Oggi è martedì 12 novembre 2019, 15:37

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1507 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 101  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: giovedì 14 ottobre 2010, 13:55 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 13:31
Messaggi: 9862
Località: Firenze
Per Alberto: nel forum c'è sempre stato spazio per gli uni e per gli altri; per i montatori giapponesi e per le ciofeche che una volta ho avuto il coraggio di presentare anch'io (vedi le due o tre Siata :D ). E non credo che l'arrivo di foto di modelli montati da modellisti oggettivamente eccellenti (dai giapponesi fino a Magnette) abbia limitato l'iniziativa di chi intende postare i propri, di lavori. Anzi, dal confronto sono nate iniziative anche divertenti, vedi quella che vede impegnato Umberto con la mia BMW 320 Gruppo 5. Qui non si critica per criticare. A parte qualche caso di "invidiaccia marcia", penso che quasi tutti gli iscritti del forum siano in grado di giudicare la differenza, anche in base al fine di un determinato prodotto (modello posto in vendita a un prezzo alto o modello realizzato per pura passione). Senza contare che molti possono trarre spunti dalle realizzazioni di montatori professionali.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: giovedì 14 ottobre 2010, 14:33 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 12:35
Messaggi: 12382
Località: SINAI
cico ha scritto:
Fofò ha scritto:
Parafrasando un amico: se non provi a farlo...perché metti in croce gli altri?


Se io dovessi - e sottolineo il "se" 8) - perdere una causa non credo di poter dire al Cliente prova a difenderti da solo...

Se chiedo ad altri di fare una cosa per me che io non so/posso/voglio fare ed elargisco un corrispettivo per l'opera pretendo di avere la giusta controprestazione.....e non ci vedo nulla di strano, non trovi alf?

p.s.
il sig. Suber può scordarsi che io paghi 1400 verdoni per quella "opera".....


Vincere in tribunale, immagino, dipenda anche da fattori oggettivi (tipo: avere ragione) oltre che dall'abilità dell'avvocato, o l'abilità consiste nello scegliersi casi facili? :mrgreen:
Nel modellismo non esistono gli stessi vincoli ed inoltre il risultato è soggettivo, molti, spesso, si accaniscono su certi difetti che sono insiti nel modellino stesso e che, per essere eliminati, richiederebbero il rifacimento totale del modellino stesso.
Certi Ruf, per esemplificare il concetto, rimarranno sempre fuori scala, quindi il committente non si dovrà/potrà lamentare se il modellino una volta ultimato risulterà grosso.
:wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: giovedì 14 ottobre 2010, 14:36 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 13:31
Messaggi: 9862
Località: Firenze
Fofò ha scritto:
cico ha scritto:
Fofò ha scritto:
Parafrasando un amico: se non provi a farlo...perché metti in croce gli altri?


Se io dovessi - e sottolineo il "se" 8) - perdere una causa non credo di poter dire al Cliente prova a difenderti da solo...

Se chiedo ad altri di fare una cosa per me che io non so/posso/voglio fare ed elargisco un corrispettivo per l'opera pretendo di avere la giusta controprestazione.....e non ci vedo nulla di strano, non trovi alf?

p.s.
il sig. Suber può scordarsi che io paghi 1400 verdoni per quella "opera".....


Vincere in tribunale, immagino, dipenda anche da fattori oggettivi (tipo: avere ragione) oltre che dall'abilità dell'avvocato, o l'abilità consiste nello scegliersi casi facili? :mrgreen:
Nel modellismo non esistono gli stessi vincoli ed inoltre il risultato è soggettivo, molti, spesso, si accaniscono su certi difetti che sono insiti nel modellino stesso e che, per essere eliminati, richiederebbero il rifacimento totale del modellino stesso.
Certi Ruf, per esemplificare il concetto, rimarranno sempre fuori scala, quindi il committente non si dovrà/potrà lamentare se il modellino una volta ultimato risulterà grosso.
:wink:


"Molti" chi? Quelli che non capiscono una sxxa di modelli e che non hanno mai visto un modello montato bene in vita loro?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: giovedì 14 ottobre 2010, 14:38 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 12:35
Messaggi: 12382
Località: SINAI
paolotron ha scritto:
Mi afferri?

Io mi riferivo, molto più semplicemente, al rapporto tra committente/montatore, se a qualcuno piacciono i modellini di Suber, che se li compri pure...
Tu e cico non li comprerete mai per gli errori grossolani, io non li comprerò mai perché, oltre a non averci le palanche, senza avvicinarmi a questo livello, sono comunque in grado di montarmelo da solo il modello e secondo i miei gusti.
:wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: giovedì 14 ottobre 2010, 14:40 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 17:39
Messaggi: 8736
Località: Magnifica Patria
Fofò ha scritto:
Vincere in tribunale, immagino, dipenda anche da fattori oggettivi (tipo: avere ragione)
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: giovedì 14 ottobre 2010, 14:42 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 12:35
Messaggi: 12382
Località: SINAI
http://www.youtube.com/watch?v=mFXoUnOR6aE


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: giovedì 14 ottobre 2010, 14:43 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 12:35
Messaggi: 12382
Località: SINAI
cico ha scritto:
Fofò ha scritto:
Vincere in tribunale, immagino, dipenda anche da fattori oggettivi (tipo: avere ragione)
Immagine

Mazza che visione romantica ho delle cose...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: giovedì 14 ottobre 2010, 15:49 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 12:35
Messaggi: 12382
Località: SINAI
ddt ha scritto:
"Molti" chi? Quelli che non capiscono una sxxa di modelli e che non hanno mai visto un modello montato bene in vita loro?

Tu, David, puoi essere d'esempio...
Nel wip della tua 320 DRM che sta montando Umberto, R40 vi ha esortato ad andare oltre, Umberto ha chiarito quali erano i limiti del montaggio previsti dai vostri accordi e tu hai spiegato (almeno così ho capito...) che non vuoi la 320 Wurth gr. 5 del DRM, quella "definitiva", perfetta, identica e spiccicata (ma ridotta di scala) all'originale, ma vuoi semplicemente un ottimo montaggio di un modello che (con i suoi pregi e difetti) deve rimanere un Ruf, o deve mantenere il tocco di Ruf.



Ecco, ci sono vari modi di intendere il modellismo, non ne esiste solo uno, quello "definitivo"; c'è chi preferisce il realismo (concetto sul quale si può discutere molto...ed inutilmente, alla fine), c'è chi preferisce il fascino dei modelli ricchi di personalità (ma non realistici e con qualche neo), c'è chi costruisce e colleziona modellini tanto per averli...
E poi si può discutere per ore di questo o quel montatore, di questo o quel particolare, di questo o quel modello, alla fine ognuno ha la sua visione del modellismo, personale, e se la tiene.
C'è chi colleziona Suber, c'è chi lo critica per motivi anche validi, ma c'è anche chi, pur essendo grande appassionato di modellismo, inorridisce pensando alla cifra richiesta, prescindendo dalla resa finale.
E stiamo tutti sullo stesso mondo...
C'è chi, da grande appassionato e conoscitore di macchine e cose di Targa Florio, ha aspramente criticato la 908/3 di Kamimura (?) per alcune discrepanze e licenze poetiche rispetto all'originale, ed è stato a sua volta criticato.
Allora, come funziona, a simpatia?
Esiste un metro di giudizio?
A mio avviso no.
E sarebbe pure sciocco.
Divertiamoci quindi a discutere, tanto nessuno (riferito a tutti i presenti) è depositario della verità assoluta, fino a prova contraria.
Poi, io potrò vedere anche la fibra di carbonio semilucida, altri la vedranno satinata, mentre altri la vedranno opaca (pulirsi gli occhiali, no... :mrgreen: ), ma potrò essere libero di esprimere una mia opinione senza per questo essere offeso, dato che non ho offeso nessuno?
Perché so già fin d'ora dove ci portano queste disccussioni.
E poi alla fine, come ha scritto il saggio Alberto, quasi nessuno posta i suoi lavori...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: giovedì 14 ottobre 2010, 16:32 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 17:39
Messaggi: 8736
Località: Magnifica Patria
ho capito il senso ed hai ragione ma temo che mr. Suber, con le sue opere, ricerchi il realismo senza però raggiugerlo.....

p.s.
....ed alcuni potenziali clienti, in altri siti, lanciano gridolini di gioia di fronte a questi lavori pensando di vedere un'opera del sol levante....o di casalpusterlengo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: giovedì 14 ottobre 2010, 17:10 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 14:57
Messaggi: 8007
Località: Milano
paolotron ha scritto:
Questo è quasi un ossimoro....così come lo sarebbe chiedere a Clint Eastwood di girare un film per 10mila dollari.

Non credo che Eastwood abbia mai girato con così pochi soldi. Ma se dovesse accettare la scommessa, farebbe sicuramente un film dei suoi. Magari un cortometraggio, uno spot Pubblicità e Progresso, ma ci metterebbe la sua impronta autoriale.
Tornando alle nostre macchinine, credo che il senso sia questo: l'impronta che il costruttore dà al suo montaggio. Vero, alcuni di noi certe cose non saprebbero farle, come dice Alberto. Ma non occorre essere Leonardo per sapere, con conoscenza e competenza, di storia dell'arte. Quanto al criterio "oggettivo" di giudizio, per rispondere a Fofò, io ne individuo uno tecnico: la scala. Quindi una cinghia 1/32 e un pirolo della camera d'aria 1/24 o un tappo della benza grande come il paiolo di Romana Malaguti(*) stonano e fanno cadere le braccia, anche se la verniciatura è perfetta e il motore è sublime (non è questo il caso...). Dal criterio tecnico deriva poi quello estetico: come diceva Brian Harvey, uno che di modelli se ne intende, se un modello ti appare giusto, probabilmente lo è. A me 'sta GTO appare sbagliata come la Parietti nel coro delle Orsoline, con tutto il rispetto per la valutazione di Eagle che, tra l'altro, mi sembra persona dal gusto modellistico avanzato.

(*) Miss Culo Parlante Milano Marittima 1978: un trionfo della più genuina e solida tradizione emiliana nel settore: è per lei, e non per i motori americani, che fu coniato il motto "no substitute for cubic inches"...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: giovedì 14 ottobre 2010, 18:48 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 13:31
Messaggi: 9862
Località: Firenze
Direi che certe brutte abitudini, come le valvole degli pneumatici (fuori scala) montate su qualunque ruota e sempre un po' a casaccio, sono come certe malattie contagiose. Le mette uno e le mettono tutti. Ecco allora che si innesca la spirale, finché i collezionisti non insorgono e riportano i facinorosi con i piedi per terra. Così è anche per i mitici portachiavi che fanno imbiestialire Cico. Va bene una volta, va bene due... simpatico, ok, finché li vedi su una Ferrari 330 GT da commenda, ma non quando gli ineffabili artisti dell'1:43 te li cominciano a montare su un 512S...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: giovedì 14 ottobre 2010, 20:14 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 9 gennaio 2006, 12:35
Messaggi: 12382
Località: SINAI
In qualche modo si dovrà pur accendere il motore... :oops:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: giovedì 14 ottobre 2010, 21:10 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 24 novembre 2006, 11:50
Messaggi: 399
Località: Verona
Fofò ha scritto:
cico ha scritto:
Fofò ha scritto:
Vincere in tribunale, immagino, dipenda anche da fattori oggettivi (tipo: avere ragione)
Immagine

Mazza che visione romantica ho delle cose...


http://www.youtube.com/watch?v=FTyDeEWIOuc


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: giovedì 14 ottobre 2010, 21:17 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 25 marzo 2010, 8:17
Messaggi: 2553
Località: Cinatown-Prato
Casper ! non dicevo che" alcuni di noi certe cose non saprebbero farle",anzi sono convinto che "Saprebbero farle".Immaginatevi un bel laboratorio con:
Tornio,Cabina di Verniciatura con annesso forno,mole,frese,accessori vari,perchè se lo fai a un certo livello professionale devi investire in atrrezzature
adeguate,in più,cose credete che certa gente si mette a fare i buloncini da sè!! Scordatevelo!e li copra già fatti! ci sono ditte che producono minuteria
basta girare e comprare, e senza andare tanto lontano.In commercio c'è tutto di più,naturalmente non bisogna guardare a spese,e questo credo almeno
x me e l'handicap maggiore,allora ci/mi arrangio con profilati esagonali di vari dm.fori al centro,tagli e nasce un dadino,però ne viene uno più piccolo,
uno più grande evvia discorrendo,altrimenti ti rivolgi alla Sakatsu,Bosica,Tameo,MFH,Studio27 ecc, che nelle varie scale producono un bel pò d'accessori,che anch'io ho acquistato lievitando notevolmente il costo del kit.In ogni modo non voglio "Sparare sui Vari Montatori,di checchessia nazionalità essi siano" ripeto
sono professionisti,in più oltre ad una bella attrezzatura,e questo gli và dato adito anno una bella manualità.Ma non x questo non sentiamoci inferiori,anche noi
nel ns.piccolo possiamo fare cose accettabilissime.Invito tutti colori che adorano questo hobby,di mettere in evidenza i propi lavori,brutti o belli che siano
come vediamo in altri Forum,che i vari Acclamati Montatori ci sono si! ma in minoranza,se non addirittura assenti,anche se conosciuti dai forumisti.

Firmato: Alessandro Manzoni(Visto sto romanzo) :P


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montatori italiani ed europei...
MessaggioInviato: giovedì 14 ottobre 2010, 21:52 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 11 gennaio 2006, 14:01
Messaggi: 2400
Vedo che questo thread sta prendendo una bella piega, interessante...

La mia intenzione era quella di discutere dei vari modellisti italiani ed europei ma non limitare la discussione ai soliti noti. Se qualcuno ne conosce di cinesi, camerunensi, canadesi... ben venga. A volte nei negozi notiamo un modello fatto bene e chiediamo al negoziante chi l'ha montato, ma il suo nome non ci dice nulla... eppure abbiamo davanti agli occhi un signor modello, molto più bello di alcuni modelli "firmati" che costano il doppio.
Ho messo le foto della Gto di Suber non perchè la ritenga un capolavoro asoluto, anzi. Ho preso il primo modello che mi capitava a tiro sul web, tanto per iniziare la discussione. Poteva essere benissimo un modello di Bona come di Ricco, di Brauer, di Barnet o di Antelmi... Ciò non toglie che io reputi questa Gto un buon lavoro, anche se qualche difetto c'è ovviamente. Lasciamo stare il prezzo perchè abbiamo visto difetti e grossolani errori storici anche su modelli ben più costosi.


Ps: ho modificato l'intervento per aggiungere "eppure abbiamo davanti agli occhi un signor modello, molto più bello di alcuni modelli "firmati" che costano il doppio." ;-)


Ultima modifica di Eagle il giovedì 14 ottobre 2010, 22:04, modificato 2 volte in totale.

Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1507 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 101  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice