube.com/watch?v=6SwBlDsb7-w


film completo in inglese

https://www.youtube.com/watch?v=bWOU-4Ij7v4


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: venerdì 14 agosto 2020, 14:59 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3689
Località: Brescia
Number 17

Numero diciassette (Number Seventeen) è un film del 1932 diretto da Alfred Hitchcock.
Il soggetto è tratto da una pièce di J. Jefferson Farjeon, già mostrata in un film muto tedesco del 1928 di Geza Bolvary,

Immagine

Sir Alfred Hitchcock non avrebbe voluto girare Number 17, da lui definito “un'immagine terribile, un melodramma molto cheap”, però gli venne imposto dal capo della British International Pictures John Maxwell.
Fu un flop finanziario, tuttavia è divertente anche se frenetico, soprattutto interessante per noi perchè per la prima volta gli vediamo usare dei modellini degli anni '30, un prodromo di quello che avverrà con “La signora scompare (The Lady Vanishes)” del 1938.

Il film si articola in due parti distinte:
La prima parte ha un'impostazione prettamente teatrale, da commedia, e si svolge tutta all'interno di una casa abbandonata. I personaggi vanno e vengono in un susseguirsi di strani incidenti e scambi di persona.

La seconda parte è girata all'esterno ed è un inseguimento fra treno ed autobus. Hitchcock, grande appassionato di giocattoli e modellini, ci racconta la storia come farebbe un bambino che gioca coi trenini; dovete ammettere, con riferimento al 1932, che li utilizza abbastanza bene nelle varie sequenze movimentate di autobus e treni

Immagine


Trama molto lunga tratta da Wikipedia, la trascrivo tutta perchè il film è in inglese in bassa definizione.

Londra. Di sera. Il vento scuote i rami di un albero e le foglie secche rotolano sul selciato. Un uomo insegue il suo cappello e si ferma davanti ad una villa che porta un'insegna "da vendere o da affittare". È un detective in incognito, Gilbert Barton, e sta cercando una banda di ladri che ha rubato una preziosa collana.

Entra nella villa disabitata, numero civico diciassette. La porta non è chiusa a chiave. Nell'atrio sui muri sgretolati si proiettano ombre paurose che guizzano su per le scale. Il detective inizia a salire i gradini: ragnatele, vetri rotti. Più in alto appare un tale con una candela in mano.
È pieno di spavento: vede l'ombra di una mano e poi la mano sporgente dalla ringhiera delle scale, poi un corpo inerte. Grida e si scontra con Gilbert. Gilbert è sospettoso ma lui si dichiara innocente: non ha ucciso l'uomo, è senza casa e cercava un posto per dormire.

Gilbert ispeziona le tasche del "barbone": un fazzoletto, dello spago, una salsiccia mordicchiata, la fotografia commovente della figlioletta morta, una mezza sigaretta. Il barbone, Ben Bolt, perquisisce a sua volta il presunto cadavere: gli trova addosso un paio di manette e una pistola.
Qualcuno striscia sul tetto, il solaio cede e un corpo cade nel vano delle scale. È una donna, Rose Ackroyd. Dichiara di stare cercando suo padre.

Racconta che, non riuscendo a entrare al numero sedici, la residenza del padre, perché la porta era chiusa a chiave, è entrata dalla finestra. La stanza era vuota e sul davanzale ha trovato un telegramma dal testo misterioso: "Rintracciata collana. Sheldrake fuggirà stanotte. Sorvegliare numero diciassette. Arriverà più tardi Barton."

Suona la mezzanotte e il cadavere è sparito. Un uomo, Brant, e una donna, Nora, si introducono nella casa col pretesto di visitarla: sostengono di essere mandati dall'agenzia, malgrado l'orario assolutamente inconsueto. Si infila nel varco della porta anche una terza persona, un sedicente nipote della coppia, Doyle. In realtà sono i ladri della banda.

Alle domande insospettite di Gilbert e di Ben, uno dei ladri, Brant, estrae una pistola e Ben, buffone maldestro, reagisce con quella sottratta al "morto" e spara accidentalmente. Ferisce leggermente Gilbert al polso. Lo fascia con premura la bella sordomuta. Il ladro, Brant, intanto minaccia Rose e Gilbert. Li perquisisce e trova il telegramma.

Ben è cacciato e rinchiuso nella stanza da bagno. Nel bagno però non è solo: mani misteriose gli torcono il collo e, ritenendolo svenuto, si allontanano. Ma Ben osserva di sottecchi. Lo sconosciuto dalle mani assassine, con cappello e baffi, è Sheldrake. Si inerpica verso il serbatoio dell'acqua dello sciacquone e da lì trae la collana di diamanti, e se la infila in tasca. Ma non ha considerato la presenza dell'astuto Ben, che tutti erroneamente definiscono "idiota".

Senza che lo sconosciuto se ne accorga la collana passa dalla sua tasca nelle mani del barbone.
Sul pianerottolo dove stanno gli altri, sopraggiunge un tale con la faccia insanguinata. I ladri lo scambiano per l'atteso Sheldrake. Egli sta al gioco, lega alla ringhiera Rose e Gilbert, convince gli altri tre a seguirlo e poi li chiude a chiave in una stanza accanto. Rose ha riconosciuto suo padre, il finto cadavere, un poliziotto sulle tracce della banda. Cerca di slegare la figlia e Gilbert, non ci riesce, e per avere un aiuto, va da Ben, che è ancora rinchiuso nel bagno.

Ma il vero Sheldrake è in agguato dietro la porta, prende a pugni il poliziotto, lo mette a terra e rinchiude lui questa volta in bagno con Ben. Libera poi gli altri tre, lega di nuovo e più saldamente alla ringhiera Rose e Gilbert. Sheldrake e i ladri abbandonano la casa, che è sopra la ferrovia, e dalla cantina raggiungono un treno merci destinato ad imbarcarsi sul traghetto diretto in Germania. Li segue riluttante la sordomuta.
Rose e Gilbert, legati alla ringhiera, forzano le corde ma la ringhiera malferma cede, facendoli precipitare nel vuoto. Restano appesi ad un troncone e sono inaspettatamente salvati dalla finta sordomuta, ritornata indietro per soccorrerli.

Rose resta col padre, bisognoso di cure dopo la scazzottata. Ben e Gilbert scendono nella cantina e tentano di salire sul treno per inseguire i ladri. Ben ci riesce, Gilbert non ce la fa. Non si arrende però: prima telefona alla polizia da una cabina pubblica e poi ferma un autobus. Minaccia l'autista con la pistola e si fa accompagnare al porto, trascinando nella corsa spericolata gli ignari e spaventati passeggeri.

I fuorilegge si sospettano a vicenda: chi di loro è Barton, il detective travestito? Dov'è finita la collana? Sheldrake e Brant inseguono Doyle pensando sia in possesso della collana, lui si nasconde e ritorna dal barbone e da Nora, ritenendo sia lei invece ad averli giocati, e per impedirle di fuggire le mette le manette. Intanto Sheldrake e Brant sono individuati dal macchinista e per evitare che avvisi le forze dell'ordine, Brant gli spara e lo uccide. Il treno senza conducente procede correndo all'impazzata e va a schiantarsi contro il traghetto che lo attende al porto.

Sopravvivono i tre nel vagone merci affondato in mare. Gilbert, arrivato fortunosamente con l'autobus sequestrato, si getta in acqua per salvare Nora, che ha i polsi ancora chiusi nelle manette.
Ben, Nora, Gilbert e Doyle si ritrovano nella cabina del custode. Doyle è arrestato, Gilbert e Nora si invitano a colazione, Ben scosta la coperta di lana in cui è avvolto e mostra il suo dono di nozze: il bramato collier, ben sicuro al suo collo e per sempre sottratto all'avidità dei maldestri ladri.

Locomotiva

La protagonista è la LNER (London North Eastern Railway) n. 2547, "Doncaster", una classe A1 costruita il 30 agosto1924 nelle officine Doncaster Works.

Immagine

Immagine


Quando LNER venne assorbita dalle British Railways, nel gennaio 1948 la sua matricola fu cambiata in 60048, poi fu radiata l'8 aprile 1963.

Immagine


La storia delle A1-A3 è già stata ampiamente trattata nel commento del film “Il club dei 39”

Errori

Innanzitutto far trainare dalla A1, progettata per il servizio passeggeri sulle main lines, dei carri merci è un vero e proprio sacrilegio.
Incredibile!
La "Doncaster" normalmente era utilizzata per rimorchiare il blasonato Flying Scotsman Express da Londra (King Cross) ad Edimburgo (Waverley), non dei plebei Waggons!.

Certamente ad Hitchcock, che amava e conosceva i treni, la faccenda era ben nota. Chissà per quale motivo ha commesso questo svarione?

Immagine

Quando il modellino del treno si avvicina al traghetto ha 8 carri, però quando Doyle viene inseguito lungo convoglio ne appaiono molti più di otto, almeno cinque dietro il “Brake van” centrale (dove ci sono Ben e Nora) ed almeno cinque davanti.



Modellismo

La Doncaster è stata riprodotta in scala 00 da Hornby

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Reviewing the A1 Doncaster Loco from Hornby
https://www.youtube.com/watch?v=sHeM15veHYs

Alcuni carri che appaiono nel film Reviewing the A1 Doncaster Loco from Hornby
Il Brake van

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Il film in inglese purtroppo è in pessima definizione

https://www.youtube.com/watch?v=oXw83DMEj4s#


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: giovedì 20 agosto 2020, 16:41 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3689
Località: Brescia
Cairo Station

Immagine

Cairo Station - La Stazione del Cairo, chiamata anche “The Iron Gate”, ( in arabo: باب الحديد - Bab al-Hadid ), è un film drammatico egiziano del 1958 diretto da Youssef Chahine.

Trama

Il giornalaio Madbouli incontra il vagabondo Qinawi, un giovane senzatetto zoppo ed introverso; per pietà gli offre un lavoro nella sua edicola alla stazione ferroviaria del Cairo. Le donne, anche se ha pochi problemi di deambulazione, lo evitano a causa del suo handicap.
Dopo l'assunzione, Madbouli si rende conto dell' attrazione patologica di Qinawi nei confronti delle donne, ampiamente dimostrata da psicopatici ritagli di giornale e dal suo desiderio morboso di condurre una vita normale dopo ennesimi rifiuti.

Costui ben presto dà sfogo alle sue ossessioni erotiche innamorandosi di Hannuma, una bella venditrice abusiva di bibite, ma lei è fidanzata con Abu Siri, un facchino che sta cercando di organizzare i suoi colleghi in un sindacato per migliorare le loro condizioni di lavoro.

Qinawi vedendo rifiutata la sua proposta di matrimonio impazzisce e, inspirato da un caso femminicidio irrisolto, medita di ucciderla con un coltello. Quando dei poliziotti cercano di arrestarla con altre donne che vendono illegalmente bevande, lei chiede a Qinawi di nascondere il suo secchio colmo di bibite, perchè potrebbe incriminarla. Lui acconsente e cerca di attirarla in un magazzino per riconsegnarlelo, ma lei chiede ad un'amica di recuperarlo in sua vece.

Nel buio, Qinawi non nota la sostituzione, accoltella ripetutamente l'altra donna, poi ne nasconde il corpo in un baule che presumibilmente contiene il corredo nunziale di Hannuma. In seguito convince Abu Siri a caricarlo su un treno, ma l'amica non è morta e viene ritrovata. I facchini che rischiano di perdere il lavoro a causa del sindacato, in un primo momento incolpano Abu Siri, poi però la vittima identifica il suo vero assalitore.

Nel frattempo, ignorando di essere scampata alla morte, Hannuma va a riprendere il suo secchio. Qinawi la insegue lungo il cantiere ferroviario e la cattura, minacciandola col coltello per tenere a bada la folla accorsa.

Madbouli, il proprietario dell'edicola, interviene in sua difesa promettendo a Qinawi che gli sarà permesso di sposare Hannuma, e lo convince ad indossare il suo abito nunziale. Lui acconsente, poi si rende conto di aver indossato una camicia di forza, lotta per liberarsi, ma viene portato via.

Considerazioni

Alla stazione centrale del Cairo si intersecano ogni giorno le vite di migliaia di persone. Alcuni sono soltanto di passaggio, altri invece vivono lì abbandonati a sé stessi. Nonostante lo squallore della loro esistenza, questi individui senza identità riescono a dare un senso alla propria vita, mentre la società che li circonda sembra perdere gradualmente qualsiasi traccia d'umanità.

Il regista Youssef Chahine, col suo dramma populista, ritrae un Egitto sospeso tra tradizione, modernità, tabù e frustrazioni sessuali. Mescola una vasta gamma di personaggi proponendo, per quei tempi, delle audaci critiche sociali che tuttora indignano i religiosi benpensanti e tradizionalisti.

Questo thriller hitchcockiano alla "Psycho" mostra l'ossessione sessuale senza speranza di Kanaoui, che vediamo ritagliare le foto di donne poco vestite dalle riviste che dovrebbe vendere. Tuttavia il regista Chahine (che interpreta Qinawi) non ci lascia mai perdere di vista l'umanità del suo personaggio che , pur essendo zoppo, un po' ritardato, ossessionato e crudelmente manipolato da Hanuma, secondo voi merita davvero di essere trattato così male?


Location

Stazione di Ramses, la principale del Il Cairo.
Nel nel suo piazzale c'era la statua del faraone Ramses II che il 25 agosto 2006 è stato trasferita a Memphis, a 19 km a sud del Cairo, nella zona di Giza.


Immagine

Immagine

Immagine

Quella originale è stata costruita nel 1856 come terminale del primo collegamento ferroviario dal Cairo (in arabo: القاهرة‎, al-Qāhira) ad Alessandria (in arabo: الأسكندرية‎, al-Iskandariyya). La tratta di 207,9 km è oggi percorribile in circa 4h e 40 minuti.

La cartina ferroviaria del basso Egitto.

Immagine


L'attuale edificio fu eretto nel 1892 e aggiornato nel 1955.

Immagine

Dal gennaio 2001 al 2011 è stata rimodernata con importanti ristrutturazioni.

Immagine

La stazione ferroviaria di Ramses accoglie giornalmente circa 300.000 passeggeri in arrivo e in partenza distribuiti su 130 treni.


Incendio nella stazione di Ramses
https://www.youtube.com/watch?v=ajveRKRtTSE


Locomotive

La protagonista principale è la Henschel KK16, una locomotiva diesel elettrica a sei assi, che l'azienda tedesca nel 1957 fornì alle Ferrovie egiziane (ENR).

Immagine

Immagine

Le 13 KK16 furono allestite su licenza della US General Motors Electro-Motive Division (GM-EMD). Come caratteristica avevano le due estremità a forma di "Bulldog Nose", come le EMD E-Series , ed appartienevano alla famiglia EMD F7 , come pure la Victorian Railways Classe B 60 e la NoHAB AA16 .

Con i loro due motori diesel a otto cilindri ciascuno, con una potenza di 670 kW, le KK16 erano destinate al traino di pesanti convogli passeggeri per Alessandria e per Porto Said.
Però furono utilizzate anche per di treni minerali nella Valle del Nilo.

Con i fari disposti uno sopra l'altro, i frontali ricordano molto le loro progenitrici americane.
I finestrini anteriori erano dotati di grate per proteggerle dalla caduta di eventuali massi. Le 13 KK16 Henschel, numerate in fabbrica da 29532 a 29544, in Egitto furono immatricolate da 3101 a 3113.

Immagine

Immagine

Le locomotive erano dipinte di verde, con due strisce decorative parallele rosse e bianche che formavano una V sui frontali.

Immagine

Immagine

Nel film compaiono fugacemente alcune vaporiere 2 8 0 Henschel, Vulcan Foundry e WD

Immagine

Modellismo

Ovviamente nessuna azienda ha prodotto le KK16, tuttavia ho scovato nel WEB
questo modello che reputo artigianale.

Immagine

Immagine

Solo le scene prettamente ferroviarie
https://www.youtube.com/watch?v=8ffaSGuJrM8

Il film in arabo, per fortuna sottotitolato in inglese

https://www.youtube.com/watch?v=JYAG_Gi ... dP&index=2


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: venerdì 28 agosto 2020, 18:12 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3689
Località: Brescia
Poppoya il ferroviere
(nelle varie lingue: 鉄 道 員, “Poppoya / Tetsudōin”, "Railwayman"etc.) è un film giapponese del 1999 diretto da Yasuo Furuhata, tratto dall'omonimo racconto “Tetsudou In – 鉄道員,ラブ”dello scrittore giapponese Jiro Asada pubblicato dall' editore Kodansha

Immagine

Curiosamente il significato di “Poppoya” è una onomatopea che ricorda il fischio di un treno che passa.

Il film, di genere drammatico psicologico, narra la storia del ferroviere Otomatsu Sato che ha dedicato la sua vita alla ferrovia. Nonostante la perdita di sua moglie e di sua figlia, è sempre rimasto ritto sul marciapiede per segnalare la partenza o l'arrivo dei treni. È il capostazione di una linea locale di Hokkaidō, una delle otto regioni del Giappone situata a nord di Honshū, l'isola principale dell'arcipelago nipponico. Questa è la più settentrionale delle quattro isole maggiori che compongono l'arcipelago giapponese ed anche la meno urbanizzata.

Immagine

La linea ferroviaria sta per essere abbandonata, e lui sta per andare in pensione. Un giorno, mentre sta spazzando come al solito la neve dal marciapiede della sua stazioncina costantemente innevata, una graziosa bambina lo raggiunge e, dopo una breve conversazione, se ne va. Otomatsu la saluta con una certa malinconia; questo incontro è l'inizio di una vicenda che lo porterà a riflettere sui fatti veramente importanti della sua triste vita.

Trama

Otomatsu Sato è un ferroviere che inizia la sua carriera come macchinista, e che col tempo diventa il gestore di una piccola stazione di uno sperduto villaggio minerario dal nome fittizio di Horomai, sito in un angolo remoto dell'isola Hokkaido. La linea ferroviaria un tempo prospera veniva utilizzata principalmente per il trasporto di carbone ma, in seguito alla chiusara della miniera, il traffico si è enormemente ridotto. Ora per sevire i pochi abitanti è rimasta solo una vecchia automotrce Kiha 40, perciò ne è prevista la chiusura per carenza di utenti.

Mentre si trova sulla banchina sferzata dai venti invernali con la bandiera rossa in mano, è ossessionato dai ricordi e si rende conto di come i suoi atteggiamenti maniacali di lavoro lo abbiano derubato della vita personale.
Diciassette anni prima sua figlia morì a causa di una malattia, e sua moglie la seguì poco dopo. Ora, rimasto sempre solo, è molto amato e rispettato dai colleghi, però si rifiuta di pianificare il suo futuro, ma pensa al passato.

Sostenuto emotivamente dal collega ed amico Senji Sugiura e da Mune Kato il proprietario un resort hotel che gli offre un lavoro, è emotivamente incapace di separarsi dalla sua carriera di ferroviere. Ha sempre ritienuto il proprio lavoro al di sopra dei fatti personali, anche col rischio di sembrare talvolta completamente anaffettivo,

Tuttavia la sua vita cambia in modo imprevisto quando incontra una misteriosa ragazza con la passione per i treni, stranamente somigliante alla figlia morta

Sono interessanti le scene del token
Il funzionamento di una linea bidirezionale a binario unico presenta evidenti pericoli, il più grave dei quali è la possibilità che due treni si scontrino da direzioni opposte. Il metodo più semplice per controllare una tale linea è quello di avere un solo treno operativo, sulla base del fatto che un singolo treno non può entrare in collisione con se stesso.

Un tale sistema è utilizzato su alcuni rami delle reti ferroviarie e sulle ferrovie storiche. Il principale svantaggio è che limita il numero di movimenti del treno che possono essere effettuati. Per un complesso ferroviario più grande, diventa eccezionalmente limitante per il livello di operazioni che consente, con l'aumento del rischio di errori che possono portare ad una collisione.

Si fa invece affidamento non sull'impiego di un solo treno, ma sulla disponibilità di un unico oggetto fisico per il tratto a binario unico, e sul fatto che un macchinista possa entrare nel tratto a linea unica solo se in possesso fisico di tale oggetto. Tale oggetto è noto come token ed è contrassegnato per indicare a quale sezione della singola traccia appartiene.


Cosiderazioni

Il film è molto interessante, spesso bello da guardare, con una combinazione di colori caldi per le sequenze moderne che si alternano a toni tenui per i flashback.

Per me è un gioiello dell'anima, un inno “dickensiano ” all'amore coniugale, familiare, genitoriale, a quello per il prossimo e all'amicizia. Il tutto viene mostrato nel bellissimo scenario delle quattro stagioni intorno alla stazione Ikutora, sulla linea principale di Nemuro, ora abbandonata.

Notevole è anche l'enfatizzazione, tutta giapponese, dei sentimenti della sacralità, dell'onore, e del dovere che costituiscono l'obbiettivo principale della vita di ogni individuo.

Locations

La stazione di Horomai è in realtà quella di Ikutora, situata sulla linea principale di Nemuro Hokkaido. E' stata modificata per le riprese perchè non è una stazione terminale, bensì una intermedia, inoltre è stato installato un semaforo ad ala per simulare la fermata.

Immagine

Locomotive

La protagonista è l'automotrice diesel KiHa 40-764 DMU, ricostruita per esigenze cinematografiche in singola unità KiHa 12 23 che ora si trova preservata, ma sezionata, nella stazione di Ikutora.

Immagine

Immagine

La serie KiHa 40 ( キ ハ 40 系 , Kiha-yonjū-kei ) è costituita da un convoglio diesel multiple unit (DMU), introdotto dalle ferrovie nazionali giapponesi (JNR) nel 1977, e gestito da tutte le società del gruppo Japan Railways per i servizi suburbani e rurali in Giappone.

Immagine

Immagine

Poi vediamo due bellissime vaporiere:
la D51 498, e la C11 227

La Classe D51 ( D51 形 ) è una locomotiva a vapore 2-8-2 costruita dalle Ferrovie governative giapponesi (JGR), dalle Ferrovie nazionali giapponesi (JNR) e dalla Kawasaki Heavy Industries Rolling Stock Company, Kisha Seizo, Hitachi, Nippon Sharyo, Mitsubishi e Mitsubishi Heavy Industries. Dal 1936 al 1951 ne furono allestite 1115 unità, le più numerose di ogni singola classe giapponese.

Le D51, soprannominate Namekuji-gata (" forma di lumaca ") per via del loro aspetto, furono progettate da Hideo Shima, il design era basato sulle precedenti D50 introdotte nel 1923. La produzione in tempo di guerra, per carenza di materia prima, utilizzò il legno in sostituzione di parti in acciaio come pedane, deflettori fumi e carboniere.

Tra il 1947 e il 1949 33 furono ricostruite come classe C61 4-6-4 (Hudson).
Tra il 1960 e il 1961 6 furono riconvertite in classe D61 2-8-4 (Berkshire).

Nel 1945 30 furono lasciate a Sakhalin quando fu occupata dall'Unione Sovietica
Dal 1936 al 1944 32 furono spedite a Taiwan.
Nel 1950 Mitsubishi ne costruì due per le ferrovie nazionali coreane, ma con scartamento tradizionale.

In Giappone, negli anni '60, vennero utilizzate principalmente nel servizio di trasporto merci.

La D51 498 del film fu costruita nel 1940 a Takatori (高取町), una cittadina giapponese della prefettura di Nara, dalla JGR l'azienda statale di trasporto ferroviario operante in Giappone per conto del Governo tra il 1872 ed il 1949.

Immagine

Immagine

Immagine

La Classe C11 ( C11 形 ) è una locomotiva a vapore 2-6-4T costruita per le ferrovie governative giapponesi JGR dal 1932 al 1947 in 381 esemplari, successivamente utilizzate e rammodernate dalle ferrovie nazionali giapponesi JNR. E era basata sul precedente tipo 2-6-4T Classe C10 costruito nel 1930.

Attualmente ne sono conservati 5 esemlpari funzionanti
perativo
C11 171 : Operato da JR Hokkaido e con sede a Asahikawa Depot
C11 190 : Operato da Oigawa ferroviaria in Prefettura di Shizuoka
C11 207 : Operato da JR Hokkaido e con sede a Asahikawa Depot
C11 227 : Operato da Oigawa ferroviaria in Prefettura di Shizuoka. Attualmente travestita da “Thomas the Tank Engine”
C11 325 : Operato da Mooka ferroviaria in Prefettura di Tochigi

Immagine

modellismo

Kato, Microace, Real Line, Tenshodo, Yaemon design hanno riprodotto per anni, in numerose varianti le D 51 sia in scala N che scala H0 (1/80)

Vedi schema
https://translate.google.com/translate? ... /index.htm

Kato

Immagine

Immagine

Immagine

Tenshodo

Immagine


Le C 11 di kato, Tomix, Aster, Tenshodo

kato

Immagine

Immagine

Immagine

Tenshodo

Immagine

Tomix

Immagine

Aster

Immagine

Immagine

KiHa 40 Tomix

Immagine

Immagine


Alcuni filmati

Build the D51 Steam Locomotive - ModelSpace De Agostini
https://www.youtube.com/watch?v=PEnmZ3Ebr4s

Favoloso plastico giapponese in scala
Kato D51 498
https://www.youtube.com/watch?v=E4NjhLzM2OM
https://www.youtube.com/watch?v=7mKlQQifgPQ
https://www.youtube.com/watch?v=8uqO0cwHeqI

Kato C62
https://www.youtube.com/watch?v=RtRHwCIq97w

Kato trazione multipla
https://www.youtube.com/watch?v=sie3-X4gbyY

KATO C59
https://www.youtube.com/watch?v=YhybbsyvMpE

Tomix plastico C61
https://www.youtube.com/watch?v=4sp5O5cht_E

TOMIX C57-180
https://www.youtube.com/watch?v=IXQ_Xxr3zCw

C62
https://www.youtube.com/watch?v=cukSiLHS9xw

Steam locomotive 2-8-2 (JNR Class D51) loud whistle sounds
https://www.youtube.com/watch?v=WxfWNDUO2A0

Japanese steam locomotive whistle Collection
https://www.youtube.com/watch?v=WISe8mbNn8Y

Aster JNR D51 498 on test
https://www.youtube.com/watch?v=g-j3GihTYeo

Kato 2016-1 JNR D51-498 Steam Locomotive N
https://www.youtube.com/watch?v=yv9-8l3Tm2g

D51 498+EF64
https://www.youtube.com/watch?v=hD6L1kZqThM

D51-498
https://www.youtube.com/watch?v=2y6KjLbzRFA

D51-498
https://www.youtube.com/watch?v=uv5_4lC1bTk

KATO N Gauge
https://www.youtube.com/watch?v=E4NjhLzM2OM with ESU Micro sound decoder

https://www.youtube.com/watch?v=o6tgLsCJ2a4


Il film purtroppo è solo in giapponese senza sottotitoli

Nel lontano 1971 mi iscrissi ad un corso di apprendimento della lingua giapponese per italiani tenuto da Radio Giappone, ciò rappresentava un importante legame culturale tra i due paesi, ed era seguito dagli italofoni di tutto il mondo, purtroppo è stato sospeso dal 2007.
Da allora è passato molto tempo, non mi sono più tenuto in esercizio, pertando devo ammettere che non riesco a comprendere buona parte dei dialoghi del film.

il film

https://www.youtube.com/watch?v=oG2zyiFwpoY#


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: giovedì 3 settembre 2020, 10:59 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3689
Località: Brescia
Pomodori verdi fritti alla fermata del treno (Fried Green Tomatoes)

Immagine

è un film drammatico del 1991, diretto da Jon Avnet e basato sul romanzo del 1987 di Fannie Flag “Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop”.
Questa pellicola è ambientata nel Sud degli Stati Uniti, negli anni trenta quando ancora gli afro-americani erano disprezzati, gli uomini trattavano le donne come oggetti, ed i poveri si accalcavano lungo i binari dei treni come avviene tuttora in Asia.

Trama

La trama ruota attorno alla vita di diversi personaggi, quattro donne, quattro storie e due generazioni a confronto, affrontando temi quali l'amicizia e l'amore che costituiscono la terapia per affrontare le insidie della nostra esistenza.

Evelyn Couch e suo marito Ed si recano in una casa di riposo dove alloggia la zia di lui, in attesa che termini la visita, lei si accomoda in un salotto. Qui viene adocchiata da un'anziana ospite della struttura, Ninny, che intavola una conversazione.
Ninny racconta ad Evelyn che viveva a Whistle Stop, e le chiede se c'è mai stata, Evelyn annuisce dato che, recandosi all'ospizio, vi era passata ed aveva notato una linea ferroviaria ormai in disuso.

Ninny inizia così a raccontarle una storia avvenuta molti anni prima, la storia di amicizia e di amore tra due giovani donne anticonformiste, Idgie e Ruth, che gestivano il Whistle Stop Café, e che si erano coraggiosamente ribellate alla prepotenza maschile ed al razzismo dilagante nel sud degli Stati Uniti degli anni trenta.
La narrazione della vecchia degente, le emozioni e gli stati d'animo che trasmette, influiranno sulla vita di Evelyn permettendole di migliorare la propria esistenza.

Dal punto di vista prettamente ferroviario il film è una grande delusione perchè il treno compare solamente nelle scene iniziali, tuttavia si riscatta mostrandoci in aziome la favolosa locomotiva n. 290 dell' “Atlanta e West Point Railroad”

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Questa è una vaporiera classe P-74 (4-6-2) il cui design è basato su quello delle USRA Heavy Pacific, ed è l'unico esemlare sopravvissuto di quel tipo.
Le sue caratteristiche sono:
distribuzione Baker,
lunghezza 22,07 m
peso in ordine di marcia 228,6 t
ruote del carrello anteriore con il diametro di 0.838 m, quelle motrici di 1,880 m
quelle posteriori di 1,092 m.

Fu costruita nel 1926 dalla Lima Locomotive Works, accantonata nel 1954, restaurata nel 1989 e rimessa in esercizio per escursioni nel 1992.

Immagine

Immagine

Immagine

Assomiglia alla classe Ps-4s della Southern Railways; con la gemella n. 190, allestita per la Western Railway dell'Alabama e demolita negli anni '50, la 290 trainò Il Crescent, un treno passeggeri in servizio sulla linea tra New Orleans e Washington D.C, precisamente nella tratta da Atlanta, Georgia, a Montgomery, Alabama.

Immagine


La sua storia travagliata

Nel 1956 i suoi fans fondarono il "290 Club" che riuscì a persuadere l'Atlanta e la West Point Railroad a preservarla piuttosto che a venderla come rottame. Fu quindi donata alla città di Atlanta e messa in mostra in forma statica nel Lakewood Park, ma poi venne rimossa alla fine degli anni '60. La Southern Railway la spostò nel proprio “Inman Yard” per lo stoccaggio, con l'intento di dipingerla di verde per farla assomigliare ad una delle loro famose classi Ps4.

L'A&WP la citò in giudizio per impedire questo scempio. Come parte dell'accordo giudiziario, la proprietà fu trasferita all' “ Atlanta Chapter of the National Railway Historical Society “, ed alla fine fu trasferita nel “Southeastern Railway Museum” di Duluth (GA).
Lo Stato della Georgia l'affittò nel 1986 alla “New Georgia Railroad” una ferrovia per escursioni a vapore con sede ad Atlanta, nel 1992 fu nuovamente accantonata. Attualmente è in fase di restauro cosmetico presso il Southeastern Railway Museum.

La Ps-4 era una classe di locomotive a vapore 4-6-2 costruite per la “Southern Railway”, e per le sue filiali “Alabama Great Southern Railroad”, e “Cincinnati, New Orleans e la Texas Pacific Railway”. Nel 1925 il presidente della Southern Railway Fairfax Harrison, durante un viaggio nel nel Regno Unito, ammirò le locomotive inglesi dipinte di verde delle Sauthern, LNER e GWR. Pertanto tornato in patria, decise di far dipingere in verde Sylvan e caratteri in oro la seconda ordinazione di Ps-4s, allestita dalla ALCO's Richmond Works.

Immagine

Immagine

Location

Il film mostra il paesello di Senoia che dista circa 40 km da Atlanta in direzione Montgomery. Il ponte utilizzato nella scena ferroviaria è ancora attivo, anche se è troppo vecchio per gestire il peso delle auto moderne.

Immagine

La casa utilizzata nel film è all'angolo vicino al ponte, I binari sono ancora presenti, ma quella parte della linea ad est di Senoia ex “Southern Railway”, divenuta “Central of Georgia Railway” è abbandonata.
Però la maggior parte delle riprese sono state effettuate a Juliette Ga; dopo l'enorme successo del film, i set utilizzati per la strada principale della città sono diventati un'attrazione turistica, compreso il "Whistle Stop Cafe" ancor oggi pienamente operativo.

Vedi le recensioni di Tripadvisor
https://www.tripadvisor.it/Restaurant_R ... orgia.html. )


Modellismo

Key Model Imports ha prodotto in ottone la A&WP (AWP) in scala H0

Immagine

Lionel nel 2018 l'ha riprodotta in scala 0, un gioellino equipaggiato col LIONEL LEGACY Control System

Immagine

https://www.lionelsupport.com/media/ser ... Manual.pdf

LEGACY, in modalità TrainMaster Command Control o in modalità convenzionale con un trasformatore standard offre le seguenti prestazioni:
Bluetooth® che funziona con Universal Remote o LionChief® App
Odyssey® lo Speed Control
LEGACY® RailSounds con:
CrewTalk, dialogo e gli annunci TowerCom, ognuno con scenari diversi a seconda che la locomotiva sia in movimento o ferma.
Sei velocità con dialogo CrewTalk
DynaChuff sincronizzato con 32 livelli di intensità man mano che la locomotiva guadagna velocità
LEGACY® controllo "Real-Time Quilling Whistle" e segnali di avviso correttamente programmati
Fischi a singolo colpo o a campana continua
Controllo sequenza, che riproduce gli effetti sonori di un intero viaggio, inclusi suoni di avvertimento ed annunci, in base al movimento e alla velocità della locomotiva,
effetti sonori di caricamento del carbone
Il trasmettitore AR funziona con LCS SensorTrack
Potente motore senza manutenzione con volano momentum
Tether wireless tra locomotiva e base
ElectroCoupler sul retro del tender
Illuminazione direzionale, compresi i fari operativi e la luce di back-up sul retro del tender
Luci di classificazione illuminate sulla parte anteriore della locomotiva
Illuminazione interna della cabina
Corpo della locomotiva in metallo
Alto livello di dettagli metallici applicati separatamente
Piastra del costruttore applicata separatamente
Unità fumo sincronizzata a ventola
Uscita di fumo regolabile
Interno della cabina autenticamente dettagliato
Finestre in vetro della cabina
Figurini di macchinista e fuochista



Chi sa “muovere le manine” può trasformare in Atlanta e West Point n. 290 la simile Rivarossi 1285 Heavy Pacific Southern "Crescent Limited"

Immagine

Immagine


Operazione opposta, come convertire una Tyco/Mantua 4-6-2 in una vera Southern Railways Ps-4

https://model-railroad-hobbyist.com/node/5616

Alcuni filmati

Atlanta & West Point 290 Through The Years
https://www.youtube.com/watch?v=prGZ__Tu0As

A&WP 290 with Central of Georgia whistle
https://www.youtube.com/watch?v=A7I5l5vfYnE

A&WP 290 Steam Excursion (Part 1 of 5)
https://www.youtube.com/watch?v=NsWea3dysuo

A&WP 290 Steam Excursion (Part 2 of 5)
https://www.youtube.com/watch?v=w3cJe3Gjd2k

A&WP 290 Steam Excursion (Part 3 of 5)
https://www.youtube.com/watch?v=3QdvX2OK1bI

A&WP 290 Steam Excursion (Part 4 of 5)
https://www.youtube.com/watch?v=_KzIuN-L8TY

A&WP 290 Steam Excursion (Part 5 of 5
https://www.youtube.com/watch?v=LkRoq8bcIQk

Atlanta and West Point 290 crossing the river
https://www.youtube.com/watch?v=1pDpRAtrE68

290 Atlanta and West Point Steam Train Tribute
https://www.youtube.com/watch?v=10OCG-qDzrU


Il film in inglese

https://www.youtube.com/watch?v=f0FTGR2K-7M


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: giovedì 10 settembre 2020, 10:20 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3689
Località: Brescia
Il treno di Zhou Yu (周渔的火车)

è un film cinese di genere drammatico girato nel 2002, diretto da Sun Zhou, ed interpretato dall'attrice Gong Li.

Immagine

Il titolo si riferisce ad una raccolta di poesie pubblicata dal poeta Chen Qing .

Trama
La storia è ambientata negli anni 70-80 in due città nel nord-ovest rurale della Cina Chongyang (nella provincia di Hubei), e Sanming (nella provincia del Fujian).

Zhou Yu, una restauratrice di ceramiche, fa la spola in treno due volte a settimana tra Sanming e Chongyang, (che distano tra loro alcune centinaia di chilometri), per per fare sesso con Chen Qing, un insegnante e poeta ivi residente.

I due si sono conosciuti ad un ballo a Sanming. Entrambi si innamorarono e lui le dedicò la sua raccolta di poesie, appunto intitolata: Il treno di Zhou Yu
Yu, l'ispiratrice, è una donna volitiva, mentre Cheng Qing è un'anima sensibile. Queste differenze, oltre alla crescente disparità delle loro condizioni di vita, hanno generato una tensione inespressa nella loro relazione, nonostante ognuno ami veramente l'altro.

Durante gli spostamenti Yu fa amicizia con Zhang Qiang, un veterinario che viaggia spesso sui suoi stessi treni. Come Zhou Yu, Zhang Qiang ha una forte personalità ed un temperamento emotivo simile al suo. Lei ne è sedotta, tuttavia la sua attrazione termina quando scopre che lui l'ha spiata durante una delle sue visite a Ching.

In definitiva i tre, individualmente e collettivamente, devono decidere cosa fare della loro vita futura, anche perché Cheng Qing deve prendere un'ulteriore decisione per la sua carriera professionale.

Immagine

Immagine

Immagine


Nel film l'attrice Gong Li interpreta due donne: Zhou Yu e Xiu, che differiscono solo nel taglio dei loro capelli, lungo per Zhou Yu e corto per Xiu. Entrambe sono innamorate di Ching, ed il loro rapporto si chiarisce solamente alla fine del film.

Pochi volti al mondo sanno dominare lo schermo come la cinese Gong Li. A parte la sua bellezza, oggi è l'unica attrice di fama internazionale in grado di esprimere un' ampissima gamma di emozioni. Lei è la Greta Garbo della nostra generazione, l’icona di un oriente sensuale e misterioso. E' conosciuta soprattutto per le sue interpretazioni di drammi storici cinesi quali: Lanterne rosse, La storia di Qiu Ju, Addio mia concubina, e poi di Memorie di una geisha, Lettere di uno sconosciuto, e del nuovissimo Mulan, etcetera...

La pellicola è di difficile comprensione perchè utilizza troppi flashback, tra l'altro non in ordine cronologico, poi è in lingua cinese, (per mia fortuna ne posseggo una copia sottotitolata in inglese). Purtroppo quella proposta da Youtube ne è priva, tuttavia vale la pena di guardarlo per vedere in azione le ferrovie siniche.

Locomotive

Sebbene il film sia del 2002, le protagoniste sono locomotive diesel della classe DF degli anni 70-80. Vi compaiono delle vecchie DF, DF2 e DF4

Il progetto DF era basato su un prototipo costruito nel 1958, lo “Julong”, (sostanzialmente la locomotiva russa TE3), sviluppato con l'assistenza tecnica sovietica. I primi esemplari della classe DF usavano un motore diesel a pistoni contrapposti di 10 cilindri del tipo 10E207, questo era praticamente una copia del 2D100 sovietico, a sua volta copiato dal Fairbanks Morse 38D8 americano.

Come le TE3, le DF furono progettate per essere utilizzate in coppia, schiena contro schiena, ma hanno trascorso la maggior parte della loro vita lavorando da singole, perchè ovunque in Cina erano disponibili le piattaforme rotanti per far girare le locomotive a vapore

La ТE3 (in russo ТЭ3 ) è una locomotiva diesel-elettrica sovietica, costruita in Russia ed Ucraina con uno scartamento di 1520 mm. Era dotata di rodiggio Co'Co'+ Co'Co' a due unità. La potenza totale assomma a 2.940 kW. Fu fabbricata dal 1953 al 1973.

Immagine

Immagine

Le DF e le DF4 furono utilizzate in molte provincie della “PRC”, ma alla fine degli anni '80 i diesel più moderni, come il DF4B , le estromisero dalle tratte principali. Alcune rimasero in servizio fino alla metà degli anni '90, ma pochissime sono riuscite a superare il millennio.

Le DF erano prodotte da diverse fabbriche, tra le quali ricordo:
CRRC Qingdao Sifang
CRRC Ziyang
CRRC Dalian
CRRC Datong

CRRC Corporation Limited (nota come CRRC) è un'azienda statale cinese produttrice di materiale rotabile. È la più grande del mondo in termini di fatturato, ed eclisssa agevolmente le sue principali concorrenti come Alstom e Siemens

La numerosa famiglia della classe DF

- La capostipite è la DF ( cinese : 东风 ), fu introdotta nel 1958 e rimase in produzione fino al 1974. Veniva utilizzata sia per il trasporto passeggeri che per il trasporto merci.

Immagine

- La DF2, copia dell' ALCO RS1s, risale al programma di assistenza tecnica sovietica della fine degli anni '50. Qishuyan ne costruì 140 esemplari tra il 1964 e il 1971, per lo più utilizzati come locomotive di manovra nel sud della Cina.

Immagine

- La DF3 ( cinese : 东风 3) è un modello aggiornato della DF.

- La DF4 (cinese: 东风 4), soprannominata anguria a causa della livrea verde, fu prodotta dal 1969 al 2007 da diverse aziende locali ed utilizzava il motore 16V240ZJ. Fu la locomotiva più comune in Cina, e venne usata per entrambi i servizi.

Immagine

Immagine

- La DF4A si distingue dalla DF4 della prima serie per la presenza di un motore migliorato, il 16V240ZJA. La produzione iniziò nel 1976 (il primo modello fu la DF4-0109) e durò fino al 1984.

- La DF4B, soprannominata anguria o arancia in base alla duplice colorazione, venne utilizzata in questo modo: anguria per il trasporto merci, arancia per i servizi passeggeri.
La DF4B è molto simile alla DF4 standard, differisce per la presenza di un motore migliorato (16V240ZJB). La produzione iniziò a Dalian nel 1984.

Immagine

Immagine

Immagine

- La DF4C, sostituta della DF4B divenne la piu importante locomotiva diesel della Cina, pertanto fu allestita con diversi miglioramenti, incluso il nuovo motore (16240ZJC). La prima DF4C fu approntata nel 1985, la produzione in serie iniziò nel 1989 durò fino alla fine del XX secolo.
La DF4C era disponibile in una combinazione di colori diversa rispetto alle precedenti DF4, ovvero blu scuro e successivamente azzurro e beige. La versione per passeggeri, chiamata informalmente DF4CK, ha un rodiggio A1A-A1A.

Immagine

Immagine

Immagine

- La DF4D, la più recente revisione delle DF4, è stata prodotta dal 1996 con il motore 16V240ZJD. La versione passeggeri aumentò la velocità massima da 145 km / h a170 km / h. La versione cargo era disponibile in una combinazione di colori diversa rispetto alle DF4D precedenti, vale a dire verde (serie 7000) e successivamente azzurro (serie 4000) e giallo.

Immagine

Immagine

Immagine

- La DF4DJ, originariamente DF4D AC, di cui solo 2 sono state costruite, utilizza la tecnologia CA fornita da Siemens. Fu la prima locomotiva diesel cinese a trazione alternata.

- La DF4DD, la versione switcher della DF4, ha le passerelle laterali ed una cabina a tutto corpo simile alle moderne locomotive americane. Era la classe di commuters più potente in Cina fino all'introduzione delle classi HXN3B e HXN5B .

Immagine

Immagine

- La DF4E è una locomotiva a 2 unità, di potenza totale 4.86 MW (2x2.43 MW). Alcune di queste vennero cedute alla Corea del nord

A questo lunghissimo elenco aggiungerei anche la classe ND2 (non presente nel film), costituita da locomotive diesel-elettriche rumene, prodotte da “Electroputere" ed utilizzate per per il trasporto pesante. Sostanzialmte sono un derivato della rumena LDE2100 (060DA). La Cina, per colmare una lacuna della produzione nazionale, ne importò 284 a partire dal 1974.

Immagine

Notate la somiglianza con le elettriche svizzere Ae 6/6?

Modellismo

Le pricipali aziende che producono rotabili cinesi sono: Bachmann China, MTC (Model Train China) e la CMR Line fondata nel luglio 2010

http://www.chinesemodeltrains.com/

- Bachmann China, la più importante, ha fabbricato la DF4B, la DF4 D e la ND2

DF4B

Immagine

DF4 D

Immagine

Immagine

Immagine

ND2

Immagine

Immagine

vedi
https://www.youtube.com/watch?v=1jyEFY9hDM4

- MTC la DF4C

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Qui trovate alcuni modelli della CMR in scala N

Immagineimage upload site

https://www.modellbahnunion.com/CMR-Lin ... er=1273086

Per approfondire
https://translate.google.it/translate?h ... ch&pto=aue



Il film in cinese

Zhou Yu's Train (Zhou Yu de Huo Che) - 2002
https://www.youtube.com/watch?v=3ZDdwaOHaw0


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: giovedì 17 settembre 2020, 14:55 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3689
Località: Brescia
Assalto al treno (The Great Train Robbery)

Immagine

è un cortometraggio americano del 1903, muto, di genere western, scritto, prodotto e diretto da Edwin S. Porter per la Edison Manufacturing Company.

Immagine

Il film si rifà allo spettacolo teatrale omonimo del 1896 di Scott Marble, a sua volta ispirato dalla rapina ad un treno della “Great Northern Railroad” (ora facente parte della “Burlington Northern Railroad”), effettuata il 29 novembre 1982 a Malta (Montana) dalla banda di Robert Leroy Parker, alias “Butch Cassidy”.

Immagine

Malta, 1.997 abitanti, è un comune degli Stati Uniti d'America, capoluogo della contea di Phillips, nello Stato del Montana.
Nel 1892 era poco più di un deposito per la spedizione del bestiame dei ranch locali lungo la Great Northern Railroad.

Alle 3 del mattino l'espresso n. 23, partito da St. Paul (Minnesota ) e diretto ad ovest, fece scalo a Malta per caricare la posta e per rifornirsi d'acqua. Due uomini mascherati salirono su un vagone e, non appena il treno riprese velocità, si infilarono nella locomotiva ordinando al macchinista di fermarsi vicino ad un falò acceso circa un paio di chilometri più avanti. Qui un terzo fuorilegge li aspettava con i cavalli per la fuga. Una volta fermato il treno, i ladri ordinarono ai dipendenti della ferrovia di aprire la cassaforte del vagone postale e rapinarono una misera somma di 63,80 $ di allora.

C'è da sottolineare il fatto che, durante le sette rapine a vari treni effettuate da Butch Cassidy, non venne mai ucciso nessuno perchè costui preferiva intimidire le vittime anzichè eliminarle.
La più famosa rapina al treno perpretata da Butch Cassidy avvenne all'una del mattino del 2 giugno 1899, nei pressi di Wilcox, vicino a Laramie Wyoming.

Alcuni uomini mascherati salirono a bordo del treno passeggeri della Union Pacific l' “Overland Flyer" lo fecero fermare ed ordinarano all'addetto del carro postale di aprire la porta. Al suo rifiuto, il vagone e la cassaforte furono fatti saltare in aria; i malviventi si impadronirono di 30.000 dollari.

Le foto originali dell'esplosione a Wilcox: dei funzionari esaminano i danni al vagone dell'Overland Flyer causati da un'esplosione

Immagine

Immagine

(Vedi il film del 1969 “Butch Cassidy and the Sundance Kid”)

https://www.youtube.com/watch?v=AeATCwk5PTQ
https://www.youtube.com/watch?v=bxWrMczsNho
https://www.youtube.com/watch?v=i9flhhwkTTA

The Great Train Robbery è considerato una pietra miliare della produzione cinematografica perchè utilizza una serie di tecniche non convenzionali, e di effetti speciali pioneristici. Porter, per creare l'illusione del treno in movimento che transita davanti al finestrino dell'ufficio della stazione, e del paesaggio che scorre veloce oltre la porta aperta del vagone, ha ripreso le scene utilizzando la tecnica della doppia esposizione.

Trama

Siamo nel 1903, il film è la sostanziale cronaca di quanto vi ho precedentemente descritto a proposito della rapina avvenuta a Malta.
Armati di pistole, due banditi penetrano furtivamente nell'ufficio del telegrafo di una stazione ferroviaria e costringono l'operatore a fermare il treno. Quindi gli impongono di ordinare al macchinista di rifornirsi d'acqua al serbatoio della stazione, anziché a quello della fermata regolamentare. Dopo averlo legato ed imbavagliato, costoro raggiungono la cisterna dove li attendono due complici, e tutti di nascosto salgono sul convoglio.

Durante il trgitto due banditi si impossessano dei valori contenuti nel vagone postale uccidendo l'addetto, mentre gli altri due eliminano il fuochista e costringono il maccinista a fermare il treno. Poi fanno scendere tutti i passeggeri per derubarli, uccidono un uomo che tenta di scappare, si allontanano con la refurtiva caricata sulla locomotiva precedentemente sganciata dal resto del convoglio.

Giunti in prossimità di un luogo convenuto, i quattro scendono, raggiungono i loro cavalli e galoppano fuggendo lungo una valle. Però nel frattempo il telegrafista, soccorso dalla figlia, riesce a dare l'allarme allertando il locale sceriffo. Al termine di un movimentato inseguimento durante il quale viene ucciso un bandito, lo sceriffo ed i suoi uomini tendono un agguato ai rimanenti fuggitivi e li sorprendono mentre si dividono il bottino.
Ne segue una sparatoria in cui tutti i malviventi vengono eliminati.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Il treno ha avuto un ruolo importante nell' affermazione della nascente industria cinematografica. Questo film del 1903, girato dopo otto anni dalla sua genesi, è il secondo in ordine cronologico a trattare un argomento di genere ferroviario. Il primo, nel 1985, è stato “L'Arrivée d'un train en gare de La Ciotat”, uno dei più famosi cortometraggi dei fratelli Auguste e Louis Lumiere

https://www.youtube.com/watch?v=3RYNThid23g

Le locations

Dover, Orange Mountains, West Orange, Essex County Park, tutte situate nel New Jersey, e New York City.
Il film di Porter è stato girato nel novembre 1903 presso gli Edison studios di New York, e lungo il tracciato della ferrovia “Delaware Lackawanna Western Railroad”.

Locomotiva

La protagonista immatricolata col numero 921, mai ripresa frontalmente, è difficilmente identificabile: mi sembra una Baldwin 4-4-0 modenizzata, oppure potrebbe essere una delle prime Alco (American Locomotive Company).
Considerando le locations, per logica deduzione, doveva appartenere alla "Delaware Lackawanna and Western Railroad".

Tuttavia spulciando l'archivio della compagnia, ed analizzando la classe 900-999 che comprende anche numerose “camelback”, non ne ho trovato traccia. Si deve però tener presente che, agli inizi del 1900, molte 4-4-0 delle sue varie sussidiarie furono incorporate nel roster della capofila, assumendo nuove immatricolazioni. Ad esempio la n. 5 della "Syracuse, Binghamton, and New York" fu rinumerata 913.

Probabilmente assomigliava a questa 4-4-0 della “Wilmington & Western Railroad”

Immagine

Immagine

o a questa Alco-Schenectady del 1896, la A-1 CLASS della “New York, New Haven and Hartford Railroad”

Immagine

Le locomotive “American” riscossero un grande successo negli Stati Uniti perchè risolsero molti dei problemi delle vaporiere precedenti, più piccole e meno veloci. Per questo motivo alla fine del 19° secolo molte 4-2-0 e 2-4-0 furono ricostruite come 4-4-0.
Dato il loro elevato numero, alcune sono sopravvissute e tuttora vengono utilizzate per il traino di treni turistici.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

La necessità di caldaie e focolari di maggiori dimensioni inevitabilmente indusse le ferrovie americane ad abbandonarle, ed a rivolgersi a locomotive più potenti. Tuttavia nel XX secolo le 4-4-0 continuarono ad operare sulle linee secondarie, ed i costruttori continuarono a produrle fino agli anni venti. Una manciata di esemplari più recenti operò durante la seconda guerra mondiale.

Modellismo

Molte aziende hanno riprodotto le “american” modernizzate, tra queste ricordo le principali:
Bachmann, Cary, Mehano, Model Power, MTH, Lionel, Gem Models, WMC etc, però nessuna ha fatto la 921 della Delaware Lackawanna and Western Railroad.

Il modello di Bachmann rappresenta una 4-4-0 modernizzata, costruita da Baldwin nel 1880 e potenziata all'inizio del XX secolo.

Immagine

Mehano H0

Immagine

Model Power N Scale

Immagine

Immagine

Immagine


Il film

Di questo film esistono molte versioni più o meno lunghe, sonorizzate, colorate, tutte reperibili sui canonici canali di Internet. Consiglio la versione conservata nella Library of Congress di Washington, muta, in b/n, e completa.

https://www.youtube.com/watch?v=In3mRDX0uqk

ed anche questa
https://www.youtube.com/watch?v=y3jrB5ANUUY


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: giovedì 24 settembre 2020, 10:12 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3689
Località: Brescia
Atomic Train - Disastro ad alta velocità è una miniserie televisiva americo-canadese del 1999 diretta da David Jackson e Dick Lowry. E' stata trasmessa in due puntate il 16 e il 17 maggio 1999 dalla rete televisiva americana NBC, ed in Italia il 28 aprile 2001 come film-tv su Canale 5.

Immagine


Trama

La Bradshaw Disposal Services è un'azienda che si occupa di smaltire scorie radioattive. Il suo dirigente Henry Bradshaw deve trasferire da Stillwater (Utah) a Denver (Colorado) una bomba nucleare di origine sovietica che, seppur vecchia, è ancora funzionante. Per risparmiare denaro, la fa trasportare di nascosto su un treno merci in cui sono presenti anche materiali chimici a base di sodio che, notoriamente, si ossida a all'aria e reagisce violentemente al contatto con l'acqua.
Durante il tragitto, a causa di un'avaria all'impianto frenante, il treno inizia ad avere problemi di governabilità diventando un grave pericolo per la città di Denver verso cui si dirige. Pertanto le autorità allertano gli abitanti della possibile catastrofe.

John Seger, un investigatore del National Transportation Safety Board (NTSB), riesce a calarsi da un elicottero su una coppia di locomotive inviate in soccorso alla ricerca di una soluzione per fermare il convoglio sfrenato agganciandolo in movimento. Da queste balza sul Caboose del treno con l'aiuto dell'equipaggio che, invano, tenta in vari modi di arrestarlo agendo sui freni manuali di stazionamento. Ma deve desistere perchè il gancio automatico del carro non funziona

Nel frattempo, i cittadini di Denver tentano di abbandonare con ogni mezzo la città ormai preda di rivolte e saccheggi.

La possibilità di farlo deragliare viene esclusa per non provocare una calamità con l'incendio delle sostsnze chimiche trasportate; infine si prova ad attivare manualmente i freni agendo dall'esterno. Il tentativo funziona con successo, ma il macchinista della locomotiva di soccorso, ignaro del rallentamento del convoglio che insegue, accelera per ricongiungersi e colpisce il caboose distruggendolo, ed uccidendo un membro dell'equipaggio. L'urto rimette in movimento il treno che era ormai quasi fermo, la pendenza del terreno lo fa accellerare ulteriormente. Rendendosi conto che non c'è modo di fermarlo, John ed il macchinista, inizialmente riluttante, abbandonano il treno gettandosi fuori prima che aumenti la velocità.

Il treno abbandonato a se stesso, deraglia e diventa un relitto in fiamme. Alla scoperta della presenza della bomba a bordo, i vigili del fuoco accorsi lottano per spegnere l'incendio. Dopo essere stati avvertiti della presenza sul treno del sodio metallico, costoro e le squadre NEST si ritirano per valutare una strategia. Nel frattempo i mezzi aerei antincendio utilizzano liquidi ritardanti, menre a terra uno specialista tenta di disinnescare la bomba. Ma l'errata interpretazione di una messaggio radio da parte di un pilota di elicottero lo induce a sganciare un carico di acqua sul relitto. Questa entra in contatto con il sodio metallico che esplode, e che a sua volta fa esplodere la bomba nucleare.

La deflagrazione provoca gravi danni a Denver, e rilascia un impulso elettromagnetico che manda in avaria automobili, ed in Tilt i circuiti elettrici ed elettronici.
Dopo l'esplosione, la città è in rovina; John, che è tornato in elicottero per salvare la sua famiglia prima dell'inizio del fallout radioattivo, trova un'auto ancora funzionante e raggiunge i suoi alloggiati in un campo profughi della FEMA “ Ente federale per la gestione delle emergenze” situato ad Eminence (Kansas).

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Commento

Dal punto di vista prettamente ferroviario per me questo è un pessimo film.
Non voglio entrare nei dettagli di tutti gli svarioni della trama perché riempirei tutto il thread, ma descrivo i principali.

In primis, se su un treno si rompe una condotta pneumatica dei freni, quelli di emergenza si attivano automaticamente.
Nessuna eccezione, è così che funzionano.
La pressione nella linea mantiene i freni aperti, la perdita di pressione permette loro di chiudersi.
Il sistema frenante è costituito da una condotta pneumatica che attraversa tutto il treno, e quando questo è sfrenato presenta una pressione di 5 bar. Se creiamo una depressione, più o meno accentuata, in questa condotta si ottiene la frenatura graduale del treno.

In secundis, a meno che il percorso del treno non fosse stato tutto in discesa (come non lo è a Denver) anche senza freni il treno avrebbe rallentato e si sarebbe fermato se il macchinista avesse solamente spento i motori. Per spegnerli sarebbe bastato chiudere l'interruttore del generatore di corrente, oppure quello della pompa del carburante, e posizionare la leva di controllo in Off (trips off per tutte le due unità).

In tertiis, “last but not least”, le armi atomiche non esplodono a causa del fuoco. Per ottenere una deflagrazione nucleare, serve una quantità di uranio 235 o di plutonio tale da produrre tanti neutroni quanti ne sono necessari per dare il via alla reazione a catena.
Se ben ricordo, dal corso di specalizzazione “NBC” 1965 dell'esercito, appresi che la massa critica per un "core" di uranio altamente arricchito (all'85%) è di circa 50 chilogrammi.

Con tali imprecisioni, mi chiedo con quale accuratezza il regista abbia girato questo film.

A proposito del sodio metallico, mi ricordo che in quarta elementare, nel lontanissimo 1948, il maestro ci fece partecipare a questo classico esperimento: un recipiente pieno d’acqua, un pezzetto di sodio metallico ivi gettato, ed una sonora esplosione fumante quando questo venne a contatto col liquido.

Il sodio reagisce con l’acqua in modo spettacolare:
2 Na + 2 H2O → 2 NaOH + H2
Il sodio galleggia sull’acqua e, producendo idrogeno gassoso sotto la superficie del liquido, genera getti di idrogeno che spingono il sodio a ruotare all' interno del contenitore.

La reazione è esotermica, quindi il calore sviluppato genera la combustione dell’idrogeno a contatto con l’aria producendo a sua volta ulteriore calore. il sodio, che ancora non ha reagito, si surriscalda emettendo una caratteristica luce gialla.
La reazione quindi diventa esplosiva.
https://www.youtube.com/watch?v=dVJUXJ6aK3w

Guardate cosa combina questo signore:
Il sodio metallico in acqua esplode
https://www.youtube.com/watch?v=bd879g0-8JE

Locations

Il film è stato girato, anzichè a Denver (Colorado), interamente lungo la "British Columbia Railway" in Canada, e precisamente a:

Britannia Beach, British Columbia
Clinton, British Columbia
Lillooet, British Columbia
North Vancouver, British Columbia
Vancouver, British Columbia

Locomotive

Le protagoniste principali anziché logicamente essere delle “Denver & Rio Grande Western Railroad” ( DRGW), sono delle canadesi MLW M420 della BC Rail camuffate in codesto modo:

- MLW M420 - BC Rail n. 642 come fittizia West Rail n. 642.
- MLW M420 - BC Rail n. 644 come fittizia West Rail n. 644.

Immagine

- MLW M420 - BC Rail n. 643 come fittizia TCN&R n. 4920.
- MLW M420 - BC Rail n. 641 come fittizia TCN&R n. 4922.

Immagine

Poi partecipano anche le

- EMD SW900 della SRY Rail Link n. 909
- EMD SW900 della SRY Rail Link n. 910

Immagine

- GE Dash 8-40CM della BC Rail n. 4625
https://www.flickr.com/photos/hasbar/5439743158


Sulla cover del DVD compaiono anche una Fairbanks Morse C Liner ed una
EMD GP50

La Montreal Locomotive Works M-420 è una locomotiva diesel-elettrica costruita tra il 1973 e il 1977 a Montreal, Quebec, Canada. Un totale di 88 unità sono state allestite per le ferrovie canadesi, comprese 8 unità B per la British Columbia Railway; la maggior parte della produzione è stata consegnata alla "Canadian National Railway". Solo sette unità furono vendute al di fuori del Canada: alla “Boston and Providence Railroad”, alla "Worcester Railroad" degli Stati Uniti ed alla Ferrocarriles del Estado del Venezuela.

Immagine

Immagine


La BC Rail, “British Columbia Railway” era una ferrovia regionale, la terza per grandezza nel Canada che gestiva linee per 2.320 km. Di proprietà del governo provinciale dal 1918 al 2004, fu venduta alla Canadian National Railway.

Immagine

Immagine

Modellismo

La M420 è stata prodotta solo dalla Rapido Trains Inc. azienda di Markham (Canada); fondata nel 2003 attualmente produce modellini di treni ed accessori in scala HO, OO e N

Immagine

Immagine

vedi
Rapido's HO scale M420 Locomotive In Action
https://www.youtube.com/watch?v=wF8y6Rc1nZ0

Il film in inglese

https://www.youtube.com/watch?v=zCIQ2YFdYwo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: sabato 26 settembre 2020, 10:41 
Non connesso

Iscritto il: domenica 15 luglio 2007, 9:46
Messaggi: 6040
Località: Trieste
crosshead ha scritto:
In tertiis, “last but not least”, le armi atomiche non esplodono a causa del fuoco. Per ottenere una deflagrazione nucleare, serve una quantità di uranio 235 o di plutonio tale da produrre tanti neutroni quanti ne sono necessari per dare il via alla reazione a catena.
Se ben ricordo, dal corso di specalizzazione “NBC” 1965 dell'esercito, appresi che la massa critica per un "core" di uranio altamente arricchito (all'85%) è di circa 50 chilogrammi.

Little Boy aveva 65 kg di U235. Se si usa il plutonio occorrono anche solo 16 kg ma devono essere circondati da un rivestimento (tamper) di U238 e fatti "implodere" su una fonte di neutroni (radio+berillio o simili) con più esplosivi accesi assieme, il che rende una detonazione nucleare accidentale impossibile. Qualcosa si sa perchè anche gli svedesi ci provarono a farsele (hanno rinunciato perchè non avevano più soldi) e hanno messo perfino online diversi documenti compresi dei piani costruttivi.
Di errori simili il cinema è pieno. Come anche il sottovalutare il peso di un'arma nucleare: decine di film mostrano scienziati pazzi o militari folli con un'atomica in valigia, quando le dimensioni anche sono reali ma il peso è se va bene quello di una moto; l'arma nucleare più leggera nota era grossa come uno zaino da montagna e pesava mezzo quintale. Di questi film assurdi ricordo uno, Quarto Protocollo, in cui addirittura dei terroristi ne assemblavano una in casa... :lol: :lol: :lol:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: sabato 3 ottobre 2020, 17:49 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3689
Località: Brescia
The Bullet Train

The Bullet Train ( 新 幹線 大 爆破, Shinkansen Daibakuha, letteralmente "Shinkansen grande esploplosione", noto anche come Super Express 109 ) è un film catastrofico giapponese del 1975 diretto da Junya Sato.

Immagine

Il nome Bullet Train è entrato nell'immaginario popolare per via del treno Shinkansen Serie 0, caratterizzato dalla forma appuntita che ricorda proprio un proiettile.

La pellicola narra l'odissea dell' Hikari 109, un treno Shinkansen serie 0 che trasporta passeggeri da Tokyo, via Shin-Ōsaka, alla stazione Hakata, nella città di Fukuoka.

Immagine

Su questo incombe la minaccia di una bomba che esploderà a meno che non venga pagato un riscatto.

Trama

Tetsuo Okita è un ex uomo d'affari che ha perso la sua azienda per bancarotta fraudolenta, e che si è separato dalla moglie e dal figlio un anno prima degli avvenimenti. Nel disperato tentativo di ricominciare da capo, coinvolge il criminale Masaru Koga ed il suo ex dipendente Hiroshi Ōshiro in un elaborato complotto per estorcere denaro al governo.

Immagine

Poco dopo la partenza del treno, il capo della sicurezza ferroviaria Miyashita viene informato da Okita che una bomba è stata piazzata a bordo e che esploderà atomaticamente se il treno rallenterà al di sotto gli 80 km / h.
A prova del fatto, Okita lo avverte che una bomba simile è stata collocata sul treno merci 5790 diretto da Yūbari a Oiwake nell' isola Hokkaidō (北海道)
Quando il 5790 esplode davvero,

Immagine

Immagine

Immagine

Il capotreno Aoki dell' Hikari 109 viene informato dal direttore della linea Shinkansen Kuramochi di non rallentare il treno sotto i 120 km / h,
ritardando così di tre ore il viaggio verso Hakata, mentre il personale di sicurezza a bordo deve cercare la bomba.

Nel frattempo la polizia di Tokyo ha il compito di trovare l'attentatore.
Poi Okita chiama di nuovo esigendo la consegna di 5 milioni di dollari in cambio dell' incolumità dei passeggeri. Mentre il primo ministro fa preparare il riscatto, la polizia scopre i primi indizi trovando nella stazione di Yūbari, da cui era partito il treno merci 5790, un pacchetto di sigarette con le impronte digitali di Koga.

Quando l'Hikari 109 attraversa Nagoya, i passeggeri iniziano ad insospettirsi, pertanto vengono messi al corrente della presenza di una bomba a bordo.
I dirigenti della JNR “Japanese National Railways” si rendono conto che questa è attaccata ad una ruota del treno. Okita chiama ancora una volta i funzionari e dice loro di inviare i soldi tramite un elicottero che dovrà atterrare presso l'High School di Yorii, una citta della Prefettura di Saitama.

Il complice Ōshiro ha l'incarico di ritirarli, ma viene ucciso dalla polizia; anche Koga viene scovato e ferito, però si suicida con un candelotto di dinamite invece di arrendersi.
Mentre gli agenti rintraccianno i progetti della bomba nell'ex azienda di Okita, costui fa un'altra telefonata e dice a Miyashita di lasciare i soldi su un camion abbandonato a Kanda, un'area residenziale di Tokyo

Dopo che sono state eseguite le sue istruzioni, Okita recupera il malloppo e fugge. Sul treno Shinji Fujio, un complice di Okita rivela che costui, usando un nome falso, sta lasciando il Giappone su un volo diretto all'estero.

L'autority dello Shinkansen localizza la bomba sotto la seconda carrozza; Kuramochi trasmette le informazioni ad Aoki, questi riesce a disinnescarla, ma si sospetta la presenza una seconda bomba a bordo. Nonostante ciò, il governo dà l'ordine di fermare il treno, Aoki riesce a farlo senza senza provocare incidenti.

Immagine

Nel frattempo all'aeroporto internazionale di Tokyo, comunemente noto come aeroporto di Haneda, Okita si prepara ad imbarcarsi sul velivolo, però la sua copertura salta quando l'ex moglie Yasuko Tomita ed il figlio Kenichi lo individuano. Tenta di scappare, ma viene ucciso a colpi di arma da fuoco.


I treni bullet

Il Giappone fu il primo paese a costruire delle linee ferroviarie interamente dedicate all'alta velocità perchè, data la particolare orografia del territorio ricco di montagne, quelle tradizionali a scartamento ridotto, non potevano fornire prestazioni più performanti.
Shinkansen (新幹線) è la rete ferroviaria giapponese di treni ad alta velocità sulla quale viaggiano i cosiddetti "Bullet trains" (in giapponese dangan ressha 弾丸列車),

Il termine Shinkansen letteralmente significa "nuovo tronco ferroviario", pertanto il nome designa la linea e non il singolo convoglio.
Per i servizi sulle linee Shinkansen, l'industria giapponese scelse elettrotreni a composizione bloccata con potenza distribuita.

Questa non fu un'innovazione, visto che molti paesi già negli anni venti si erano dotati di tali convogli con successo. Tra questi si deve annoverare anche l'Italia con i suoi ETR 200; il 20 luglio 1939 l'ETR 212 stabilì un record di velocità (media, non massima) nella tratta Firenze - Milano, con il picco di 203 km/h raggiunto nei 9 km tra Pontenure e Piacenza.

Fu invece un sovvertimento ideare una rete che servisse solo per i treni veloci e non, come avveniva nel resto del mondo, condividere il tracciato con i lenti. Gli elettrotreni che oggi percorrono le linee Shinkansen, grazie alla potenza distribuita, hanno ottime doti di accelerazione, e raggiungono elevate velocità senza danneggiare i binari.

I convogli sono formati da 4 (composizione non più usata), 6, 8, 12 o 16 elementi, a seconda del servizio che svolgono, per una lunghezza massima di 400 metri circa. L'arredamento interno è caratterizzato da sedili tipo pullman, cioè orientati sempre verso la direzione di marcia. Le classi sono due: Standard, corrispondente alla Seconda Classe, e Green, l'equivalente della Prima Classe.

La rete Shinkansen ha lo scartamento standard (1435 mm), mentre le restanti sono a scartamento ridotto (1067 mm), perciò i treni che circolano su una non possono transitare sull'altra. Anche le stazioni hanno una sezione separata per i convogli ad alta velocità. L'utilizzo dello scartamento standard è stato necessariamente adottato per conseguire la massima velocità possibile.

La sede ferroviaria fa largo uso di gallerie, trincee e viadotti per poter mantenere un tracciato più possibile rettilineo. Il raggio di curvatura minimo è di 4.000 metri, tuttavia sulla linea Tōkaidō Shinkansen (la prima ad essere inaugurata) fu all'epoca usato un raggio di curvatura minimo di 2.500 metri.

La Tōkaidō Shinkansen (東海道新幹線) collega Tokyo ed Ōsaka. Il nome Tokaido (東海道, letteralmente via del mare dell'Est), deriva da quello dell'antica strada costiera orientale di Honshū, la più grande isola del Giappone, che congiungeva Kyoto con la vecchia capitale Edo. La sua costruzione iniziò nell'aprile 1959, venne inaugurata il 1º ottobre 1964, appena pochi giorni prima dell'inizio delle Olimpiadi di Tokyo.

Immagine

Attualmente è percorsa da tre tipologie di convogli in ordine di velocità, dal più rapido al più lento, chiamati: Nozomi (speranza), Hikari (luce) e Kodama (eco). Hikari fa più fermate rispetto al Nozomi, ma raggiunge le destinazioni più velocemente del Kodama

Il treno Hikari impiegava 4 ore a percorrere i 515,4 km tra Tokyo e Osaka nel 1964. L'anno successivo il tempo fu ridotto a 3 ore e 10 minuti. Con l'introduzione del Nozomi, nel 1992, il tragitto durava 2 ore 30 minuti. La serie N700 nel 2007, l'ha ulteriormente ridotto a 2 ore e 25 minuti.
Prima del 1964, il vecchio treno espresso che collegava Tokyo e Osaka richiedeva ben 6 ore e 40 minuti.

Tutti i treni del Tōkaidō Shinkansen si fermano alle stazioni intermedie di Shinagawa, Shin-Yokohama, Nagoya e Kyoto.

Convogli del passato
Shinkansen Serie 0 (1º ottobre 1964 – 19 settembre 1999): Hikari, Kodama;
Shinkansen Serie 100 (1985 – settembre 2003): Hikari, Kodama;
Shinkansen Serie 300 (marzo 1992 – 16 marzo 2012): Nozomi, Hikari, Kodama;
Shinkansen Serie 500 tipo W (marzo 1997 – 28 febbraio 2010): Nozomi, Hikari, Kodama.

Convogli attuali
Shinkansen Serie 700 (dal 1999): Nozomi, Hikari, Kodama;
Shinkansen Serie N700 (dal luglio 2007): Nozomi, Hikari, Kodama.

Locomotive

Il protagonista è il convoglio Hikari 109, uno Shinkansen della Serie 0, (che non era originariamente così classificata, perchè al tempo non esistevano altri Shinkansen).
Le unità di questa prima serie avevano una livrea bianca con due strisce blu, una lungo i finestrini e l'altra nella parte inferiore della carrozzeria. Erano alimentate a 25 kV CA a 60 Hz, ogni asse di ogni carrello era equipaggiato con motori di trazione da 185 kW di potenza, che permettevano di raggiungere una velocità massima di 220 km/h.
Furono prodotte, dal 1963 al 1986, da: Hitachi, Kawasaki Sharyo, Kinki Sharyo, Kisha Seizo, Nippon Sharyo e da Tokyu Car Corporation.

Inizialmente i convogli erano composti da set di 12 elementi, con alcuni di 16, successivamente, per compiti minori, furono allestiti treni di sei e persino di quattro.
Sebbene i set Shinkansen vengano generalmente ritirati dopo quindici o venti anni, gli ultimi della serie 0 rimasero in servizio su altre linee fino al loro ritiro il 30 novembre 2008.

Immagine

Attualmente alcuni esemplari sono custoditi in vari musei, una locomotiva di questo tipo di treno si trova esposta al National Railway Museum di York, in Inghilterra.

https://www.railwaymuseum.org.uk/

Immagine

Immagine

Immagine

A Kyoto

Immagine

a Ome

Immagine

Co protagonista è la locomotiva a vapore 9634, una 2-8-0 appartenente alla classe 9600, costruita dalle Ferrovie Nazionali Giapponesi (JNR) a partire dal 1913, questa era soprannominata Kyuroku (nove-sei), e veniva ampiamente utilizzata per il servizio merci in tutto il paese.

Nel corso di 13 anni, dal 1913 al 1926, Kawasaki Heavy Industries Rolling Stock Company, Kisha Seizō, Kokura Works ne produssero ben 770, costituendo la classe più numerosa di vaporiere nipponiche. Tuttavia nel 1919 comparvero le più potenti D50, poi le D51, pertanto le 9600 furono gradualmente spostate su linee secondarie, come la già citata Yūbari – Oiwake.
Esistevano macchine senza deflettori del fumo, altre dotate di quelli standard, ed altre ancora con deflettori di varia foggia.

Nel 1946, dopo la seconda guerra mondiale, ne circolavano 507, 124 erano ancora attive nel 1974, ma furono tutte radiate nel 1975 quando le JNR abbandonarono la trazione a vapore.

Immagine

Immagine.

Immagine

Modellismo

Numerose aziende hanno riprodotto la serie 0 in scala H0 giapponese (1:80), tra queste le principali sono:

Katsumi

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Katsumi Shinkansen serie "0" (1964) di Chico barra
https://www.youtube.com/watch?v=aq5j9ddQcDE

Lima

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Zoukei-Mura

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
Zoukei-Mura & Lima Shinkansen serie "0"di Chico barra
https://www.youtube.com/watch?v=bKzZQXhOVgQ


In N

Kato

Immagine

Immagine

Immagine

Micro Ace

Immagine

Tomix

Immagine

La classe 9600

in H0

Tenshodo

Immagine

Immagine

Immagine


in N

Endo

Immagine

Kato

Immagine

Micro Ace

Immagine

In scala 1

Aster

Immagine

- Forgotten Gems: Bullet Train (Japan, 1975) Review
https://www.youtube.com/watch?v=HZuN6efFU0A

Il film

La "versione internazionale" è stata pesantemente ridotta a solo 115 minuti

in inglese https://www.youtube.com/watch?v=wFXYfoICD5A

mentre la versione giapponese è di 152
https://www.youtube.com/watch?v=nc2xKk-S6iM


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Film di Treni Youtube
MessaggioInviato: venerdì 9 ottobre 2020, 17:13 
Non connesso

Iscritto il: sabato 4 luglio 2009, 22:25
Messaggi: 3689
Località: Brescia
El último tren: Corazón de fuego - L'ultimo treno è un film argentino / uruguaiano di genere commedia drammatica, girato nel 2002 da Diego Arsuaga

Immagine

Pellicola picaresca impreziosita da personaggi fuori dal tempo, capaci di mostrarci che un cinema non omologato, ma comunque divertente è ancora fattibile.

Trama

Il film racconta di un ambizioso uomo d'affari (Pauls) che vuole vendere la sua “locomotora a vapor CT 33”, una storica vaporiera uruguaiana del XIX secolo affettuosamente soprannonimata "Corazón de fuego", ad una major di Hollywood per per farne l'oggetto-feticcio di un megafilm.
Sebbene la notizia sia motivo di orgoglio per molti uruguaiani, non è ben accolta dai membri anziani dell'Asociación de Amigos del Riel "Gli amici delle rotaie", composta da ex dipendenti delle ferrovie, decisi a boicottare il trasferimento negli Stati Uniti.

Farlo significherebbe svendere un pezzo importante della storia del paese, pertanto costoro escogitano un piano per rubarla. Tre di loro, motivati dallo slogan " Il patrimonio non è in vendita ", rapiscono la locomotiva con la quale iniziano un avventuroso viaggio lungo le tratte ferroviare semi abbandonate dell'interno dell'Uruguay, con l'intenzione di metterla in salvo in Brasile.

Il gruppetto è guidato dal cardiopatico "El Professor", la locomotiva è condotta da Pepe, un anziano ferroviere in pensione che afferma di aver imparato a guidarla durante la guerra civile spagnola. A bordo ci sono anche lo smemorato Dante Minetti, afflitto da incipiente morbo di Alzheimer, e Guito, un bambino di nove anni nipote di un amico di Pepe, arruolato per aiutare a spalare il carbone.
Inizia in questo modo la folle fuga lungo linee trascurate, binari fatiscenti ed approvvigionamenti idrici alquanto precari. Costoro guadagnano la solidarietà della popolazione che, perdendo la ferrovia, è rimasta priva di un mezzo di trasporto che da tempo è scomparso. Queste persone li sostengono perchè si aspettano da loro un barlume di speranza che li affranchi dall'isolamento.

Nel frattempo Pauls il legittimo proprietario, con l'aiuto della polizia, li insegue per ricuperare il maltolto ed adempiere al contratto con gli americani.
La vaporiera si allontana sempre tallonata dagli inseguitori. Dopo aver fatto scendere lo smemorato Dante Minetti ed il bimbo Guito, il professore e Pepe proseguono la temeraria corsa; per fermarli le autorità li istradano su un binario morto che termina contro un muro.
Ma un folto pubblico, richiamato dai mass media, assiste all’epilogo del dramma. All’ultimo minuto, anziché schiantarsi, i due prendono la saggia decisione di arrestare la locomotiva e consegnarsi alla polizia senza opporre ulteriore resistenza. Paulus, pur riappropiandosi della sua CT 33, non puo portarla via perchè i presenti alla scena si siedono sui binari per impedirne la rimozione.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Considerazioni

Il film, seppur drammatico, è infarcito di un sarcasmo emancipatore che esorcizza le patologie della terza età facendo emergere l’importanza di crearsi nuovi intrerssi anche in vecchiaia. Sulle rotaie, oltre alla locomotiva, viaggia anche il percoso interiore dei tre eroi dai capelli bianchi che viene estrinsecato da Arsuaga con passione, sobrietà, ed un pizzico di retorica.
La conoscenza di se stessi è raccomandata dai grandi sistemi filosofici e dalle grandi religioni. Essa è non soltanto un nostro diritto, ma anche una nostra esigenza interiore primaria, ed è altrettanto importante quanto la scoperta del mondo che ci circonda.
Recuperare la curiosità che avevamo da bambini può rendere molto più interessante la nostra vita futura, fare un percorso di introspezione per scoprire se stessi la rende affascinante. Il mondo interiore non è meno interessante e bello di quello esterno.
Nel film i tre vecchietti, che hanno poco da perdere oltre ad una senescenza afflitta da vari acciacchi, ci mostrano come ribellarsi alle ingiustizie del capitalismo.

Location

Valle Edén è un comune del dipartimento di Tacuarembó ( Uruguay ), situato a circa 23 km dalla città di Tacuarembó .
Un'attrazione turistica della località è la vecchia stazione ferroviaria, conservata come funzionava alla metà del XX secolo, li sono state girate alcune scene del film Corazón de Fuego.

Locomotive

La protagonista è la loco CT 33, numerazione di fantasia adottata per il film.
La macchina utilizzata è in realtà la Orenstein & Koppel 0-6-0 n.1 di proprietà de la “Administración Nacional de Puertos", ceduta da questa alla “Amigos del Riel" .

La Orenstein & Koppel GmbH (acronimo O&K) era un'azienda meccanica tedesca costruttrice di grandi macchine e locomotive di ogni tipo e scartamento. Venne fondata il 1º aprile 1876 a Berlino da Benno Orenstein (1851–1926) e da Arthur Koppel (1851–1908) dai quali prese il nome.

Orenstein & Koppel 0-6-0 n.1

Numero progressivo: 5433.
Anno di costruzione:1912.
Tipo di locomotiva: 0-6-0.
Scartamento: 1435 millimetri.
Distribuzione: valvole "ALLEN", azionate da meccanismo "WALSCHAERT".
Cilindri: 2 da 420 × 620 mm.
Capacità serbatoio dell'acqua: 3000 litri
Diametro ruote motrici: 1000 mm.
Peso in servizio: 45 Ton.
Velocità massima: 50 km/h
Potenza: 520 CV.
Dimensioni: lunghezza 7900 mm, larghezza 2800mm, altezza 3590 mm.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Locomotiva dell' “Asociación Uruguaya Amigos del Riel (A.U.A.R.)” ex ANP Nº1 nella Giornata del Patrimonio 2003

Immagine
Nel film compare anche un Ferrobús 591 arruginito.
Tra il 1981 e il 1983, 28 Schienenbus tedeschi suddivisi tra VT 795 (la variante monomotore), e VT 798 (con 2 motori) furono acquistati di seconda mano in Germania, ma ben presto si rivelarono inadatti al servizio.

Qui sotto il Ferrobús FER-560-FRC-560 della Renfe
Immagine
Automotor S/591. El Ferrobus. Descripción y evolución.

https://www.youtube.com/watch?v=CjAbGaiDBKk

La rete ferroviaria uruguaiana conta circa 2900 km di linee (dati 2005), tutte a scartamento standard, e con soli 11 km di doppio binario. Attualmente solo la metà è attiva. Tutte le linee uruguaiane partono da Montevideo collegando le città di Paysandú, Salto, Rivera e Río Branco. Il resto delle linee (chiuse) collegava la capitale con Fray Bentos, Cuareim, Artigas, Melo, La Paloma e Colonia del Sacramento.

Immagine

La travagliata storia dell “Administración de Ferrocarriles del Estado”

https://es.wikipedia.org/wiki/Red_ferro ... de_Uruguay

Modellismo

Non mi risulta che la Orenstein & Koppel 0-6-0 n.1 sia stata prodotta da qualche azienda

Però molte hanno fatto in H0 le Schienenbus, non ovviamente le uruguayane


Brekina

Immagine

Electrotren
Renfe

Immagine
Fleischmann
Immagine
Renfe
Immagine

Märklin
Immagine

Piko

Immagine

Roco

Immagine

Renfe

Immagine

Trix

Immagineimage host


Il film è scomparso da Youtube, tuttavia potete visionarlo su Dailymotion suddiviso in due parti, ed in lingua spagnola.


https://www.dailymotion.com/video/x65h0ei

https://www.dailymotion.com/video/x65h7mm


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 76 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice