Oggi è giovedì 30 giugno 2022, 23:32

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1393 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 89, 90, 91, 92, 93
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: SAN SATIRO
MessaggioInviato: sabato 30 aprile 2022, 15:00 
Non connesso

Iscritto il: sabato 14 gennaio 2006, 19:52
Messaggi: 1368
Località: venezia
Complimenti per il plastico stupendo.
Anch'io vorrei inserire i passeggeri sul 306/3 SITA. ma non mi sono azzardato ad aprirlo. Come hai fatto ?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: SAN SATIRO
MessaggioInviato: sabato 30 aprile 2022, 20:01 
Non connesso

Iscritto il: domenica 2 aprile 2006, 9:16
Messaggi: 2824
Località: Nato a Firenze 25/01/1962 - Vive tra Toscana e Marche
fao45 ha scritto:
Complimenti per il plastico stupendo.
Anch'io vorrei inserire i passeggeri sul 306/3 SITA. ma non mi sono azzardato ad aprirlo. Come hai fatto ?


Ciao,
era mia intenzione scriverlo ma poi non volevo aprire le solite polemiche su modelli e come sono progettati.

Io, premetto, non sono il "mago" dell'apertura dei modelli ma essendoci riuscito con gli ETR220 di LEVEL (LE Models) non sono nemmeno proprio sprovveduto.

Nel passato ho "popolato" di passeggeri tutti i bus e pullman ma questa volta ho dovuto utilizzare buona parte dei santi del calendario ... :twisted: :evil:

Con le "buone" ho provato e riprovato ma dopo svariati tentativi ho usato le maniere forti forzando di brutto.

Una volta "aperto" ho constatato che "con le buone" non sarei riuscito proprio ... (almeno io)

La parte nera del telaio (quella dove sono inseriti gli assi con le ruote) è bloccata da due "denti" molto lunghi sia nella parte anteriore che quella posteriore che si incastrano in due asole e non vedo come si possano sfilare ... Di solito almeno una parte è bloccata in modo tale che facendo forza sul "dente" l'asola si sblocca ma in questo caso no.

Una delle due asole in cui era inserito il "dente" si è rotta (aperta) ma cosa incredibile è che la parte nera è imperniata in maniera fissa alla parte marroncina del piano del bus con i sedili ecc... e questa è praticamente bloccata da ulteriori denti che impediscono di sfilarla.

Dopo aver "violentato" la parte nera è stato possibile sbloccare e sfilare la parte con i sedili ma non senza limare uno dei denti che la bloccava.

Una volta inseriti i personaggi e gli eventuali led per l'illuminazione è stato sufficiente inserire un piccolo pezzettino di biadesivo per fermare la parte bassa anche se va detto che anche senza rimane ben chiuso e visto che non deve viaggiare (anche perchè passeranno i fili di alimentazione dell'illuminazione interna sotto la strada ...) problemi zero :wink: 8)

Questa la mia esperienza - Se c'è chi trova una soluzione meno rude abbia la gentilezza di darne spiegazione visto che ho un altro 306 da aprire :mrgreen:

Ciao

Riccardo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: SAN SATIRO
MessaggioInviato: sabato 30 aprile 2022, 20:38 
Non connesso

Iscritto il: domenica 2 aprile 2006, 9:16
Messaggi: 2824
Località: Nato a Firenze 25/01/1962 - Vive tra Toscana e Marche
Frecciabianca nel verde ... (tutta la vegetazione è 100% digitale)
Allegato:
DSCF1103 BIS LT.jpg
DSCF1103 BIS LT.jpg [ 205.38 KiB | Osservato 2340 volte ]


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: SAN SATIRO
MessaggioInviato: lunedì 2 maggio 2022, 9:39 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 30 marzo 2016, 11:43
Messaggi: 262
Resto sempre ammirato dal tuo plastico ed anche dal tuo approccio al modellismo...mai una sbavatura, mai una polemica, mai un accanimento, sempre e solo divertimento. Per me sei sempre un esempio positivo di come deve essere un modellista


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: SAN SATIRO
MessaggioInviato: lunedì 2 maggio 2022, 13:47 
Non connesso

Iscritto il: domenica 3 gennaio 2010, 20:36
Messaggi: 8811
Località: la citta' della 3 t: torri, tortellini e ...
E 636 080 ha scritto:
Resto sempre ammirato dal tuo plastico ed anche dal tuo approccio al modellismo...mai una sbavatura, mai una polemica, mai un accanimento, sempre e solo divertimento. Per me sei sempre un esempio positivo di come deve essere un modellista


Anche io apprezzo moltissimo l' approccio di Riccardo, giocoso ( mi si consenta il termine ), ma rispettoso del realismo.
Rigoroso, ma senza eccessive masturbazioni mentali. Magistrale il kitbashing di edifici dal commercio per adattarli ad un' ambientazione italiana.
Altro non dico, per non essere accusato di adulazione... :lol: :lol: :lol:
Vai Riccardo, continua così !
Saluti
Stefano.
P.S.: fantastica la scena ricchissima di Preiserini che hai allestito dentro ed attorno alla corriera Brekina... :) :) :)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: SAN SATIRO
MessaggioInviato: martedì 3 maggio 2022, 12:06 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 13 gennaio 2006, 20:13
Messaggi: 599
Località: Torino
oltre ai complimenti (che in questo caso diventano ovvi :wink: ) e all'approccio più che positivo sotto tutti gli aspetti (come gia evidenziato), vorrei chiederti cosa significa:
Riccardo Alberoni ha scritto:
... (tutta la vegetazione è 100% digitale)

fatta a mano? fatta al pc?? :roll:
grazie


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: SAN SATIRO
MessaggioInviato: martedì 3 maggio 2022, 13:02 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 8 novembre 2010, 10:44
Messaggi: 787
Località: Magione
E656BB ha scritto:
oltre ai complimenti (che in questo caso diventano ovvi :wink: ) e all'approccio più che positivo sotto tutti gli aspetti (come gia evidenziato), vorrei chiederti cosa significa:
Riccardo Alberoni ha scritto:
... (tutta la vegetazione è 100% digitale)

fatta a mano? fatta al pc?? :roll:
grazie

con le dita...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: SAN SATIRO
MessaggioInviato: martedì 3 maggio 2022, 14:36 
Non connesso

Iscritto il: sabato 14 gennaio 2006, 19:52
Messaggi: 1368
Località: venezia
Riccardo Alberoni ha scritto:
fao45 ha scritto:
Complimenti per il plastico stupendo.
Anch'io vorrei inserire i passeggeri sul 306/3 SITA. ma non mi sono azzardato ad aprirlo. Come hai fatto ?


Ciao,
era mia intenzione scriverlo ma poi non volevo aprire le solite polemiche su modelli e come sono progettati.

Io, premetto, non sono il "mago" dell'apertura dei modelli ma essendoci riuscito con gli ETR220 di LEVEL (LE Models) non sono nemmeno proprio sprovveduto.

Nel passato ho "popolato" di passeggeri tutti i bus e pullman ma questa volta ho dovuto utilizzare buona parte dei santi del calendario ... :twisted: :evil:

Con le "buone" ho provato e riprovato ma dopo svariati tentativi ho usato le maniere forti forzando di brutto.

Una volta "aperto" ho constatato che "con le buone" non sarei riuscito proprio ... (almeno io)

La parte nera del telaio (quella dove sono inseriti gli assi con le ruote) è bloccata da due "denti" molto lunghi sia nella parte anteriore che quella posteriore che si incastrano in due asole e non vedo come si possano sfilare ... Di solito almeno una parte è bloccata in modo tale che facendo forza sul "dente" l'asola si sblocca ma in questo caso no.

Una delle due asole in cui era inserito il "dente" si è rotta (aperta) ma cosa incredibile è che la parte nera è imperniata in maniera fissa alla parte marroncina del piano del bus con i sedili ecc... e questa è praticamente bloccata da ulteriori denti che impediscono di sfilarla.

Dopo aver "violentato" la parte nera è stato possibile sbloccare e sfilare la parte con i sedili ma non senza limare uno dei denti che la bloccava.

Una volta inseriti i personaggi e gli eventuali led per l'illuminazione è stato sufficiente inserire un piccolo pezzettino di biadesivo per fermare la parte bassa anche se va detto che anche senza rimane ben chiuso e visto che non deve viaggiare (anche perchè passeranno i fili di alimentazione dell'illuminazione interna sotto la strada ...) problemi zero :wink: 8)

Questa la mia esperienza - Se c'è chi trova una soluzione meno rude abbia la gentilezza di darne spiegazione visto che ho un altro 306 da aprire :mrgreen:
.

Ciao
Sono riuscito ad aprirlo asportando il cofano (motore ?) posteriore. Esso è incastrato con una linguetta sulla parte nera e con due pioli alla carrozzeria. Stessa cosa sulla calandra anteriore, che sono riuscito a rispettare senza asportarla, sollevando/inclinando la carrozzeria posteriormente fino a disimpegnarla dalla sua linguetta.
Grazie a Guido Brenna che mi ha dato l'informazione sul sistema di fissaggio.


Riccardo[/quote]
Giulio Barberini ha scritto:
E656BB ha scritto:
oltre ai complimenti (che in questo caso diventano ovvi :wink: ) e all'approccio più che positivo sotto tutti gli aspetti (come gia evidenziato), vorrei chiederti cosa significa:
Riccardo Alberoni ha scritto:
... (tutta la vegetazione è 100% digitale)

fatta a mano? fatta al pc?? :roll:
grazie

con le dita...

:lol: :lol: :lol:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: SAN SATIRO
MessaggioInviato: mercoledì 4 maggio 2022, 17:27 
Non connesso

Iscritto il: domenica 3 gennaio 2010, 20:36
Messaggi: 8811
Località: la citta' della 3 t: torri, tortellini e ...
Fortuna che li hai fatti in digitale e non in analogico... :lol: :lol: :lol:
Stefano.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: SAN SATIRO
MessaggioInviato: domenica 8 maggio 2022, 7:28 
Non connesso

Iscritto il: domenica 2 aprile 2006, 9:16
Messaggi: 2824
Località: Nato a Firenze 25/01/1962 - Vive tra Toscana e Marche
fao45 ha scritto:
Riccardo Alberoni ha scritto:
fao45 ha scritto:
Sono riuscito ad aprirlo asportando il cofano (motore ?) posteriore. Esso è incastrato con una linguetta sulla parte nera e con due pioli alla carrozzeria. Stessa cosa sulla calandra anteriore, che sono riuscito a rispettare senza asportarla, sollevando/inclinando la carrozzeria posteriormente fino a disimpegnarla dalla sua linguetta.
Grazie a Guido Brenna che mi ha dato l'informazioni


Ottimo, in effetto avevo visto che il "cofano" posteriore era una parte a sé stante ma provando a sfilarlo avevo timore di rovinare la carrozzeria - Ho poi in effetti causato danni all' incastro ma senza essere visibili.

Per il secondo "SITA" procederò come hai scritto - Resta il fatto che potevano progettare una maniera più agevole per aprire il modello ( ed anche meno costosa per loro)

Grazie !

Riccardo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: SAN SATIRO
MessaggioInviato: domenica 8 maggio 2022, 7:29 
Non connesso

Iscritto il: domenica 2 aprile 2006, 9:16
Messaggi: 2824
Località: Nato a Firenze 25/01/1962 - Vive tra Toscana e Marche
E656BB ha scritto:
oltre ai complimenti (che in questo caso diventano ovvi :wink: ) e all'approccio più che positivo sotto tutti gli aspetti (come gia evidenziato), vorrei chiederti cosa significa:
Riccardo Alberoni ha scritto:
... (tutta la vegetazione è 100% digitale)

fatta a mano? fatta al pc?? :roll:
grazie


Sporcandosi le mani :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: SAN SATIRO
MessaggioInviato: venerdì 13 maggio 2022, 10:27 
Non connesso

Iscritto il: domenica 2 aprile 2006, 9:16
Messaggi: 2824
Località: Nato a Firenze 25/01/1962 - Vive tra Toscana e Marche
E quando cala la notte a San Satiro ? Si accendono le luci :wink:


Allegati:
DSCF1137 copia LT.jpg
DSCF1137 copia LT.jpg [ 143.74 KiB | Osservato 906 volte ]
DSCF1132 copia LT.jpg
DSCF1132 copia LT.jpg [ 185.67 KiB | Osservato 906 volte ]
DSCF1128 copia LT.jpg
DSCF1128 copia LT.jpg [ 170.27 KiB | Osservato 906 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: PLASTICO: SAN SATIRO
MessaggioInviato: sabato 28 maggio 2022, 14:22 
Non connesso

Iscritto il: domenica 2 aprile 2006, 9:16
Messaggi: 2824
Località: Nato a Firenze 25/01/1962 - Vive tra Toscana e Marche
Domani, a pochi passi dalla Cupola del Brunelleschi ci sarà l'inaugurazione di qualche cosa di veramente eccezionale per chi, come me, è appassionato da sempre di Ferrovia, Treni sia grandi che piccoli e plastici che li ospitano.

Il sogno di un personaggio noto a molti di noi che è mancato da pochi anni, il Marchese Giuseppe di San Giuliano, si realizza grazie ai figli che, assieme ad un gruppo di esperti appassionati e con la collaborazione di "FONDAZIONE FS", si realizza nei locali del restaurato cinema ARISTON a FIRENZE;
il grande plastico sarà visitabile in pianta stabile !

Qui sotto il link di "HZERO" logo della società che gestisce questo evento.

https://www.hzero.com/?fbclid=IwAR3ady_ ... Ao3aZCiJ38

Sono felice che la mia città ospiti HZERO, l'impresa ferroviaria in miniatura !

San Satiro saluta felice e promette presto una visita !!

Riccardo


Allegati:
20220417_082329 LT.jpg
20220417_082329 LT.jpg [ 196.29 KiB | Osservato 494 volte ]
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1393 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 89, 90, 91, 92, 93

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Duegi Editrice - Viale Francia, 7, 35020 Ponte S. Nicolò (PD). Italy - Tel. 049.711.363 - Fax 049.862.60.77 - duegi@duegieditrice.it - shop@duegieditrice.it
Direttori di testata: Gianfranco Berto - Franco Tanel. Registro Operatori della Comunicazione n° 1199. Partita iva IT 01116210293 Tutti i diritti riservati Duegi Editrice