Oggi è sabato 5 dicembre 2020, 9:04

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 44 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: RIVAROSSI BRASS E428 COSA CI METTO?
MessaggioInviato: giovedì 11 ottobre 2012, 12:49 
Non connesso

Iscritto il: domenica 27 giugno 2010, 14:15
Messaggi: 199
Cari amici ho appena ricevuto il primo modello in Rivarossi la E428 100.... devo dire che è molto bella e super dettagliata ed essendo di ottone ha un aspetto eccezzionale. Adesso vi chiedo quali carrozze posso accoppiare visto che non ho mai avuto loco di epoca II?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: RIVAROSSI BRASS E428 COSA CI METTO?
MessaggioInviato: giovedì 11 ottobre 2012, 13:22 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2010, 15:52
Messaggi: 4344
Località: Mi
Ciao Dadone , prima ci devi far vedere un pò di foto , anche dei dettagli...
...poi ti diciamo cosa attaccarci dietro :mrgreen: :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: RIVAROSSI BRASS E428 COSA CI METTO?
MessaggioInviato: giovedì 11 ottobre 2012, 13:29 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 24 gennaio 2008, 12:17
Messaggi: 950
complimenti Dadone!
uno che non si vergogna di dire che compra quello che gli piace!
bravo ma attento.. nonvorrei che questo post si trasformasse nella solita carneficina tipo 743 carenata.. :D :D

io sto aspettando di poterla vedere dal vivo dal mio negoziante e poi decidero'.

se riesci a postare qualche foto dei pantografi che mi pare sia la parte piu' discussa..
grazie

renato


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: RIVAROSSI BRASS E428 COSA CI METTO?
MessaggioInviato: giovedì 11 ottobre 2012, 17:06 
Non connesso

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 14:31
Messaggi: 429
renato626 ha scritto:
complimenti Dadone!
uno che non si vergogna di dire che compra quello che gli piace!
bravo ma attento.. nonvorrei che questo post si trasformasse nella solita carneficina tipo 743 carenata.. :D :D

io sto aspettando di poterla vedere dal vivo dal mio negoziante e poi decidero'.

se riesci a postare qualche foto dei pantografi che mi pare sia la parte piu' discussa..
grazie

renato


Uno che nun c'ha la puzza sotto ar naso e s'è comprato un "GALLETTO"...a Dadò facce vede...'na foto! :D :D :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: RIVAROSSI BRASS E428 COSA CI METTO?
MessaggioInviato: giovedì 11 ottobre 2012, 17:20 
Non connesso

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 14:31
Messaggi: 429
Comunque, se si volesse un primo approfondimento sul modello io dal sito HORNBY ITALIA leggo quanto segue:

HRS2338 RIVAROSSI:

Locomotiva Elettrica E428 100 I serie FS Livrea Castano/Isabella .
Carrozzeria completamente in metallo (OTTONE) il cui progetto e costruzione, e avvenuto interamente in Italia, ed in modo artigianale, cosa che rende i modelli singoli pezzi unici.
Le caratteristiche che differenziano questo modello da quello in produzione in plastica sono la ricercatezza dei particolari minuti e le
giuste dimensioni di ogni suo componente.
PANTOGRAFO 32 FS
Particolarmente curato in tutti i suoi componenti, questo pantografo rappresenta uno dei pezzi forti del modello, nella sua base, dotata di reticella estremamente sottile, sono sistemati la pompa con le minuscole mollette per un dolce funzionamento, lo smorzatore pneumatico al cui interno trova posto l’asse di rotazione e, sullo stesso asse il cuscinetto centrale.
Sullo strisciante trovano posto gli ammortizzatori che fungono anche da invisibile bloccaggio del pantografo chiuso.
FOTOINCISIONE
Il metodo di costruzione del modello è concepito per fotoincisione passante, un sistema usato dai produttori di modelli in metallo estremamente fini e di altissima qualità, noi abbiamo usato anche il terzo livello, un ulteriore preziosismo che permette la riproduzione di fasce con chiodi sulla superficie.

FUSIONI
Oltre la fotoincisione passante, il modello è dotato anche di fusioni tridimensionali sempre in ottone, la cui finezza è evidente, anche per il fatto che, per esempio, le prese d’aria hanno l’apertura reale...
CASSONCINI

Sui cassoncini tutti i particolari sono riportati, tutte le manigliette, che risultano essere staccate dalla superficie, i
mancorrenti, dalle dimensioni realmente in scala H0, i portelloni superiori, della giusta dimensione e con maniglie e
cerniere staccate e trasparenti, così come pure il cancelletto antinfortunistico con una sottile reticella.
A tutto questo bisogna aggiungere le scalette incassate e molto tridimensionale in quanto montate a parte dall'interno.
FINESTRINI
Tutti i finestrini sono stati prodotti prendendo spunto dalla macchina vera, per quelli laterali del macchinista, sono state riprodotte le cornici di entrambi i finestrini, che nella realtà si sovrappongono nell’apertura, sul davanti nei bei finestrini incorniciati e dotati di tergicristallo, sono inserite, dietro i vetri gli sbrinatori di alpacca. Lungo i corridoi i vetri risultano perfettamente a filo con la cassa grazie anche agli spessori dei lamerini utilizzati, infatti per le cornici laterali si è usato lamerino di rame al berillio da 0,2mm, e per gli sbrinatori alpacca.

Saluti sgallettati. :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: RIVAROSSI BRASS E428 COSA CI METTO?
MessaggioInviato: giovedì 11 ottobre 2012, 17:33 
Non connesso

Iscritto il: domenica 27 giugno 2010, 14:15
Messaggi: 199
Vi ricordate la nota trasmissione Drive In degli anni 80 su italia uno quando il trio napoletano diceva. A ME ME PARE NA STRUNZATA....COMPLIMENTI.... Bè secondo me siamo li nel senso che e' di sicuro come si è già scritto è un ibrido quindi non ha nessun senso in piu' non è neanche digitale il che mi fa ridere visto che compro Marklin svizzero da qualche mese e con meno di 300 euro prendo locomotive che pesano 1kg e tirano come quelle vere e sono tutte col sound. So che tra tre mesi ne uscira' un altra io so anche cosa uscirà ma non posso parlare....In tutti i casi io non sono mai stato un fissato con posizione finestrini o altri dettagli perchè non essendo in possesso dei disegni originali non posso giudicare. Una cosa vorrei dirla comunque che la loco in metallo ha un altro fascino e questa pur non essendo un pezzo di ferro come le Marklin cmq da all'occhio un altro impatto già quando la tocchi la cassa è fredda e ti sembra viva e non come la plastica che non ti da nulla....mi sembra piu' particolareggiata in alcuni dettagli e nei pantografi che sono molto fini e tutte le maniglie riportate. Non conosco gli ultimi modelli di E428 Rivarossi perchè dalla casa italiana compro poco molto poco da quando sono cinesi e poi il 428 non rientrava nella mia epoca, quindi non so a che livello di rifiniture erano arrivati prima di questa. So che con Rivarossi adesso collabora un tipo che ha fatto le 626 piu' belle che ci siano state in commercio e forse qualcosa di lui c'è anche in questo 428 di ottone. Nota stonata non ha nessuna scritta di servizio è questo mi fa incazzare un pò!!! Cari amici come noto dalle mie inserzioni sulla rubrica vendo io non sono capace di mettere le foto sul forum. Concludo nel dirvi che l'ho comprata perchè cmq sarà un pezzo gioco forza ricercato parecchio vista la tiratura e magari in futuro non mi diaspecerà avere un po di loco italiane di metallo, o piu' semplicemente incularvelo a Voi del forum a 500 euro sarebbe una goduria.....ahahahah :lol:


Ultima modifica di dadone il giovedì 11 ottobre 2012, 17:38, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: RIVAROSSI BRASS E428 COSA CI METTO?
MessaggioInviato: giovedì 11 ottobre 2012, 17:36 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 24 gennaio 2008, 12:17
Messaggi: 950
:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: RIVAROSSI BRASS E428 COSA CI METTO?
MessaggioInviato: giovedì 11 ottobre 2012, 17:45 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 0:15
Messaggi: 2318
dadone ha scritto:
Nota stonata non ha nessuna scritta di servizio

Sai com'è....è ambientata in epoca II....e in epoca II le scritte di servizio non c'erano....


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: RIVAROSSI BRASS E428 COSA CI METTO?
MessaggioInviato: giovedì 11 ottobre 2012, 18:15 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2010, 15:52
Messaggi: 4344
Località: Mi
Questa invece eè più calda ...

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: RIVAROSSI BRASS E428 COSA CI METTO?
MessaggioInviato: giovedì 11 ottobre 2012, 18:19 
Non connesso

Iscritto il: domenica 27 giugno 2010, 14:15
Messaggi: 199
Sulle scritte non insisto sono un macchinista ma di epoca V.... E comunque avrei voluto solo un W MILAZZO!!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: RIVAROSSI BRASS E428 COSA CI METTO?
MessaggioInviato: giovedì 11 ottobre 2012, 18:52 
Non connesso

Iscritto il: domenica 27 giugno 2010, 14:15
Messaggi: 199
Modello sporcato grazie....


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: RIVAROSSI BRASS E428 COSA CI METTO?
MessaggioInviato: giovedì 11 ottobre 2012, 19:05 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 7 febbraio 2011, 14:21
Messaggi: 201
Che ne dici di questa composizione? Rheingold 1939 (arrivava fino a Milano). Dal sito ildeposito.net

Immagine

1 FS E 428
1 bagagliaio SPw 4u-28
1 carrozza salone prima classe con cucina SA4 uK-28
1 carrozza salone seconda classe senza cucina SB4 u-28
1 carrozza di 3a classe SBB-CFF
1 carrozza ristorante CIWL
1 carrozza mista di 1a, 2a e 3a classe SBB-CFF

Visto il costo del modello, un treno di lusso mi sembra adatto e materiale straniero di epoca II è senza dubbio più semplice da trovare.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: RIVAROSSI BRASS E428 COSA CI METTO?
MessaggioInviato: giovedì 11 ottobre 2012, 19:18 
Connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 8:53
Messaggi: 5083
Località: Bruschi
In epoca II lo sfogatoio sul tetto doveva essere chiodato come i vecchi RR in 1/80...
per il resto ilmodello è bellissimo, perfetto , funziona benissimo e varrà moltissimo in fututo.
saluti


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: RIVAROSSI BRASS E428 COSA CI METTO?
MessaggioInviato: giovedì 11 ottobre 2012, 19:27 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 14 marzo 2011, 15:43
Messaggi: 34
Località: Roma
claudio.mussinatto ha scritto:
In epoca II lo sfogatoio sul tetto doveva essere chiodato come i vecchi RR in 1/80...
per il resto ilmodello è bellissimo, perfetto , funziona benissimo e varrà moltissimo in fututo.
saluti


......davvero?
Sul serio dici?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: RIVAROSSI BRASS E428 COSA CI METTO?
MessaggioInviato: giovedì 11 ottobre 2012, 19:34 
Connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 8:53
Messaggi: 5083
Località: Bruschi
http://www.brasstrains.com/classic/Prod ... -E-428-174

Questo è un Lemaco, disegnato da uno che sà...guardati el foto dello sfogatoio.
Comunque ricordiamoci che in futuro il modello varrà moltissimo.
saluti


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 44 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: claudio.mussinatto, Emilio T., Google [Bot], Google Adsense [Bot] e 67 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice