Duegieditrice.it
https://forum.duegieditrice.it/

F1 - Sauber C13 1994 BBR
https://forum.duegieditrice.it/viewtopic.php?f=10&t=108503
Pagina 1 di 3

Autore:  Francesco Falorni [ lunedì 29 novembre 2021, 13:48 ]
Oggetto del messaggio:  F1 - Sauber C13 1994 BBR

Inizio una nuova avventura modellistica. È da tempo, molto tempo, che butto gli occhi sulle F1 degli anni '90, periodo che ricordo con più affetto, visto che guardavo le gare con mio zio ed il mio babbo, e che mi affascina maggiormente per le linee delle auto, fra le più belle mai viste, secondo il mio parere.
Sono partito con l'idea di limitarmi alle sole auto da fondo griglia, tipo le Forti o le Simtek. Però, come era immaginabile, mi sono fatto una scorpacciata di kit, BBR, Tameo e Meri Kits per il momento, di varie auto dall'89 al '96. E la cosa promette male, perché sto già allungando lo sguardo sulle cicciotte turbo degli anni '80, periodo del quale conosco davvero poco, a differenza dei rally.

Allegato:
IMG_5937.JPG
IMG_5937.JPG [ 204.38 KiB | Osservato 3462 volte ]


Ero ovviamente invogliato anche dal mettermi in gioco con una tipologia di auto, e quindi di kit, completamente diversa da ciò che ho fatto finora.

Ed ecco il primo soggetto: una bellissima Sauber C13 del 1994 ottimamente realizzata da BBR. Ho scelto di iniziare da questa principalmente perché non mi sembra complicata a livello di verniciatura e soprattutto perché BBR ne ha ancora diversi esemplari nel suo store e a prezzo decisamente basso. Così, nel caso dovessi fare qualche casino, potrei ricomprarla senza troppi problemi.

Prima di partire, però ho alcune questioni da provi:

1 - Uno dei dubbi maggiori riguarda la verniciatura delle ali, specialmente della posteriore. Io vernicerei ogni pezzo singolarmente, in modo che il colore si stenda più facilmente ed in modo da poter carteggiare più semplicemente ed efficacemente. Vedo, però, che molti assemblano prima tutto il pezzo, generalmente in fotoincisione, e poi verniciano. Cosa mi consigliate?

2 - Pneumatici. Il dubbio riguarda le scritte in decal da applicare. Temo si potrebbero staccare, con il tempo.
Ho visto che qualcuno vernicia la gomma, o solo la spalla, dove si trova la scritta, con del trasparente opaco. Avete esperienza di questa tecnica?
Oppure potrei impiegare degli stencil, che ho visto e che sembrerebbero risolvere alla radice il problema. Consigli sull'utilizzo?

3 - Assetto: come fare per fare stare tutte le ruote correttamente a terra?

Qualsiasi altro consiglio sarà ben gradito.
Grazie mille!

Autore:  baldotl [ lunedì 29 novembre 2021, 14:36 ]
Oggetto del messaggio:  Re: F1 - Sauber C13 1994 BBR

Ti rispondo in merito all'assetto, devi farti una dima in cui appoggerai il modello in modo stabile (avvitandola con una vite/viti) che simuli l'altezza dal suolo della vettura con l'ingombro delle ruote a questo punto puoi montare i bracci delle sospensioni e tutto quello che ne concerne compreso il gruppo ruota, se la dima è posizionata correttamente e in piano con la vettura (studia le foto della vettura vera perché a volte hanno un assetto cabrato), dovrai solo (si fa per dire) fissare i gruppi bracci/sospensioni/ruote avendo cura che poggino sulla dima. A completo fissaggio del tutto separi il modello dalla dima e sarà in assetto corretto con il suolo.
Le sospensioni in metallo bianco non reggono il peso del modello nel tempo, tendono a imbarcarsi, ti consiglio di pensare ad una basetta in cui fisserai la vettura finita, sfruttando il foro o i fori che hai usato per la dima con una rondella/e che reggano il peso del modello lasciando le sospensione sgravate dal peso.
Per le decals sulle ruote il metodo trasparente opaco che riempie la porosità della gomma e non contrasta sulla superfice opaca, applicazione della decals con ammorbidente, alcuni usano l'ammorbidente specifico di TRON ma è molto aggressivo ti consiglio di verificare compatibilità e farci la mano con qualche ruota di scarto, e infine sigillare il tutto con una pennellata di trasparente lucido è il metodo più usato per avere una durata nel tempo, se non vuoi usare gli stencil che sono più efficaci.

Autore:  SartiAlberto [ lunedì 29 novembre 2021, 17:14 ]
Oggetto del messaggio:  Re: F1 - Sauber C13 1994 BBR

Quoto Baldo ! ottimo consiglio.
I bracci delle sospensioni in genere sono in fotoincisione
tengono bene,l'addove troverai il metallo bianco o li
rifai con tondino d'ottone o li maneggi il meno possibile.
Praticamente montati al primo colpo.Per quanto riguarda
l'ammorbidente decals hard for pneu di Tron.io lo uso
su i pneumatici.devi dare una passata leggera sulla gomma
e posizionare al primo colpo la decals senza ritoccarla fino a asciugatura avvenuta.
poi una passatina di trasparente e non la togli più.Questo ammorbidente serve pure
a togliere le Decals in caso di errore.Le scioglie come il burro.Basta che non siano
sotto trasparente. detto questo Buon Lavoro....Ti basteranno un 100aio d'anni
per finire tutti i Kit.(dai retta a un vecchio :wink: non ti infognare più di tanto)comprane
uno per volta.ne finisci uno poi acquisti il nuovo.

Autore:  Francesco Falorni [ lunedì 29 novembre 2021, 20:39 ]
Oggetto del messaggio:  Re: F1 - Sauber C13 1994 BBR

Grazie ad entrambi per i consigli molto precisi.
Sulla dima, ho già cominciato a fantasticare. Non sono uno molto incline alle misurazioni e alla tecnica. Lavoro molto ad occhio e confido spesso sulla mia mano. Ma non nascondo di provare grande ammirazione per chi riesce, con un po' di cervello, a semplificarsi la vita. Vediamo cosa posso indiavolare.
In merito alle decals, ho capito. Non conoscevo l'ammorbidente specifico per questi particolari. Grazie per la dritta. Sono al momento più orientato sugli stencil ma non so se esistano per tutti i marchi di pneumatici.

Finisco con una considerazione su quanto mi dice Alberto sugli acquisti: hai perfettamente ragione. Ho già troppe auto da rally e sono conscio che non mi basterà una vita per farle tutte, figuriamoci se ci metto dietro anche diverse F1. Però non riesco a smettere: alla fine, traggo piacere anche solo dall'avere un kit, rigirarmelo fra le mani, vedere come è fatto e fantasticare su come lo farò. Quella dei kit è una collezione nella collezione e avere tanti pezzi, oltre a piacermi parecchio, mi aiuta a capire la storia della tecnica realizzativa di questi oggetti, che mi prende al pari di un modellino finito. Non a caso, seguo con grande interesse il blog personale di Luca Tameo su Facebook, che non è la pagina ufficiale di Tameo Kits ma proprio un blog sul quale Luca mostra come nascono i suoi modelli e tutte le fasi delle varie lavorazioni.

Autore:  Elio Venegoni [ giovedì 2 dicembre 2021, 12:48 ]
Oggetto del messaggio:  Re: F1 - Sauber C13 1994 BBR

Sarà davvero interessante vedere come te la caverai con le monoposto, Francino. Sono parecchio curioso!

Buon lavoro... :wink:

Autore:  marconolasco [ giovedì 2 dicembre 2021, 15:05 ]
Oggetto del messaggio:  Re: F1 - Sauber C13 1994 BBR

Anch'io sono curioso di vedere Francino fuori dal suo abituale terreno di caccia. I risultati saranno al solito splendidi.

Autore:  Francesco Falorni [ giovedì 30 dicembre 2021, 17:38 ]
Oggetto del messaggio:  Re: F1 - Sauber C13 1994 BBR

Finalmente riesco a mettere le zampe su questa Sauber.
Ho iniziato con il classico foro per la vite: direi tutto ok.
Tenendo le due parti avvitate, ho carteggiato le linee di giunzione fra i due pezzi in modo che si raccordassero bene.
Mi sono poi lanciato in quella che immaginavo fosse una delle sfide maggiori: la piegatura ed il montaggio, di prova, delle sospensioni. Per i fori mi sono affidato a delle punte da 0,5, 0,6 e 0,7mm montate un po' alla buona sul Dremel. Tutto è davvero molto preciso e non ci sono grossi problemi. Certo, fare entrare ogni singola estremità delle sospensioni nel suo foro non è cosa semplicissima. Mi preoccupa, più che altro, dover rifare questa operazione quando il modellino sarà sostanzialmente finito.

Allegato:
IMG_5958A (1).jpg
IMG_5958A (1).jpg [ 131.45 KiB | Osservato 2791 volte ]


In questa seconda foto, anche tutto il complesso delle sospensioni posteriori, più complesse delle anteriori perché più piccole e quindi difficili da maneggiare.
Sempre in vista del montaggio finale, ci sarà da ridere ad allineare perfettamente le ruote...
Ancora in questa seconda foto e nella successiva, il passaggio che mi ha messo decisamente più in difficoltà, ovvero il montaggio delle ali anteriore e posteriore.
Da presuntuosetto, ho pensato che sarei riuscito a montare tutto dopo la verniciatura. Per l'anteriore è andata decisamente bene: sono riuscito ad incollare i pezzi senza lasciare tracce di colla, anche se inserire il maschio dell'elemento orizzontale nella femmina delle alette verticali è stata dura, visto che con i pezzi tutti neri non vedevo letteralmente nulla.

Allegato:
IMG_5962AB.jpg
IMG_5962AB.jpg [ 92.09 KiB | Osservato 2791 volte ]


L'ala posteriore è stata invece un incubo: ingenuamente non avevo valutato la leggera differenza di lunghezza fra il pezzo in metallo, quello ondulato, più in basso, ed i tre in fotoincisione. Ho dovuto accorciare leggermente il primo in corso d'opera. Ulteriore complicazione al tutto è stata la difficoltà di incollare bene e senza sbavature e far tornare tutto il più preciso possibile. Ho dovuto arrangiarmi un po' e tirare in ballo qualche Santo, ma alla fine diciamo che è tutto abbastanza pulito. Dopo i vari smaneggiamenti ed incollaggi, ovviamente, ho dovuto carteggiare qua e là per rimuovere gli eccessi di colla, andando a graffiare inevitabilmente la vernice. Con vari processi di carteggiatura di fino e leggere mani di nero opaco, sono riuscito ad ottenere un discreto risultato.

Non sono soddisfatto, comunque: devo trovare un modo per fare meglio. Da una parte, montare tutto a grezzo consentirebbe una maggiore precisione geometrica dei vari pezzi. Dall'altra, credo che verniciare tutto l'alettone posteriore insieme sarebbe alquanto ostico.

Quindi, forse, è possibile che verniciare prima i vari elementi possa aiutare la copertura finale: in sostanza si deve dare uniformità ad un pezzo già quasi completamente del colore desiderato e molte delle parti più difficili da raggiungere sono già coperte.
Ho notato che Michael Kelly, collezionista e montatore che ha realizzato un bellissimo tutorial per Tameo, fa un assemblaggio parziale dell'ala posteriore, solo le derive laterali e gli elementi orizzontali principali. Gli altri sono inseriti dopo la verniciatura. In sostanza, una soluzione di compromesso che da robustezza e che consente, allo stesso tempo, di avere un pezzo più facile da verniciare, dal momento che è privo di alcune parti.

Allegato:
IMG_5963AB.jpg
IMG_5963AB.jpg [ 71.24 KiB | Osservato 2791 volte ]


Veniamo, poi, alla parte che mi ha dato più soddisfazione.
Ma è anche quella sulla quale sono decisamente più ferrato: ho carteggiato i pneumatici con una 800, ripassato con Scotch Brite e lavato con normale sapone: l'effetto lucido dei pneumatici BBR è sparito e lo spigolo sulla spalla è stato ammorbidito. Nella foto, a sinistra una gomma trattata, e a destra una non trattata.

Allegato:
IMG_5969.JPG
IMG_5969.JPG [ 73.72 KiB | Osservato 2791 volte ]


Allegato:
IMG_5973AB.jpg
IMG_5973AB.jpg [ 86.46 KiB | Osservato 2791 volte ]


Oltre a tutto questo, che non mi pare poco, mi è servita una buona mezz'ora per capire come diavolo si montano le ruote, specialmente quelle posteriori.
Ora mi dedicherò alla carrozzeria che, almeno, non dovrebbe darmi troppo ammattimento.

Autore:  lore68 [ lunedì 3 gennaio 2022, 9:07 ]
Oggetto del messaggio:  Re: F1 - Sauber C13 1994 BBR

Ciao Francesco, bel lavoro anche questo
per le punte ti posso consigliare un set di queste ,vanno da 0,6 a 1,5 ma ci sono anche piu piccole
sono ottime per questi lavori

Allegati:
p (2).jpg
p (2).jpg [ 158.07 KiB | Osservato 2622 volte ]

Autore:  Francesco Falorni [ lunedì 3 gennaio 2022, 19:24 ]
Oggetto del messaggio:  Re: F1 - Sauber C13 1994 BBR

lore68 ha scritto:
Ciao Francesco, bel lavoro anche questo
per le punte ti posso consigliare un set di queste ,vanno da 0,6 a 1,5 ma ci sono anche piu piccole
sono ottime per questi lavori


Grazie. La avevo adocchiate ma non ero sicuro fossero adatte. Più che altro noto che la parte sotto è più larga, il che sarebbe perfetto per montarle sul Dremel senza troppo ammattimento. Perdona l'ignoranza, ma la parte più larga serve per impugnarle meglio Nel caso si vogliano usare a mano o è una sorta di stop?

Autore:  Francesco Falorni [ lunedì 3 gennaio 2022, 19:57 ]
Oggetto del messaggio:  Re: F1 - Sauber C13 1994 BBR

Eccoci con qualche piccolo passo avanti. È tutto un gran sudare perché sono certamente cose con le quali ho una certa confidenza ma, puntualmente mi sfugge qualcosa.

Mi sono dedicato alla posa delle prime decals sulle ali: da una parte vorrei coprire tutto con il trasparente. Dall'altra sono conscio del fatto che alcune parti di queste ali dovrebbero essere opache (Quelle nere) e quindi essere coperte da un trasparente opaco e altre, ad esempio la parte esterna delle derive verticali, dovrebbe essere lucida, (Sulle parti vanno delle decals bianche con lo sponsor "Harvard" e i numeri di gara), o almeno credo :?
Ho provato a risolvere così: sulle decals che vanno su parti nere, in pratica tutte quelle che ho posato, ho passato un pezzettino di Scotch Brite impugnato con una pinzetta, per opacizzare la decal ed eliminare, così, la parte lucida del film che, soprattutto su parti nere, si vede parecchio bene. Potrebbe essere una buona soluzione, a scapito certo della resistenza nel tempo: una buona mano di trasparente opaco farebbe stare più sicuri. Ma visto che questo sistema mi ha soddisfatto come resa estetica, per ora provo così.
Ho montato le alette con il logo "Castrol": questo è un altro dei particolari che mi ha preso in castagna, visto che non avevo considerato che queste benedette alette devono entrare fra la deriva laterale ed il muso della macchina. Non avendo provato nulla, ho dovuto accorciare specialmente uno dei due pezzetti quando ormai era già tutto decorato.

Mi sono poi scervellato per capire come fare a rendere lucide le parti esterne delle ali, sulle quali, come detto,. andrà una decal bianca con sponsor e numeri di gara.
Bene: lì per lì ho pensato di mascherare e dare il lucido una volta applicata la decal. Poi mi sono guardato allo specchio, mi sono riso in faccia e ho desistito. Mi pare veramente oltre la mia capacità. Ho pensato allora di dare una bella mano di trasparente ad una decal direttamente sul.foglietto di carta. Dopo una leggera carteggiata ed una lucidata, la decal si presentava piuttosto lucida, come l'avrei voluta. Una volta immersa in acqua e posata sul modello, però, fa troppe grinze e, sostanzialmente non si apprezza alcuna differenza fra una decal così trattata ed una semplicemente posata.
Al momento, quindi, sarei propenso per attaccare queste benedette decals e dimenticare il trasparente lucido.

Allegato:
IMG_6023AB.jpg
IMG_6023AB.jpg [ 98.38 KiB | Osservato 2570 volte ]


Poi: visto che non ero molto soddisfatto del procedimento che ho usato per montare l'ala posteriore di questa Sauber, ho provato con un'altra. Si tratta dell'ala posteriore di una Williams FW17 del 1995, sempre un kit BBR. A questo giro ho valutato bene la lunghezza del pezzo in metallo rispetto alla fotoincisione da porre parallele a questo. Poi ho montato il pezzo in metallo ed una delle derive laterali. Ho verniciato questi due pezzi e l'altra deriva laterale. Ho poi montato la seconda deriva laterale e mi sono premurato di controllare che il pezzo in fotoincisione parallelo a quello in metallo entrasse bene al suo posto inserendolo per obliquo. Ho completato, poi, con le due piccole derive che vedete ancora grezze. Erano un po' larghe: le ho accorciate piano piano finché non sono scivolate perfettamente nelle guide che si trovano sulla.parte interna delle derive laterali. Sicuramente un risultato ottenuto con meno fatica ma, certo, non uno svago che consiglierei a nessuno.

Allegato:
IMG_6022.JPG
IMG_6022.JPG [ 48.6 KiB | Osservato 2570 volte ]


Se qualcuno avesse consigli e suggerimenti sulla questione trasparente lucido e opaco sulle ali, sono tutto orecchie. Sempre che non si tratti di una delle mie tante fissazioni folli. :?

Autore:  marconolasco [ martedì 4 gennaio 2022, 13:43 ]
Oggetto del messaggio:  Re: F1 - Sauber C13 1994 BBR

Rally o F1 sempre la solita grande pulizia!

Autore:  corrado.crive [ martedì 4 gennaio 2022, 15:46 ]
Oggetto del messaggio:  Re: F1 - Sauber C13 1994 BBR

Sulle parti esterne delle ali darei un po di lucido, usando il trasparente gunze molto diluito e con poca pressione, facendo così e restando con l'aerografo verso il centro dell'ala potresti anche non mascherare il resto.

Autore:  Francesco Falorni [ martedì 4 gennaio 2022, 16:28 ]
Oggetto del messaggio:  Re: F1 - Sauber C13 1994 BBR

Grazie, Corrado. Intanto ti faccio i complimenti per aver letto tutto il mio pippone, non è da tutti :P
Il problema, però, è che ancora mi balocco con le bombolette. Ho un aerografo ma non l'ho mai usato granché. Quindi non credo potrei avere la precisione necessaria per fare bene un lavorino del genere.

Ora che ci rifletto un attimo, comunque se non avessi la mia solita fretta, avrei fatto meglio a posare prima le decals che vanno sul lato delle ali e passare il lucido su queste, magari mascherando il resto dell'ala che, non essendo ancora decorata con le altre decals, sarebbe stata piuttosto facile da mascherare. Una volta fatto questo passaggio, avrei potuto posare le decals che devono rimanere opache, mascherare quelle coperte dal lucido, cosa che sarebbe stata relativamente facile visto che sono sulla parte esterna, e, volendo, dare una mano di trasparente opaco. Oppure passare lo Scotch Brite sulle stesse, come in effetti ho fatto ora.

Autore:  lore68 [ mercoledì 5 gennaio 2022, 14:18 ]
Oggetto del messaggio:  Re: F1 - Sauber C13 1994 BBR

Francesco Falorni ha scritto:
lore68 ha scritto:
Ciao Francesco, bel lavoro anche questo
per le punte ti posso consigliare un set di queste ,vanno da 0,6 a 1,5 ma ci sono anche piu piccole
sono ottime per questi lavori


Grazie. La avevo adocchiate ma non ero sicuro fossero adatte. Più che altro noto che la parte sotto è più larga, il che sarebbe perfetto per montarle sul Dremel senza troppo ammattimento. Perdona l'ignoranza, ma la parte più larga serve per impugnarle meglio Nel caso si vogliano usare a mano o è una sorta di stop?



Allora non ci ho mai pensato,
ma credo sia una sorta di stop , sull anello e ce inciso il diametro della punta

Autore:  Francesco Falorni [ venerdì 7 gennaio 2022, 21:43 ]
Oggetto del messaggio:  Re: F1 - Sauber C13 1994 BBR

Approfitto di questi giorni per portare un po' avanti i lavori su questa Sauber. Mi sono dedicato alla prova dell'assale, che praticamente è già della lunghezza giusta. Basta fare un foro di 1,2mm e procedere. Ho colto l'occasione per allargare un tantino i fori più bassi per le sospensioni. Sono arrivato a 0,7mm: ora entrano meglio, senza però largheggiare.
Altro punto importante, gli specchietti: fanno un po' di "Effetto elefante" ma, benché forse un pochino sovradimensionati, non sono lontani da quelli della macchina vera. Gli attacchi, in fotoincisione, sono davvero fini.
Sempre sulla parte posteriore, si nota un bel malloppone di stucco, che ho posato per rifare il profilo destro della coda, che è un pizzico più corto del sinistro.
Ho fatto anche un test delle antennine davanti all'abitacolo: curiosamente, per quella più alta c'è un forellino, ovviamente da aprire, che indica dove mettere il pezzo, mentre per quella più piccola non c'è nulla. Ho dovuto praticare un foro da 0,3mm il più in linea possibile con l'altro

Allegato:
IMG_6025AB.jpg
IMG_6025AB.jpg [ 84.58 KiB | Osservato 2300 volte ]


In questa foto si nota la parte posteriore della carrozzeria che è stata ritoccata per riprendere il difetto del quale parlavo a proposito del lato destro. Ho colto l'occasione anche per assottigliare il profilo di questa parte. Dal confronto con la Ferrari 640 accanto (Tameo), si nota la differenza di spessore. Il lavoro è stato fatto con il Dremel per una prima sgrossatura e poi con lime a ferro e carta vetro. Ho cercato di abbassare un pochino anche lo spessore del fondo.

Allegato:
IMG_6028AB.jpg
IMG_6028AB.jpg [ 100.88 KiB | Osservato 2300 volte ]


A seguire, un paio di foto che mostrano lo scasso fatto per aprire la presa d'aria sopra il pilota: ho sfondato con una punta piuttosto grossa e proseguito con il Dremel, utilizzato sia dall'estero che dall'interno della carrozzeria. Se vi interessa un bel tutorial di questo procedimento, vi invito nuovamente a vedere il bel lavoro di Michael Kelly sul sito di Tameo eseguito su una Ferrari. Io stesso me lo dovrei rivedere perché ho fatto alcuni passaggi come pareva a me e, puntualmente, ho avuto difficoltà.
Sempre in queste foto, il lavoro di ritocco e assottigliamento degli spessori in prossimità delle pance e di raccordo delle stesse con il fondo.

Allegato:
IMG_6029AB.jpg
IMG_6029AB.jpg [ 84.33 KiB | Osservato 2300 volte ]

Allegato:
IMG_6030AB.jpg
IMG_6030AB.jpg [ 80.95 KiB | Osservato 2300 volte ]


Ho proseguito, per puro studio, il lavoro sull'ala posteriore della Williams FW17. Dopo aver dato una mano di trasparente opaco per sigillare le decals "Segafredo" all'interno ho posato le decals sull'esterno e poi mi sono fatto coraggio e ho provato a mascherare la parte interna per dare il lucido sull'esterno: non avendo montato i due deflettori orizzontali della parte interna, c'è spazio di manovra per una mascheratura decente, da fare un lato per volta.
Diciamo che così ce la posso fare.


Allegato:
IMG_6027.JPG
IMG_6027.JPG [ 103.53 KiB | Osservato 2300 volte ]

Pagina 1 di 3 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicol (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice