Oggi è sabato 12 giugno 2021, 20:53

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 21 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: 940 Hornby: smontaggio, applicazione decoder
MessaggioInviato: martedì 11 maggio 2021, 23:05 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 19 luglio 2006, 19:22
Messaggi: 1467
Località: Bari
Ciao a tutti.
So che ci sono pagine e pagine scritte su questo Forum sulla loco in oggetto, purtroppo come spesso capita, piene di interventi che se ne vanno per la tangente, così da rendere quasi impossibile effettuare una ricerca valida per trovare risposte ai dubbi che ho.
In sostanza, sto pensando di acquistare da un amico una 940 Hornby (al momento non so bene nemmeno se la 22, la 23 o altra numerazione) e, proprio ricordando più o meno quanto letto a suo tempo (allorquando non ero interessato a questa loco), vorrei che qualcuno che ormai possiede questa loco da tempo mi desse qualche indicazione/suggerimento sulla bontà di questo modello.
Mi interessa avere una valutazione sul funzionamento in generale, sulla qualità della presa di corrente, sulle difficoltà di smontaggio dovendo digitalizzarla, sulla difficoltà di inserire il decoder (ricordo di aver letto qualche cosa a proposito dello spazio insufficiente per l'inserimento del decoder). Infine, quale devo escludere per la questione della carbonaia storta?
C'è qualcuno che ha la pazienza di aiutarmi a dare risposta ai quesiti che ho posto?
Ringrazio naturalmente sin d'ora.
Un saluto.
Gianfranco


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: 940 Hornby: smontaggio, applicazione decoder
MessaggioInviato: mercoledì 12 maggio 2021, 7:33 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 11 febbraio 2009, 10:24
Messaggi: 243
Località: aosta
Diciamo che il funzionamento della 940 è più o meno analogo a tutte le locomotive della hornby con lo stesso rodiggio, 740 741 743 , lo smontaggio non presenta difficoltà essendo la carrozzeria avvitata al telaio e la predisposizione per la digitalizzazione si limita ad un posticino risicato per un decoder normale e per sceglierne il tipo prima è meglio verificare le sue dimensioni. Portigliatti ha progettato e messo in vendita un kit per la sonorizzazione del modello , per cui se la cosa ti può interessare contattalo o visita il suo sito. Quello che io trovo assurda è la parte elettrica, o meglio la progettazione e la realizzazione del pcb, colorazione dei fili per i cablaggi che non corrispondonol alle norme, led in parallelo tra loro limitati con una sola resistenza in comune (posteriori) oppure limitati singolarmente con una resistenza da 120 ohm per poi essere messi in parallelo tra loro con una resistenza di valore più elevato (quelli anteriori), proprio l'opposto di quello di quello che i fondamenti dell'elettronica (almeno per quello che ne so io) consigliano, condensatori dappertutto , anche per i led , ed è noto che questi molte volte vanno un po' in contrasto con il decoder. Insomma da una macchina relativamente recente non ti aspetti certe soluzioni, poi per la fedeltà di riproduzione non saprei dirti, questo lo lascerei a chi conosce meglio la locomotiva vera.
Ciao Stefano


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: 940 Hornby: smontaggio, applicazione decoder
MessaggioInviato: mercoledì 12 maggio 2021, 7:56 
Non connesso

Iscritto il: martedì 21 marzo 2017, 12:08
Messaggi: 46
Gianfranco,
qui trovi le istruzioni per smontare la loco ed inserire il decoder di Modellismo Portigliatti.


Allegati:
2021-05-12_085224.jpg
2021-05-12_085224.jpg [ 182.17 KiB | Osservato 1274 volte ]
2021-05-12_085332.jpg
2021-05-12_085332.jpg [ 173.26 KiB | Osservato 1274 volte ]
2021-05-12_085347.jpg
2021-05-12_085347.jpg [ 195.65 KiB | Osservato 1274 volte ]
2021-05-12_085404.jpg
2021-05-12_085404.jpg [ 228.16 KiB | Osservato 1274 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: 940 Hornby: smontaggio, applicazione decoder
MessaggioInviato: mercoledì 12 maggio 2021, 8:40 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 19 luglio 2006, 19:22
Messaggi: 1467
Località: Bari
Ringrazio per queste informazioni, anche se mi sembra non proprio una passeggiata l'inserimento del decoder, soprattutto se non dovessi montare il decoder ZIMO.
Non vorrei, cioè, smontare la loco per poi rendermi conto che il decoder ESU, che ho già, magari non ci entra per dimensioni o altro.
Per quanto riguarda il funzionamento della loco e presa di corrente qualcuno mi aggiorna?
Grazie.
Gianfranco


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: 940 Hornby: smontaggio, applicazione decoder
MessaggioInviato: mercoledì 12 maggio 2021, 8:45 
Non connesso

Iscritto il: martedì 21 marzo 2017, 12:08
Messaggi: 46
Se il decoder ESU che hai è un LokPilot basta inserirlo nel connettore predisposto.
La loco dell'articolo è la 22 e funziona molto bene.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: 940 Hornby: smontaggio, applicazione decoder
MessaggioInviato: mercoledì 12 maggio 2021, 10:45 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 17:38
Messaggi: 1192
Riguardo al funzionamento, a mio parere non hanno una captazione di corrente a livello delle 'cugine' 740 dotate di tender, si avverte la limitazione dovuta alla rigidezza del carro e quindi alla mancanza di assi isostatici. Basta che le ruote si sporchino un po' e la loco comincia a fare capricci. Per migliorare (di poco) le cose ho aggiunto un condensatore elettrolitico da 220 microfarad inserito nella caldaia e collegato al 'ground' ed al 'positivo' della basetta decoder.


Allegati:
MX648 Plux16 + cond tampone.jpg
MX648 Plux16 + cond tampone.jpg [ 79.52 KiB | Osservato 1183 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: 940 Hornby: smontaggio, applicazione decoder
MessaggioInviato: mercoledì 12 maggio 2021, 11:03 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 17:38
Messaggi: 1192
Piccola correzione... è passato molto tempo da quell'intervento e non ricordavo che il 'positivo' l'ho preso dal filo che arriva alla PCB, quindi niente saldatura sulla basetta decoder.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: 940 Hornby: smontaggio, applicazione decoder
MessaggioInviato: mercoledì 12 maggio 2021, 14:27 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2006, 17:38
Messaggi: 1192
La GR940 030 all'opera dopo l'inserimento del condensatore tampone...


Allegati:
GR940 030-3.jpg
GR940 030-3.jpg [ 110.85 KiB | Osservato 1105 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: 940 Hornby: smontaggio, applicazione decoder
MessaggioInviato: giovedì 13 maggio 2021, 16:17 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 6 aprile 2006, 14:53
Messaggi: 763
Località: lucca Toscana
Grazie Gianfranco per il tuo post, anche io sono in cerca di informazioni su come aprire la macchina in questione, anche a me non dispiacerebbe farla sound ma sono indeciso, vorrei capire se l'installazione di un normale decoder 21 poli come previsto presenta difficoltà oppure no.

Grazie acche a Etsero17 al quale chiedo dove posso trovare simili istruzioni anche per le 740 che ho a cui devo installare il decoder.

Chiederei anche a Pesitalia come mettere esattamente un condensatore, adoperando appunto un decoder 21 poli, con uno schema chiaro come quello che ha postato, perchè in elettronica sono una cotenna.

Grazie a tutti Marco


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: 940 Hornby: smontaggio, applicazione decoder
MessaggioInviato: giovedì 13 maggio 2021, 16:56 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 12:40
Messaggi: 2445
Località: Bracciano (Roma)
Se hai intenzione di montare un condensatore, monta un power pack laisdcc con un esu V5. la 940 migliora sensibilmente le sue qualità di marcia. sulla 740 sta tutto nel tender che è predisposto anche x il sound. Sulla 940 il sound è una chimera per lo spazio interno
limitatissimo, e puoi installarlo solo con importanti interventi.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: 940 Hornby: smontaggio, applicazione decoder
MessaggioInviato: giovedì 13 maggio 2021, 18:05 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 11 febbraio 2009, 10:24
Messaggi: 243
Località: aosta
Concordo, per il sound o ti affidi al kit di Portigliatti oppure importanti modifiche elettriche sono inevitabili, l'altoparlante invece con la sua cassa acustica ci sta tranquillamente nella camera fumo, se non decidi di mettere il condensatore tampone naturalmente
Ciao Stefano
ps complimenti Carlo, l'entourage è sempre fantastico


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: 940 Hornby: smontaggio, applicazione decoder
MessaggioInviato: giovedì 13 maggio 2021, 18:23 
Connesso

Iscritto il: martedì 22 maggio 2012, 20:51
Messaggi: 2616
Località: Castellamare Adriatico - www.aternumlands.com
stefano60 ha scritto:
Concordo, per il sound o ti affidi al kit di Portigliatti oppure importanti modifiche elettriche sono inevitabili, l'altoparlante invece con la sua cassa acustica ci sta tranquillamente nella camera fumo, se non decidi di mettere il condensatore tampone naturalmente
Ciao Stefano
ps complimenti Carlo, l'entourage è sempre fantastico


Con il sound “Portigliatti” puoi mettere il condensatore in caldaia


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: 940 Hornby: smontaggio, applicazione decoder
MessaggioInviato: giovedì 13 maggio 2021, 20:05 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 11 febbraio 2009, 10:24
Messaggi: 243
Località: aosta
Sì esatto, l'altoparlante è integrato nel kit anche se Paolo , nel caso uno volesse un suono più "corposo", ti consiglia di mettere un'altoparlante in camera fumo in loco di quello originale


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: 940 Hornby: smontaggio, applicazione decoder
MessaggioInviato: giovedì 13 maggio 2021, 20:31 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 6 aprile 2006, 14:53
Messaggi: 763
Località: lucca Toscana
Grazie per le risposte,

direi che la 940 va senza sound, però mi intriga il fatto del pack laisdcc, ho visto però che ce ne sono diversi codici, (c'è anche un 3d ai decoder Laisdcc) quale sarebbe quello piu indicato? e inoltre mi pare di aver capito che serve una resistenza da mettere nel circuito per evitere danni al decoder o far entrare in protezione la centrale. E poi come collegarlo ad un V5 Esu?

Grazie Marco


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: 940 Hornby: smontaggio, applicazione decoder
MessaggioInviato: giovedì 13 maggio 2021, 20:52 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 1 febbraio 2006, 12:40
Messaggi: 2445
Località: Bracciano (Roma)
marco345 ha scritto:
Grazie per le risposte,

direi che la 940 va senza sound, però mi intriga il fatto del pack laisdcc, ho visto però che ce ne sono diversi codici, (c'è anche un 3d ai decoder Laisdcc) quale sarebbe quello piu indicato? e inoltre mi pare di aver capito che serve una resistenza da mettere nel circuito per evitere danni al decoder o far entrare in protezione la centrale. E poi come collegarlo ad un V5 Esu?

Grazie Marco


Puoi collegarlo direttamente alle piazzole del V5 predisposte per il power pack. Non c'è bisogno di altri componenti: il power pack ha già montato il diodo di protezione all'interno. Ci sono 3 diversi tipi di power pack: io ho sempre usato l'871007 piccolo e tozzo. Una volta collegato, devi indicare al V5 quanto tagliare l'effetto inerziale. Sulla T3 del MFP di marca Trix (una vera ciofeca dal punto di vista del funzionamento), la loco continua a funzionare per 5" se la togli dai binari.... Così è troppo e rischi di far danni se la macchina svia. Puoi gestire quest'effetto direttamente impostando una semplice CV.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 21 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Emilio T., Zampa di Lepre e 34 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice